Il blog di Ludwigzaller: Cazzus!

814



Non c’è dubbio che le funzioni fisiologiche e sessuali abbiano avuto nella storia un peso non indifferente. Lutero si lamentava con i suoi collaboratori della stitichezza, e quando finalmente ce la faceva a defecare si sentiva soddisfatto come se avesse appena scritto un libello contro il papa o bruciato la bolla di scomunica sulla piazza di Wittenberg. Non meno attento a tali esigenze era il Machiavelli, ed è noto l’incipit di una lettera al Guicciardini che ce lo mostra impegnato nella meritoria opera di liberarsi l’intestino: “io ero sul cesso quando arrivò il vostro il messo”.

Ci si potrebbe chiedere quali differenze ci siano tra la visione tipicamente tedesca della merda in Lutero e il raffinato humour di Machiavelli. Un’altra lettera di Machiavelli incomincia semplicemente così, come potrebbe iniziare un qualsiasi nostro discorso sulla Fiorentina di questi tempi: cazzus! L’espressione dunque circolava anche in pieno Rinascimento. E del resto sin dal XIII secolo le donne che lavavano i panni a Massa Marittima potevano godere della vista di un gigantesco albero affrescato sui cui rami si vedevano metaforici uccelli, cioè cazzi.

Cazzus: scende in campo l’Under 21 con la Germania, in una formazione inusuale e mette sotto i tedeschi abbastanza facilmente. In attacco giocano ben due giocatori che la Fiorentina ha avuto a disposizione tutto l’anno. Come ha fatto Sousa, con questi due davanti e tanti altri buoni giocatori, ad arrivare ottavo e a farsi eliminare in tutte le competizioni precocemente, con la conseguenza che abbiamo perso l’Europa League e la crisi è precipitata?

Uno dei motivi salta agli occhi: Bernardeschi è un attaccante, che ha nel suo corredo i goal e gli assist, un grande attaccante: Sousa l’aveva retrocesso a terzino. Di più: Bernardeschi è un falso nove, dinamico, imprevedibile, con tecnica e forza fisica. Ci voleva Di Biagio per capirlo, ma prima di lui la strada era stata indicata da Vincenzo Montella, il più lucido intenditore di calcio che sia passato ultimamente da queste parti. La domanda coinvolge il ruolo di Bernardeschi alla Juve: se davvero è un attaccante, riuscirà ad inserirsi in una squadra che di grandi attaccanti è piena? Non rischia la panchina l’utilizzo nello stesso ruolo che non tollerava con Sousa?

Cazzus: la Fiorentina sta vendendo tutti i titolari e creando i presupposti per cui anche quelli che si  vorrebbero confermare, come Kalinic, vogliano fuggire. I ds delle altre squadre hanno inoltre capito che la Fiorentina dispone di soldi freschi e hanno decisamente aumentato i prezzi dei sostituti. La somma a disposizione alla fine non sarà modesta, ma la Fiorentina ne ha già speso una parte per comprare dei difensori di non eccelsa qualità. Restano ancora da comprare almeno un centravanti, un esterno alto, senza contare che c’è da rifare l’intero centrocampo.

La Fiorentina è riuscita ad ottenere una sorta di liberatoria: tutti coloro che sono in procinto di essere venduti hanno dichiarato di andarsene di propria volontà. In questo modo la società si è autoassolta, ma resta il fatto che non c’è stata la capacità di trattenerli, tanto sul piano dei programmi sportivi che su quello strettamente economico. Non stupisce dunque che allenatori come Di Francesco, ascoltati dalla bocca di Corvino i programmi, siano ripartiti con il primo treno. A Firenze non ci voleva un allenatore ma un kamikaze. E intanto circolano già strazianti aneddoti: si apprende, da un sito juventino, che Bernardeschi, a nove anni, aveva stregato Bettega, acuendosi così di non poco le sofferenze dell’anima di Mario Ciuffi in purgatorio.

E pensare che vendendo Kalinic, trattenendo almeno Bernardeschi e Borja, confermando Chiesa e affiancando loro un esterno destro emergente di valore, la Fiorentina avrebbe avuto una delle migliori squadre del campionato italiano, squadra giovane, divertente, con un sicuro avvenire. Cazzus.

di Ludwigzaller

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Gigliato
Ospite
Member
Sundas chiama. DV risponde. Ma c’è timore per la scatola vuota che lasceranno i DV dopo aver venduto anche il magazziniere. Vuol far comprare in fretta per fare questo mercato e rinforzare la squadra. D’altra parte con una proposta d’acquisto del valore pari neanche a Bale è normale aver fretta di investire per comprare qualche fuoriclasse capace di tenere in alto la squadra in attesa del prossimo anno dove ci sarà modo di fare una squadra per competere ai livelli più alti con campioni affermati in fila dalla porta del Franchi o di Palazzo Vecchio nuova sede sociale. Intanto i giocatori in mano a Sundas già scalpitano ( http://www.sportman.info/index.php/calcio ) per correre a Firenze. Qualcuno di questi è rimasto deluso dei mancati approdi a Treviso ( http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/2017/02/05/news/sundas-l-ultimo-eroe-per-il-treviso-1.14832951 ) o Pisa ( http://www.gonews.it/2016/08/02/pisa-nel-caos-sport-man-propone-bojinov-balotelli-jr/ ) ma giura pronto riscatto. Il mondo dello sport conscio dei successi portati da Sundas trema e trama… Leggi altro »
Ilgatto
Ospite
Member

Il mio post delle 11.42 era in risposta ad altro post poi eliminato,quindi così non vuole dire nulla. Non è dipeso da me.

Ludwig
Ospite
Member

Prandelli dice cose molto interessanti su Bernardeschi; che cioè va via per mancanza di programmi e alla Juve farà la riserva, due verità incontestabili.

Gigliato
Ospite
Member

Dovremmo ricavarne però che non batte tanto pari.

Ludwig
Ospite
Member

Sono due verità Gigliato che ho sempre ripetuto anch’io.

Ilgatto
Ospite
Member

Per te c’è il super fiorentino Corvino.Gustatelo,ad occhio e croce sembrate fatti l’ uno per l’ altro.

Ludwig
Ospite
Member

Per vedere gli ultimi commenti, scorrere la pagina fino in fondo e cliccare sul quadrato con il numero 1.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

La lettera di Borja è un bel saluto, Paolotto, mai visto ad esempio un giocatore salutare i vicini di casa o il barista. Però, non chiarisce alcunchè sui motivi della rottura con la Nuova Direzione Sportiva (ma perchè non lo chiama per nome?) e a questo punto mi domando quanto possa interessarci veramente. Quanto a Corvino, conosciamo il soggetto da tempo, come le sue capacità comunicative e relazionali. Come le conosceva chi l’ ha richiamato, ha confermato pubblicamente la fiducia su di lui e non ha mosso un dito per risolvere in altro modo la querelle con Valero. Dovendo desumere che l’ operato di Corvino sia pienamente condiviso, capisco fino ad un certo punto i distinguo tra lui e i proprietari a cui vedo non si sottrae lo stesso spagnolo. O si accetta tutto il pacchetto, o lo si rifiuta in blocco.

Paolotto
Ospite
Member

A me non interessa più.
Resta un fatto, non una voce:
“Saluti a tutti, meno che a due”.
I motivi li conosce lui.
Io non sono uno di quei due, e tanto mi basta.
Ricambio il saluto ad un nostro valoroso giocatore, consapevole che ogni storia ha una fine e che forse oramai c’eravamo proprio arrivati. Peccato che troppo spesso – per colpa di chi, non so – i commiati siano sempre un po’ rudi e poco educati, diciamo così.

