Grande riforma campionati: A e B a 18 squadre, C con soli due gironi

da La Gazzetta dello Sport

8



Un altro mattone per la grande riforma dei campionati. Ieri la Commissione federale sui profili di rischio ha indicato la strada per un nuovo format dei tornei. Ecco il verdetto del presidente Piero Calabrò e degli altri saggi: sia la Serie A che la B a 18 squadre mentre la C avrà due gironi da 18 club ciascuno. Al di sotto il cosiddetto campionato d’Elite (2 o 3 gironi: quindi 36 o 54 società) da cui emerga chi ha i meriti sul campo, a patto che offra garanzie economiche in prospettiva. Più giù il campionato Dilettanti vero e proprio.

Lo scopo è di selezionare bene alla base per uscire dalla morsa dei fallimenti (sempre più ricorrenti). L’auspicio è che i controlli siano sempre più attenti anche in cima al sistema-calcio. Così viene prospettato un ritorno all’antico anche in via Rosellini: una Lega unica tra A e B, mantenendo quella di C. Il passaggio di ieri è significativo perché a questo Studio hanno contribuito tutti i rappresentanti delle componenti interessate. Ora tocca al Consiglio Federale e al presidente Tavecchio proseguire il delicato lavoro diplomatico.

8
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
giovanni di Firenze
Ospite
giovanni di Firenze

Mi sembra che la gestione Tavecchio tanto infamata dagli orientati in senso conformista e politicamente corretto stia ottenendo buoni risultati. In campo internazionale la nuova Champions con 4 squadre italiane fisse, in campo nazionale con la Var e questa eventuale riforma deli campionati. Quello su cui l’Italia è in ritardo sono le strutture. Con Italia 90, gestita dai soliti conformisti e politicamente corretti e con particolare riferimento a Firenze, furono spesi e sprecati tanti miliardi solo per provvisori adeguamenti di stadi già obsoleti (peraltro a Firenze non riuscirono nemmeno a costruire gli svincoli ai ponti da Verrazzano e Varlungo tuttora… Leggi altro »

Roberto Como
Ospite
Roberto Como

Certo che se I SAGGI DELLA SERIE A hanno partorito queste idee si capisce perchè si è messi così male…. Certo avendo questa proprietà per me sarebbe anche meglio dover vedere meno partite, ma con una proprietà intelligente e capace preferirei vedere 38 partite invece di 34 o 30, Se qualcosa è bello credo piaccia a tutti vederlo più volte possibile, evidentemente i “saggi” sanno che sto campionato non è granchè… Mi chiedo solo come risolveranno la questione economica. Le tv e i tifosi saranno così idioti da spendere uguale o magari di più per vedere meno partite?

Antonio1943
Tifoso
antonio scozzi

ma sempre questi stupidi commenti. Poveretti siete dei frustrati.

Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro_Toscana

Serie A a 18 squadre, bene! Magari con 3 retrocessioni dirette ed uno spareggio tra 4 ultima della A e 4° della B. Meno partite (- 4) meno infortuni e meno problemi di gestione delle gare saltate per vari eventi ( meteo od altro)
A 16 sono troppo poche a 20 troppe.
Così mi piace di più!

Roberto Como
Ospite
Roberto Como

Ma siamo sicuri che squadre e giocatori accettino 10/12% in meno di introiti tv e stipendi? o giocano di meno ma prendono uguale o di più?

Petrusviola
Tifoso
Petrusviola

Ma il primo capoverso in che italiano è scritto? Nell’ultima parte non ne capisco il senso: o son sonato io o scrivete proprio male.

Matteo
Ospite
Matteo

Sei sonato te!

Piero
Ospite
Piero

Non ti curar di loro…
Hai ragione, manca il verbo!

Articolo precedenteGli avversari dell’Inter ‘al palo’: 1° in Europa per legni a favore. Anche Veretout… (VIDEO)
Articolo successivoVerso Benevento-Fiorentina: Pioli domani in conferenza stampa alle 13:00
CONDIVIDI