Il blog di Ludwigzaller: Rinascimento viola

680



Non poteva non piacermi il Rinascimento elettronico, la mostra di video-arte che Bill Viola mette in scena a Palazzo Strozzi. Ho vissuto infatti per anni immerso nel Rinascimento e mi sento in qualche modo vicino a quell’epoca più che alla nostra. Gli storici sono spesso vittime della sindrome di Stoccolma, si innamorano del loro oggetto di studio così come i rapiti tendono a stringere legami affettivi con i loro rapitori. E d’altronde penso da tempo che una via d’uscita possibile alla crisi dell’arte contemporanea, che ha ormai esplorato ogni aspetto dell’astrattismo e dell’informale, sia il ritorno non scolastico al Rinascimento con i suoi equilibri formali, la sua armonia, il culto della bellezza classica.

Bill era arrivato a Firenze negli anni settanta, dove aveva trovato video-artisti attivi come l’affascinante Maria Grazia Conti Bicocchi, figlia nientemeno che di Primo Conti. Da quegli esperimenti elementari di un nuovo linguaggio artistico è arrivato alla perfezione ed al virtuosismo delle opere attuali. Partendo da un quadro di Masolino, un Cristo che si leva dal sepolcro, Viola ci mostra quella che appare come una immagine fotografica che rappresenta la stessa scena: il sepolcro sembra vuoto e due figure in abiti contemporanei si trovano presso di esso. Lentamente e quasi impercettibilmente l’ immagine si muove. Dal sepolcro affiora il corpo di un giovane Cristo risorto di cui le due persone si prendono cura amorevolmente. Incidentalmente, e per gli amanti dei misteri di Dan Brown, segnalo che nel dipinto di Masolino ci sono la Madonna ed un S. Giovanni Battista molto femmineo, che nella video rappresentazione di Viola pare essere diventato una donna. La stessa idea è alla base degli altri lavori che ci mostrano un gruppo di figure che si muove in un sentiero che attraversa una foresta, da Botticelli, o un Adamo ed Eva invecchiati da Cranach. Ma si ammirano anche fiamme e diluvi. È un’arte illusionistica dunque che credo non sarebbe dispiaciuta ai fiorentini del Cinquecento. Lo spirito del Rinascimento, depurato degli aspetti più banali e consueti, c’è tutto e Bill sembra essere riuscito a coglierlo, al culmine di un lungo percorso che è cominciato da una iniziale diffidenza per questa arte, seguita da lunghi soggiorni di lavoro e studio nel Paul Getty Museum di Los Angeles. L’iconografia della mostra, manifesti e biglietti, è rigorosamente viola e ricorda da vicino il colore delle maglie della Fiorentina.

Senza la qualità degli schermi e degli strumenti di proiezione, quelle immagini elettroniche sono incomprensibili. La mostra dunque va vista dal vivo, non c’è catalogo o filmato di YouTube che possa sostituire la visione diretta. Nomen omen: nel nome il destino. Nel cognome di Bill erano già annunciati Firenze e il Rinascimento.

Si registra nel frattempo una certa vivacità di commenti e reazioni a proposito della Fiorentina. Argomenti come il bilancio del periodo di Sousa, la possibilità ancora viva di arrivare al sesto posto, la scelta del nuovo allenatore, e il destino di Bernardeschi alimentano le discussioni. La sensazione di un rinnovamento in atto è palpabile e le premesse sembrano molto buone, tanto che non appare illecito, anche in questo campo specifico che più ci interessa, parlare di Rinascimento viola. Le mie idee le ho già espresse ma le riassumo: penso che un nuovo allenatore possa restituire equilibrio alla squadra, mettendo fine al bizzarro benché interessante sperimentalismo di Sousa. Non trovo scandalosa l’idea che Bernardeschi possa essere già venduto, sempre che si reinvesta bene quanto guadagnato. E quanto al sesto posto sembra proprio che niente sia deciso, visto che il rendimento delle tre contendenti è più o meno lo stesso e che nessuna delle tre viaggia a ritmi stratosferici.

680
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ludwig
Tifoso
Member

Mentre Montella viene riconfermato al Milan, arrivano sempre più conferme anche per Pioli alla Fiorentina, non è il nome che mi aspettavo ma mi preparo a giudicarlo serenamente e senza pregiudizi. Mi sembra un professionista serio ed una persona equilibrata.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Pioli, Di Francesco, Semplici, vanno tutti bene se sono convinti delle scelte societarie.
Il problema è sapere se queste ci sono.
Non tanto “quali sono”, ma “se” ci sono.
Leggo che i due fratelli Della Valle parleranno. Era l’ora.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Insomma un ragionierino, l’esatto contrario dello Stay Hungry Stay Foolish di Steve Jobs. La pisseraggine impera…

gianni usa
Ospite
gianni usa

Corvino ha detto che le proteste e gli striscioni sono “COSE CHE FANNO SORRIDERE”.Mi pare chiaro che di quello che sentonoe soffrono i tifosi (che poi sono quelli che pagano) a lui,ai DV,a tutti i dirigenti inutili e a tutti quelli che stanno ancora dalla loro parte non puo’ interessare di meno,Anzi loro ridono di tutto questo bailame.Meditate perche’ piu’ chiaro di cosi’ l’incapace pugliese non poteva essere.

Ludwig
Tifoso
Member

E’ anche vero Gianni che queste proteste sono in gran parte dovute ai risultati, in caso di risultati migliori sono destinate a rientrare il prossimo anno.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Non si dovrebbe sorridere di chi, anche se in termini discutibili, esprime il proprio malumore dopo due anni di grigiore e di abbandono della società rispetto alle sorti della squadra sul campo. Del resto, su uno striscione bisogna essere stringati, diretti, incisivi. Non c’è spazio per scriverci una poesia né per usare espressioni formalmente aggraziate (che potrebbero anche risultare di difficile comprensione per alcuni dei destinatari).. Lo stesso Corvino ha riconosciuto gli errori che sono stati commessi, quindi neppure lui può negate che i motivi di disappunto siano fondati. Sorriderne, vuol dire confessare una certa ipocrisia quando si sono ammessi… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

C’è un momento nella storia dei tornei in cui ad una squadra va bene tutto, gli avversari non segnano neanche morti, gli attaccanti, al contrario, la mettono dentro con relativa facilità. E’ lo stato di grazia di cui ha goduto l’Italia ai mondiali del 1982 e del 2006. E del quale temo stia godendo la Juventus attuale.

