Iachini: “Firenze una seconda casa. Non ho la bacchetta magica: lavoro, atteggiamento e mentalità”

68



Rivivi la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico viola Beppe Iachini

È stato presentato all’interno della Sala stampa “Manuela Righini” dello Stadio “Artemio Franchi” il nuovo allenatore della Fiorentina, Giuseppe Iachini. Queste le dichiarazioni:

Così Joe Barone: “Tanti auguri a tutti. Mi scuso per il ritardo, colpa mia, ma sono appena atterrato e c’era un incidente. Da parte di Rocco, che abbiamo sentito pochi minuti fa, un saluto dalla sua famiglia a tutti. La Fiorentina vuole ringraziare Montella per la serietà e per l’impegno. Una scelta dolorosa ma necessaria, vogliamo rivedere la Fiorentina ammirata ad inizio stagione. Occorreva una scelta importante, abbiamo scelto Iachini con Rocco, Pradè, Antognoni e Dainelli. È la persona giusta per rimanere legati ai nostri tifosi, un concetto molto particolare per Rocco, per me e per la Fiorentina. Giuseppe è uno che è legato alla città, alla tifoseria, allo stadio. Sappiamo il massimo impegno nel suo lavoro. Sappiamo che dobbiamo intervenire a gennaio per migliorare la rosa. Poi Pradè parlerà del mercato di gennaio. Ripeto che abbiamo massima fiducia in Pradè e nel lavoro che sta portando avanti. Abbiamo iniziato con 75 giocatori, abbiamo una rosa molto molto giovane, un progetto basato sul futuro e sulla crescita di questa Fiorentina. Siamo sulla strada giusta e abbiamo bisogno di pazienza”.

Così Daniele Pradè: “Grazie delle belle parole Joe. Non mi sarei voluto trovare qui in questa situazione. Anche per me è doveroso ringraziare Montella. Per lui nutro un affetto profondo e soprattutto una stima professionale. Penso che nessuno più di me abbia stima professionale in lui. Abbiamo fatto tante cose insieme, fin dal giorno in cui con Bruno Conti abbiamo detto che era in grado di fare l’allenatore, gli demmo i giovanissimi. Era il 2009, già con le sue idee. Dopo un anno l’ho voluto in prima squadra, fece un grandisismo lavoro. Mi ricordo la telefonata di Lo Monaco, glielo consigliai nel Catania. E soprattutto la ripartenza nel 2012 qui: pur di averlo vicino a me pagammo anche una penale. Anni fantastici insieme, facemmo un gran calcio. Ci siamo ritrovati qui e le nostre strade ora si dividono: capisco la sua delusione ,ma il mio affetto e la mia stima rimarranno sempre immutati. Sicuramente quando si esonera un allenatore le colpe vanno sempre divise. Non è sicuramente solo colpa sua, abbiamo lavorato insieme, ci sono stati degli sbagli. Ora si riparte, sono felice di lavorare a stretto contatto con Beppe, una persona leale, che ha voglia di lavorare, di trasmettere i suoi valori. Ora voglio vedere una reazione di responsabilità da parte dei giocatori”.

Così Beppe Iachini: “Vorrei fare una premessa. Vorrei ringraziare in primis il presidente Commisso, che ho avuto il modo di conoscere. Passionale, combattente, tifoso. Ci assomigliamo molto, mi auguro di poter ripagare questa stima. Allo stesso tempo Barone, Pradè, Giancarlo, Dario che hanno avuto parole di stima e apprezzamento nel mio lavoro e nella mia persona. Un saluto a Montella, un collega con cui ho un buon rapporto che stimo. Gli auguro il meglio per il futuro. Posso dire allo stesso tempo che sono felice di essere tornato nella mia seconda casa, dove ho tanti ricordi, tante persone che conosco, un grande rapporto di stima e affetto nei confronti di tutta la città e dei tifosi che mi hanno sempre apprezzato e ricordato anche da avversario. Se sono arrivato qui è anche per ripagare la stima che la società e la città mi hanno sempre portato. Affronto questa avventura con tanto entusiasmo e lavoro sul campo, da trasmettere ai miei giocatori. Cercare di creare una squadra organizzata, con un atteggiamento e una mentalità che deve farci onore su tutti i campi, che vada alla ricerca sempre della vittoria su tutti i campi. Questo voglio dai miei giocatori, sono convinto che hanno questi valori dentro. È un periodo particolare, con un punto in sei partite, ma vogliamo ribaltare la situazione che ora si è fatta un po’ più complicata. Un saluto affettuoso a tutta la città e a tutti i tifosi che sono convinto ci appoggeranno in questo percorso, come hanno sempre fatto”.

