Il blog di Ludwigzaller: Resistenze

953



Il 27 settembre 2002 il tribunale fallimentare di Firenze respinge la richiesta di concordato riguardante la Fiorentina. Nella decisione pesano drammaticamente le azioni degli amministratori, che sono accusati di aver aver posto in capo alla Fiorentina 120 miliardi di debiti che andavano attribuiti ad altre società di Cecchi Gori. Incomincia così l’era a Firenze dei Della Valle, chiamati dal sindaco Domenici a farsi carico della tradizione calcistica locale, benché manchino una sede, il titolo sportivo e persino i trofei.

Le idee di Diego della Valle sono molto chiare: la società si deve reggere sui propri ricavi e non sulle elargizioni a fondo perduto. Occorre perciò costruire un nuovo stadio e farsi portavoce delle delle società piccole nelle assemblee di lega, in modo da giungere ad una più equa ripartizione dei diritti tv. È proprio quest’ultima battaglia a suscitare la diffidenza di chi nella Lega comanda: come Franco Carraro e Luciano Moggi. Nel primo campionato di Serie A, nel 2004-2005, la Fiorentina subisce una quantità innumerevole di errori arbitrali. Innocenzo Mazzini è l’uomo che si incarica di fare da tramite tra la Fiorentina e chi regge i destini del campionato. Mazzini dà a Mencucci dei suggerimenti precisi. Diego Della Valle dovrà incontrarsi con il designatore arbitrale e dirgli: “Caro Paolo Bergamo guarda che noi forse abbiamo sbagliato però siamo la Fiorentina, siamo i Della Valle, siamo persone perbene, da voi, noi vorremmo essere tutelati”. E aggiunge: “Quando tu hai fatto questo basta e m’avanza, però se non lo fai ti vanno in c… . Io non ho da dirti altro. Caro buco, gli dici al tuo capo, ti telefonerà tizio”. La Fiorentina si salva, ma un anno dopo l’intrigo è scoperto, la società, benché vittima, è penalizzata. Diego della Valle si vede costretto alle dimissioni e a nominare un presidente al suo posto.

Caduta la possibilità di cambiare gli equilibri della Lega, resta l’altra aspetto del piano sportivo dei Della Valle, la costruzione di uno stadio in un’area che viene individuata in quella di Castello, di proprietà di Salvatore Ligresti. Forte della qualificazione Champions, nell’estate del 2008 la Fiorentina presenta un progetto e investe parallelamente 50 milioni di euro in un campagna acquisti che porta a Firenze Gilardino. Ma anche qui le cose non vanno per il verso giusto. A novembre la magistratura inquisisce Ligresti, il sindaco Domenici e diversi membri della sua giunta (che saranno poi assolti in cassazione).

Saltati tutti i piani economici, era inevitabile che i conti sociali ne risentissero. E questo spiega come mai già nel mercato di gennaio 2009 la Fiorentina incominci a vendere giocatori senza fare grossi acquisti ed entri poi in una relativa crisi finanziaria che si trascina nelle successive stagioni sportive. L’ammirevole capacità di resistenza spinge i Della Valle a portare avanti, nel 2013, un progetto alternativo per lo stadio, benché decisamente meno innovativo sul piano architettonico ed urbanistico di quello originario. E non è un caso se a questo nuovo progetto si leghi l’acquisto di Mario Gomez, un segnale di rinnovate ambizioni. A distanza di quattro anni però il progetto non è partito e se ne continua a discutere.

Nel frattempo il mondo è cambiato, niente è uguale a quel 2002 ed in questo momento il piano industriale concepito quindici anni fa rischia inevitabilmente di apparire, per una infinità di ragioni, inattuale. In Italia fare gli imprenditori è molto difficile. La storia della Fiorentina dei Della Valle, che potrebbe presto volgere al termine, dimostra che in certi casi è addirittura impossibile, per le resistenze e le vischiosità che si incontrano.