Gigliato
Ospite
Member

A Firenze si tende a romanzare qualunque cosa ed anche con certi eccessi sul valore effettivo delle cose. Stiamo assistendo ad un mercato di giocatori che cambiano maglie come non accadeva da anni. Quanti di questi giocatori avrebbero preferito stare nel comodo e protettivo cucciotto?
Ma noi no, se non creiamo farse e tragedie non siamo soddisfatti e vedo che qualcuno impara veloce.

Gigliato
Ospite
Member

Il datore di lavoro per se o i suoi tramite avanza le proprie visioni/necessità al sottoposto.
Il sottoposto non accetta di essere sottoposto ma crede di essere indispensabile e sovrapposto. Vuol decidere lui come, quanto e quando.
Il datore di lavoro si innervosisce e inizia a spingere per trovare una soluzione accomodante. Soluzione che viene trovata in compartecipazione, o per merito esclusivo, dal consulente del sottoposto.
Soluzione che stabilisce che il sottoposto potrebbe scegliere di lavorare in ambiente superiore e meglio pagato.
Di cosa si lamenta il sottoposto che non accettava le condizioni offerte dal posto di lavoro? Voleva forse che il posto attuale come per magilla diventasse come quello proposto per il futuro?

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Io però mi riferivo all’ approccio critico alla questione, non al merito della stessa. Qui si valuta l’ operato di Corvino come se fosse un corpaccione autonomo dal contesto societario, e non un dipendente preposto ad eseguire gli input del datore di lavoro che, per parte sua, non manca di riconoscergli fiducia.

Gigliato
Ospite
Member

Corvino ha una sua mission da perseguire e realizzare. Penso lo faccia secondo suoi criteri e responsabilità. È per questo che credo che in Fiorentina non si lavori male. Perché la proprietà sceglie i collaboratori e poi gli lascia ampi spazi di autonomia per perseguire gli obbiettivi.
Immagino che i DV intervengano solo su questioni per cui la voce del capo è necessaria ma fino a quel momento devono sbrogliarsela da se i preposti. E per questo stesso fatto che temo che i sottoposti male accettino la presenza di questo filtro. Corvino fa quello che sa ma non credo che la proprietà giudichi l’operato passo per passo e polemica per polemica.

Paolotto
Ospite
Member

Per conto mio è un po’ diverso, Uno. Siamo già in una fase diversa dal primo settennato 2005-2012.
Adesso vedo uno sdegnoso delegare ad altri vicende che non ti interessano più, che ti danno anzi fastidio.
Carta bianca, fai te, il risultato deve essere questo. Quello che fai per arrivarci non m’interessa.
Il Corvino.2 per me non è un “dipendente”. E’ un professionista che non deve rendere una prestazione, ma portare un risultato.
Per inciso: qualcuno ha un’idea di quale sia l’ingaggio di Corvino, e se c’è un “ingaggio”?
Alcuni professionisti sono tanto bravi che si ripagano da soli.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Il ritratto della proprietà che viene fuori da entrambi i commenti non mi pare particolarmente confortante.

Ludwig
Ospite
Member

Suggerisco di storicizzare Borja e di chiudere la polemica sulla cessione.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Sono d’ accordo ma sarà impossibile, vedrai. E’ l’ ennesima cartina di tornasole del rapporto conflittuale tra società e tifosi. D’ altra parte, si discute ancora sui cadaveri di Prandelli, Montella e Sousa.

Paolotto
Ospite
Member

La proprietà, se non vuole cambiare la propria strategia, deve però cambiare – urgentissimamente – almeno le facce che da anni ce la rappresentano. E’ un’esigenza “politica” improcrastinabile. Non possono non rendersene conto. Se ciò nonostante vanno ancora avanti così, vuol dire che il traguardo è ormai dietro l’angolo e non vale la pena di cambiare nulla.

Ilgatto
Ospite
Member

sembri mia moglie…hihihi

Paolotto
Ospite
Member

La lettera di saluto di Borja mi pare inappuntabile e sufficientemente chiarificatrice.
Si può essere cacciati o si può essere messi in condizioni tanto spiacevoli da preferire di andarsene: la sostanza non cambia molto, Se poi, andandosene, si ottiene anche un vantaggio economico, l’incentivo è maggiore.
Non mi pare che Borja si sia nascosto dietro un dito. Il cerino in mano ora ce l’ha Corvino, ma per me può tranquillamente ustionarsi, non mi interessa sapere altro.

Ludwig
Ospite
Member

Riparleremo di Borja perché gli ho dedicato un post, Paolotto, nel quale comunque evito di parlare delle ultime brutte polemiche e faccio un elogio del giocatore.

Nicola
Ospite
Member

Pendiamo dalle labbra di uno strisciato?

Paolotto
Ospite
Member

Le persone che hanno capacità di ragionamento non pendono dalle labbra di nessuno. Ragionano.

Nicola
Ospite
Member

Appunto.

Gigliato
Ospite
Member

Perché la direzione sportiva deve passare per forza come una cosa brutta e cattiva? Da quando in qua una società non può più scegliere come perseguire i propri obbiettivi? E se è vero che Corvino aveva quell’idea fissa in testa è anche vero che l buon Borja non ha perso tempo a seguire il suo destino. Se amava Firenze poteva restare con il suo contratto senza problemi. Tribuna? Ma voi credete realmente che Pioli, se avesse meritato, lo avrebbe lasciato in tribuna? Per fare un favore a chi?
È lo stucchevole gioco delle parti.
Il dissenso tecnico può nascere in qualunque momento e con chiunque e non vedo ragione per cui Borja abbia a porsi come un giocatore defraudato e vittima dell’orco.
Tutto ciò è patetico.

Vale
Ospite
Member

L’interista Valero è il verbo in casa nostra?

Ilgatto
Ospite
Member

La risposta a te sta un po’ più su.

Ludwig
Ospite
Member

Beh Vale a me sembra abbastanza naturale che si parli ancora di un campione che è stato qui tanti anni.

Gigliato
Ospite
Member

Come dimenticare quei gol e giocate che ci portarono in finale al trofeo Moena!

Ludwig
Ospite
Member

Ecco in questo sei davvero ingiusto Gigliato.

Ilgatto
Ospite
Member

Come tutti quelli che abusano del sarcasmo,strumento da evitare con grande cura superati i 15 anni.

Gigliato
Ospite
Member

Sei in condizione di giudicare che ne abuso?

Ilgatto
Ospite
Member

Io non ” giudico” mai nessuno,figurati te che neanche conosco !Non è neanche farina del mio sacco,è Rex Stout, quello di Nero Wolfe, voleva essere una scherzosa citazione.Però, se ti sei sentito toccato,magari una domanda sul come mai ciò accada fattela… O no,fai ovviamente come ti pare.

Gigliato
Ospite
Member

Non ho riconosciuto la citazione che in genere va virgolettata. Mi pareva un affermazione abbastanza provocatoria alla quale mi sono sentito in diritto di replicare. Avessi messo le virgolette, evitandomi il bagno di ignoranza su Nero Wolfe, avrei risposto diversamente. O non risposto.

Ilgatto
Ospite
Member

Non ho messo le virgolette perché non è letterale,è una idea espressa in modo più esteso,da me tramutata in un concetto,il bagno di ignoranza,a giro,lo facciamo tutti,nessuno sa tutto, figurati! E,ripeto,voleva essere scherzosa e non provocatoria,ma non tutte le ciambelle etc etc etc.

