Guidolin: “Muriel? Un attaccante deve saper fare anche la fase di non possesso”

    0



    Guidolin Montella fiorentina udineseCosì parla il tecnico dell’Udinese, prossimo avversario dei viola, Francesco Guidolin alla Gazzetta Dello Sport:

    Scuffet? “È un ragazzo d’altri tempi; semplice, educato, modesto, di poche parole. Ha tranquillità, serenità, freddezza: per un portiere è tanto”. Si è salvato con i gol di Di Natale. Criticato perché non è mai andato in una big, ma ancora fondamentale. “È stata una sua scelta di vita. È uno dei primissimi tra quei giocatori di classe purissima. Chi dice che non avrebbe fatto bene nelle big sbaglia di grosso. Penso alla Liga, Totò avrebbe segnato 25 gol a stagione per anni”. Muriel ha stentato, non riesce a imporsi? “È giovane, ha talento, deve esplodere. Ma un attaccante moderno deve saper fare le due fasi, anche quella di non possesso, andare a recuperare palla per ripartire, lui si dimentica una fase. Sul fatto che non giochi in coppia con Totò queste sono le mie convinzioni”.  Lei resta a Udine? “Devo andare a fare allenamento… Finiamo bene ora, c’è ancora un quinto di torneo”.