Iachini ci riprova: a caccia di una nuova impresa. Più coraggio in Coppa e contro una big

13



Beppe ha stupito fin qui contro le grandi, mentre contro le medio-piccole la sua Fiorentina ha faticato di più. A San Siro una gara che può salvare (almeno parzialmente) la stagione.

Favori del pronostico tutti da una parte, poco da perdere, meno pressioni rispetto al campionato, possibilità di aspettare e ripartire negli spazi. La Fiorentina ci riprova: dopo le imprese contro Atalanta e Napoli domani va a San Siro nella tana dell’Inter, seconda forza del campionato che vive un momento tutt’altro che sereno. Dopo l’uscita dalla Champions, il primo vero periodo complicato della stagione: Conte nervoso per arbitri e mercato, squadra che ha inanellato tre pareggi di fila, un testa a testa con la Juve che sta ‘rubando’ energie psico-fisiche tra momenti di euforia e altri di disfattismo.

ASSENZA PESANTE. “Per noi in questo momento fare tre partite a settimana non è facile. Qualche ragazzo sta tirando un po’ la corda, quindi dovremo fare grandi prestazioni. Dobbiamo cercare di andare al 200%, sennò possiamo andare in difficoltà”, disse la scorsa settimana Iachini sulla Coppa Italia. Dopo un deludente 0-0 con il Genoa, l’Inter e poi la Juve. Con la tegola Castrovilli a togliere una pedina dal peso specifico enorme alla risicata rosa di Iachini: in attesa degli sviluppi di mercato, poche le alternative in tutti i reparti. Sabato è entrato Eysseric al posto di Gaetano, che è tornato a casa e sta meglio, ma difficilmente potrà esserci a San Siro così come a Torino. Con Beppe costretto a ridisegnare la sua squadra: dovesse continuare con il 3-5-2, in mezzo dovrebbe andare proprio uno tra il francese e Zurkowski (destinato all’Empoli e in campo con il contagocce in stagione), a meno che non rilanci Badelj play con Pulgar mezz’ala (ma ipotesi più volte scartata dal tecnico, per di più con il croato ancora non al massimo della condizione).

L’ATTESA DAL MERCATO. Intrecci in mezzo al campo, una grana non da poco senza il miglior giocatore per qualità e quantità. Neanche il mercato ha dato una mano a Iachini in questa fase delicata di stagione: il centrocampista era una delle priorità fin dall’estate, ma ancora Pradè e Barone non hanno chiuso per quel giocatore che possa dare muscoli e inserimenti in mezzo. Quel Duncan già individuato da tempo, insomma, ma ancora al centro del tira e molla con il Sassuolo. Così come nel reparto difensivo: domenica a Torino mancheranno Caceres e Milenkovic per squalifica, ma ancora non c’è a disposizione un difensore in più per giocarsela con i titolari. Arriverà entro il weekend, ma sarà complicato inserirlo subito dall’inizio contro i bianconeri: Juan Jesus e Dell’Orco i nomi più caldi (ma il secondo sarebbe comunque squalificato alla prossima di campionato), mentre Ranieri aspetta solo il suo sostituto per poter andare all’Ascoli. Con Ceccherini al momento bloccato in viola.

SETTIMANA INTENSA. “Un giocatore per reparto”, avevano detto Iachini, Pradè e Barone nei giorni scorsi. Sarà quindi una settimana intensa: con la Fiorentina pian piano fuori dalla zona ‘calda’ di classifica, si cercano profili che possano andar bene anche per una Viola più ambiziosa della prossima stagione. Così come vuole Commisso, che tornerà a metà settimana a Firenze e darà il suo impulso al mercato. Pradè aspetta, e valuta le occasioni degli ultimi giorni per alzare l’asticella. Lavora ad Amrabat per l’estate, valuta altre manovre davanti (se parte Boateng, oltre a Sottil in prestito, può arrivare un altro giocatore offensivo) e proverà ad accontentare le richieste di Iachini. Giorni decisivi anche per il ds, che dopo il mercato in fretta e furia di luglio stavolta ha potuto lavorare con più tempo a disposizione. Le somme, però, si tireranno la sera del 31 gennaio. Anche se nel frattempo la Fiorentina si gioca due partite molto importanti senza ricambi adeguati.

‘SALVAGENTE’. A partire dal quarto di finale di Coppa Italia. Una partita che può rappresentare un ‘salvagente’ per una stagione che resta complicata e al di sotto delle aspettative. La cura Iachini sta portando la Fiorentina fuori dalle sabbie mobili, ma è in Coppa Italia che un’altra impresa contro una grande potrebbe regalare una ventata d’ottimismo e di sogni a tutta la città. Servirà una Viola attenta, compatta e coraggiosa. Come contro Napoli e Atalanta. Iachini ha rimesso a posto la difesa (nonostante qualche sbavatura, due gol subiti in quattro gare), ma davanti ha saputo far male più alle grandi che a squadre come Spal e Genoa che tendevano a coprirsi di più. L’Inter non presterà facilmente il fianco (ha la miglior difesa del campionato), ma comunque sarà chiamata a fare la partita e giocare in maniera propositiva. Ai viola il compito di sapersi inserire tra le linee nerazzurre. Servirà una partita pressoché perfetta per ribaltare ogni pronostico. Ma in fondo queste sono le sfide che piacciono a Firenze. E a Iachini.