Gigliato
Ospite
Member

Dai su un po’ di sarcasmi accettatelo e che diamine!

Uno che se ne intende
Ospite
Member

I cinesi rossoneri non hanno molta scelta, soffici. Entro ottobre 2018 devono restituire il prestito di 300 ml al fondo Elliott. Il piano di ricavi per 273 ml (sic) previsto per il ’17-’18 non ha illuso l’ Uefa. Probabilmente si andrà incontro ad un rifinanziamento (si coprirà cioè il debito con altro debito), ma a questo punto l’ accesso in Champions ha un’ importanza fondamentale. Anche a non voler considerare le voci sulle partite di giro di Berlusconi, mi pare un bel gioco d’ azzardo. O esce la puntata vincente o fanno il botto.

soffici
Ospite
Member

Sulla solidita’ finanziaria non saprei onestamente sbilanciarmi in un senso o nell’altro, stanno facendo una campagna acquisti a livello di una squadra inglese. Poi se porteranno i libri in tribunale o saranno salvati da uno spalma debiti si vedra’. Intanto la lotta per le prime quattro posizioni vede una pretendente in piu’, alzando la difficolta’ per tutti gli altri aspiranti. A Firenze, i tempi di alzare l’asticella credo vadano archiviati definitivamente a meno che non si intenda di alzarla dopo averla congruamente abbassata. Menucucci l’ha detto chiaro “solo passi avanti”, sembrando in tal senso credibile come se fosse stato un granchio a pronunciare quelle parole.

Ludwig
Ospite
Member

Non sono convinto di quello che dite Uno e Paolotto, il Milan potrebbe avere anche una solidità economica maggiore di quanto dite. Arrivare in Champions però è obbligatorio per Montella e i suoi con la squadra che è stata creata. Si capisce meglio anche come mai io dissi che già l’anno scorso il Milan poteva arrivare in Champions. Ipotizzavo una campagna del genere, ma il ritardo nel chiudere la trattativa consegnò a Montella una squadra da centro classifica.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Sulla solidità dei nuovi proprietari si stanno ponendo domande tutti, dall’ Uefa sino all’ ultimo degli analisti finanziari. Il che non vuol dire che ne siano privi, giusto. Però le regole del sistema sono quelle, a tot spese devono corrispondere tot ricavi. E di spese ne stanno facendo tante.

Ludwig
Ospite
Member

Ad ogni modo gli obiettivi sportivi e quelli finanziari coincidono: non possono fallire la Champions. E’ anche la grande occasione di Montella che deve dimostrare quello che davvero vale. Non credo che con questa squadra giocherà in difesa.

Paolotto
Ospite
Member

Ecco, il Milan mi pare come il giocatore di poker all’ultima mano disperata, quando mette in palio la moglie..

Ludwig
Ospite
Member

La storia di Pjaca sembra essersi esaurita ma lascia credere che potrebbe bastare un colpo di mercato di questo genere per cambiare le carte in tavola e far apparire estremamente positiva una campagna giudicata molto negativamente. Purtroppo Pjaca, il giocatore ideale, non ha accettato la Fiorentina. Ma torno a chiedermi come potrà la Juventus impiegare tutta la rosa in modo tale da soddisfare anche i giovani come Pjaca e Bernardeschi. L’impressione è che i due giocheranno poco e si contenderanno il posto. Pjaca avrebbe fatto benissimo ad accettare Firenze, dove lo attendeva un maglia da titolare.

Ilgatto
Ospite
Member

Ludwig, oggi come oggi secondo me la Fiorentina non la accetta nessuno.

Paolotto
Ospite
Member

Questa è stata una di quelle voci alle quali, a differenza di altre, ho stentato a credere.
Quale ingaggio prende Pjaca dalla Juventus? Quale ingaggio avrebbe potuto offrire la Fiorentina a Pjaca?

Ludwig
Ospite
Member

Non ha un ingaggio da top player Paolotto, il guaio è che tutti soffrono della sindrome di Neto, e pensano di poter scalzare Higuain o Buffon.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Vero, verissimo in entrambi i punti.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Il problema dell’ aggiornamento del blog persiste. Per protesta, vado a mettere sulle cancellate del Franchi un lenzuolo con scritto “Batistuta è incedibile”.

Carlo Carlo
Ospite
Member

hahaha
ma questa è in grande stile, devo dire 🙂

Paolotto
Ospite
Member

Noi quest’anno siamo nella felice situazione di non avere niente da perdere e solo da guadagnare; per esempio, un pronto ritorno in Europa League.
Ci sarebbero tutte le premesse per un campionato frizzante e sbarazzino, coi tanti giovani che raduniamo qui ogni anno da ogni parte del mondo e che poi lasciamo passare inosservati.
Mi domando però come possa fare un campionato alla garibaldina, tutto entusiasmo, una squadra immersa in una palude mesta, in una nebbia plumbea, dove nessuno ride ma digrigna i denti e fa le smorfie a chi da quell’entusiasmo dovrebbe essere pervaso per poterlo a sua volta riversare sulla squadra e così via, in una felice osmosi che fa guadagnare posizioni in classifica più di giocatori pagati milioni.
Bisogna svelenire, cambiare l’aria, occorrono occhi complici e d’intesa, e non sguardi torvi ed ormai irrimediabilmente guasti. Chi deve fare il primo passo?

Carlo Carlo
Ospite
Member

Trovo estremamente vero quello che dici, Lo condivido pienamente. Mi fai venire in mente cosa disse Sarri su sky (“Gli allenatori si raccontano” o simile). Cercava di creare, una volta arrivato a Napoli, un’atmosfera allegra e di partecipazione. Aveva visto un clima da musi lunghi nello spogliatoio, i quali, secondo lui, sono e sarebbero stati controproducenti – c’era Benitez, prima!.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Lo ha detto anche Kalinic. Torno a casa perchè qui non mi fanno cambiare aria.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Per rispondere a chi ha parlato di giovani: non conosco purtroppo i giovani della Viola. Ma il settore giovanile in assoluto è la cosa più bella per me. Superiore anche al calcio minore, come bellezza. Anche se ormai rovinato, il settore giovanile (i settori giovanili tutti) sono il calcio, per me.

Ho sentito che esiste un Viola Channel. E questo mi apre certe porte. Oggi voglio andarlo a cercare.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Il sito ha qualche problema e forse Ludwig, come autore del blog, ne fa da parafulmine. Credo sia il tifoso viola che sta mettendo in tilt il sistema del forum. Non vorrei ritrovarmi a parlare con gente sconosciuta di un forum del ’93. Dove si litiga su Baggio. Un salto indietro nel tempo.

Una proposta invece la farei: la moderazione, che credo sia utile in questo sito, risulta superflua sul blog. E rende difficile il dialogo “veloce”. Ma forse è più saggio moderare, non si sa mai.

Poi non credo francamente che, per esempio, Paolotto, a parte quando comincia a dare del gobbo a destra e a sinistra, sia pericoloso in ottica censura per il moderatore.
Io anche. Se non censurano le stupidate, sono “un signore” anche io.

Gigliato
Ospite
Member

Come ne “La rivoluzione del sessintutto” di Caparezza alla fine si apre un varco spazio temporale spaccando la stratocaster di Hendrix sull’amplificatore 😀

Carlo Carlo
Ospite
Member

hahaha, orca se sei avanti, Gigliato, conosci Caparezza e le sue canzoni!