Ludwig
Tifoso
Member

Niente da fare, anche il Monaco è caduto e la Juve sembra avere partita e qualificazione in mano. Dovremo sopportare una finale di Champions juventina. Purtroppo. C’è però un vantaggio: nelle classifiche europee per club l’Italia salirà, consolidando il diritto a quattro squadre in Champions.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Una vittoria della juve in CL ci farebbe guadagnare ben 0,33 punti in classifica UEFA, se ne può fare a meno…

Ludwig
Tifoso
Member

Non so se sia poco o sia tanto, ci sono supplenti della scuola che per 1/4 di punto si accoltellano Massimo. Ad ogni modo è difficile criticare questa Juve che vince molto bene, senza trucco o inganno.

Ludwig
Tifoso
Member

E a proposito della partita di stasera, leggo che verrà escluso Cuadrado: un errore.

Ludwig
Tifoso
Member

Senza dimenticare la coda juventina di stasera, a proposito della quale mi sento di dire che è davvero difficile a questo punto fare una previsione. Lo scopriremo solo vivendo.

Ludwig
Tifoso
Member

Con le divagazioni in prosa e in rima di Berardo, Fabrizio e Lucido, il post si avvia alla conclusione. Domani prometto qualcosa di nuovo.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

“Guardate che sono laureato”, disse, come il suo predecessore, il patron della Fiorentina di ritorno da Benevento in una cena a Bagno a Ripoli con i suoi collaboratori più fidati. “Non abbiamo soldi” esordì l’Omo nero. “Meglio non si può fare, la squadra è la stessa di anni fa”, commentò il mago di Vernole. “Io guardo negli occhi”, disse il terzo, taciturno come al solito. “Ho promesso di lottare per lo scudetto nel 2011, mi chiamano ciabattino ma non ho fatto una scarpa in vita mia. Mio padre sì che era bravo. C’è bisogno di un nuovo allenatore, per ricostruire… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Alcuni una bacheca raggiante, altri orientali promesse, altri munifiche rose dicono esser la cosa più bella sulla nera terra, io invece il conto che mi torna. Assai arduo è peró farlo capire a chiunque, infatti colui che molto eccelleva per bellezza tra gli uomini, Odisseo, lasciata la sposa elvetica, partì per Fiorenza, in autostop, né ripensò alla gobba, all’amata Ungheria, per nulla, ma lo traviò Pradite, lui, innamorato; subito, infatti, col suo animo incostante, facilmente ignorò del bilancio la cupa voragine; si desta il ricordo di Ercole, che non è qui; ah, vorrei poter vedere il suo terrificante incedere sui… Leggi altro »

Lucido
Ospite
Lucido

Or t’avvolgo in un unica speme,
tu Fiorenza divina tra i viventi,
non occorre che ancor tu più freme,
di eterne glorie e momenti vincenti.
Tal Gnigni di conti ammantato
ti spiegò in un sol momento
quale il posto tuo soleva levato
nella disputa del bigio piazzamento.
Quindi godi dell’annosa bellezza
dei tuoi figli irridenti e perfetti
ahimè non più di trionfi in carrozza
nè di coppe, medaglie o scudetti.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Caro Lud, come da incarico a suo tempo assegnatomi da te e Lele certifico ufficialmente che il Milan di Montella è matematicamente escluso dai primi tre posti.

Ludwig
Tifoso
Member

Lele sono mesi che non si fa sentire, io avevo richiesto un impegno costante, sennò si applica il programma per i non frequentanti e si debbono portare due libri in più.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Io avevo proposto ad un mio amico di investire un centinaio di euro tra viaggio/albergo/rappresentanza e rilevare il Milan, hai visto mai.
Tanto, a far debiti, firmare incravattato due scartoffie e dire Foza Mila ero buono anche io.

Scherzi a parte, il buon Vincenzo si è ficcato in una situazione terrificante, altro che Champion’s.

Ludwig
Tifoso
Member

Oggi sono giunte notizie più rassicuranti, il Milan pare stanzierà un massimo di 150 milioni di budget. Se poi il Milan molla Vincenzo lo possiamo sempre riprendere, io ci sto.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Non ho letto, ero rimasto ai 300 milioni di prestito con restituzione maggiorata a due anni. Sul versante sportivo, Donnarumma che, se rinnoverà, creerà certo squilibri nello spogliatoio, De Sciglio in partenza, un mini-blocco valido di italiani con dietro il nulla.

Se volesse tornare da noi vado a prenderlo in spalla, Lud.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

E’ il solito articolo da ultrà milanista della gazza, non ci credono nemmeno loro: dove li trova sto tizio stii soldi, visto che si è già inchiodato per centinaia di milioni, oltretutto con restituzione a breve ?

Ludwig
Tifoso
Member

Non chiederci lo scudetto che infiammi da ogni lato
l’animo nostro informe e a lettere viola
lo dichiari e risplenda come un giglio
perduto in mezzo a un polveroso prato.
Ah il cinese che se ne va sicuro
agli altri e ai suoi soldi amico
e la plusvalenza sua non cura
che il giocatore frutta se è maturo.
Non domandarci il budget che il mondo possa aprirci
si qualche vago euro e rotto come un ramo
codesto solo oggi possiam dirti:
che l’anno scorso di nuovo perdiamo.
Eugenio Cognigni-Montale

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Questa nuova vena poetica del blog è magnifica. Scudetto l’iniziatore, ma quanta bellezza.

Ludwig
Tifoso
Member

scorso=prossimo naturalmente.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

.. però così non vale.
Ora aspettiamo Quasimodo, purchè non sia quello gobbo.

Ludwig
Tifoso
Member

Ungaretti: si fa alla svelta.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Sogno e risveglio d’estate Tra le battaglie, Antonio, nel carme tuo sempre sonanti la calda ora mi vinse: chinommisi il capo tra ‘l sonno in riva di Bisenzio, ma il cor mi fuggì sull’Affrico. Sognai, placide cose de’ miei novelli anni sognai. Non più blog: la stanza da ‘l sole di luglio affocata, rintronata dal cinguettar delle cornacchie slargossi: sorgeanmi intorno i miei colli, cari selvaggi colli che il giovane maggio rifioría. Scendea pel Vial de’ Mille un diciassette, con mormorii strani e pur parea un tramme: su ‘l tramme reggeasi Diego alla maniglia, florido ancor ne gli anni, traendosi… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Ci stiamo trasformando in un blog poetico. Bello questo esercizio carducciano Giosuè.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Giosuotto, diciamo meglio…

