Hall of Fame, la sesta edizione: Rivivi il LIVE di Fiorentina.it (FOTO/VIDEO)

3



Sesta edizione della Hall of Fame della storia della Fiorentina. Tanti i premiati illustri, presenti in prima persona come Dunga e Chiesa, e gli scudettati Rosetta e Ferrante tramite i familiari. Rivivi la serata attraverso il LIVE su Fiorentina.it con foto e video dell’evento.

Ed è il turno di Dunga:

“Essere qui è un grandissimo onore, ringrazio la Fiorentina ed il calcio italiano, un’esperienza che mi è servita molto per il campionato del mondo vinto; in Brasile era tutto calcio fantasia ma senza avere il coltello tra i denti non puoi vincere. Quando sono andato via da Firenze io piangevo, perché volevo rimanere. Avevo più nostalgia di Firenze che del Brasile, non mi sono mai sentito uno straniero qui, mi sono sempre sentito un fiorentino. Ancor più quando ci fu la finale con la Juve. La mia Fiorentina non è stata solo una squadra di calcio, era una famiglia, insieme ai tifosi. Quando ho alzato quella coppa del mondo c’era molto di Firenze. Qui ho imparato ad essere un uomo vero, ho imparato ad essere sempre me stesso”. Antognoni su Dunga: “Quando sono andato via da Firenze Dunga è arrivato. Mi dispiace, avremmo fatto un grande centrocampo”

Premio per Sandro Mencucci:

Mencucci: “La mia storia in Fiorentina è più maschile. In questa Hall of Fame vedo solo giocatori, esserci come dirigente mi dà grande commozione”.

Così Gino Salica: “facciamo i complimenti a Sandro e a tutte le ragazze, ci auguriamo che anche i maschi possano emularle prima o poi”

Così l’assessore allo Sport del comune di Firenze Vannucci: “Gli ultimi grandi successi sono tutti targati al femminile. Quando partì la Fiorentina Women’s l’orgoglio fu tanto per essere i primi a compiere una sorta di rivoluzione culturale. Poi questo orgoglio si è decuplicato, per un grande primo anno ed uno straordinario secono anno”

Così Giancarlo Antognoni: “Il livello si sta alzando, le ragazze stanno migliorando non solo tecnicamente ma anche fisicamente, dove a livello europeo ancora paghiamo”

 

Premio anche per l’altro scudettato, Ugo Ferrante: ritira il premio la moglie:

Premiato anche Davide Astori col premio di Senior Player, in quanto capitano della Fiorentina attuale.

Sul palco anche Narciso Parigi: 

Premiato anche Francesco Rosetta, campione d’Italia nel 56 con la maglia viola. Ritirano il premio le nipoti:

 

Premiato anche Enzo Robotti: “Ultimamente mi chiamavano solo per i funerali, vedere tutti questi tifosi è molto bello”. Così, invece, ancora Davide Astori sul palco: “Sono vicino alle 100 presenze in maglia viola, è un onore essere nella storia di questa squadra e di questa città. Per me è motivo d’orgoglio essere qui e premiare gente come Robotti. Ultimi capitani sempre via da Firenze? Dobbiamo spezzare questo incantesimo che hanno fatto ai vecchi capitani, spero di restare a lungo”.

Premiato Enrico Chiesa, lo premia Saponara, e parla anche Corvino:

Così ancora Corvino sul palco alla Hall Of Fame: “Quanto varrebbe oggi Enrico Chiesa? È un mercato diverso da allora, dopato. Ora varrebbe più di 50 milioni. Classifica di oggi? Sulle prestazioni credo che i nostri tifosi stiano apprezzando l’impegno del gruppo nuovo, ci seguono sempre in casa e fuori. Il gruppo dà sempre il massimo. Siamo partiti da nuove basi, con chi è voluto rimanere. Da Sportiello e Astori, abbiamo aggiunto Pezzella. In mezzo a badelj abbiamo aggiunto Veretout e Benassi. Sugli esterni siamo partiti da Chiesa e abbiamo messo Thereau, davanti Simeone. Qualcuno si lamenta, stiamo dimostrando di avere non solo ombre ma anche qualche luce. Terzini? Inizio sempre a parlare di cose che fanno piacere. Sono merce rara, anche le altre hanno difficoltà a trovarli. Un tempo si producevano più difensori. Classifica? Fino a qualche settimana fa eravamo settimi, cerchiamo di costruire qualcosa di buono per il futuro”.