MENTALITÀ.Ho sentito parlare di attaccamento e passione. Ma io cerco di dare alle mie squadre mentalità e organizzazione di gioco, cercare di essere squadra in casa e fuori, avere un atteggiamento positivo. Si deve capire perché la squadra ha avuto queste problematiche. Ma penso e spero di riuscirci in poche settimane. Non ho la bacchetta magica, non voglio gettare fumo negli occhi alle persone, ma credo solo nel lavoro. Questo mi ha portato ai risultati e a valorizzare i giocatori ovunque sono andato. Voglio trasmettere ai ragazzi la voglia di reagire ed essere orgogliosi della maglia che si indossa. Un’idea me la sono già fatta, conosco tutte le squadre ed è il mio lavoro. Sicuramente ci sarà preoccupazione o tensione eccessiva e hanno dato qualcosa in meno del loro potenziale, ma ci sarà bisogno di lavorare tanto in tutti gli aspetti”.

MODULO. “Sono un allenatore ma non integralista, per me hanno sempre contato le caratteristiche dei giocatori che ho avuto a disposizione. Ho lavorato con tanti moduli in carriera. La Fiorentina ha giocatori giovani e altri di esperienza, di buona qualità, sono convinto che possano dare un contributo importante e tornare ad essere competitivi. I moduli sono numeri, conta l’interpretazione nelle fasi di gioco. Lavorerò sotto tutti gli aspetti, per essere più squadra e si lavori più insieme. E raggiungere il risultato. Per quanto riguarda i numeri mi riservo di vedere i ragazzi sul campo. Già qualche idea ce l’ho ma preferisco tenerla per me”.

CHIESA. “È un ragazzo che devo ringraziare, ho parlato con lui sotto le feste di Natale, ho visto tutte le partite e le prestazioni individuali e di squadra. Chiesa è stato qui al campo con me per diversi giorni, ha rinunciato alle vacanze. Gli avevo chiesto questa cosa e lui ha dato la massima disponibilità, è un ragazzo serio che ha voglia di fare il bene della Fiorentina. Ho avuto modo di parlarci, sono convinto che recupererà in fretta. L’ho visto meglio. Può ricoprire più posizioni in campo, ha tecnica, forza, velocità, e può fare più ruoli. Vedremo in base al discorso tattico su cui lavoreremo. È un jolly, sono convinto che ci darà una grande mano”.

OBIETTIVO SALVEZZA. Iachini: “Non mi pongo obiettivi primari o secondari. Sono una persona concreta, ora la classifica è questa. Vogliamo fare più punti possibili. Sicuramente se faremo 40 punti non ci fermeremo, punteremo ad arrivare più in alto possibile, in posizioni più congeniali alla storia di questa società. Ma guardiamo la realtà, piedi per terra per vedere l’influenza o la piccola malattia che abbiamo e trovare le medicine giuste. Io guardo avanti, non indietro”.

Pradè: “Aggiungo solo che dai calciatori voglio consapevolezza. Nessuno di noi si aspettava di stare in questa situazione. Dopo il ko con il Cagliari la squadra mi ha detto che il loro obiettivo era l’Europa League. Poi c’è stato il Verona. Ogni partita deve essere una battaglia. Sono sicuro che Beppe è l’uomo giusto per questo”.

CONTRATTO. Pradè: “Sono 18 mesi di contratto”.

Iachini: “Ho fatto il mio percorso, la gavetta, risultati importanti, ho cercato ovunque di dare organizzazione, mentalità e obiettivi da raggiungere. Ho avuto con il mio staff la fortuna e la bravura di valorizzare tanti giovani che ora giocano in grandi squadre, sia in Italia che all’estero. Questo è un altro appuntamento importante del percorso, che affronto con un piacere particolare perché torno in una città che amo, in un ambiente al quale sono stato sempre legato e per il quale ho sempre tifato anche una volta andato via. Sono cose che non si dimenticano. Cercherò di avere la giusta professionalità e lucidità per fare il massimo per la società, la città e i tifosi. Per me è una sfida importante che voglio vincere, con la partecipazione di tutti. Abbiamo voglia di far bene e far tornare la Fiorentina in posizioni giuste di classifica. C’è da lavorare, tanto, ma siamo pronti”.