13
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
maurizio
Ospite
maurizio

Il salvagente serve per non retrocedere altro che Coppa Italia!!!!!!!!!! Avevo tanta fiducia nella nuova proprietà………..piùil tempo passa e più aumenta il mio pessimismo…….anche se non ancora capito chi sia questo Comisso c’è fà o c’è ????? Lunica sua attenuante che prendere la viola dopo il disastro dei ciabattini non è facile ma è anche vero che di suo ha fatto molto poco……tutta la colpa non è solo di Pradè che senza Macia è un mediocre come il buzzurro!!!!!!!!!!!!!! In ogni caso anche stasera FORZA FIORENTINA!!!!!!

guido
Ospite
guido

dal 5 gennaio al 24 diciannove giorni si sono giocate 5 partite e la squadra ora è anche piuttosto “incompleta” .
Pensare a fare risultato a San Siro o a Torino è una bella cosa, ma non credo si possa fare.
Bisogna che Iachini sistemi un poco la squadra per la partita interna con la Atalanta, dove forse riavremo anche Castrovilli e dove al completo ( almeno con gli attuali titolari ) cercheremo di fare punti.
I rinforzi servono per avere un po’ più di tranquillità per il finale di campionato.SFV

Cla
Ospite
Cla

si ma qua si devono dare una mossa. Oggi è 28!
A me non dispiace prade come DS, ma ha fatto un grosso errore ad non avere una punta sola, (bene cutrone direi) ed ALMENO un centrocampista.
Sarebbe meglio avere anche un difensore, ma diciamo che la priorità è il centrocampo.

Guido viola
Ospite
Guido viola

Peccato non avere accelerato sul mercato dopo la vittoria di Coppa con l’Atalanta. Il centrocampista inseguito da mesi e anche un difensore avrebbero fatto comodo, anche se eliminare l’Inter sarebbe una impresa anche con dei nuovi acquisti molto forti. Mi domando: se verremo eliminati dalla Coppa avrà ancora senso fare determinati acquisti? La salvezza è da conquistare ma siamo sulla buona strada. In difesa aggiungere Juan Jesus o Dell’Orco, avendo già come centrale di riserva Ceccherini ha senso? Non sarebbe meglio dare più spazio all’acerbo Ranieri, concedendogli di sbagliare? A centrocampo un uomo serve sicuramente ma è il caso di… Leggi altro »

analizzatore
Ospite
analizzatore

IACHINI MI HA SORPRESO IN POSITIVO MA NON CREDO SIA DIO. HA CHIESTO GIOCATORI AL MERCATO CHE NON SONO ARRIVATI. PRADE CERCA DI COPRIRE LA MANCANZA DI SOLDI CON SCUSE IMPROBABILI MA ABBIAMO TUTTI CAPITO CHE COMMISSO E’ UN FURBACCHIONE VENUTO A FIRENZE SOLO PER QUESTIOLI EDILI LEGATE A STADIO E SPAZI COMMERCIALI.

DOMANI ERA L ULTIMA OCCASIONE PER RENDERE QUESTA STAGIONE ANCORA INTERESSANTE MA MENTRE L INTER METTE ERIKSEN ACCANTO A LLUKAKU COMMISSO DA A IACHINI LE NOCCIOLINE AMERICANE…

ALTRO CHE FAST….

Andrea arretini
Ospite
Andrea arretini

Scusate….. Quali sarebbero le imprese!!!!! Aver battuto un Napoli inesistente e un’atalanta che pensava ad altro? Avete visto la prestazione con il Genoa? E cosa hanno fatto le altre due squadre?volare mooooolto bassi e arrivare a quota 42.Sennò son dolori. A proposito…… Mercato di gennaio ECCEZIONALEEEEE

Lucamcgregor
Member
Lucamcgregor

Occhio ….perché stiamo scherzando col fuoco ….. senza acquisti, si rischia di fare la fine del Torino contro l’Atal’anta …… soprattutto domenica contro la Juve ….. siamo senza difesa e senza Castrovilli , rischiamo di prendere la goleada

Marco Arezzo
Ospite
Marco Arezzo

Lirola Milenkovic Ceccherini caceres
Chiesa bendassi Pulgar Dalbert
Cutrone Vlahovic

Gangia81
Ospite
Gangia81

Scusate eh, ma che cazzo significa che “Commisso darà il suo impulso al mercato”? Per caso Prade’ non ha il mandato di comprare senza la presenza del grande capo? Ma che pagliacciata sarebbe?
Mancano 4 giorni alla chiusura del mercato invernale e l’unico acquisto è stato Cutrone.
Onestamente iniziano a girarmi i cosiddetti.

Gabriel Omar Comotto
Ospite
Gabriel Omar Comotto

Ma dove vogliamo andare senza montella in panchina…
Vincenzone torna ti prego, ti aspettiamo a braccia aperte <3

IL PRESIDENTE
Ospite
IL PRESIDENTE

Povero Beppe, andiamo a Milano e Torino con una squadra decimata degli uomini migliori…Pezzella Castro e Ribery a Milano con l’argentino ma senzai Milenkovic e Caceres a Torino e cosa possiamo pretendere.. il sangue?? Bisognerebbe che il simpatico Barone, l’Ammerigano e Gotine Rosse smettessero di parlare a vanvera raccogliendo applausi e abbonamenti e rimediassero ad una squadra costruita in Estate in maniera che farlo peggio era difficile. Permettetemi un offtopic :Caruccia la fiamma dell’affascinante Commisso Jr…sara’ la macchina che c’ha che conta..? e poi ci si indigna per una battuta di Amadeus sulla fidanzata di VR che mi e’sembrata tuttaltro… Leggi altro »

cuore viola
Ospite
cuore viola

castrovilli è 80 % dell gioco della corsia della fantasia delle ripartenze della fiorentina , iachini devi fare un miracolo per le prossime due partite

Sempreviola93
Tifoso
Sempreviola93

proviamo zurkowski, magari ci sorprende…

Articolo precedenteLa giornata viola, il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI