Giovani, quanti promossi nell’estate di Montella. Si rivede una bella Fiorentina: ora nuovi colpi sul mercato

69



Da Sottil a Ranieri, passando per Vlahovic, Castrovilli e non solo: quante belle notizie dai giovani, in tanti rimarranno. In attesa di nuovi arrivi importanti.

E’ solo calcio d’agosto, e anche lo stesso Montella ha tenuto i piedi ben saldi per terra dopo il 4-1 al Franchi contro il Galatasaray. Ma finalmente, dopo mesi (e forse anni), si è rivista una bella Fiorentina. Palla a terra, belle giocate, scambi veloci, verticalizzazioni, movimenti giusti. Decisamente presto per farsi prendere da facile entusiasmo, ma sicuramente i 7 mila della calda serata fiorentina più i tanti tifosi collegati via web hanno apprezzato un deciso cambio di rotta.

PRIMA META’. Una rivoluzione, quella viola, ancora in atto. Superata la prima metà del lavoro: qualche cessione importante (Veretout, Vitor Hugo, Lafont), diversi esuberi piazzati (Saponara, Laurini, Zekhnini, Graiciar, Baez e gli altri), primi arrivi funzionali che hanno ‘rimpolpato’ l’ossatura di base. Badelj contro i turchi si è preso subito la fascia da capitano (erano fuori inizialmente sia Pezzella che Chiesa, ma non Benassi, ‘scavalcato’ dal croato), segno di quanto sia davvero importante il rientro del centrocampista nel gruppo viola. Ma anche in campo: la sua qualità, rispetto ai vari Edimilson, Gerson ma anche Veretout, si è vista subito. Lirola sulla fascia destra ha attivato subito il ‘motorino’, scacciando via anni (anzi, un paio di decenni) senza un terzino di ruolo (e di ‘corsa’) su quella corsia. E poi Boateng: subito dentro come ‘falso nove’, segna e manda in porta i compagni (chiedere a Sottil). Anche qui, qualità (e muscoli) in abbondanza.

CESSIONI. Rivoluzione in atto, perché ci sono ancora degli esuberi da piazzare. A cominciare da Dabo, Eysseric e Cristoforo: i primi due, oltre ad aver saltato il ritiro di Montecatini, sono rimasti fuori anche dalla sfida di domenica, mentre l’uruguaiano ha trovato un po’ di minutaggio anche dopo l’arrivo di Badelj e Pulgar (tra l’altro, anche con l’ingresso dell’ex Bologna, ha giocato lui in cabina di regia davanti alla difesa). E se per Thereau ormai si aspetterà fine mercato per tentare di trovare una sistemazione (fallita ogni idea di arrivare ad una risoluzione del contratto), resta da trovare collocazione anche a Schetino e a giovani come Gori, Bangu, Illanes e Baroni. Ma anche altri potrebbero lasciare Firenze nelle prossime tre settimane: da Simeone che potrebbe sbloccare un’entrata importante in attacco, a Biraghi che è richiesto da Inter e Atalanta, fino a Ceccherini che piace a Brescia e non solo (e in vista della Coppa Italia è stato scavalcato da Ranieri come centrale difensivo al posto dello squalificato Pezzella).

NUOVI ‘COLPI’. E con lo ‘scavallare’ di Ferragosto, poi, sono attesi 2-3 colpi importanti. Investimenti onerosi e profili di livello. Soprattutto in attacco. I tentativi per Ribery e Suso, ma anche per De Paul e Politano, raccontano di una Fiorentina che vuole regalare a Montella un esterno importante per il tridente offensivo. Oltre che ad un centravanti di livello: oltre a Llorente si è rifatto il nome di Balotelli, ma l’impressione è che Pradè abbia 2-3 nomi ‘top secret’ che usciranno solo in chiusura d’affare. Anche a centrocampo, dopo Badelj e Pulgar, l’intenzione è di prendere un altro giocatore importante, con caratteristiche diverse: in questo caso, attenzione alla posizione di Benassi.