Scudetto nel 2011
Ospite
Scudetto nel 2011

Al caldo di giugno, al Franchi scendeva il portoghese Non c’ eran più soldi, prestiti soltanto e voci sospese Mario soltanto, e il suo portafogli d’ amianto, Le coppe piu’ belle e la gioia lontani come stelle I tifosi vicino sembravan sommersi dalla voce del ragioniere; O sogni o visioni qualcosa lo prese e si mise a pensare; Senti’ che era un punto distante dal presidente, Senti’ che era un niente, il passivo immenso di fronte E in questo sentiva qualcosa di grande Che non riusciva a capire, che non poteva intuire; Che avrebbe spiegato, se avesse capito lui, il… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Pare un pò conservativa la scelta di Pioli, ma nessuna preclusione, dovesse arrivare vedremo che squadra metterà in campo e con quali risultati.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Anche tu con l’Atalanta da prendere a modello, caro Fabrizio? I campionati dell’Atalanta? Quali campionati? E l’anno scorso chi dovevamo prendere a modello? Il Leicester? Quanto alla Lazio, così come la Roma, se l’Italia calcisticamente fosse un paese almeno decente sarebbe(ro) fallita-e a da tempo. Di cosa stiamo parlando allora? Ma per cortesia! Vedi poi, sul moduli adottati, sulle formazioni scelte, sulle dichiarazioni, più o meno reinterpretate, più o meno strumentalizzate, sugli atteggiamenti, sui profili psicologici di Sousa ci possiamo sbizzarrire, ma di opinioni, e spesso manipolazioni, allegre ed in libertà, e non esperte si tratta. Invece che la rosa… Leggi altro »

tifoso abbonato
Ospite
tifoso abbonato

Te sei qui per far passare il tempo comodo comodo, chi tifa viola spende tempo e denaro al Franchi non in poltrona, tifa juve che è la tua squadra.

Ludwig
Tifoso
Member

Un commento di cui avrei fatto molto volentieri a meno.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Tranquillo, Fabrizio (21.58). Siamo ormai alla fine e verrà un nuovo allenatore. Sarà dolce, pacato, sensibile, umile, accondiscendente, di modiche pretese e non molto convinto di sé (come è preferibile che sia, a scanso di equivoci). Ed insieme sarà anche capace, carismatico, innovatore, eclettico, dalle idee chiare e lucide prontamente adattabili alle mutevoli situazioni. Di aspetto fisico, avrà la pancetta e il doppio mento, ed una incipiente calvizie, e sarà anche un po’ sciatto nel vestire: uno tipo Benitez per intendersi, che sembri più che altro un ex impiegato in esubero del Monte dei Paschi. Vorrà stare a vita alla… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Ho semplicemente immaginato, citandone le fonti (egli stesso, Vialli), donde potesse aver sviluppato quel dogmatismo e quella durezza -se vogliamo eccessiva sicurezza di sé- , suggerita da Ludwig e da me condivisa, che Chiari è un fatto, perché si gioca con un modulo solo in croce da due anni. Ma tu mi dirai: che sei allenatore? E ripiombiamo nella stasi, nel limbo platonico tra doxa e verità. Tu a ribadire la centralità dei fatti e del depauperamento della rosa, io a propugnare buon senso e arte di arrangiarsi, passione e competenza, che sono crollate da un anno e mezzo ma… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Pur non volendo calcare la mano anch’io penso che queste lamentele siano servite a Sousa per mascherare certe sue difficoltà.

Ludwig
Tifoso
Member

Debbo fare un copia e incolla per ricordare cosa ho scritto su Sousa un mese fa, non un secolo fa, in un post intitolato “Lo scherzo”: “Sul piano tecnico e tattico, lascia un progetto calcistico molto interessante ma irrisolto. La sua intelligenza calcistica, pur viva, non lo conduce verso le soluzioni più semplici ed immediate. Il desiderio di sorprendere e di lasciare il segno non sempre produce i risultati sperati. Alcuni giocatori gli debbono molto: Alonso diventa con lui un giocatore maturo che attira l’interesse del Chelsea. Anche Bernardeschi esplode, benché il suo rapporto con Sousa conosca alti e bassi.… Leggi altro »

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Caro Fabrizio io non contesto che si divaghi, dico solo che le divagazioni sono una cosa i fatti concreti un’altra, e neppure che si facciano profili psicologici, li ho solo giudicati arditi, tutto lì.
Un salutone Viola!

Ludwig
Tifoso
Member

Senza voler troppo insistere su Sousa, lascerei a Fabrizio spazio per le sue divagazioni creative, che naturalmente non sono e non possono essere diagnosi in senso psicologico o magari psicoanalitico.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Sottoscrivo.

Ludwig
Tifoso
Member

“I calciatori non vedranno le famiglie fino alla salvezza” (Preziosi).

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

“Qualcosa ha creato un humus non giusto da parte del nostro tecnico”, (Corvino, sempre più nelle vesti del giardiniere Chance sottratte a Paolotto).

Ludwig
Tifoso
Member

Humus nel senso di antipasto da stendere sui crostini.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Quello sui crostini credo che si chiami hummus (ceci, sesamo, olio ecc).
Più o meno sul colore ci siamo, ma quello che uso io per migliorare il terreno è un po’ più scuro. Tutto naturale, assicuro. Ma non lo consiglio per i crostini, Anzi, a Pantaleo lo consiglio anche per i crostini, è quel che si merita.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ehm … via mi scuso … vorrei cancellare l’ultima frase …

soffici
Ospite
soffici

Non ti preoccupare Paolotto, un po’ di merda figurata spalmata sul pane non farà di un signore come te un delinquente!

Ludwig
Tifoso
Member

Un altro segno del distacco profondo che affiora tra la proprietà e i sostenitori, anche quelli più equilibrati come Paolotto.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ti ringrazio per la solidarietà, Soffici.
Era una battuta, ma un po’ greve per la verità.
Buona giornata.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Eterna?

Ludwig
Tifoso
Member

Possibile, debbo dire però che una occhiata alla classifica lascia capire il senso delle paure di preziosi: nelle ultime cinque partite il Genoa ha fatto un punto, mentre Empoli e Crotone vanno forte.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Non ne ha, qui sotto alla fine, non non è ha.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

No Lud, non ci capiamo, Sousa ha fatto il possibile e dal punto di vista della qualità del gioco anche di più. Quindi non dovrebbe essere lui a pagare per la flessione. Poi può anche darsi che nessuno debba pagare e che con l’indebolimento voluto della rosa la flessione fosse da mettere in conto, l’importante è non dare responsabilità a chi non è ha.

Ludwig
Tifoso
Member

Restiamo della nostra opinione, Chiari, ti dò ragione però sul fatto che non si debbono alzare i toni su Sousa.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

@gatto e chiarificatore, siamo su un blog, è indiscusso che servano esperti per affermare con sicurezza una qualsivoglia proposizione. Ed io, esperto, non sono. Ma non voglio ridurre il calcio a mera occasione domenicale e basta, senza vissuto né storicità. Ci si appassiona ai racconti ed alle imprese (anche quelle mancate) perché non si misurano col bilancino i meri fatti. Si vagheggia sul “dietro”, lo si farà sempre, ed è giusto e bello così. Per concludere, vorrei far notare che la pilatesca epoché da voi suggerita è comunque pericolosa: per quanto si parli di situazioni indirette, estremizzando si potrebbe dire… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Il blog è anche occasione per qualche divagazione, certo Fabrizio. Poi tu scrivi e argomenti bene.