CHIAMATA AI GIOCATORI. “Ero qui la Vigilia di Natale, ho chiamato tutti i giocatori per fare gli auguri e dare un programma di lavoro, per me 9 giorni sono tanti. Un lavoro personalizzato che poi servirà da domani. Ho manifestato ai giocatori la mia stima e la mia voglia di poterli avere al più presto, sono convinto di fare un bel percorso insieme. Ci sono giocatori che hanno qualità inespresse, ma non per colpa di qualcuno. Ma perché ci sono situazioni in certe annate che prendono un certo percorso, e un giocatore magari sente le pressioni della piazza. Per fare questo mestiere non serve solo la qualità ma anche la personalità per venirne fuori e fare risultato. Fare i giocatori quando si vince sono bravi tutti, ma quando si perde qualche partita è più bello rialzarsi e venirne fuori. I ragazzi si tireranno fuori”.

MERCATO. “Mercato? Non ne abbiamo ancora parlato, ma ho le idee chiare. Conosco la squadra, ne parleremo quando faremo il summit di mercato. Per renderla più omogenea per quella che è la mia idea di calcio”.

STAFF. “L’allenatore in seconda sarà Carrillo Giuseppe, Tafani preparatore atletico, Mirra collaboratore di campo ed esterno (visiona partite e giocatori), Alberto Aquilani ultimo ma non ultimo. È un ragazzo che conoscevo, ha ottime doti di lavoro, serietà e capacità. Avendo la possibilità di ritrovarlo qui nella Fiorentina ho chiesto di poterlo inserire nello staff perché è un ragazzo che merita attenzione”.

MESSAGGI DI AUGURI. “Sì, tanti messaggi da ragazzi con cui avevamo condiviso esperienze insieme. Quello che mi ha toccato di più è stato del sindaco di Firenze, non me l’aspettato, mi ha dato il benvenuto in città e mi ha augurato il meglio per il mio lavoro. Questo fa capire che passa anche la persona, e questo l’ho preso a nome di tutta la città”.

SUBENTRANTE. “Ho avuto modo di subentrare, come al Sassuolo quando abbiamo avuto una media da Europa League e abbiamo valorizzato tanti giovani, ad Empoli ho preso la squadra penultima e l’ho lasciata salva, dopo aver rivoluzionato il modo tattico. Farò dei test, delle valutazioni, andrò a toccare l’aspetto psicologico e fisico, perché se pretendo una cosa devo creare i presupposti perché siano pronti. Andremo a mettere mattoni, lavoro perché la squadra sia sempre più figlia del suo allenatore. Io la squadra ce l’ho in testa, quante settimane ci vorranno vedremo. Farò le mie valutazioni. Cercherò di farla essere anche di qualità, spesso le mie squadre hanno fatto record e ottimi risultati. La mia squadra deve sapere ciò che deve fare”.

PEDRO. “E’ un ragazzo che ho visto, in questi giorni ancora di più. Lo conoscevo un po’, aspetto di vederlo sul campo per dare una valutazione. Dimostra di avere capacità e qualità, non dimentichiamoci che viene da un infortunio di qualche tempo fa. Io prendo spesso l’esempio di Del Piero, per far capire quanto è problematico il recupero da un infortunio al ginocchio. Lui ci ha messo un anno e mezzo, andremo su Pedro a fare delle valutazioni fisiche con il mio staff e vedremo il percorso da fare con la società, per il suo bene e per il bene della Fiorentina”.

PERCORSO. Parla Barone: “Se abbiamo scelto Iachini è perché lo vogliamo nel nostro percorso. Abbiamo una squadra capace, ci vogliono dei ritocchi. Domani faremo una riunione per vedere come e dove intervenire, ma come ha detto Iachini ci sono tante cose che il mister e il suo staff devono valutare”.