Gigliato
Ospite
Member

Ultimi botti prima di passare a Gigi D’Alessio che canta Claudio Villa.

Ludwig
Ospite
Member

Per quanto riguarda i problemi tecnici Carlo è Fiorentina.it che se ne occupa, io qui sono ospite. La moderazione a sua volta è di competenza della redazione, nel senso che io non posso cancellare dei commenti. Spero in un auto moderazione e mi auguro anche che la discussione si possa sviluppare anche quando magari non sono presente. Il numero molto elevato di commenti non sempre rende possibile la risposta personalizzata.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Sì lo so, Ludwig, che cerchi di portare avanti un lavoro non esente da impegno. Ma credo ti possa dare anche delle soddisfazioni 😉

Paolotto
Ospite
Member

Da ieri i post sono ordinati partendo dal più vecchio (idea un po’ balzana).
Per non doverli scorrere tutti per arrivare agli ultimi, bisogna andare in fondo alla pagina e cliccare sulla pag. 1.
Più che abolire la moderazione, che forse è indispensabile perché chiunque può accedere al blog, suggerirei alla Redazione di ripristinare la possibilità di modificare il testo già pubblicato. Soprattutto noi vecchi, con gli occhi cisposi che ci si ritrova, spesso ci si accorge in ritardo di tanti errorini che ci sono sfuggiti prima dell’invio, e sarebbe gradito poterli correggere.

Carlo Carlo
Ospite
Member

hahaha un grande Paolotto.

E’ anche vero quello che dici, ma il problema è che alcuni, anche rileggendo, l’errore non si trova. No no, non parlo mica di me!

Carlo Carlo
Ospite
Member

Per Paolotto.

Come vedi, ti mettono alla prova. Vogliono vedere se ti ricordi di aver già risposto ad un certo commento vecchio nel tempo di Gatto. Tu pensavi che il sito fosse semplice. Ti stanno osservando e testando.

Paolotto
Ospite
Member

Si approfittano dei vecchi, Carlo, ma non sanno che tutto è relativo perché io mi sento giovane. Come potrei non sentirmi tale: qui sotto questo stesso tetto ne abbiamo due che fanno insieme 196 anni. E fino a poco tempo fa ce n’erano felicemente tre per 280 complessivi. .

Carlo Carlo
Ospite
Member

🙂 🙂

soffici
Ospite
Member

I tanto malvisti cinesi al Milan hanno messo su una squadretta che non lascia molti alibi a Montella per la prossima stagione. L’anno prossimo sulla carta la competizione è agguerritissima per le prime 4 posizioni. Una fra Napoli Roma Milan o Inter rimarrà fuori dalla champions , non credo la juve dove comunque la decisone di confermare Allegri può presentare qualche rischio di flop da fine ciclo. Alla Fiorentina la speranza che Pioli almeno faccia una squadra “felice”.

BerardoViola
Tifoso
Member
Vedo che si ritorna sul tema delle fake-news. Qualunque cosa detta o scritta, se ripetuta o riportata, evidentemente diventa una sentenza da passare in giudicato. I risultati sono la vera cartina al tornasole di quello che è successo. In campo con capitan Gonzalo, in panchina con mister Sousa e in Società, con il Direttore Generale dell’Area Tecnica, anche se per alcuni quest’ultimo fatto non è vero perché Corvino farebbe solo quello che altri gli dicono di fare. I dettagli non li sappiamo. Fantasticarci su o leggere tutto quello che viene scritto o detto al riguardo non aiuterà certo a sapere cosa sia veramente accaduto. Che forse non lo sanno nemmeno i protagonisti, perché probabilmente avrebbero agito tutti diversamente, l’avessero saputo. Rimane la nuova maglia, di un viola intenso che si intona benissimo con i prati verdi dei Monti Pallidi. Peccato che due anni fa si partiva in tournee per la… Leggi altro »
Ludwig
Ospite
Member

Mi sembra di notare un funzionamento anomalo, nel senso che ad apertura di blog appare un commento del 7 luglio, dunque remoto. Spero che il problema si risolva.

Gigliato
Ospite
Member

Ludwig 16:11
Provo a rispondere qui, li non mi parte il commento 🙁
Strani malefici.

“Sembra evidente che non risultasse figura positiva per una parte dello spogliatoio; su questo diciamo che iniziamo ad avere delle certezze .. forse lo era e lo è per la parte tecnica che è rimasta.
In altre dichiarazioni fatte in tempi non sospetti emerge come Astori esprimesse la volontà di fare bene ma anche di essere consci delle proprie forze invece che raccontare che si vinceva. Nel marzo 2016 dichiarava che era impensabile che tenessero i ritmi che avevano tenuto fino a dicembre e chi pensava, lasciandolo pensare, che potessero arrivare in fondo era un illuso (evidentemente riferendosi ad altri della squadra).”

Ludwig
Ospite
Member

Ad Astori piace fare l’uomo immagine, niente male, ma sin dall’inizio mi sono chiesto se non si trattasse più di una sua iniziativa personale che di un ruolo che gli era stato assegnato. L’autorevolezza nello spogliatoio si conquista, ed anche sul campo.

Paolotto
Ospite
Member
Per riprendere alcune considerazioni che avevo fatto questa mattina rispondendo a Gatto, prima di accorgermi che si trattava di un gatto un po’ vecchio, risalente cioè al 7 di luglio, vorrei segnalare che, in tema di voci e supposizioni, deve esserci evidentemente una netta distinzione, a quel che si legge nei vari post. Pare infatti che ci siano voci fantasiose alle quali è biasimevole dare credito (dequalificazione della rosa in funzione della dismissione proprietaria, vicenda Borja ecc) e voci fantasiose sulle quali invece sarebbe per alcuni doveroso basare dei ragionamenti, data la loro inconfutabile concretezza, Fra queste ultime, si è appena scoperto che il grande desiderio della società di avere brillanti affermazioni sportive nel decorso campionato sarebbe stato vigliaccamente compromesso, anzi volontariamente sabotato, da un gruppetto di giocatori a mo’ di ricatto per ottenere più soldi. Questo ne renderebbe urgente e sacrosanta l’epurazione. Quindi, si dovrebbe alla scoperta di questa… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Vi risulta che oggi ci siano problemi sul sito?
Qualche ora fa ho risposto ad un commento del Gatto e poi mi sono accorto che era del 7 luglio. Il blog mi si apre sulla pagina più vecchia e non c’è più il pulsante per ordinare dal più vecchio o dal più recente.

Ilgatto
Ospite
Member

Un gatto un po’ vecchio ma ti sembra gentile??!Sei giovane tu,ma guarda un po’…

Paolotto
Ospite
Member

O … il 14 di luglio, un gatto del 7 comincia ad aver fatto il suo tempo.

Ilgatto
Ospite
Member

Il ” mi ricordi mia moglie” che era la risposta è collocata più su di una quarantina di post.

Gigliato
Ospite
Member

È già qualche giorno che ho problemi.
Ho inviato delle risposte che poi non so se sono partite o meno.
Ho riscontrato anche io la tua stessa situazione.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Il blog si adegua e ha fatto un passo indietro.

Paolotto
Ospite
Member

Voci, voci. Il solito disfattista.
Stiamo ai fatti

Gigliato
Ospite
Member

Autofinanziamento

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Colpa di Mario Gomez.

BerardoViola
Tifoso
Member

No. Di chi l’ha voluto e di chi l’ha comprato.

Gigliato
Ospite
Member

Il fido Mencucci parlò del paròn!
Avanti a passi di gambero.