PROMOSSI. Nel frattempo, nella Fiorentina in costruzione, si sono fatti spazio i giovani. E per Montella sono arrivate tante belle notizie. “Rimarranno con noi”: è l’investitura ufficiale dell’Aeroplanino per Riccardo Sottil e Luca Ranieri. Due classe ’99 che dopo aver fatto la trafila nel settore giovanile, ed essersi imposti a Pescara e Foggia, si sono conquistati con il lavoro e la determinazione la permanenza in Prima Squadra. “Sottil si sta impegnando molto, ha qualità. Si è visto subito che ha qualità importanti. Ranieri è concentrato, intraprendente, vispo. Legge bene le situazioni. Anche in America ha dato buone risposte, anche su di lui si deve lavorare: ha voglia di imparare”, ha detto il tecnico sui due giovani. Sottil si è preso con continuità la maglia da titolare nell’estate viola, segnando anche 6 gol tra Moena, gli Stati Uniti e i due test in Toscana. Esuberanza e tecnica, sulla scia di Federico Chiesa. Ranieri invece era partito come terzino, nell’annata a Foggia è cresciuto come terzo di sinistra nella difesa a tre, poi ha ben impressionato Montella anche come centrale: un prezioso jolly in difesa.

IN EVIDENZA. Margini di crescita per i giovani, che avranno a fianco dei giocatori di carisma ed esperienza dai quali imparare: situazione piuttosto diversa rispetto ad un anno fa. Non solo Sottil e Ranieri però: Vlahovic da ‘giovane di belle speranze’ ha scalzato Simeone nel ruolo di alternativa alla prima punta (anche con il Galatasaray il Cholito ha giocato come esterno) e ha convinto pienamente Montella e il suo staff, Castrovilli ha fatto emergere la sua qualità da mezz’ala, Terzic ha stupito dopo essere arrivato con poche aspettative (tanto che è partito in prestito Hancko). E poi Zurkowski, che ha grandi potenzialità e deve inserirsi al meglio negli equilibri in mezzo al campo. Valutazioni in atto su Montiel: qualità pura, evidenziata durante la prima stagione a Firenze (in Primavera) e anche contro i turchi di Terim (una gran bella prestazione all’interno di una Fiorentina che giocava palla a terra). Fisico da costruire, ma come classe 2000 potrebbe restare tra Prima Squadra e ‘fuoriquota’ in Primavera. Per crescere ancora accanto a Boateng e compagni. E magari rivelarsi una risorsa durante la stagione.

69
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Guidoviola
Ospite
Guidoviola

Per lottare per posizioni europee mancano 2/3 giocatori di ottimo livello. Spero arrivino ma, per quanto mi riguarda, sarei felice se quest’anno si puntasse davvero sui nostri giovani. Venuti al posto di Laurini, Ranieri responsabilizzato, Castrovilli, reduce da un gran campionato di B, alternativa a centrocampo, Sottil come prima alternativa alle ali, Vlahovic nei 14 titolari. E poi Zurkowski, Terzic e Montiel da far acclimatare con calma alla A e ancora Rasmussen. Ne sono felice

LAviola
Member
LAviola

Tutti giovani, belli e bravi….
A presto le verifiche.

LabaroViola
Ospite
LabaroViola

Sento odore di uno scambio Simeone Gabbiadini

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Ora “nuovi” colpi sul mercato? Perché quali sarebbero stati i precedenti?

gangia81
Ospite
gangia81

L’unico direi Lirola visto che il coltivatore di olive non è stato capace di trovare un terzino dx da ANNI.

Marcello
Ospite
Marcello

Scusa, fermo restando che Pradé lo preferisco mille volte a Corvino, “il coltivatore di olive” non c’entra niente, se anche coltivasse olive, ed è probabile essendo pugliese e magari possiede parecchi terreni, che c’è di infamante? Quello che dico è OT, ma “VIVA LE OLIVE, VIVA L’OLIO EXTRA VERGINE” …magari sapessi io coltivare le olive come i miei nonni! Che ne so, chiamalo Panzone, Panzaleo, quello che vuoi, ma non coltivatore d’olive, per infamarlo… che dici? non ho ragione? D’altronde siamo italiani e siamo anche e soprattutto quello, “coltivatori d’olive”!
FORZA VIOLA

Giulianoviola1950
Tifoso
Giulianoviola1950

Effettivamente a tutt’ oggi non si può parlare di aver fatto “colpi di mercato”, almeno nella interpretazione autentica della frase. Gli acquisti fatti sono , in apparenza , buoni, e i giovani mi sembrano davvero forti. Ma per colpi di mercato , è chiaro, che si deve intendere ben altro. Ciao Pecos Bill, e sempre e solo FORZA VIOLA , al di là di varie diversità di opinioni sui tempi andati.

