Giovani in uscita: Mattia Trovato andrà a Cosenza in Lega Pro. Firma attesa in giornata

8



Un giovane di qualità per il Cosenza della prossima stagione, nella giornata di oggi infatti la società calabrese conta di chiudere per Mattia Trovato, classe 1998 di proprietà della Fiorentina. Intesa di massima già raggiunta tra i club, scrive Gianluca Di Marzio, con il calciatore che si trasferirà al Cosenza in prestito secco per una stagione. Firma sul contratto attesa per la giornata di oggi. 

 

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Amedeoviola
Ospite
Member

Vanno prestato in serie b
Come venuti petriccione bernadeschi babacar
Li si fanno luce
In lega pro finiscono la carriera li
Trovato e’ anche meglio di bernadeschi
Non capisco proprio

violaceo
Ospite
Member

Amedeo, petriccione, bernardeschi due anni fa e babacar erano già pronti per giocare in serie B!!
Trovato è un buon giocatore ma in serie B fa più tribuna che panchina, ha giocato benino 10 partite in primavera.
Ricordatevi Zanon, prestato all’Entella, non al Verona, ha giocato forse 3 partite in serie B eppure in primavera sembrava un fenomeno! Tornato alla sua dimensione, Pistoiese legapro medio bassa, ha fatto il suo.
La luce uno se la fa giocando, non stando a guardare gli altri, se Trovato è forte a Cosenza giocherà (io ho dei dubbi, vedremo), altrimenti imparerà e maturerà

emanuele
Ospite
Member

e malusci?

DeiXo
Ospite
Member

Lega pro. Perfetto, altro talento buttato nel cesso.

violaceo
Ospite
Member

quante volte hai visto giocare Trovato per definirlo un talento buttato?
tu dove lo avresti mandato?
Il calcio dei grandi, mettiamocelo tutti in testa, è altra cosa dalle partitelle della primavera!!
Trovato è un buon giocatore, che solo quest’anno ha trovato la sua collocazione in campo (interno di centrocampo e non nei 3 davanti, dove faceva pena..).
se ha le palle ed i numeri troverà spazio e collocazione e farà la sua strada, tra l’altro con i soldi della fiorentina di valorizzazione al Cosenza credo converrà farlo giocare (purtroppo ciò non è valso per Madrigali e Gigli, a mio avviso però due bidoni strapompati) almeno un po’.
Aspettiamo a sputare sentenze

Pacco dono
Ospite
Member

Per la statistica dimmi quanti giocatori primavera passati dalla lega pro sono poi esplosi, per molti è un anno buttato, un anno che non recupereranno più. Minelli era il miglior classe 97 che avevamo, migliore anche di Chiesa, ha buttato un anno all’Albinoleffe quasi sempre subentrante dalla panchina, un amico che segue la lega pro che lo ha visto giocare mi ha detto che si vedeva che aveva i colpi ma dubito che questa esperienza lo abbia fatto crescere. Il Trovato delle final eight, riscoperto interno di centrocampo, meritava una chanche in serie B.

violaceo
Ospite
Member
Iemmello, per esempio, è un caso emblematico, ma una eccezione rispetto a ciò che tu dici. Era bravo, si vedeva, poi però dovunque sia andato in legapro ha sempre fatto male, con il tempo è maturato, ha preso consapevolezza dei suoi mezzi e in LEGAPRO è diventato un ottimo giocatore, ora fa il suo secondo anno di A a Sassuolo. Se invece nessuno esplode in legapro, allora mi stai dando ragione, nel senso che nessuno doveva “esplodere”, ragazzi il calcio, come tutti gli altri sport non regala niente a nessuno. Se sei forte prima o poi vieni fuori, se non lo sei puoi trovare tutti gli alibi del mondo (legapro, infortuni, allenatori cattivi, procuratori incapaci etc etc), ma rimani scarso. Minelli è andato a Leffe, una media legapro ed ha fatto molta fatica, lo conosco molto bene il ragazzo, anche a me ha stupito la sua annata, ma Alvini non… Leggi altro »
violaceo
Ospite
Member
Bisognerebbe intendersi su “esplosione”. Ad ogni modo il fatto che solo pochi passando dalla lega pro siano “esplosi” denota che probabilmente non dovevano esplodere; ragazzi il calcio, come qualsiasi altro sport non regala nulla a nessuno, se vai in lega pro, che è un signor campionato, non giochi mai, un anno, due anni etc etc vuol dire che il tuo livello è quello, punto. Iemmello per esempio era forte, si vedeva, ma a 19 anni non era ancora pronto e lo ha dimostrato dovunque sia andato, poi evidentemente è maturato, ha preso più consapevolezza dei suoi mezzi e ora è un buon giocatore di serie A (la fiorentina lo ha perso, errore gigantesco…). Minelli lo conosco molto bene, anche a me ha relativamente stupito questo primo anno nei pro, ma Alvini non è un coglione, se lo ha impiegato poco è perchè evidentemente ce n’erano migliori di lui o più… Leggi altro »
wpDiscuz
Articolo precedenteMercato in uscita, intermediario di Milic a Moena per discuterne la cessione
Articolo successivoVecino non parteciperà all’incontro con i tifosi in programma stasera
CONDIVIDI