Ilgatto
Tifoso
Member

Cosa mai può averti suggerito che io mi senta portatore di posizioni improntate a saggezza,mio giovane amico,non riesco a capirlo,ma non ho,credimi,fantasie del genere,semplicemente, nel caso di specie,ho una idea diversa dalla tua.Diversa,ribadisco,non migliore.Mi ripeto: pensare di entrare nella mente di uno sconosciuto per me è impossibile e,soprattutto,poco interessante,è un lavoro e va fatto con chi ti chiede esplicitamente di farlo,non un passatempo.Per chi fa quel lavoro,ovviamente.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Caro Fabrizio io non contesto che si divaghi, dico solo che le divagazioni sono una cosa i fatti concreti un’altra, e neppure che si facciano profili psicologici, li ho solo giudicati arditi, tutto lì.
Un salutone Viola!

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

No Massimo, io non sono innamorato di Sousa e non odio Montella.
Anzi confermo che se Sousa allenerà una concorrente della Fiorentina spererò ardentemente in un suo fallimento.
Ho detto altro, e se chiami in causa le mie opinioni rispettale per quello che sono per cortesia.
O devo dedurre che non riuscendo a contestarle le manipoli per trovare argomenti peraltro, consentimelo, di basso livello ?

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Dai su, stiamo a parlare di ca***te in mancanza di meglio da fare, non essere sempre piccoso. Il gioco di Sousa è meraviglioso, straordinario, mai visto , etc sono parole tue, non mie. E mi sembrano un cacchino esagerate, da adoratore appunto. Poi se ci tieni, a me Sousa come allenatore piace, ha un gioco moderno, molto simile ad esempio, almeno dai pochi spezzoni che ho visto a quello che fa il ragazzino tedesco nell’Hoffenheim: molto controllo palla nella propria metacampo e veloci verticalizzazioni sulle quali poi si entra in pressing nel caso di perdita possesso. Fondamentalmente ci si difenda… Leggi altro »

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Allora vedi che siamo d’accordo ? Sul gioco di Sousa ho riportato non solo la mia laica opinione ma le valutazioni generali, che vedo che sono anche le tue ( quanto alle sue presunte fesserie e che sia un paraculo è un valutazione che lascio a te ) che circolano in Italia. Non sono piccoso, semplicemente se qualcuno la butta in caciara straparlando di adoratori o di odiatori invece che nel merito delle cose che essi sostengono, io non mi incazzo, mi chiamo fuori, e se tu vuoi buttarla in caciara fallo pure, ti leggo, ma ti pregherei di non… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ciò che sorprende non è la sconfitta col Palermo, quanto il fatto che la squadra abbia più o meno tenuto sino alla partita con l’ Empoli. Perchè i presupposti per uno sbracamento totale c’erano tutti sin dal ritorno col Borussia. Per il resto, si potrebbe copiaincollare i commenti dopo le sconfitte di Montella in casa con Verona o Cagliari, o in occasione del Sunset Boulevard di Prandelli: sarebbero gli stessi di oggi. Siamo noi che non comprendiamo loro, o loro che proprio non capiscono?

Ludwig
Tifoso
Member

Si torna a quelle sconfitte di Montella Uno ma non si ricorda che la Fiorentina affrontò in quei giorni una trasferta in Ucraina molto difficile contro una squadra favorita per l’Europa Legue e battuta. Prandelli poi ha fatto addirittura la Champions un torneo che se non hai la rosa adatta e abbastanza lunga ti massacra. La stessa Fiorentina di Prandelli non cedette subito ma solo dopo la sconfitta in Coppa Italia con l’Inter di Mourinho, ultimo obiettivo stagionale.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Io penso che è del tutto naturale che qui lavorino allenatori imperfetti, viste le ambizioni. Casomai si dimentica che sono variabili dipendenti in un contesto durevole. Nel momento in cui risolve la crisi di una stagione nel tecnico di turno, paradossalmente gli si riconosce una grandezza che non gli può essere propria.

Ludwig
Tifoso
Member

Capisco cosa vuoi dire Uno, questa discussione è sicuramente il segno di una crescita di importanza del ruolo dell’allenatore che è un dato di fatto. Basta leggere i titoli dei giornali per rendersene conto. Prima si scriveva: il Milan di Rivera vince la coppa dei campioni. Oggi è facile leggere titoli come: La Juve di Allegri elimina il Barcellona. Ma capita anche di leggere: Allegri elimina il Barcellona o persino Allegri fa fuori Enrique. Siamo agli antipodi del calcio che seguivamo un tempo, nel quale tutte le squadre adottavano di fatto sistemi di gioco analogo.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

ma abbiamo sbracato….è che pure le altre hanno sbracato ( 48 gol il turno scorso..) quindi la cosa si è notata di meno.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Macchè, dopo il Borussia hanno fatto dodici punti in sei partite, spesso con gol segnati da ultimo.. E’ un dato sorprendente in una stagione così moscia.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

abbiamo vinto – a fatica – con le già vacanziere Bologna e Cagliari e con il Crotone che all’epoca le perdeva tutte.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Abbiamo capito: Lud odia Sousa ed è innamorato di Montella, Chiari è innamorato di Sousa e odia Montella. L’ultima volta che mi sono innamorato io era di una mora alta e snella con lunghi capelli neri e gli occhi di brace, ma tutti gusti son gusti.

Ludwig
Tifoso
Member

Massimo io non mi sono innamorato di nessuno. Quando sono arrivati a Firenze non conoscevo né l’uno né l’altro. Di Montella ricordavo le esibizioni come aeroplanino che non mi entusiasmavano, di Sousa gli anni juventini. Ma avevo visto molto di rado giocare il Catania di Montella e mai il Basilea di Sousa. Se dunque ho giudicato bene il lavoro dell’uno e male quello dell’altro ciò è stata semplicemente la conseguenza di quanto ho visto in campo a Firenze.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Dai, su…è colpa sua il non mercato, è colpa sua se fa giocare Salcedo ed è colpa sua se non lo fa giocare, lo accusi di non aver capito che fior di campioni erano Banalouane e Diks, gli fai dei ritratti psicologici da criminologo, ora ci dici che epura i giornalisti che nemmeno Beria…

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

L’unico fatto incontrovertibile è che la rosa è stata indebolita e che la flessione nelle sue dimensioni è ampiamente giustificata da tale indebolimento, quindi Sousa non ne ha alcuna responsabilità, anzi ha il merito di essere riuscito , nonostante ciò, a far vedere un grande calcio. Tutto il resto sono parole al vento, profili psicologici inclusi.

Ludwig
Tifoso
Member

Non ha alcuna responsabilità mi sembra decisamente troppo, diciamo che ha qualche attenuante.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Bene, hai fatto un piccolo passo avanti verso la realtà dei fatti inoppugnabili. .