Riccardo Saponara su Enrico e Federico Chiesa: “Sono simili, si. Quando Fede sposta la palla con grande velocità lo ricorda tantissimo. Anche in occasione del gol con il Bologna. Ringrazio tutti e la Fiorentina per avermi permesso di premiare oggi Enrico Chiesa. È un onore per me fare colazione tutti i giorni con suo figlio”.

Così invece Enrico Chiesa: “Rimanere a Firenze è stata una scelta di famiglia. Nei tre anni che sono stato alla Fiorentina siamo stato benissimo. È stata la scelta giusta perché ci troviamo molto bene. Grazie per questo grandissimo riconoscimento, è una grande soddisfazione per me. È stata un’esperienza importante e tre anni splendidi.

 

Presente anche Riccardo Saponara.

Parola anche al Presidente della Fiorentina Women’s Sandro Mencucci:

Parola anche a Carlos Dunga:

 

Parola al capitano viola Davide Astori:Ci teniamo a fare bene domenica contro il Sassuolo. Vogliamo tornare a vincere, anche perché giochiamo in casa. Sentiamo la mancanza di un successo dopo questa serie di partite. Loro arrivano da un momento difficile, ma hanno cambiato allenatore, e avranno nuovi stimoli. Rinnovo? Ne stiamo parlando, col mio agente e la società. Io preferisco concentrarmi e pensare al campo. Hugo? E’ un buonissimo calciatore, arriva da un calcio lontano e diverso, ed ha bisogno di giocare. Il mister passando alla difesa a tre gli sta dando spazio, e ci siamo trovati bene. I Dv? Non li ho sentiti, sarebbe bello però avere un segnale anche da loro. Con mister e dirigenti si sentono, e sono vicini alla Fiorentina”

 

Prende la parola lo stesso Pantaleo Corvino: “La gara col Sassuolo? Ogni partita la giochiamo per provarla a vincere. Pprima del pareggio con la Lazio eravamo al settimo posto. La Fiorentina si sta facendo conoscere col suo grande impegno, e potenzialità. Sportiello, Badelj, Astori, Chiesa c’erano nel vecchio ciclo, abbiamo aggiunto giocatori come Pezzella, Veretout, Benassi. Stiamo facendo di tutto per farci conoscere. Chiarezza che vuole Firenze? Stiamo iniziando un ciclo nuovo, pensando a presente e futuro. Vogliamo un futuro radioso, ci stiamo sforzando di farlo. Al di là del mercato di Gennaio, vogliamo e dobbiamo capire se abbiamo messo delle buone basi o meno. Per adesso penso si possa essere speranzosi. Domenica Politano e Berardi? Noi abbiamo Thereau e Chiesa. Non rimpiangiamo niente. La difesa? Abbiamo Pezzella e Astori, ed un giovane come Milenkovic che piace a mezza Europa. E poi Vitor Hugo che sta crescendo. Astori? Stiamo parlando per allungare il contratto. Anche se ne ha ancora 3. Ci ha premiato volendo restare. E noi vogliamo fare lo stesso. Pezzella? C’è un diritto di riscatto a 9,5 milioni. Non vedo perché non dovremmo riscattarlo…”

C’è anche il dg viola Pantaleo Corvino: 

Arrivato anche Carlos Dunga: 

Presenti alcune delle ragazze della Fiorentina Women’s campionesse d’Italia:

A fare gli onori di casa, Giancarlo Antognoni, club manager viola:

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Matteo Praga
Ospite
Matteo Praga

Mencucci accanto ad Antognoni un’offesa alla nostra storia…

Lupo viola
Ospite
Lupo viola

Anche Plusvalenza è entrato nella Hall come successi delle stagioni 2015/16/17

Mario
Ospite
Mario

Antognoni, Dunga, Chiesa, quante emozioni vissute con loro, è bello vederli insieme.

Articolo precedenteNoselli: “Pioli ottimo allenatore. Si è visto subito qualcosa di Iachini nel Sassuolo”
Articolo successivoLa giornata viola: il riassunto
CONDIVIDI