Il blog di Ludwigzaller: Gride Manzoniane

550



“Le società sono responsabili per l’introduzione o l’esibizione negli impianti sportivi da parte dei propri sostenitori di disegni, scritte, simboli, emblemi o simili, recanti espressioni di discriminazione. Esse sono altresì responsabili per cori, grida e ogni altra manifestazione che siano, per dimensione e percezione reale del fenomeno, espressione di discriminazione”. L’articolo 11 comma 3 del Codice  di giustizia sportiva è apparentemente molto chiaro e non lascia spazio alle interpretazioni. Le pene stabilite sono altrettanto chiare: alla prima infrazione il settore dello stadio da cui provengono le grida deve essere chiuso, in seconda istanza sono previsti 50 mila euro di multa. Se il fatto si ripete ancora il campo può essere squalificato.

Tutto bene quindi? La prima sanzione, intanto, viene sospesa per un anno. Poi entrano i campo, secondo quanto stabilito in un emendamento dell’ottobre 2013, le considerazioni circa la “dimensione e percezione reale del fenomeno”. Occorre che i cori e gli striscioni siano caratterizzati da “odiosa ripetitività” e che non si tratti di “casi singoli”. Non basta che striscioni e cori siano stati letti o ascoltati da “qualcuno”: essi non debbono turbare solo “il destinatario dello striscione o del coro, ma anche gli altri spettatori che hanno pagato il biglietto per assistere allo spettacolo”. “Il coro discriminante” deve essere “caratterizzato da una particolare intensità e. distintamente percepito dai tre rappresentanti della Procura Federale, collocati in diversi punti all’interno del recinto di gioco”. I tre rappresentanti debbono manifestare “armonia di opinioni o referti”. Va verificata “la posizione occupata dai tre verbalizzanti al momento dell’intonazione del coro”. Va altresì verificato che “la capacità uditiva (sfera percettiva) dei collaboratori della Procura Federale” sia “idonea a coprire ogni settore dello stadio”. Quanto è avvenuto deve essere confermato dalla autorità di polizia e dalle autorità statali.

Attraverso tutta una serie di precisazioni ed integrazioni l’arcaica legge e la muffita giurisprudenza hanno costruito una fortezza a protezione dei razzisti. Che qualcuno abbia molto semplicemente dileggiato o insultato un’altra persona per motivi razziali sembra avere un peso affatto relativo. Non è un caso se alla fine le società riescano spesso a sfuggire alle sanzioni. Nelle quali invece è incappato il povero Muntari, il quale è stato fatto oggetto di cori razzisti da parte di un gruppo di spettatori  relativamente piccolo, ma abbastanza grande per privarlo della concentrazione, falsare l’esito della partita e soprattutto impartire una lezione pratica di razzismo che è stata divulgata in tutto il paese.

Immaginiamo una legislazione simile applicata in un campus  statunitense: uno studente di colore è fatto oggetto di cori razzisti ma occorre, per sanzionarli, che tutto il campus li abbia sentiti, che chi controllava fosse ben posizionato e non avesse le orecchie piene di cerume, che sia stata disturbata l’attività degli altri  studenti, oltre a quella della persona discriminata, che la polizia e persino lo stato siano stati informati. “Con tutto ciò – scrive Manzoni – anzi in gran parte per ciò, quelle gride ripubblicate e rinforzate di governo in governo, non servivano ad altro che ad attestare ampollosamente l’impotenza dei loro autori; o se producevano qualche effetto immediato, egli era principalmente di aggiungere molte vessazioni a quelle che i pacifici e i deboli sofferivano dai perturbatori”. I Promessi sposi raccontano i vizi e le ingiustizie di un’Italia eterna.

550
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Ludwig perdonami ma io ti considero non solo un osservatore ma anche , in quanto blogger, uno dei forsennati artefici, tu per motivi ideologici ( la tua difesa-esaltazione di Montella sempre e comunque ha i tratti dell’ideologia, che fa il paio con la tua demonizzazione di Sousa ) altri in caccia di visibilità, di questa scontentezza di cui parli.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Permesse sta per premesse, qui sotto.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Ha ragione, secondo me, Paolotto, se fosse vero, andare su un esonerato fresco fresco, ed a causa del suo patetico rendimento, non è una grande strategia. Al di là di ciò Pioli finora ha dimostrato di essere una brava persona, ma null’altro. Anzi sul piano tecnico la sua esperienza sulla panchina dell’Inter dice solo cose negative, ha fallito su tutto il fronte e senza attenuanti, anzi con delle aggravanti visti il costo e la qualità del materiale a disposizione, ha fatto vedere, sul piano del gioco, il nulla, persino al di là dei già vergognosi risultati. Come si può giocare… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Il privilegio dello storico è registrare senza essere necessariamente coinvolto. E’ da tempo che vedo crescere questa scontentezza.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Da Fiorentina.it, pillole dopo la colazione per chi abbia la pressione troppo bassa.