Scudetto nel 2011
Ospite
Scudetto nel 2011

Berardo
leggo nei tuoi occhi
di aver conquistato ed avvertito
un istante eterno
e inclito, incancellabile
amletico da ombreggiare.
Cosa vuol dire questo
non so
so però
che mi rende
a te fratello

Un abbraccio dal tuo
Scudetto nel 2011

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Con tre sorelle, avrei sempre voluto avere anche un fratello, Scudetto. Viola, per giunta.

Ilgatto
Tifoso
Member

Proprietà cinese tanto il Milan tanto l’ Inter, in Luglio in Cina una importante manifestazione calcistica di propaganda,io credo che ambedue le Società abbiano dato precise disposizioni in merito alle priorità, credo che i 2 punti nelle ultime 6 partite dell’ Inter parlino chiaro,il loro dramma è che ad inseguire,si fa per dire,ci siamo noi…!

Ludwig
Tifoso
Member

Ho qualche dubbio in proposito. Prendiamo il Milan: è fuori dall’Europa da anni, immagino che nelle classifiche internazionali sia precipitato. In Europa deve rientrare il prima possibile.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ludwig (15.30), abbiamo intanto buttato al vento una delle cinque partite che rimanevano, una delle cinque “finali”, una delle più facili tra l’altro . E ora, per recuperare lo svantaggio, rimasto immutato dall’Inter e aumentato dal Milan, c’è una “finale” in meno a disposizione.
Quando il presidente onorario ha parlato di “cinque finali” forse voleva dire proprio questo: che erano le ultime cinque partite del campionato 2016-2017, quelle finali appunto.
L’effetto prodotto sulla squadra è stato questo: una mera constatazione di quanto mancasse ancora ad andare in ferie, con la conseguente tentazione – riuscitissima – di anticiparle.

Ludwig
Tifoso
Member

In società stanno spingendo per recuperare, ma forse non sono tanto convinti che possa succedere. Evidentemente dall’interno certe dinamiche si capiscono meglio.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Il mantra “le prossime sono tutte finali” di solito porta una sfiga pazzesca. Il dato mediatico più disperante di Palermo però è il rapporto tra lo sguardo ipnotico di Andrea e la prestazione in campo. Perchè, o uno lo prende sul serio, e allora denota il totale scollamento tra datore di lavoro e dipendenti, Oppure lo prende sul ridere, e forse è anche peggio.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Si dice che la squadra non segua più Sousa, perché tanto se ne va.
E ci può stare, a parte ogni considerazione.
Il fatto che non potrebbe importarle di meno neppure di quello che dice il padrone è invece più preoccupante.
Pensano che se ne vada anche lui? .

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Eh eh….questa è carina

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Milan peggio della Viola con le piccole. Ad ulteriore dimostrazione delle similarità tra Sousa e Montella. Mancanza di continuità e cali mentali. Difficoltà a tenere alte concentrazione e motivazioni. Drammi societari e buchi di bilancio. Le differenze nei moduli e stili non cambiano invece di molto i risultati.
Peggio ancora con le grandi. Per migliorare il rendimento partirei però dal contado. Magari cercando di batter l’Empoli al Franchi. Mi sembra la strada più percorribile. Guardare negli occhi lo limiterei agli incontri romantici.

Ludwig
Tifoso
Member

Io non riesco a mettere sullo stesso piano Sousa e Montella.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Quando per un anno di fila si rincorrono – tra qualche luce – delle prestazioni orripilanti, rimane difficile non chiamare in causa anche l’allenatore, ed io lo chiamo in causa. Tra l’altro, sebbene per motivi diversi dai risultati, per me il rapporto sarebbe stato da risolvere alla fine del campionato scorso. Non tanto per i risultati, appunto, quanto per l’evidente incompatibilità con la società. Preciso inoltre che, quando Sousa fu ingaggiato, io lo ebbi subito in grande antipatia per il suo passato juventino e per quella sua infame dichiarazione di irridente sorpresa, quando era gobbo, del fatto che un campione… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

E’ bene non esagerare nelle critiche a Sousa, in questo Chiari ha ragione, più corretto è separarsi amichevolmente ed aprire presto il ciclo nuovo. Se abbia più colpe lui o la società è veramente difficile da stabilire. Non sono però disposto ad assolverlo, però, troppo semplice presentarsi come una vittima di una congiura ed uscirne puliti.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Sousa però ha fatto una cosa che lo ha riscattato dal gobbismo: ha conosciuto in senso biblico – diciamo così – la figlia di Lippi e per questo fu mandato via.

Ludwig
Tifoso
Member

Sarà poi vero, Massimo, questa leggenda metropolitana la sento raccontare ogni anno con un giocatore o allenatore diverso.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ma sempre con la stessa figlia?

Ludwig
Tifoso
Member

La prima volta che l’ho sentita la storia riguardava Gigi Radice, cacciato dalla Fiorentina per aver concupito non so la figlia di chi ma credo del presidente di allora.

Deyna
Tifoso
Deyna

La moglie.

Ludwig
Tifoso
Member

Se ne sai di più Deyna facci sapere!

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Non ho capito bene:trafficava con la moglie di Mario Cecchi Gori??O,se è del ’73 che si parla,con la moglie di Ugolini???Per carità,illuminatemi!

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Negli anni 70 la moglie di uno stopper e qualche nobildonna in vista, fonte certa . Di uno che in quella Fiorentina ci giocava….La moglie di Vittorio si diceva se la facesse con il figlio di Radice, ma queste sono chiacchiere su cui non posso garantire.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Vi do un gossip esclusivo: Lippi al mare ci ha provato pure con mia sorella…

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

E lei?

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

” quel vecchiaccio schifoso “. Aveva il doppio dei suoi anni…

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Questa di Sousa uscì subito, a Viareggio la sapevano tutti. Radice senior si occupava delle mogli degli stopper, più che altro.

Mixo
Tifoso
mixo

Situazione molto chiara, non da oggi del resto.
Con Diego disimpegnato e completamente disinteressato, se non a perderci il meno possibile, Andrea fà quello che può (offerte irrinunciabili a Salah, Toledo è un crack, gli sguardi negli spogliatoi, eccetera) cioè oggettivamente troppo poco e troppo male.
Cambiate i nomi dei dipendenti che dovrebbero gestire la baracca: Cognigni, Corvino, Freitas, Antognoni, Rogg, Sousa e via dicendo… e il risultato non cambierebbe di una virgola.
E hanno il coraggio di presentare progetti per lo stadio nuovo? Come dicono a Parigi: ma che ccestai a pprovà??