BerardoViola
Ospite
Member
Ventesimi nel ranking europeo. Terza squadra italiana, dopo i gobbi e il Napoli. La vera tragedia è stato non riuscire a conquistare il sesto posto anche quest’anno. Era alla nostra portata. Dei tre che avevano fatto il patto per l’Europa ne è rimasto solo uno. Il Campionato Primavera 2017/18 sarà molto più competitivo avendo la Lega Serie A finalmente riunito in un girone unico le sedici migliori squadre dei tre gironi che componevano il campionato 2016/17, appena terminato con la nostra sconfitta nella finale con l’Inter. Si stanno acquisendo per questo campionato, che sarà molto più competitivo, molti giovani di un certo valore. Anche economico. Nelle ristrettezze di budget che la proprietà sta imponendo è forse il momento opportuno per puntare su un uso razionale in prima squadra di queste risorse, con in un mix di giocatori esperti e in vena di mettersi in discussione e giovani pianticelle piene di… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member
Proprio questo mi parrebbe il momento di puntare su un uso in prima squadra dei giovani che in abbondanza di succedono di sessione di mercato in sessione di mercato. Anzi, già nell’ultima stagione sarebbe stato opportuno farlo, ed oggi sapremmo meglio su chi poter contare. Una colpa di Sousa e del settore tecnico che non glielo ha imposto, come aveva titolo per fare e come secondo me avrebbe dovuto fare. Ho accennato più volte a questa sorta di percorso parallelo, che quasi mai s’incontra, tra giovani descritti, e spesso pagati, come futuri talenti quando arrivano e rosa della prima squadra, che non vedono mai e per la quale si ricorre ad un mercato parallelo. Non comprendo. I giovani, spesso stranieri, arrivano, sostano, e ripartono per far posto ad altri, e così via, mentre per la prima squadra si deve sempre andare oltre oceano a spendere cinque milioni per Olivera. Possibile… Leggi altro »
BerardoViola
Ospite
Member

In attesa di Joshua Perez, uno dei quattro giovani portati ad esempio del famoso metodo Corvino-Vergine, invidiato in Italia e nel mondo, un’altra pianticella americana, Cody Sandqvist, fiore all’occhiello della nostra scuola californiana, ci ha lasciato, dopo un solo anno, per andare in Germania. C’è una agricoltura più moderna lassù.

Ilgatto
Ospite
Member

Ora aspettiamo che vada via anche Perez nonché, se possibile,lo stesso Astori,un mediocre lentone che cerca di emergere a Firenze dopo essere stato cacciato via dovunque ha giocato.

Ludwig
Ospite
Member

Ci sono movimenti di mercato interessanti Berardo, e mi fa piacere constatarlo.

i\'necchi
Ospite
Member

Ciao Lud, temo che Piaca in viola sia una illusione ma sono d’accordo con carlo sarebbe il sostituto ideale e finalmente darebbe l’idea di una svolta nelle strategie della Fiorentina, come se ci fosse davvero un progetto tecnico interessante per il futuro. Su Borja credo che tu abbia ragione, lui a torto o a ragione, si riteneva un semi dio o comunque un leader indiscusso, anche perché sono convinto che in questi 5 anni in viola abbia rifiutato offerte più vantaggiose dal punto di vista economico, invece Corvino lo ha visto solo come un vecchio giocatore in fase calante e con un ingaggio da eliminare….. Rimane almeno a me, il rammarico di non vederlo fare da chioccia per i tanti nuovi e giovanissimi giocatori che avremo quest’anno , poiché un leader carismatico come lui sarebbe stato indispensabile.

Ludwig
Ospite
Member

Non credo che sia una possibilità così lontana, necchi. Bisogna solo vedere come sta fisicamente. Le sue perplessità sono comprensibili, ma se non lo vogliono non gli conviene insistere. A Firenze sarebbe titolare fisso.

Gigliato
Ospite
Member

Alla lunga i nodi vengono fuori. C’era uno spogliatoio di “spagnoli” ed uno spogliatoio di “altri”? Le parole di Astori su Borja (e conseguente risposta piccata) si spiegano anche così? http://www.goal.com/it/news/2/serie-a/2016/04/21/22642412/astori-fuori-dalla-difesa-della-fiorentina-tutta-colpa-di-un

Credo che un nuovo spogliatoio non possa che giovare.

Ludwig
Ospite
Member

Io non sono sicuro che Astori con le sue esternazioni sia sempre vissuto come figura positiva. Dovrebbe cercare di essere leader in campo prima di tutto.

Gigliato
Ospite
Member

Sembra evidente che non risultasse figura positiva per una parte dello spogliatoio; su questo diciamo che iniziamo ad avere delle certezze .. forse lo era e lo è per la parte tecnica che è rimasta.
In altre dichiarazioni fatte in tempi non sospetti emerge come Astori esprimesse la volontà di fare bene ma anche di essere consci delle proprie forze invece che raccontare che si vinceva. Nel marzo 2016 dichiarava che era impensabile che tenessero i ritmi che avevano tenuto fino a dicembre e chi pensava, lasciandolo pensare, che potessero arrivare in fondo era un illuso (evidentemente riferendosi ad altri della squadra).

Ludwig
Ospite
Member

Una risposta a Chiari con valore generale. Sono andato a vedere Morricone a Lucca. Un mio amico critico musicale mi ha fatto notare che è “antipatico”. Bene, non me ne importa nulla, visto che produce una musica che mi piace. Stesso discorso per i traditori Montella e Prandelli, come allenatori hanno la mia stima, e non c’è molto altro da dire. Montolivo e Neto, di contro, hanno lucrato sulla possibilità di andare via a zero, il che li rende colpevoli di un danno alla Fiorentina oggettivo e quantificabile.

Ludwig
Ospite
Member

Pjaka per Bernardeschi è stata la mia prima ipotesi, se lo ricordate, già di qualche mese fa. Sarebbe un ottimo modo per sostituire Bernardeschi con un giocatore di classe che aveva valutazioni stratosferiche dodici mesi fa.

Ilgatto
Ospite
Member

Le visite mediche a Pjaka dovrebbero durare un mese,però.

Ludwig
Ospite
Member

C’è sempre il maledetto rischio fisico di cui abbiamo fatto le spese più volte.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Sarebbe bellissimo Ludwig, ha un’adrenalina questo giocatore che evidentemente per Allegri, tra infortunio e anarchie dovute al talento e sovrannumero di giocatori, non trova spazio. E il giocatore della Viola e l’unico, o tra i pochi, che possono sostituire il talento Bernardeschi.

Carlo Carlo
Ospite
Member

No, scusate ragazzi, ma se è vero che prendiamo Pjaca, bene ragazzi, Pjaca è semplicemente straordinario, cavoletto bello: non ho altre parole per definire Pjaca, è fantastico. Chiusa la roba, che tanto non sarà vero.

Paolotto
Ospite
Member

Soffici ringrazia Berardo, ed io ringrazio entrambi per il modo – come al solito sornione da parte del primo e serenamente discorsivo da parte del secondo – col quale cercano di indicarci la strada delle uniche discussioni sensate di questi tempi: le prime uscite in campo della squadra, le impressioni sui giovani e sui nuovi arrivi, l’approccio del nuovo allenatore, le nuove maglie, inevitabile omaggio annuale alle esigenze commerciali.
Nuovo, nuovo, nuovo. Tante novità quest’anno. Servono e rigenerano. Vorrei essere a Moena (dall’altra parte del Latemar ci ho passato tante estati), e se fosse solo per l’orto, lascerei seccare ogni cosa pur di essere là dove è la Fiorentina. Ubi Fiorentina, ibi Paolotto. Invidio chi c’è. Ma sto bene anche qui, soprattutto se chi è là mi racconta cosa succede.