GIOVANI. Continua Iachini: “I giovani sono sempre una risorsa importante per una società e per un allenatore, portano entusiasmo, voglia di volersi confrontare. Ma ci sono anche giocatori esperti che hanno presenze e passato. Noi dobbiamo creare una squadra che insieme sia una cosa sola, la Fiorentina. La squadra che scenderà in campo dovrà dimostrare di essere squadra, nel gioco e nella mentalità. A me non interessa se un giocatore ha 18 o 35 anni. Dipende quello che mi dimostrano i giocatori durante la settimana. Sul mercato, per rendere la squadra più omogenea, ne parleremo con i direttori per inserire qualche ragazzo che può fare al caso nostro”.

CASTROVILLI.Lui è un centrocampista di qualità, è normale chiedergli di accompagnare l’azione. Con me i centrocampisti hanno sempre fatto tanti gol. Voglio che la squadra sappia difendere, accompagnare e attaccare, inserirsi. I gol devono arrivare anche dagli inserimenti da dietro. Lui come i compagni dovrà essere partecipe all’azione, i centrocampisti forti sono quelli che fanno 6-7-10 gol a campionato. Per far questo lavoreremo sul campo e sulla fase offensiva. Castrovilli ce l’ha nel potenziale, così come altri, può mettere nel suo bagaglio diversi gol”.

ALLENARE RIBERY. “E’ un piacere, è un uomo, l’ho sentito al telefono. Anzi, mi ha poi richiamato lui, per far capire che persona e professionista è. Sono convinto che in campo e nello spogliatoio sia una risorsa per la Fiorentina, a livello di personalità ed esperienza non può far altro che bene. E dare modo agli altri di crescere. Oltre al fatto tecnico, visto che è determinante nelle partite”.

CHIAMATA DELLA FIORENTINA. “I contatti si sono verificati il giorno dopo la partita con la Roma, lì ho avuto i primi contatti con i direttori. Ma già nel precampionato e durante il campionato mi erano arrivate proposte da club di A, club stranieri e anche una Nazionale. Ma ho aspettato. Non pensavo alla Fiorentina più di tanto, perché da fuori percepivo che la squadra potesse riprendersi, risalire la classifica. Ci sono state problematiche in più, è arrivata questa chiamata. Ho avuto modo di conoscere il presidente e Barone, sono persone molto attaccate alla squadra e a Firenze. Persone che faranno sempre il bene di questa società e questa città”.

CENTROCAMPISTI DAL MERCATO. Parola a Pradè: “Sono cose che vanno analizzate. Voglio ringraziare per la fiducia Commisso e Barone, sento la responsabilità nei confronti della società e dei tifosi. Metterò tutto me stesso per portare sul tavolo tutte le situazioni possibili. Vorrei che il mister per 6-7 giorni valutasse la rosa al completo. Poi analizzeremo le situazioni una a una. Come ho sempre fatto, sono 30 anni che faccio questo lavoro, sarò valutato per il mio lavoro. Facendo delle cose bene e altre sbagliando. Darò il massimo. Capisco la delusione del presidente Commisso. Ha un’azienda in cui dipendenti lavorano con lui da 30 anni, e so benissimo quanto gli è pesato mandare via Montella. So che anche io sono sotto esame, cercherò di essere a loro fianco per tantissimi anni. Vorrei non firmare contratti con la Fiorentina e andare avanti insieme”.

SCOUTING. Barone:Per la Toscana lo scouting esiste. Ci sono dei cambi nel settore giovanile, a gennaio faremo l’annuncio del nuovo responsabile del settore giovanile. Stiamo vedendo giocatori a livello toscano e nazionale, il futuro sarà il nostro centro sportivo. La Toscana per la Fiorentina è un mercato sul settore giovanile molto importante, è il nostro territorio. Siamo l’unica squadra che gioca in A, stiamo lavorando per costruire una Fiorentina che, una volta fatto il centro sportivo, possa accogliere questi ragazzi”.

Pradè:Un saluto affettuoso a Vincenzo Vergine, gli faccio un grosso in bocca al lupo. Capisco che dopo 14 anni le situazioni possano cambiare, continueremo il suo programma di lavoro. La Fiorentina è strutturata sul settore giovanile, la Fiorentina ha Niccolini e Cappelletti che sono un’eccellenza sul territorio”.

