Giancarlo Antognoni, oggi la consegna delle chiavi di Firenze in Palazzo Vecchio

    0



    Giancarlo AntognoniL’uomo «che giocava guardando le stelle», ha affrontato lieve e a testa alta anche le sfide della vita. Sarà grazie a questa eleganza innata, fatto sta che Giancarlo Antognoni è arrivato a 60 anni (li festeggia oggi) con lo spirito e il fisico di un ragazzo. Per «Il Capitano», con «Antonio» il soprannome di una vita, Firenze ha preparato un giorno speciale. Un vero e proprio Antognoni Day che avrà il suo culmine alle 17 con la consegna delle chiavi della città nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Per lui, nato a Marsciano, umbro di origine, una doppia soddisfazione.
    Centrocampista di grandissima classe, Antognoni ha fatto innamorare generazioni di tifosi e di allenatori a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Fino ad arrivare a vincere il campionato del Mondo nel 1982, quella splendida cavalcata azzurra terminata per lui in semifinale con la Polonia, con il cruccio di non poter giocare la partita decisiva con la Germania per un infortunio. Ma Antognoni è stato anche e soprattutto la Fiorentina, una bandiera ai tempi in cui esistevano ancora i giocatori simbolo, uomini disposti a legare i loro destini a quelli di una squadra e una città. Idolo assoluto dei tifosi della Fiorentina, coi quali esiste un connubio inscindibile, con la maglia viola detiene il record di presenze (341). La sua carriera inizia nella squadra piemontese dell’Asti Macobi in serie D. Di lui giovanissimo s’innamora la Fiorentina e l’allora presidente Ugolini lo porta a Firenze per 472 milioni di lire: era questa la prima tranche. L’esordio in A il 15 ottobre 1972 a Verona, con la maglia numero 8, in panchina Liedholm. La Fiorentina vinse la partita ma tutti i complimenti furono per Antognoni. Con la maglia viola tante soddisfazioni personali ma poche vittorie: la Coppa Italia del 1974-75 e la coppa Anglo-Italiana del 1975-76.

    Commenta la notizia

    avatar
    Articolo precedenteAntognoni ricorda: “L’amore di Firenze vale uno scudetto”
    Articolo successivoAuguri all’Unico Dieci di Firenze 60 volte Antognoni (VIDEO)
    CONDIVIDI