Guidolin, Firenze e la Fiorentina..Dal tutto quasi fatto del 2005 alle tante polemiche

    0



    GuidolinChe il rapporto tra Francesco Guidolin e la Fiorentina non sia dei migliori da anni, ormai è risaputo.

     

    GUIDOLIN, ANZI PRANDELLI – Molto, se non tutto, si è guastato nell’estate del 2005 quando Guidolin era ad un passo dal diventare il nuovo allenatore della Fiorentina nell’anno post ‘cattivi pensieri’. Era già tutto quasi fatto per affidargli la squadra che i Della Valle affidarono in quell’estate a Corvino per fare il salto di qualità dopo la salvezza ottenuta in extremis, ma alla fine la società viola si affidò a Cesare Prandelli. Tanto ‘quasi tutto fatto’ che lo stesso Guidolin più volte ha detto: “Ho sognato di venire ad allenare la Fiorentina, eravamo già abbastanza avanti nella cosa, ma non posso considerare scorretto nessuno, visto che nessuno mi aveva promesso niente. Ero io che mi ero convinto che sarei stato l’allenatore viola, ma è tutto passato”. Niente rancori, ha più volte sottolineato Guidolin, almeno a livello formale. 

     

    A PALERMO MUTU, ED IL CASO DIPLOMATICOStagione 2006-07, Guidolin guida il Palermo, e la Fiorentina di Prandelli va a segno al Barbera con Mutu, con Guana fermo a terra. Guidolin protesta e viene espulso. Prima di uscire il tecnico rosanero inveisce contro la panchina viola e Prandelli che lo invita ad uscire. A fine gara queste le sue parole: “Se uno fa un gol in una situazione del genere poi dovrebbe far pareggiare l’avversario. Se capitasse a me farei così, altrimenti vorrebbe dire che non sono un uomo”. Riferimento allo stesso Prandelli, che di fatto, gli aveva soffiato la panchina. “Prandelli è sleale”, si lasciò anche scappare Guidolin, con risposta ufficiale da parte della Fiorentina, che in un comunicato parlava così: “ACF Fiorentina esprime totale solidarietà e stima al proprio allenatore che ha una carriera improntata sulla lealtà sportiva e sulla correttezza, da tutti riconosciute. Rimane invece allibita ed amareggiata per il comportamento violento ed ingiustificato dell’allenatore del Palermo Francesco Guidolin, che ha dato prova di totale mancanza di rispetto per tutti, con atteggiamenti fortemente offensivi delle singole persone. Comportamento peraltro pericolosissimo in quanto forte stimolo a surriscaldare l’ambiente dei tifosi del Palermo, che hanno invece dimostrato molta più maturità e senso di responsabilità del loro allenatore, motivo per il quale meritano un ringraziamento ed i nostri complimenti. Il comportamento di Guidolin di ieri, sommato ad altre esternazioni del passato recente, nasconde un suo risentimento personale verso la Fiorentina, del quale peraltro ce ne sfuggono le ragioni. Da parte della nostra Società c’è grande stima per i giocatori del Palermo e rispetto per la sua generosa tifoseria: la partita di ieri ha fatto vedere un bellissimo calcio giocato a tutti i tifosi e tutti i giocatori hanno dimostrato di essere atleti di buon senso nonostante il clima assurdamente surriscaldato. Esprimiamo invece ancora indignazione per il comportamento di Guidolin e il pessimo esempio che ha dato, soprattutto ai giovani tifosi, con il suo atteggiamento violento e ingiustificato. Crediamo che ci sia un solo modo per ridare dignità a questa giornata, per il rispetto di tutti, anziani e giovani tifosi: le scuse del sig. Francesco Guidolin al pubblico e alle persone offese personalmente, senza serbare alcun rancore”.

     

    SARA’ PERCHE’ HO QUASI SEMPRE VINTO– Nel 5-2 rifilato alla sua Udinese del 2010-11, Guidolin viene costantemente becchettato dal pubblico viola, effettivamente anche in maniera troppo eccessiva, soprattutto da alcuni tifosi dietro la panchina della stessa squadra bianconera. E nel post gara si lasciò andare a queste parole: “Non so perché ce l’avessero così tanto con me, non ho niente contro la Fiorentina..sarà perché contro di loro ho quasi sempre vinto..”

     

    IN COPPA – Poi ci fu la Coppa Italia dell’anno scorso, con il passaggio del turno in gara unica al Friuli targato Borja Valero, con mezza autorete ed il commento tecnico di Guidolin fu: “Su questa autorete la Fiorentina ha costruito il passaggio del turno, noi abbiamo fatto la stessa partita che la Fiorentina ha fatto col Pescara”

     

    MANCAVANO I PALLONI – In Coppa Italia quest’anno invece le lamentele perché nella gara di ritorno al Franchi, i palloni non c’erano quando c’era da rimettere in gioco la palla, “Mi è dispiaciuto solo vedere che per un’ora abbiamo giocato con un pallone solo. Non tornava mai indietro e questo mi dispiace. Non pensavo succedesse qui”. “Noi stiamo ancora cercando quelli di Udine…” rispose Montella, e miglior risposta non poteva esserci.

     

    Insomma, ogni volta che può, il dente avvelenato di Francesco Guidolin contro la Fiorentina emerge sempre. Domenica l’ennesimo capitolo della saga Guidolin Vs Fiorentina. L’anno prossimo chissà, ci saranno nuove polemiche da poter aggiungere a queste?