Ludwig
Tifoso
Member

Andrea Della Valle ci ha provato a parlare con la squadra e caricarla, non è bastato, credo che circoli in società una certa rassegnazione. Poi magari va a finire che nella corsa tra le tre tartarughe quella viola prevalga sulle altre. Ieri abbiamo perso solo un punto sul Milan e nessuno sull’Inter.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Come ha detto un altro utente, non mi ricordo chi, ad Andrea manca completamente il senso del ridicolo se si vede come motivatore…

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Allucinante l’accanimento con il quale avete individuato l’origine dei nostri mali in Sousa, disegnandone persino un ardito profilo psicologico a più mani, e la vostra capacità di trasformare, spesso trasformando o inventando proprio o ricorrendo al classico “pare che”, ogni sua parola, ogni suo atteggiamento, ogni suo sguardo, ogni sua espressione in un capo d’accusa contro di lui. Altro che deus ex machina! Qui siamo all’esatto opposto, al diabolus ex machina. E la storia ci insegna che spesso quando l’ostilità verso il presunto responsabile di una situazione raggiunge questi livelli, questa cattiveria, questa malvagità, questa ossessione, siamo di fronte all’esatto… Leggi altro »

Deyna
Tifoso
Deyna

Io spero che la società abbia la capacità di riconoscere le vere cause di questa situazione più che altro perché è il solo modo che ha per ripartire e porsi di nuovo traguardi sportivi, se lo vuole. Se farà di Sousa un capro espiatorio e continuerà con questa politica, i problemi ci saranno anche col prossimo allenatore, chiunque sia. Sousa era stata una scelta molto buona, aveva portato un’idea di calcio che migliorava la precedente, una mentalità da grande squadra, ma è stato lasciato solo, prima boicottandolo col [non] mercato di gennaio 2016, che già doveva rimediare agli errori di… Leggi altro »

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Ma certo Deyna, quando dico che spero nella capacità societarie di vedere le vere cause di questa situazione non è solo in riferimento alla necessaria correttezza nei confronti dell’allenatore che si lascia andare via, ma anche in relazione alle possibilità rilancio.

Ludwig
Tifoso
Member

Stessa risposta che ho dato a Deyna, Chiari: possiamo concedere a Sousa le giuste attenuanti, ma neppure sgravarlo da qualsiasi responsabilità. Tu sai meglio di me che quando si ricopre un ruolo di responsabilità nell’organigramma di una società, in caso di difficoltà se ne deve rispondere.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Chissà quale sorte dovrebbe allora toccare al massimo vertice dell’organigramma societario, con tutti questi buchi di bilancio nonostante le lucrose cessioni degli ultimi anni.
Rispondere? Mi pare una bella impresa. Proviamo a chiamarlo, per vedere se si volta.

Ludwig
Tifoso
Member

Hanno già pagato in diversi Paolotto, primo fra tutti Pradè. Andrea Della Valle certo non può autolicenziarsi e si sa che Cognigni è detto il terzo fratello.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

No Lud, non ci capiamo, Sousa ha fatto il possibile e dal punto di vista della qualità del gioco anche di più. Quindi non dovrebbe essere lui a pagare per la flessione. Poi può anche darsi che nessuno debba pagare e che con l’indebolimento voluto della rosa la flessione fosse da mettere in conto, basta però non dare responsabilità a chi non è ha.

Ludwig
Tifoso
Member

Io spero Deyna che non succeda con Sousa quello che è già accaduto con Mihajlovic, che non ci si ritrovi qui, tra qualche anno, a discutere della carriera di un Sousa che è arrivato decimo in campionato alla guida del Torino, ma ha tante attenuanti. Sousa è arrivato a Firenze in un momento difficile, operazioni come quella di Gomez avevano affossato i conti e messo in difficoltà la Fiorentina. Dunque qualche attenuante possiamo riconoscerla a Sousa, ma non si può impartirgli una assoluzione completa in articulo mortis. In queste ore si sta parlando di Diks che nel Vitesse vince il… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

Noi siamo contrari moralmente alla figura del terzino destro.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Ma dove le prendi queste notizie ? Diks non vince nessun campionato e non segna nessun gol. E’ entrato da riserva all’ 88° della finale di Coppa d’Olanda per infortunio del titolare – tale Kelvin Leerdam – e ha fatto l’assist – il primo da quando è in Olanda – per il 2-0. Puoi controllare: http://www.transfermarkt.it/kevin-diks/profil/spieler/335209

Ludwig
Tifoso
Member

Ha fatto l’assist per il 2-0, ti pare poco? E come dicevo a Deyna l’anno prossimo rientrerà, aspettiamo a dire che gli acquisti dell’anno scorso erano tutti dei bidoni. E manca all’appello anche Hagi, mai impiegato, tranne qualche minuto.

Deyna
Tifoso
Deyna

Non ho detto che Diks è un bidone, per quel poco che ho visto in passato in qualche partita del Verdesse contro Ajax o Feyenoord non è male come poenziale, dico che non era pronto. Bidoni per un verso o per l’altro, e per ragioni diverse, sono Olivera, Milic, Cristoforo, De Maio…Hagi [come Toledo] non è pronto fisicamente, o almeno non lo era fino a qualche tempo fa. La classe però è immensa…

Ludwig
Tifoso
Member

Corvino non aveva soldi e non poteva vendere per poi comprare, dunque è stato un mercato a zero, ma Diks, Hagi e Castrovilli sono nostri, altri come Toledo erano in prestito.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Per la Gazzetta, se ricevi palla e per segnare devi scartare un uomo non è un assist. Ma Lud più che un attento cronista è un bravo romanziere. Diks è sempre stato portato in panchina, da Sousa. Entrato nel finale col Napoli non ha impedito il pareggio. Col Cagliari non ha brillato, ma non ha certo colpe. Appena arrivato a Firenze, Hagi è stato subito schierato nelle amichevoli, inclusa quella col Celta Vigo. Essendo giovanissimo e fisicamente ancora fragile va e viene dalla Primavera dove non è titolare neanche lì. Sousa lo tiene sotto osservazione, non c’è da preoccuparsi, se… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Berardo io non posso andare in Olanda a vedere Diks, la mia fonte è pensa un pò Fiorentina.it che ha scritto: “Kevin Diks (’96) – Vitesse (Olanda, Eredivisie)
Diks nella storia con il suo Vitesse: 2-0 all’AZ Alkmaar e vittoria della coppa Nazionale. Primo titolo nella storia del Vitesse. Diks entra all’83’, e serve a Van Wolfswinkel l’assist per il raddoppio”. Assist e non lancio lungo, naturalmente si può sempre contestare la fonte ma non contestare me.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Infatti ho detto che il calcio lo racconti, non che ne fai la cronaca.
Ma prima di dire cose gratuite su Hagi, farei più attenzione alle fonti.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

E’ scivolato tra le riserve nel Vitesse, e dal filmato che ho postato mi pare ci si renda bene conto del livello, il punto mi pare questo, direi, non una palla lanciata in avanti alla speraindio che né in Italia né nelle competizioni UEFA e FIFA sarebbe considerata un assist, visto che l’attaccante ha dovuto scartare un difensore

Ludwig
Tifoso
Member

La fonte è Fiorentina.it che ha parlato di assist.