“Per il rinnovo di Bernardeschi, l’ostacolo non sono i soldi”.
Formula un po’ retorica per dare un annuncio ufficiale.

“Tecnico viola, nelle prossime settimane l’affondo decisivo su Pioli”.
Come dare una spallata ad una porta già aperta. C’è anche da farsi male.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Basta che i DV spendino di piu’ provando a migliorare la squadra,e tutto cambierebbe.Mi pare molto chiaro che e’ solamente una questione di Euro.Quando eravamo in Champions nessuno li criticava e vedevamo in campo gente dieci volte meglio di quello che abbiamo da almeno tre anni.Poi entra in ballo l’allenatore,ma con giocatori di livello medio il risultato sara’ lo stesso,cioe’ settimo o ottavo posto come una buona la migliore provinciale.Certo e’ che Pioli aveva giocatori che erano costati molto di piu’ dei nostri,quindi mi sento di dire che per il fallimento dell’Inter Pioli ha tante colpe.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Se si guardano i bilanci, forse si spende troppo, non poco, Gianni. Penso che il problema sia “come” si spende. A volte si decidono soluzioni più costose di altre perché ci permettono di non impegnarci per il futuro, quando appunto – non avendo deciso cosa fare nel futuro – si debba comunque vivere il presente. Se, per come si evolverà il mio lavoro, non so ancora se mi servirà un’auto grande o una piccola, potrò anche prenderne intanto una a noleggio e poi si vedrà. Ma se ad un certo punto non mi decido, continuare ad utilizzare tutti i giorni… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

E vero che l’aria è brutta. Le cause devono essere molto profonde, perché lo scontento nasce da qualcosa che va oltre i risultati oggettivi dell’ultimo quinquennio, che stamani abbiamo trovato riepilogati nell’articolo del Corriere Fiorentino, e che non sono malvagi. Infatti, penso che al di là dei risultati passati, siano le prospettive future che paiono nere data la strada di disimpegno e di disinteresse che obbiettivamente emerge dalle scelte della società di questi ultimi anni. Vi è cioè il timore che si sia intrapresa una strada che porta al ribasso, ad un futuro grigio e anonimo, di cui anche questo… Leggi altro »

Ilgatto
Ospite

In una con le nostre scelte: Pioli licenziato. Magari ora costerà di meno.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Per me ora si complicheranno le cose se la società avesse voluto veramente Pioli.
Con l’aria che tira, è un po’ dura andare su un licenziato.

Ilgatto
Ospite

Ed anche questo è vero.Come peraltro è vero che nel calcio,Wenger a parte,entro un 2-3 anni al massimo tutti vengono licenziati,e poi riassunti altrove.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Sì, Gatto, ma un conto è un mancato rinnovo, altro conto un licenziamento brutale, come lo è quando ti buttano fuori a tre partite dalla fine del campionato. Si vede proprio che non ne potevano più, sennò ormai aspettavano anche questa quindicina di giorni. Anche se non è così, questa è l’impressione che risulta.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Si,è come dici tu,alla fine.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ho il sospetto, Mixo, che Lud si riferisca a qualcosa di più profondo e personale. Sì, c’ entra anche Della Valle, la sensazione di un ciclo fisiologicamente sospeso o finito, una ferita che neanche le mosse della memoria e della speranza – Antognoni e il nuovo stadio- hanno saputo rimarginare. Ma non so se veramente Della Valle sia la causa o piuttosto l’ effetto di questo livore, di questa voglia di annientamento dialettico,di questa incapacità di andare a vedere le ragioni dell’ altro per quanto ci siano distanti, che spira e si insinua tra di noi. Eppure, siamo tutti figli… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Solito errore di Allegri che non fa giocare Cuadrado dall’inizio, dando nuovo significato alla parola spreco.
Ma ormai sono due anni che viene utilizzato soprattutto, per permettere la standing ovation di chi esce.
A Barcellona invece avevano capito quanto ci fosse bisogno di rafforzare la difesa vendendo Dani Alves.
Facile fare mercato, prendendo gli svincolati.

Articolo precedenteNatali: “Tonelli è un buon giocatore, anche se poco tecnico. Acerbi il difensore più forte”
Articolo successivoNiente conferenza stampa per Sousa, parlerà solo Gonzalo
CONDIVIDI