SINGOLI. Riprende Iachini: “Zurkowski è un giocatore che conosco, ho visto le sue partite e l’avevo visto anche in passato. Ci lavorerò come con tutti, l’obiettivo è farlo diventare giusto anche per noi. Andrò a lavorare individualmente e nel reparto, poi sarà il campo a parlare e starà anche a lui. Ma sono convinto che ha delle potenzialità importanti.
Lirola lo conosco bene, abbiamo lavorato insieme facendo un bel percorso al Sassuolo. Ha le potenzialità per esprimersi al meglio. È un ragazzo sensibile, forse troppo buono. Deve diventare più ignorante. Glielo faremo imparare per farlo inserire al meglio, con me ha fatto ottime partite. Lo giudico come un buon giocatore”.

TIFOSI.Ogni volta che torno è come stare nella mia seconda casa. Sempre abbracci e ricordi con i tifosi della Fiorentina. Tutti mi hanno sempre riconosciuto tanto affetto. Torno con entusiasmo e tanta gioia. I tifosi mi hanno sempre dimostrato stima e attaccamento, che è ricambiato. Sono sempre stati il nostro 12.mo uomo in campo, ci daranno una grande mano sia in casa che fuori casa. Anche per i giocatori, che in questo momento ne hanno bisogno dopo un punto in sei partite. Siamo tutti chiamati a ribaltare la situazione, rimanendo compatti e uniti. Ma non è un monito ai tifosi, anzi, hanno portato grande entusiasmo. Anche se qualche difficoltà me la immagino, è normale. Io che faccio l’allenatore non devo vedere al metro ma al chilometro”.

MERCATO. Parla Pradè: “Il problema del gol è esistito quando abbiamo avuto delle defezioni. Con Ribery e Chiesa la squadra non aveva questo problema. Oggi ci mancano i gol, è una cosa che dobbiamo valutare. Se non fosse così non farei bene il mio lavoro. Puntiamo tantissimo su Vlahovic, valuteremo Pedro e vedremo quello che ci porterà il mercato. A gennaio non è semplice, non sai quando ti si accende. Se oggi mi chiedete: ‘Hai una punta pronta’? Non c’è oggi. Il mercato di gennaio ti si apre all’improvviso, devi essere bravo a cogliere le opportunità. È un lavoro che faremo quotidianamente e spero ci porti risultati”.

68
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Aldo Monza Brianza
Ospite
Aldo Monza Brianza

È anni che abbiamo solo allenatori fighetta. Era l’ora di avere un allenatore uomo!!!!!!’

Tagliamosche
Ospite
Tagliamosche

Benvenuto Beppe,vada come vada,peggio del perdente cronico non potrai fare.

Nicco
Ospite
Nicco

Bentornato Beppe

Willy
Member
willy

Io non credo che la Fiorentina avesse bisogno di Iachini. La storia che l’allenatore deve far correre i giocatori o, come dice qualcuno, “tirali su di peso” è una grandissima sciocchezza. Il ruolo dell’allenatori o, meglio, del loro staff è enormemente cambiato. Occorre grande cultura calcistica e manageriale. Iachini non le ha, ne l’una ne l’altra. E’ un onesto artigiano del pallone. Continuo a pensare che Montella poteva fare un ottimo lavoro. Non aveva centrocampo. Ha sopperito cambiando modulo. Poi Chiesa e Ribery sono scomparsi. Se fosse rimasto e a gennaio Pradè avesse preso un buon incontrista a centrocampo, avremmo… Leggi altro »

Treccani
Ospite
Treccani

Un allenatore è anche un confidente, un motivatore e un catalizzatore delle problematiche dei suoi uomini….in definitiva uno psicologo! In questo Iachini vince 10 a 0….poi c’è l’aspetto tecnico-tattico che forse propende un po’per montella ma alla fine i 20 allenatori di serie A alla lunga si equivalgono. Mourinho non è Mourinho perché mette gli uomini in campo meglio di un altro…tuttaltro. Forse anzi da quel punto di vista un Maran gliene da mezze…

alois
Ospite
alois

Vai Beppe se si vince con il Bologna e la Spal siamo già in rotta di navigazione verso ,l’Uefa.
Gasagli al massimo e vedi di battere il Bologna Forza viola Alois

Tages
Tifoso
Tages

Ben arrivato e buon lavoro, Beppe.

raffaele1980
Ospite
raffaele1980

Ammetto che quando ho letto che saresti arrivato tu mi è quasi preso un coccolone, ora però a bocce ferme penso che potrai fare molto bene alla Fiorentina e motivare come si deve questi ragazzi, giovani e non, che abbiamo in rosa. Ti faccio il mio più grande in bocca al lupo mister, con l’augurio di risalire presto in classifica e gettare le basi per l’anno prossimo con più tranquillità. Ora si vedrà di che pasta è fatto Prade’, la campagna acquisti di gennaio è determinante, mai come ora. Forza mister e forza Viola!

