Giampaolo tra lo sciopero dei tifosi e i dubbi di formazione

8



L’allenatore della Sampdoria deve fare i conti con la protesta dei propri tifosi per il giorno del recupero con la Fiorentina e con un turnover tutto da decidere

«Rinunciamo a seguire la Sampdoria perché ci sono momenti in cui dare un segnale è più importante di un biglietto già pagato o di un piacere personale. E stavolta quel segnale va dato per la nostra città».

I gruppi ultras della sud e la Federclubs blucerchiata hanno spiegato così, con un comunicato, l’intenzione di mantenere fede alla protesta annunciata da tempo a causa del giorno e dell’orario in cui è stato piazzato il recupero di campionato.

Il Ferraris, insomma, stasera alle 19 dovrebbe regalare uno scenario desolante, quantomeno nella curva sud, quella solitamente più calda in occasione delle sfide della Sampdoria.

Giampaolo naturalmente si augura che molti tifosi invece siano presenti, perché di fronte a quello che potrebbe rivelarsi come un momento più complicato e importante della stagione, vorrebbe avere al fianco i tifosi: «Devo gestire le forze – ammette Giampaoloe contro la Fiorentina, avversario davvero complicato, farò almeno due o tre cambi. Con l’Inter vedremo poi cosa fare».

I DUBBI DI FORMAZIONE. Con Tonelli non ancora al massimo, è probabile che in difesa sia Sala a subentrare a Bereszynski, con i centrali confermati. In avanti tutto dipenderà dalle condizioni di Caprari, uscito malconcio dalla trasferta di Frosinone: se starà bene, ci sarà lui dietro a Quagliarella e Defrel, altrimenti spazio a Ramirez.

L’ultimo dubbio dovrebbe riguardare il centrocampo: con Praet recuperato ma non ancora testato, è probabile che il ballottaggio riguardi Linetty e Jankto, con il secondo favorito. Il tour de force, però, sarà lungo e per questo lo staff tecnico blucerchiato studia ogni particolare: «Monitoriamo – sottolinea Giampaolo – anche il sonno dei giocatori. Facciamo esami su tutto, persino a livello ormonale. Tutto è difficile, niente è impossibile».

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Berto compagno di seminario.
Ospite
Berto compagno di seminario.

In trasferta o in casa noi con lo stadio vuoto non si gioca mai bene, si entra in campo senza la giusta tensione.
Quando invece l’impianto è gremito ci si emoziona troppo.
L’ideale sarebbe giocare davanti a 25/30 mila spettatori così i nostri ragazzi si caricano il giusto

I'POLEMIHO
Ospite
I'POLEMIHO

pultroppo cuesta sera prendiamo un altra goleada…sensa cientocampista che f’ha gioco e sensa ataccante sara una disfatta.grazzie Crovino

fra,scandicci
Ospite
fra,scandicci

ed anche senza italiano che lo lasciamo a casa.

Moondog
Ospite
Moondog

Ma non hai ancora capito che fa l’idiota a tempo pieno? Ha sei nick e complice la redazione spara cazzate a raffica aumentando le discussioni. Non va proprio schifato perchè quello che vuole sono le risposte come hai fatto tu….Deve essere una persona molto sola e probabilmente con qualche problema mentale leggero ma presente. Dispiace dire di non considerarlo appunto perchè non è colpa sua..Però …

I'POLEMIHO
Ospite
I'POLEMIHO

ora parte una bella cuerela…vediamo se continui ha fare il furbeto

Emiliano Salucci
Ospite
Emiliano Salucci

… sei un poveretto !di spirito e di intelletto

Giovanni
Ospite
Giovanni

Ecco di nuovo quest’altro a sparare sciocchezze e stupidità

I'POLEMIHO
Ospite
I'POLEMIHO

stasera cuando ai preso 3 goal poi mi chiedi squsa

Articolo precedentePioli Vs Giampaolo e Samp, i precedenti incrociati. Giampaolo e Doria bestie nere di Pioli e viola
Articolo successivoQuotidiani a confronto: la formazione viola chi l’azzecca?
CONDIVIDI