Chiarificatore
Ospite
Member
La storia si fa sui fatti non sulle supposizioni e per di più tendenziose e patetiche nel loro tentativo di manipolare, rovesciandola, una vicenda molto lineare e molto usuale nel mondo del calcio dalla sentenza Bosman in poi, ed in particolare nella Fiorentina, prestigioso quindi attraente trampolino di lancio ( per essere qualcosa di più nel terzo millennio a Firenze ci vuole lo stadio con annessi e connessi di proprietà ) e dove da tempo c’è la dichiarata tendenza ad assecondare chi se ne vuole andare, pur cercando ovviamente, anche in questo, di tutelare il più possibile il proprio interesse societario, economico ma anche tecnico, e più in generale i propri programmi. I fatti dicono una cosa chiarissima e persino scontata : Valero è andato dove voleva lui che è dove guadagna di più, come fanno tutti. Poi c’è chi lo fa senza trovare scuse, senza lasciar credere altre storie… Leggi altro »
Ludwig
Ospite
Member

Avere screzi con Corvino Carlo significa più o meno questo, per come l’ho capito io: arriva Corvino e fa notare a Borja che è meglio se leva le tende: il suo contratto è oneroso e Borja, che non è giovane, vuole addirittura un aumento. Incominciano a proporlo in giro: prima alla Roma, ma non va in porto, poi addirittura in Cina: la Fiorentina guadagnerebbe bene e così il giocatore, ma Borja in Cina non vuole andare. Le cose si sistemano grazie all’offerta dell’Inter. Da notare che c’è sempre di mezzo Spalletti.

Paolotto
Ospite
Member

.Da esterno come tutti siamo, mi pare questa la ricostruzione più probabile e coerente, a prescindere dalle inevitabili e un po’ contorte dichiarazioni successive, e fermo restando che per me la cessione di Borja, pur dolorosa sotto l’aspetto umano, non la vedo come una tragedia, basta che si trovi una soluzione alternativa adeguata.
Quanto a screzi, a Corvino ne sono sempre capitati parecchi. Si vede che è un uomo sfortunato.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Tu dici, Ludwig, che nemmeno ad accontentarsi di ciò che aveva come contratto, avrebbe fatto sì di poter rimanere in viola? Non che lo sto mettendo in dubbio, ché non ho nessun elemento ed esperienza per poterlo affermare!

Ludwig
Ospite
Member

Io dico che c’è stato un gioco complesso, in cui hanno contato anche le richieste di Borja di avere un ingaggio più alto, mentre la società trovava alto quello al momento in essere. Poi sono arrivati i cinesi ed è chiaro che nessuno va in Cina a cuor leggero, così che né Kalinic né Borja hanno detto si, ma la società aveva tutto l’interesse ad incassare dai due oltre 50 milioni di euro.

Carlo Carlo
Ospite
Member

Grazie, Ludwig. mi pare una ricostruzione ragionevole e quantomeno verosimile.

Carlo Carlo
Ospite
Member
Avevo voglia di “rilanciare” a Fabrizio, che da due giorni ispira la mia sfilata allegorica di carri. Purtroppo il disegno calcistico a me destinato, sul mio tifo intendo, sul mio essere tifoso, mi ha portato ad essere un certo personaggio tristo e strano, quasi indecoroso. Un tifoso confuso, un quasi tifoso. Uno che ormai gioisce a tifare contro. Non l’ho scritto il primo giorno che mi sono presentato qui, ché non ho avuto il coraggio di fare certa rivelazione che avrebbe decisamente emozionato tutti. Tifo contro il Toro. Che è come dire contro la mia memoria. Non sono ancora così maleducato a tifare contro la Viola. Che non avrei motivi. La Viola è la squadra che lo scorso anno ho tifato di più insieme al Napoli (aggiunta in corso campionato). E qui arriviamo al punto (sento che siete davvero emozionati ora). Sono antigobbo e il tifo contro la gobba è… Leggi altro »
Carlo Carlo
Ospite
Member

Qualcuno dei tifosi viola mi aiuti: cosa significa “avere screzi” o “differenti vedute col DS”?

Litigarci?
Litigi per la scelta dal canale tv, che partita vedere?

Che giocatori comprare?

Cosa fare visto che ora ho un tatuaggio da un tempo perfetto e come posso farmelo togliere?

Chiedo scusa ai tifosi di Valero. Sono abbastanza scoraggiato dal versante giocatori, siamo in estate, è il momento di minima vita , di minimo amore per giocatori di calcio.

E nemmeno voglio difendere Corvino, che non conosco affatto.

Ma cosa è successo tra Corvino e Valero?

Hanno litigato sulla posizione in campo? E’ stato il fatto che si voleva comprare quel ragazzino francese? Quello norvegese? Dai su. Non ci si fa del male a prendere le parti di questi giocatori?

Io, personalmente, buttando via i Della Valle, voglio buttare via tutto, e lo l’ho spiegato nei miei sempre chiarissimi e logici interventi classici. E comprensibilissimi.

Lucido
Ospite
Member

La volontà della società si manifestò lo scorso gennaio allorché al rifiuto di andare in Cina da parte di Valero (fatto poi confermato da tutti e dallo stesso giocatore anche) fu chiesto al tecnico di metterlo fuori rosa. Lo scienziato portoghese ovviamente, forte com’era del fatto che non avesse da renere conto a nessuno in società, si oppose ritenendo (giustamente) Valero un elemento importante della rosa. I fatti di quest’estate sono la logica conseguenza di quelle azioni e quei dissapori, che poi l’epilogo sia convenuto anche allo spagnolo beh quello è un altro discorso…..

Carlo Carlo
Ospite
Member

Grazie, Lucido.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Si sta incartando, povero figlio. Le dichiarazioni di oggi sono di un nebuloso che più non si può. Capisco, e lo dico con la massima neutralità, le difficoltà di spiegare il passaggio in breve tempo dal tatuaggio del Ponte Vecchio ai milioni di Suning, a contratto ancora in essere. Ciò però comunque non giustifica il guano per uno che , finchè è stato qui, ha sempre dato prova di serietà ed impegno. Magari senza essere il leader carismatico che si immaginava, come lascia intuire lo scambio di battute con Astori.

Ludwig
Ospite
Member

Forse si fa prima a ricordare che i giocatori sono professionisti con alcuni anni di carriera da sfruttare, perché il loro è un mestiere che comincia ad essere remunerativo intorno ai 22 anni e cessa di rendere intorno ai 30-35 anni. Nessuno li garantisce dal pericolo di dover smettere per un grave infortunio. Probabilmente però Corvino ce l’ha messa tutta per fargli capire che la Fiorentina non era più interessata a lui.