NERO
Ospite
NERO

Forza Beppe.

Silence
Ospite
Silence

Molto bene, Beppe. In bocca al lupo e Forza Viola Sempre.

fabio
Ospite
fabio

Forza Bappe!!!! bentornato e auguroni!! mi raccomando fatti sentire lì nel mezzo!!! avanti viola!!

Pippo
Ospite
Pippo

Signori, questo dicesi essere un motivatore!!possiamo discutere sulle capacità di allenatore, che poi non la menerei tanto per le lunghe visto che si tratta di mettere 11 persone in campo e fuffella appunto si è distinto per aver nesso in campo un collaudatore di materassi e un karateka più adatto al tatami che al campo verde!!! demotivella è un presuntuosella incapace e arrogante, iachini no!! E a me basta!!

Pazzisinasce
Ospite
Pazzisinasce

Forza Beppe. Magari fa parecchio bene con questa squadra e va ben oltre il pronostico salvezza.

Florentia1963
Member
Active Member
Florentia1963

Bentornato Beppe

Marco77
Ospite
Marco77

In bocca al lupo Beppe, per sempre uno di noi: comunque andrà nessuno potrà mai mettere in dubbio il tuo impegno e il tuo amore per questa maglia e per questa città 💜

Teodorico
Ospite
Teodorico

Praticamente non ha detto niente…il modulo?sa fare tutto 😀….il mercato ….non ne abbiamo parlato 😀…. obiettivi…. salvezza e poi giorno per giorno 😀….se mandava una cartolina di auguri….era uguale……

Massenzio
Tifoso
vaevictis

scusa, te cosa avresti detto?
deve vedere ancora i giocatori in campo, come fa a dire “tale x è da buttare” “occorre tale y”

ma porca miseria, se la fiorentina un giorno arrivasse a vincere lo scudetto qua ci sarebbe qualcuno che brontola perchè non avremmo il capocannoniere…
roba che solo a firenze

Sonia
Ospite
Sonia

In bocca al lupo! Con tanta, tanta speranza…

cinciano
Ospite
cinciano

bellissima l’ultima domanda di ciccio rialti :”ma i nomi che si leggono sui giornali per il mercato della fiorentina son veri?” e se non lo sai te che li scrivi 🙂

Luigi M.
Ospite
Luigi M.

Molte frasi di circostanza, non poteva essere altrimenti, ma una cosa mi ha colpito, Iachini ha detto che i centrocampisti si devono inserire e andare al tiro. Ecco, secondo me è questo che è mancato alla Viola, nessuno tira da fuori e questo deve essere compito dei centrocampisti. Pradé dice che sono mancati i gol ed è vero, però dovrebbe vedere anche quelli incassati, 28 reti su 17 partite sono troppi per una squadra che aspira a qualche piazzamento importante.

Balaustra
Ospite
Balaustra

Mi è piaciuto come si è presentato, non fa lo spettacolo nè s’atteggia a scienziato. Concreto e lucido. Farai bene, Beppe.

Lazzard
Ospite
Lazzard

Iachini non è un fenomeno ma sa al fatto suo. Spero soltanto che con il suo arrivo si riesca a vedere un gioco decente in campo che non prevede un possesso palla inutile e dispendioso oltre che oltremodo lento. Io credo che la squadra abbia già un 11 titolare molto valido e che si debba lavorare innanzitutto su questo.. quindi, mercato a parte, credo ci siano già i presupposti di fare almeno un campionato da metà classifica e non da retrocessione.