SergioRio
Member
SergioRio

La butto lì:
Drago; Lirola, Milenkovic, BONIFAZI, Ranieri;
KESSIE, Badelj, Pulgar;
Chiesa, Boateng, DE PAUL
Riserve:
Terraciano; Venuti, Rasmussen, Terzic;
Benassi, Castrovilli, Zurkowski;
Montiel, Vlahovic, Sottil.
Vendere oltre gli esuberi: Biraghi, Ceccherini, Pezzella, Simeone.
SI
PUÒ
FAREEEEEE

serrao138
Ospite
serrao138

ma che aspettano per i così detti nuovi colpi sul mercato? Prima il 10 di agosto ora tutto tace all’infuori delle solite voci giornalistiche. Il 2 settembre arriva e poi traiamo le conclusioni.

RG7
Ospite
RG7

Ma arrivati a metà agosto…io mi chiedo ma se i soldi non sono un problema, perché aspettare così tanto!?Questi tre elementi sono troppo importanti!!!I giovani vanno inseriti ma non bruciati…il sottil visto fino adesso merita di giocare titolare, ma reggerà tutto l’anno!?Davanti la vedo durissima perché i profili da prendere si sono un po’ tutti sistemati e quelli svincolati chiedono un proposito.
A centrocampo Badelj secondo me dovrebbe avere un ruolo più di gestione della palla a risultato favorevole e non che partiamo fissi con lui…Cmq convintissimo che anche con l’attuale rosa possiamo fare meglio di anno!!!

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Purtroppo i soldi SONO un problema. Ormai lo si è capito. Infatti, come diceva Oscar Wilde, per conoscere la qualità di un vino non occorre bere tutta la botte.

Prete Liprando
Ospite
Prete Liprando

Calcio d estate fuorviante

Soo
Ospite
Soo

Ma certo!… Così dobbiamo fare. Costruire una squadra competitiva con i giovani del vivaio e’ più importante chd vincere un trofeo. Oltre a rendere sostenibili i bilanci del club, è anche un modo per trasmettere valori sportivi in un mondo dove di sportivo c’è rimasto ben poco.
Èd in questo caso essere tifoso della Fiorentina mi inorgoglisce molto di più che vincere un trofeo…

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Estimatore della favoletta di Esopo sulla volpe e l’uva, vero?

mauro
Ospite
mauro

Secondo me manca solo una punta pesante come potrebbe essere Balotelli, uomo da 20 gol, classe pura che vede la porta come pochi ed ha anche un tiro fulminante dalla distanza

Potini
Tifoso
potini

Per curiosità sono andato a vedere Wikipedia: 20 reti non le ha mai fatte in carriera.

Teodorico
Ospite
Teodorico

Rispondi anche….😀….ci sono commenti esilaranti riguardo squadra, Balotelli e altro….a Firenze gira roba buona

Raglio
Tifoso
Famed Member
Raglio

Non le ha mai fatte in una singola competizione (al massimo è arrivato a 18 in L1), ma guarda le presenze/gol suddivise per campionati e coppe: totale (tolto l’anno e mezzo disgraziato al Liverpool e successivo prestito al Milan) 230 presenze per 107 gol 👊 😎
Che poi non possa piacere lui come persona posso anche capirlo.

lorenzzz
Ospite
lorenzzz

Non è esatto potini, nel 2017/2018 al Nizza ne ha segnati 26 fra campionato e coppe. Comunque i 20 goal, ha dimostrato di averli in canna diverse volte arrivato a gennaio al Milan in meno di 6 mesi ne fece 12. Fatti 17 due volte e una volta 18, insomma da questo punto di vista tanta roba i problemi sono altri con il giocatore.

Potini
Tifoso
potini

18 in campionato più coppa: il campionato francese non è che sia questa gran cosa, figurati la coppa di Francia. Comunque sì, i problemi con lui sono di testa. Figurati ricongiungerlo con Boateng: si perde pure lui.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

E mai le farà. E di quelle fatte, un buon 20% sono calci di rigore e punizione.

(Finalmente) Tifoso
Ospite
(Finalmente) Tifoso

20 gol per Balotelli…devi fargli un triennale. Perché 30 gol li fa in 3 stagioni, se va bene.

gangia81
Ospite
gangia81

Hahahaha! Balotelli 20 reti? Nemmeno a FIFA 15 impostando difficoltà “noob”.

Articolo precedenteBalotelli: dirigenti Flamengo partiti per l’Italia per convincere il giocatore
Articolo successivoMulta della Fifa al Manchester City per il trasferimento di baby calciatori
CONDIVIDI