Giampaolo: “Anche la Fiorentina per l’Europa. La mia Samp…”

1



Intervistato da Repubblica, Marco Giampaolo, tecnico della Samp, ha parlato del campionato. Napoli vincerà lo scudetto? «Potrebbe, ma attenzione: la Juve ne ha vinti sei di fila, mette il contachilometri a seconda delle partite, in alcune viaggia a 100, in altre a 60. Il Napoli invece ha bisogno di andare sempre a tavoletta e questo alla lunga può mandarlo fuori giri. È l’alternativa più pericolosa al la Juve, la farà sudare. Come terzo incomodo metto la Roma. Poi Lazio, mi piace molto, e dopo ancora Inter e Milan ».

La sua Samp? «Premetto: dal 7° al 10° posto c’è spazio. Vedo l’Atalanta, forte, domenica per noi sarà durissima. Faticherà per le coppe? Luogo comune. Poi Torino e Fiorentina. Dopo, due possibili sorprese: Bologna, ha qualità, e Chievo, che ha esperienza e gioca a memoria. Sulla Samp preferisco aspettare, ma non per sfiducia. Sono convinto di avere una squadra forte, diversa dall’anno scorso, più omogenea, con più titolari. Ma devo capire se siamo più quelli che hanno battuto il Milan o quelli che hanno perso male ad Udine. Qualità, organizzazione, maturità, continuità, se punti in alto, serve tutto. Io sono abituato a fare, non a sbandierare. Il venditore di fumo non mi rappresenta».

1
Commenta la notizia

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Passarella Recent comment authors
ultimi più vecchi più votati
Passarella
Ospite
Passarella

Quindi Juve Napoli Roma Lazio Inter Milan Atalanta Samp Toro sicuramente più forti sia per organico che per organizzazione di gioco. Noi ce la dovremmo vedere con Bologna Chievo Udinese e Cagliari immediatamente davanti al Genoa al Verona al Benevento al Crotone Spal e Sassuolo. Le ultime sei sicuramente più scarse di noi. Grazie Della Valle

Articolo precedenteMencucci: “Mercato, ottimo lavoro in estate. Investimenti per il futuro. Le donne…”
Articolo successivoWomen’s Champions League, ecco le possibili avversarie viola agli ottavi
CONDIVIDI