Stereotomy
Member
Stereotomy

Grande Beppe!! invece della bacchetta ci vole la frusta!!! E poi, proviamolo questo Zurkowsky !!! Castrovilli piu’ avanti perche’ come dici te un centrocampista deve fare per lo meno 10 goal!!!! In Bocca al Lupo Mister!!!!

singleton
Ospite
singleton

Quando ripresero Montella scrissi che era un errore, quando lo confermarono a giugno scrissi che non avrebbe mangiato il panettone ora , e spero tanto di aver ragione, dico che Iachini ci salverá largo

i'PPio dal contado carpigiano
Ospite
i'PPio dal contado carpigiano

Già che ci sei dammi i numeri del super enalotto

Grandeviola
Tifoso
Grandeviola

Ero abbastanza scettico , ma quanto ha detto mi tranquillizza sul fatto che cambieranno parecchie cose. Buon lavoro !

Mastro
Member
mastro

Magari mi sbaglierò ma secondo me Beppe farà bene. E comunque sia non avrebbe avuto senso andare a prendere un allenatore di grido, ammesso che si fosse trovato disponibile a venire. Se le alternative (possibili) erano quelle lette sui giornali, ovvero Prandelli, Nicola ecc…, io credo che si sia preso il meglio. Ora mercato però e aggiustiamo questa rosa.

InSòcratesVeritas
Ospite
InSòcratesVeritas

Si comincia!!strada in salita,piena di buche e tornanti,di persone mediocri e forse anche di chi ci rema contro,non sarà per nulla facile ma anche in salita si va avanti.FORZA BEPPE e FV.

Ubi50
Tifoso
ubi

Ho seguito la conferenza… difficile.. situazione…!!!

Prete Liprando
Ospite
Prete Liprando

Auguri anche in famiglia buon anno

gheorghehagi
Ospite
gheorghehagi

Iachini fara meglio di Pioli e Montella e forse di Prandelli. mi sbilancio

Ricky
Ospite
Ricky

Forza Beppe, ti auguro il meglio.possibile, ma se non ti comprano i giocatori giusti, potrai fare molto poco. Sarà comunque dura, molto dura salvarsi. Speriamo.

Pinogoodman
Member
pinogoodman

Non desidero essere irriverente verso nessuno
Ma ritengo Iachini, un uomo simile ad Inzaghi della Lazio.
Un buonissimo giocatore, non eccelso ma un bravissimo uomo e ritengo sarà anche un eccellente allenatore..
Ora sta in una società passionale, come il suo carattere.
Spero di non essere smentito.

Tubini
Tifoso
Tubini

Riferendosi al tuo pseudonimo, in questa circostanza, mi pare sia proprio il caso di dire “nomen omen”! Buon anno.

Elukas
Ospite
Elukas

Se siamo a questo punto, cioè peggio di come la Fiorentina era, ed è tutto dire, lo dobbiamo a te, Pradè.
Le belle parole di Iachini sono azzerate da quelle di Barone che conferma la fiducia in te.
Una tragedia, perché sei una tragedia di DS.

Marco
Ospite
Marco

In bocca al lupo! Almeno è uno che ci tiene alla Fiorentina

pietroviola
Ospite
pietroviola

ma se come spero e credo Iachini farà molto bene che si fa si manda via a giugno?

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

BENTORNATO BEPPE

FORZA VIOLA SEMPRE

kevinviola
Ospite
kevinviola

Forza ragazzi e forza mister. Torniamo ad essere orgogliosi di questa maglia.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Una scelta importante? L’ex giocatore non si discute (tanta, tantissima gratitudine verso di lui), ma come allenatore siamo agli stessi livelli del pluriesonerato allenatore parmense che avevamo lo scorso campionato!!!!! Ma si sa “i soldi non sono un problema”!!!!!! Vero Gobbisso?

E tu, caro Daniele Pradè l’incapace, facci sognare: portaci a gennaio il nuovo Benaloune. Tu ne sei senz’altro all’altezza!!!!!. Peccato che questa volta invece di essere secondi in classifica siamo solo………….. sest’ultimi!!!!!!

Hank
Ospite
Hank

Ma tu ce l’hai una vita?

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Direi di si. Ma invece di fare domande retoriche, argomenta ciò che eventualmente non condividi.
O, meglio ancora, confuta gli avvenimenti accaduti in passato e che ho evidenziato.

Roberto
Ospite
Roberto

Chetati per favore!