BerardoViola
Ospite
Member
Belle, le nuove maglie. Molto migliorate le riprese televisive di violachannel, la collaborazione con Infront fa la differenza. Pioli, a chiunque cambi il gioco da una parte all’altra del campo o faccia un lungo lancio in profondità grida bravo, bene. Con lui la palla correrà di più. Bene Gori, per me pronto per il gran salto, per come vede sempre la porta. Rebic mi è sempre piaciuto se non fosse per la testaccia che ha. Tutti i Primavera cercano di mettersi in mostra, Sottil interessante, Meli bel fisico. Hagi già pronto a fare il titolare al posto di Berna, Diakhate sempre acerbo, può iniziare come rincalzo. Difesa. Hugo bravo ma un brasiliano in difesa fa sempre stare sul chi vive. Illanes è argentino, un po’ meglio, come scuola. Speriamo bene. E’ calcio estivo, era la Val di Fassa, ma è in queste situazioni che si creano le gerarchie, in base… Leggi altro »
soffici
Ospite
Member
Grazie Berardo, questo argomento è uno dei migliori di questi tempi. Dico la mia senza pretese. Gori ha il fiuto e l’istinto del goleador ma credo sia lontano dall’essere pronto per il gran salto. Più pronto Sottil anche se ha uno stile di gioco che a me personalmente non esalta : si accentra troppo ritorna spesso sui propri passi ma ha già un buon fisico tecnica e determinazione giusta. Hagi è di gran lunga il miglior talento che abbiamo in squadra ma ho ancora qualche dubbio sul fisico, sulla continuità, sulla interpretazione della partita. Diakhate, concordo, manca ancora qualcosa ma sta lentamente crescendo. Cristoforo mi è apparso ancora in difficoltà, spero sia la condizione fisica visto che nel ruolo doveva muoversi molto più di tanti altri. Hugo mi sembra un giocatore valido, da vedere con avversari più seri. Illanes promettente ma deve crescere ancora tanto tatticamente. Insomma grossi exploit dalla… Leggi altro »
Ludwig
Ospite
Member

Non l’ho vista, spero però di vedere presto la Fiorentina e particolarmente i giovani. Diakhate gioca in un ruolo chiave di grande responsabilità, ma non credo che possa essere a vita un rincalzo. Purtroppo se le cose vanno come debbono andare tra tre o quattro anni ci lascia.

Ludwig
Ospite
Member

Solomon Nyantakyi era descritto come un ragazzo molto silenzioso, giocava nelle giovanili del Parma ed era bravo. I suoi allenatori lo ricordano come un buon attaccante, dotato di fantasia calcistica, tanto che il suo idolo era Cuadrado, che conobbe in occasione di una sua panchina in serie A. Ad un certo punto evidentemente le tante difficoltà che aveva dovuto affrontare si sono materializzate in una forte depressione e nella fine della sua carriera calcistica (ma aveva solo 21 anni). Oggi ha ucciso la mamma e la sorellina. L’hanno arrestato alla stazione di Milano. Bisognerebbe sempre riflettere sulla complessità delle situazioni di vita che deve affrontare un giovane calciatore, per di più straniero ed africano.

Gigliato
Ospite
Member

Primi minuti di partita … adoro questo caos e quei ragazzotti che non ti danno tregua finché hanno fiato 😀

Ludwig
Ospite
Member

Mi ha sorpreso veder partire titolare Meli, evidentemente Pioli lo apprezza.

soffici
Ospite
Member

Se hai visto dall’inizio gli allenamenti e le presenze a Moena, semplicemente ha inserito quelli che avevano più giorni di allenamento. Considerando oltretutto che quasi sicuro non voleva inserire quelli appena arrivati. Non credo che, per lo meno quest’anno, sarà un nuovo Chiesa. La prossima stagione probabilmente giocherà in primavera.

Ludwig
Ospite
Member

Non sarà il nuovo Chiesa quest’anno, ma ci sono segnali di un interesse verso lui credo principalmente da parte di Pioli.

Gigliato
Ospite
Member

proveranno a lanciare il millennial

Gigliato
Ospite
Member

Rebic come al solito. Fisicamente è davvero forte. Tecnicamente fa tutto bene tranne quello che conta.
Peccato davvero perché sarebbe davvero tanta roba.

Belvaromana57
Ospite
Member

Sì. Come al solito

Ludwig
Ospite
Member

Non mi ha mai convinto.

Ilgatto
Ospite
Member

Concordo.

Gigliato
Ospite
Member

Parole oneste quelle di Borja Valero ma con un piccolo bug. Lui credeva di essere più importante della Fiorentina stessa. Diciamola tutta, si era un filino montato la testa.
—-
Che problemi sono sorti nella Fiorentina?
“Tutti legati alla nuova direzione sportiva. Non vedeva le cose come le vedevo io.”
—-

A me basta anche così.
È normale che ci possano essere visioni differenti. Di che stupirsi. O ti adegui o te ne vai.
Se tutti i giocatori determinassero, attraverso la loro presunzione, le scelte delle società staremmo freschi.

Ludwig
Ospite
Member

Questa conflittualità con un giocatore chiave non è una bella cosa. Provo a tradurre il linguaggio di Borja: Corvino ha provato a venderlo la scorsa estate alla Roma, lo ha offerto ai cinesi, infine ora all’Inter.

Belvaromana57
Ospite
Member

È molto bravo. Io credo che all’Inter farà bene. Quest’anno non è stato decisivo. Per pretendere di “sentirti importante” devi esserlo
Ottavo posto. Circa sessanta goal al passivo. Punti regalati alle retrocesse a go go
C’era anche lui

Ilgatto
Ospite
Member

Fino a quando giocano Milic,Maxi Oliveira,Cristoforo et similia anche CR7 è in difficoltà.

Ludwig
Ospite
Member

Qui viene da interrogarsi sui limiti di Sousa, che gli fa fare l’esterno alto o il trequartista. Alla fine per Borja sono stati due anni persi, come del resto per altri giocatori, Bernardeschi compreso.

Gigliato
Ospite
Member

È nei fatti che Borja appartenesse ad un progetto tecnico dato per finito. Borja l’abbiamo comprato per due noccioline e venduto uguale. È un bel giocatore ma fa parte del coro. Se il coro non va lui non va. Sappiamo che Corvino non ama gli stipendi alti agli “anziani” è non ama nemmeno perdere giocatori rimettendoci.
Capisco Borja e capisco Corvino.
Capisco la delusione ma buttarla in “io valgo” è puerile.

Ilgatto
Ospite
Member

Comprare a 5.5 Maxi Oliveira invece è ” da adulto “.Quindi,in quanto adulto,suscettibile di TSO.

Ludwig
Ospite
Member

E’ uno dei giocatori a cui Sousa ha voluto cambiare il ruolo, con risultati non eccelsi.

Ilgatto
Ospite
Member

Il ruolo di Maxi Oliveira,quale che sia deve essere fuori dal campo.

Gigliato
Ospite
Member

Eppure Borja si è immolato per il “suo generale”. Com’è che non ha lamentato divergenze tecniche? 🙂

Ilgatto
Ospite
Member

Per non essere querelato dal Permaloso Minusvalente.

Gigliato
Ospite
Member

Maddai 🙂

Ilgatto
Ospite
Member

Era per ridere.

Giano Marchi
Ospite
Member

Federico Bernardeschi è uno di noi. Un carrarino tosto, duro come la pietra delle Alpi natìe, che punta ai valori solidi e alle ragazze poco appariscenti, non come quelle che porta a casa il mio figliuolo dopo le corse nei parchi cittadini. Un ragazzo attaccato alla maglia e a Firenze, tanto da voler riprodotta sulle propria braccia generose l’ intera Galleria degli Uffizi. Un ragazzo rispettoso dei principi morali impressi sin dalla tenera infanzia, tanto da rifiutare lo stipendio offerto dai nostri munifici Proprietari per rispetto verso i poveri del mondo. Uno profondamente attaccato alla tradizioni sportive fiorentine, come dimostra la frase di ieri: “A chi non piacerebbe mandare a f…… la Juventus?'”, che solo l’ incerta traduzione spagnola ha indotto ad uno spiacevole equivoco. Noi invece crediamo in Federico, e gli diciamo vai, vai anche te.