Deyna
Tifoso
Deyna

Il livello del calcio olandese attuale è molto basso. Diks non ha vinto il campionato, ma la finale di coppa nazionale, ultimamente si dice abbia fatto anche brutte partite oltre alle belle precedenti. I diversi goal si traducono in…zero gol, a quanto mi risulta. Diks ha giocato pochissimo a Firenze perché nelle amichevoli ha molto deluso, apparendo tatticamente confuso e debole nella fase difensiva, non facendo di meglio nel paio di partite ufficiali che ha disputato. Si vede che ha delle doti, ma non era assolutamente pronto.

Ludwig
Tifoso
Member

Diks non ha segnato il goal ma ha fatto l’assist nella finale della Coppa olandese, è dato per certo il suo rientro a Firenze il prossimo anno, forse poteva avere qualche possibilità in più, lo vedremo.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

guardatelo qui l'”assist”, un rilancione alla viva il parroco. https://www.youtube.com/watch?v=s5glfYtE4RM

Ilgatto
Tifoso
Member

Milic, invece,è pronto? A che?

Ilgatto
Tifoso
Member

Non so a quali mani ti riferisca come tratteggianti arditi profili psicologici,ma ti assicuro non alle mie,sono stato esplicito nel precisare che non sarei entrato in un piano scivoloso e,tra l’ altro,impossibile da frequentare su un sito di tifosi, cosa della quale sono totalmente convinto in assoluto: alcuni ambiti richiedono esperti.Che Società e mister stiano litigando è sotto gli occhi di tutti, andare avanti così a me non sembrerebbe idea vincente,ma l’ assetto psicodinamico del mister non è davvero cosa di mia competenza!E nemmeno sono fatti miei,aggiungo sono cose private.

Ludwig
Tifoso
Member

Infatti gatto Chiari non si riferiva a te, che pure hai competenze psicologiche.

Ludwig
Tifoso
Member

Chiari credo intanto che sia più giusto attribuire ad ognuno giudizi e punti di vista, sono contrario al plurale. Il profilo psicologico è stato tracciato da Fabrizio, è suggestivo, ma ipotetico. La notizia secondo la quale alcuni giornalisti sarebbero stati esclusi dal volo della Fiorentina è apparsa sui mezzi di informazione: può darsi che non sia vera, certo non è una invenzione mia. Infine la frase: venga chiunque fece seguito alla dichiarazione di Sousa che lasciava intendere che era stata avviata una trattativa per rinnovargli il contratto (si scoprì poi che era un pesce d’aprile). A quel punto francamente era… Leggi altro »

Lucido
Ospite
Lucido

Personalmente non mi innamoro degli allenatori almeno non più da picchio de sisti in poi. Mi son piaciuti per motivi diversi Malesani e Terim, riconoscevo a Ranieri, Prandelli, Eriksson e Trapattoni una professionalità spiccata ma non mi entusiasmavano nè nelle scelte nè nello stile di gioco. Sousa lo avevo visto bene all’inizio della sua avventura mi pareva razionale e amante del gioco offensivo seppur non spregiudicato. Non mi pare peggiore di tanti altri (di alcuni sì Sarri, Giampaolo, Allegri e Gasperini ad esempio). Lo giudico tuttavia corresponsabile e non capro espiatorio ed elenco i punti secondo me, per i quali… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

Paolotto 21.03,il vero vincitore sarebbe Emiliano,quindi,secondo la sig.ra Gruber?Ma lo avete visto,nel senso di atteggiamento e linguaggio del corpo ancor prima di entrare nel merito dei contenuti?A parte una direi naturale arroganza un po’ perchè confederato un po’ perchè magistrato,tutto il resto è noia,Califano docet,e la suddetta sig.ra Gruber può titargli tutte le volate che vuole,l’uomo arroganza a parte ha in mano pessime carte e con carte pessime si perde.Un po’ come accade quando si gioca con giocatori pessimi,si perde,ed alla fine è pure giusto che sia così.Non mi schiererò ne contro ne pro Sousa,meno che mai entrarò in ambiti… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

No, gatto, non era la Gruber, era il direttore dell’Espresso, dall’aria così civettuola, che parlava dalla Gruber proprio mentre io stavo scrivendo il post. Ci sta anche che abbia capito male.

Ilgatto
Tifoso
Member

Errata corrige,ma il senso del mio dire non cambia di una virgola.

Ludwig
Tifoso
Member

A quanto pare Renzi gode ancora di un consenso grandissimo nel suo partito e nell’elettorato Pd. Interpreto i successi suoi e di Macron come la volontà, da parte di un elettorato molto ampio, di andare avanti con la tradizione europea. Sembra irreversibile anche la tendenza a fare del Pd un partito della tradizione socialdemocratica.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Paolotto ,in quegl’anni ero ragazzino nella Fiore e spesso c’allenavamo nello stadio alla stessa ora della prima squadra.Noi usavamo una terza porta fuori dal campo che era in curva ferrovia.Per me il piu’ grande rimane Montuori,il quale molto spesso alla fine del suo allenamento rimaneva con noi a cercare d’insegniarci qualche drill.Grande giocatore e grande uomo modesto e generoso.E tanto sfortunato.A pensare a tutti quei giocatori e fare un confronto con quelli d’oggi mi viene un nodo alla gola,anche perche’ era tanto piu’ giovane.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ora io, gigionescamente, a volte mi dipingo più vecchio di quello che sono, Gianni…. Di Montuori ne sentivo parlare dai “grandi” perché allora io ero un bambino e non andavo ancora allo stadio, dato che al mio babbo il calcio non interessava (l’ho fatto diventare tifoso io, e fino a poco fa, ultranovantenne, seguiva le partite con me in tv – ho sempre sospettato, però, che lo facesse soprattutto per farmi compagnia). Anche Chiappella l’ho seguito da allenatore, Dei “vecchi” che ho visto sul campo coi miei occhi ricordo Robotti e Castelletti, Lojacono, Petris, Can Bartù, Marchesi, Maschio, Benaglia, Guarnacci… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Un altro che ricordo è un Baggio giovanissimo che con i compagni della Primavera partecipa alla festa del rione della Vecchia Viareggio, nei pressi della Torre Matilde.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

A me invece hanno cominciato a portarmi allo stadio l’anno della salvezza ottenuta dal mago di Turi, l’immortale Oronzo Pugliese…

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

di solito non correggo, se tiro qualche strafalcione amen, ma in un blog tenuto da un professore mi sento in dovere di puntualizzare che, come mi fece notare a suo tempo la maestra Boari, sono a conoscenza del fatto che ” a me mi ” non si dice.

