Il 2015 viola, NOVEMBRE: TURNOVER CHE NON VA 

    0



    Tra sogni, incubi, vittorie e sconfitte, il 2015 è ormai giunto al termine. E la Redazione di Fiorentina.it, come ogni festività natalizia che si rispetti, vi propone mese per mese tutto ciò che è accaduto in casa Fiorentina in questi 12 mesi. Continuiamo con Novembre:

     

    Mentre il mondo piomba nel terrore per gli attentati di Parigi e si prepara ad inaugurare un nuovo periodo di guerre, la Fiorentina continua a volare. Il mese di Novembre inizia con la vittoria straripante sul Frosinone:

    11° GIORNATA FIORENTINA-FROSINONE 4-1

     

    Rebic, Gonzalo, Baba e Suarez chiudono la pratica in un tempo. Primo gol italiano per Suarez, che tuttavia ancora non convince. Esordisce in Serie A Lezzerini. La Fiorentina è di nuovo capolista. E a Poznan, vincendo 0-2, rimette in piedi anche l’avventura europea.


     

    Novembre non poteva iniziare in maniera migliore. E prosegue pure meglio. A Genova arriva lo 0-2 firmato Ilicic e Kalinic che permette ai viola di rimanere al vertice della classifica prima di una nuova sosta.

    12° GIORNATA SAMPDORIA-FIORENTINA 0-2

     

     

    Lo show del croato non si ferma. Zenga salta. Al suo posto arriverà Montella dopo un lungo tira e molla con la Fiorentina. La clausola rescissoria, decisamente inferiore rispetto ai 5 milioni che il contratto prevedeva viene devoluta in beneficenza. Diego Della Valle scende in politica con NOI ITALIANI, o forse no, non lo si è ancora capito.

    Si procede sul fronte nuovo stadio. La mercafir si trasferirà da Novoli all’Osmannoro. Si intravede la fine a questo lungo iter. Ma ci vorranno almeno un paio d’anni per spostare tutto ed iniziare a fare lo stadio nuovo. Intanto la sosta per le nazionali scivola via, e la Fiorentina prova a rimanere lassù con il trittico Empoli-Sassuolo-Udinese. Il derby non va benissimo:

     

    13° GIORNATA FIORENTINA-EMPOLI 2-2

     

    Il turnover di Sousa finisce nel mirino. Kalinic e Bernardeschi entrano solamente nella ripresa. Il croato riacciuffa l’Empoli e quasi la abbatte con una traversa da urlo. Gol ospite del vantaggio in fuorigioco, dubbio rigore su Saponara per fallo di Astori. Iniziano i problemi con le direzioni arbitrali. All’orizzonte c’è la gara col Basilea. Da non fallire per non uscire dall’Europa League. Ed in Svizzera accade di tutto. Bernardeschi fa doppietta, ad Ilicic non viene dato un rigore solare, Roncaglia con una gomitata abbatte Embolo e si fa cacciare, ed alla fine è 2-2. Poco male. Per superare il girone basterà non perdere in casa contro il Belenenses a dicembre. Intanto c’è da pensare al Sassuolo in trasferta. La squadra di Di Francesco non ha mai perso al Mapei Stadium. Ed arriva un altro pareggio.

    14° GIORNATA SASSUOLO-FIORENTINA 1-1

     

     

    La settimana degli X vede la Fiorentina scivolare al terzo posto. Il Napoli comanda dopo aver battuto l’Inter. Ma la vetta è a soli due punti. Tutto può ancora succedere. Intanto spuntano interessi di Barcellona, United e Bayern per Bernardeschi che strabilia sempre più. Ma soprattutto si inizia a pensare al mercato di Gennaio. Andrea Della Valle dopo Fiorentina-Empoli parla così:

     

     

    “Non ci tireremo indietro!” In attesa di Dicembre.

     

    SEGUE…