Ludwig
Ospite
Member

Frase in effetti poco felice quella di Bernardeschi.

Fabrizio
Ospite
Member
Una premessa: credo sia superfluo ribadire il piacere di scrivere su questo blog, altrimenti non lo farei. Anche quando c’è polemica, e la polemica l’ho creata io, trovandomi via via in disaccordo con Ludwig su Bernardeschi, con Paolotto, con mixo e gatto. Tuttavia mi auguro sia inteso che, così come è punzecchiatura ben accetta e anche feconda darsi del gobbo (perché mi ha permesso di far emergere la volontà di potenza e prepotenza degli juventini, paragonabile ad un virus che trasforma il tifoso frustrato ed oppresso, in virtù di fortune temporanee, a sua volta in oppressore: il napoletano ringalluzzito da De Laurentiis è esemplificativo, e anche carlo ha colto perfettamente riportando l’esempio dei bolognesi), senza sentirmi preso di mira -ci mancherebbe, allo stesso modo è solo l’amore per la Fiorentina che mi ha spinto ad essere più polemico e critico verso quelle posizioni, e quelle soltanto, che a mio avviso… Leggi altro »
Ludwig
Ospite
Member

Fabrizio io ho scritto che Bernardeschi se ne va senza aver giocato in un ruolo che davvero gli si addiceva e senza essere mai stato giocatore chiave e magari capitano. E’ indubbiamente un rimpianto. Va in una squadra nella quale dovrà penare per guadagnarsi il posto da titolare e questo aumenta il dispiacere.

Mixo
Ospite
Member

Visioni e punti di vista distanti non annullano il concetto di fratellanza nel segno della viola. Accentuata anzi dalla extra territorialità, anch’io come te vivo e soffro tra zebrati e strisciati!

Su Pioli scrissi qui, all’inizio del suo contratto, che potrebbe sfruttare l’elemento sorpresa e le basse aspettative ambientali per regalarci soddisfazioni inattese.

Comunque, manco fossi Brera, parlando di me. Gioco a figurine al massimo, in fatto di competenza tecnica. Concordo con tutti i richiami a non prenderci mai troppo sul serio, benché l’amore per la maglia e la sua storia sia tanto tanto. E sempre e solo forza viola!

Paolotto
Ospite
Member

Grazie, Fabrizio, mi togli un peso dallo stomaco nel farmi vedere che non te la sei presa.

Fabrizio
Ospite
Member
Paolotto, ci mancherebbe, non c’era nessun motivo reale per farlo e anzi, rinunciare ad un contraddittorio (momentaneo, perché quasi sempre si è d’accordo) del tuo calibro è delittuoso per l’intelligenza ? Ti dirò, sempre in tema: un mio caro amico, gobbo fino al midollo, ha rinunciato da un mesetto a punzecchiarmi su Berna, consapevole che più di una certa soglia, molto bassa, la mia delusione non va. Anzi, discutiamo volentieri dell’ipotetica posizione in campo, se può essere un colpo per sostituire un Dybala in partenza nel 2018, cose così. Guardiamo la Champion’s insieme e sia lui che altri si stupiscono del mio poco livore nei loro confronti. Non sono nato a Firenze, non ho vissuto l’82 né la vicenda Baggio, questo può influire. Ma come ho scritto ieri, per me loro rappresentano (come TUTTE le “grandi”, italiane e non) un male assoluto, non circoscritto solo a Firenze; per questo la… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Il signore e padrone di tutti i gobbi, Boniperti, una volta prese un giocatore solo per lo spregio di soffiarlo in extremis alla Fiorentina che lo aveva sostanzialmente già fatto suo. Era Vignola dell’Avellino.
Che ci vuoi fare. Poveretti, sono fatti così. Deve essere grama e vuota la loro vita.

Ilgatto
Ospite
Member

Mediocre per essere mediocre,oltretutto.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
PAOLOTTO Questa acredine verso un personaggio che per lavoro orbitava nei miei paraggi, mi richiama alla mente un fatterello accadutomi da piccolino. Un giorno mano nella mano del mi’ babbino si passò dalla piazza del comune. Lì distrattamente pascolava un somaro ben fornito di abbondanti attributi riproduttivi, esibiti incurantemente con animalesco pudore (sic ! ). Incuriosito chiesi al babbo che roba fosse e improvvidamente mi rispose testualmente : Eh Paolino, che è il mio vero nome, sapessi ! Ha una bruttissima malattia difficilmente curabile. Ohibò rimasi turbato e non ebbi più nulla da chiedere. Alcuni giorni dopo con la manina che teneva quella della mammina, si ripassò da lì, porca miseriaccia nera sta’ povera bestia era ancora lì che esibiva, come direbbe LUD ma non io, il cazzus. Per farle vedere che uomo di mondo fossi e quanta sapienza avessi incamerato le dissi : vedi mamma, tutta quella roba che… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Come si fa a dare di gobbo a Pizzolafocu? Nemmeno a volere.
Ma allora, nonostante le origini maremmane, sei un sabaudo inveterato, sei lassù fin da piccolo? Altro che gobbo, sei un eroe e forse anche un martire.
Ora ti racconto anche io una storiellina. Parecchi anni fa passavo in auto con la famiglia nei pressi di Chatillon, dove in quei giorni era in ritiro la Juventus. Ad un certo punto le bocchette di areazione portarono nell’abitacolo un inconfondibile odore naturale.
“O Babbo, ma che è questo puzzo?” domandò mia figlia.
“Nulla, nulla, ora va via. E’ che qui per l’appunto c’è la Juventus a allenarsi”.
Qualche giorno dopo, su un prato dalle parti di Cogne, si passeggiava tra i generosi depositi delle mucche al pascolo.
“O babbo, ma la Juventus che è venuta qui, ora, ad allenarsi?”.

Comunque, lassù, la città è abbastanza torinista, vero?

Pizzulaficu
Ospite
Member

Mi considero un deportato dall’età di 14 anni ma ho ancora tanta roba di tutto in Maremma dove passo un paio di mesi all’anno. Nel 1961 nell’interland torinese si formò una colonia di Maremmani che colonizzò molti paesini. Io ebbi modo di lavorare per 20 anni a livello direzionale in un importante settore della holding, ed a parte il dottore e l’avvocato e pochi altri con cui non ebbi alcun rapporto, con molti, compresi diversi giocatori sì. Legherei, rischiando di essere razzista, i gobbi ai meridionali quasi al 90% e i Torinisti che sono veramente tanti per lo più agi autoctoni. Queste contrapposizioni forti con noi Viola quassù non esistono. A mio avviso i tifosi gobbi più impestati li avete in casa ed in Maremma non sono poi così numerosi.

Paolotto
Ospite
Member

Impestati, impestati, certo.

Ludwig
Ospite
Member

Sembra quasi in effetti che Bernardeschi la Juventus lo prenda per toglierlo di giro, non per valorizzarlo. Parlo da tifoso, certo, ma lo sono anch’io di tanto in tanto.

wpDiscuz
Articolo precedenteBaiano: “Astori sarà un capitano importante. Più difficile sostituire Kalinic di Berna”
Articolo successivoPioli: “Volevo la Fiorentina. Vogliamo lottare con le sei squadre più forti del campionato”
CONDIVIDI