Thor
Ospite
Thor

Gianni, la mia prima partita da spettatore al Comunale è legata proprio a Montuori. Non ricordo niente della partita, ero troppo piccolo e mi aveva portato mio padre, ma l’immagine di Montuori è indelebile nella mia memoria: si avviava a prendere un pallone per effettuare una rimessa laterale, era vicinissimo, e ricordo un volto rosso per il caldo e stravolto dalla fatica. Ecco, fin dalla prima volta ho capito che il calcio è anche fatica e sofferenza.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Montuori. L’ha fatto anche con me. E io che cercavo di impressionarlo con i miei funambolismi. Ci vuole pazienza con i bambini.

Ludwig
Tifoso
Member

Bei ricordi, io arrivo tutt’al più agli anni dello scudetto del 1968-69 e a quei campioni. Ma come ho già ricordato un mio caro amico da Greatti del Cagliari ricevette una pallonata e non degli insegnamenti. Il Cagliari si allenava ai Pini di Viareggio e i ragazzini assistevano, impressionati particolarmente dalle terribili punizioni di Greatti e Riva, autentiche cannonate.

Scudetto nel 2011
Ospite
Scudetto nel 2011

I suoi occhi
sono fonti
nelle cui silenziose
acque serene
si specchia il nulla
La sua voce
è vento
che si disperde
nel vuoto
Le sue tasche
sono un cespuglio di rovi
dove hai perso
la tua innocenza

Un abbraccio dal vostro
Scudetto nel 2011

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Mario. Questo è Mario.

Mixo
Tifoso
mixo

Non Diego?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Potrebbe.
Allora, però, direi più facilmente Andrea di Diego.
Però le prime due strofe mi porterebbero a confermare Mario e la prima ad escludere Diego.
La terza invece va bene per tutti e tre.
Scudetto potrebbe risolvere l’enigma, se vuole. Ma forse la sua è una ipotesi aperta.

Ludwig
Tifoso
Member

Andrea.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Bella la formazione preferita da Lud. Non so se è mai scesa in campo, magari forse si, dopo qualche sostituzione. Nel 2-4 col Borussia al Franchi era simile, con Gonzalo al posto di Tomovic, Olivera invece di Milic, Kalinic al posto del Baba. Nello 0-2 contro Montella, c’erano Rodriguez per Tomovic, Salcedo per Milic, Ilicic per Berna e Kalinic per il Baba. Nello 0-4 con la Roma l’unica differenza era Il cappone al posto di Tomovic. Nello 0-1 a Napoli, c’era Olivera al posto di Milic, Cristoforo al posto di Borja e Kalinic invece del Baba. Continuando nel 2016, a… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Berardo non potevo certo auspicare che la Fiorentina schierasse Dybala, Higuain o Icardi. I giocatori in rosa sono quelli, io mi riferivo ai sistemi di gioco. Da questo punto di vista appare evidente che Sousa non quasi mai optato per un 4-3-3 come quello di Montella. Diversissimo poi il modo di mettere in campo la squadra di Prandelli che non implica possesso palla.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Anche Sousa non può auspicare molto. Fa con le uova che c’ha. Nonostante il caratteraccio, magistralmente descritto da tanti, non l’ho mai sentito criticare le tue formazioni. Tantomeno i tuoi moduli preferiti.

Ludwig
Tifoso
Member

Ma non è vero che fa le frittate con le uova che ha, lui le frittate le fa a modo suo e sono frittate sempre molto molto strane, frittate da nouvelle cuisine. Ad esempio potrebbe fare una bella omelette alla Bernardeschi, ma è troppo semplice, non abbastanza originale, ecco allora che cosparge le uova di Milic e mette il tutto in forno con contorno di Tello, una rara spezia. Va da sé che il tutto risulta immangiabile.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Dieci vittorie, quattro pareggi e sei sconfitte nel 2017. Male nelle coppe, due partite e a casa in entrambe. 1.75 punti di media in Campionato ma i quattro punti nelle ultime quattro partite ci hanno ucciso. Milic ne ha giocate cinque su venti, tre vittorie, un pareggio, una sconfitta. Berna ne ha giocate undici, subentrando in altre tre. Vincendo in sette, pareggiandone tre e perdendone quattro. La rara spezia Tello ne ha giocate diciassette, includendo cinque subentri. Dieci vittorie per lui, quattro pareggi e tre sconfitte. In particolare, otto vittorie partendo da titolare e una sola sconfitta, col Palermo, domenica.… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Sousa è un cuoco diciamo così originale, di quelli che fanno il botto o chiudono.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Paolotto, te la faccio alla ciociara; il sottile ritratto tentato lo sintetizzo così: Sousa è un “convinto”. Dall’infanzia, o grazie alle esperienze, chi lo sa. Il mio era un tentativo di lettura. E a me i convinti affascinano poco, non ho indole femminina.

Uno che lascia la gobba, costretto, da campione d’Europa, va a Dortmund e 12 mesi dopo ti rialza la coppa in faccia lo diresti timido, introverso, che subisce la vita? ?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Che Sousa non sia timido, né introverso e che non subisca (cerchi di non subire) la vita è indiscutibile anche per me che non lo conosco.
Non mi pare il solo, nel mondo del calcio e non solo.
Di per sé, e non sapendo altro, la cosa non mi affascina e non mi turba.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Assolutamente; anche un Sarri a mio avviso ha uscite incongrue, di falsa modestia; basta un mezzo errore arbitrale e giù insulti ad arbitri e guardalinee. E poi Mancini, Spalletti, Mourinho..la lista è enorme. Ma guardare in casa d’altri non mi appassiona, perciò ti dico che amavo la pacatezza di Prandelli, stimavo la passione di Montella (pur non considerandolo un santo ma un furbacchione, come ho già detto), ho detestato dal primo giorno la retorica balcanico-militaresca di Mihaijlovic e la politesse affettata di Sousa.

Va così. Sensazioni!

Paolotto
Tifoso
Paolotto

A me piaceva De Sisti. E, quando ero ragazzo, Beppe Chiappella.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Sono giovane per quei tempi Paolotto. A 16 arrivò Mutu, 18 anni mi comprarono Jovetic e Gila, a 23 Gomez, poi basta. Tempi grami. Devo tornare indietro al 2001 per ricordarmi com’è vincere qualcosa.
Il mio è l’amore ai tempi del fair play finanziario.

Ludwig
Tifoso
Member

Noi andiamo d’accordo Fabrizio non c’è dubbio, anche in questo caso mi ritrovo perfettamente nelle tue parole.

Articolo precedenteResta forte l’interesse di Corvino per il giovane Murru e per Ferrari
Articolo successivoFiorentina e i giorni del casting: aspettando Di Francesco, spunta Inzaghi
CONDIVIDI