Branci
Ospite
Branci

Miè piaciuto quel che ha detto e il suo pensiero, spero possa tradurre in fatti le sue parole… A noi ora non serve una squadra forte serve un gruppo che diventi squadra

SignaViolaleogym
Ospite
SignaViolaleogym

Forza Beppe….noi ci saremo sempre…sempre sempre

Pazzi di viola
Ospite
Pazzi di viola

Ancora dovete capire dove e come intervenire?ve lo dobbiamo dire noi forse?servirebbe un centrocampista alla Kessie o Naingoolan,centrocampisti con gamba e con goal,un centravanti pronto e non un brasiliano infortunato,anche Llorente andrebbe benissimo,magari Piatek in prestito con diritto,a giugno via Prade e dentro Sartori o Carli con Sarri allenatore,fuori Chiesa,al resto ci penserebbero loro

Analizzatore
Member
analizzatore

NON CI FAREMO TROVARE IMPREPARATI

Pippo83
Ospite
Pippo83

Auguri a Beppe di buon lavoro! Pradè non fa più sentirlo parlare di calciomercato. Oramai tutte le sessioni sono difficili per lui e devi saper cogliere l occasione. Spero che a giugno ne arrivi uno più competente.

carlo
Ospite
carlo

Bene Iachini. Pradè dovrebbe andare a zappare, gli è più congeniale.

Pazzi di viola
Ospite
Pazzi di viola

Se volevate accontentare i tifosi dovevate prendere Emery o Spalletti,gente di un altro calibro,forse troppo per le vostre chiacchiere,voi dite che i soldi non mancano ma allora perché avete preso Badelj,Ghezzal,Pulgar e non ad esempio Nandez,Naingoolan,Berge?tenuto Montella per non pagargli lo stipendio a lui e al nuovo?di errori sono stati fatti tanti in estate e un ‘altro sarebbe tenere Iachini il prossimo anno,cosa che poi avverrà perché a noi dispiace licenziare…da manicomio!!!!

Giacomo
Ospite
Giacomo

Si retrocede

Leo curva fiesole
Ospite
Leo curva fiesole

Forza Beppe, concetti semplici e chiari. Costruiamo una bella storia insieme.

Viva
Member
Viva

Pradè poche chiacchere e lavorare

S70
Ospite
S70

Mi hai fatto quasi commuovere….. devi essere una gran brava persona!!!!!
Che dire…. in bocca al lupo Beppe!!!!!

Marco27
Tifoso
marco27

la prima cosa e’ farsi prendere un mediano alla iachini……..

leonardo
Ospite
leonardo

Barone adesso vogliamo i fatti, ma quali ritocchi la squadra va rifatta!!

Guidoviola
Ospite
Guidoviola

Il tempo per valutare non è molto, speriamo che il Mister sia veloce. Vedremo se era Montella a non saper valorizzare i giocatori o se erano maggiori i demeriti di Pradè. Forza ragazzi, forza Mister, forza Fiorentina. Niente voli pindarici, il nostro obiettivo è la salvezza, metterselo bene in testa

max
Ospite
max

Forza Giuseppe portaci fuori da questo incubo, che ci perseguita dal 2002…!!!

Purple rain
Ospite
Purple rain

2002? Tu sei gobbo fino al midollo

Dottorzero
Tifoso
Hugo Boksic

In bocca al lupo Beppe….ho paura che Vlahovic il campo con Iachini non lo vede più

Forza viola
Ospite
Forza viola

Tutti con te Beppe! Uno di noi …picchia per noi,,,,

Diaz
Member
diaz

Sono finalmente fiducioso.
Forza Beppe!

Viola65
Ospite
Viola65

Adesso tutti per la Viola e basta polemiche, uniti si vince.
In bocca al lupo, Beppe

Alessandro
Ospite
Alessandro

In bocca al lupo mister

Violero
Ospite
Violero

Picchia per noi!

Gilardino
Ospite
Gilardino

Ciao Giuseppe e benvenuto! Per il mercato, pensa a rafforzare il tuo centrocampo. Bonaventura, Verre, Tonali, Gagliardini, Baselli, Locatelli …

Pazzi di viola
Ospite
Pazzi di viola

Tonali alla PlayStation lo possiamo prendere

VALERIO
Ospite
VALERIO

secondo me è l’uomo giusto al momento giusto

Articolo precedenteL’Inter alla ricerca di un centrocampista: l’ultima idea è Castrovilli. Sul piatto anche Politano
Articolo successivoIl Bologna si rinforza: è arrivato il centrocampista argentino Dominguez dal Velez
CONDIVIDI