953
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

giusta analisi che rattrista i veri sportivi e che indignera’ i lenzolari ….. cosa abbiamo fatto per meritarci questi politici ???

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Anche un anno fa di questi tempi la Fiorentina partiva per Moena, ma quante le differenze. Con Tata c’erano Lezzerini e Satalino, Makarov e Dragowski. Per finire la stagione dovemmo(!) prendere Sportiello. Maturità o non, non proprio dei Donnarumma. In difesa c’era sempre Alonso, ma anche Bagadur e Gilberto, Zanon e quel Mancini che noi abbiamo lasciato al Perugia e che l’Atalanta ha preso, non per pochi spiccioli, per farne il nuovo Caldara. Per quel ruolo c’è Gaspar, che al Viola Point sembrava uno scricciolo. Palle alte, la preoccupazione del nostro Gianni USA, un grande allenatore, mi sa che non… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Dopo 944 post il blog di Ludwigzaller si può definire la sola cosa che,oggi come oggi,va bene chez-Fiorentina.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Purtroppo lo wi-fi del titolare del blog è pagato da Cognigni.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Lasciamo in pace l’Omo Nero.
Al Bagno Balena, dove vanno i signori, Salviati e Ginori, Bertolli e Gare’ c’è il free wi-fi. Probabilmente arriva anche a casa di Lud. Mi sa che s’è preso una meritata vacanza.
Chi e Signorini, dopo quello della coppia Ambra e Acciughino, sta preparando il secondo scoop dell’estate.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Paolotto, Borja merita, se non affetto, sicuramente rispetto per quello che ha dato qui. Io però, che sembro cinico ma in fondo sono romantico, davanti a simili manifestazioni d’ affetto dei tifosi, culminati con quell’ acclamazione davanti a casa sua che si è risolta in un atto di amore senza se e senza ma, probabilmente sarei vacillato anche davanti ai milioni dell’ Inter e all’ incertezze fiorentine. Ma io sono romantico, appunto. La comunicazione. La realtà parla di giocatori ancora tesserati che rilasciano dichiarazioni sprezzanti verso la società in privato, ma non ancora smentite pubblicamente o che si permettono di… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

La tua è una visione molto pragmatica e asettica che ha il suo fondamento.
Confermo che non ho critiche da fare alla cessione di Borja, ma mi sento a disagio come tifoso della Fiorentina nel vedere come la società ci è giunta. Vorrei far parte di una comunità i cui esponenti che hanno il potere di guidarla si comportassero diversamente.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Non è asettica, tutt’ altro: io sono sempre dalla parte della Fiorentina. Che non identifico nè nei Della Valle, nè in Borja Valero, ma in qualcosa superiore a loro.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Nemmeno demoni. Visto quanto sta venendo alla luce è chiaro che la conduzione tecnica di Sousa ha risentito di certe dinamiche
I leader del gruppo in battaglia per rinnovi e prolungamenti con la società: in mezzo al sandwich, lui

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

La figura che ne esce fuori, alla fine, è quella di un autolesionista.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Uno (10.59), dichiaro pubblicamente che per me Borja era, con dolore, da cedere e che la Fiorentina ha fatto bene a cederlo. Ovviamente attendo un adeguato sostituto, magari meno costoso ma con potenzialità tali .da poter rimpiazzare il partente in tempi brevi. Non credo che, per le sue caratteristiche, questo sostituto possa essere Saponara, per intendersi. Quale timore deve avere una società che decida di non prolungare anticipatamente un contratto che scadrà quando il giocatore avrà trentaquattro anni? Quale difficoltà deve avere quest’ultimo a confermare il suo desiderio di finire in viola la propria carriera, ma di non poter demandare… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Paolotto 8.54,veniamo a noi.Diego Della Valle gode di ottima fama ed è ritenuto persona valida ed in gamba nel suo mondo,e la qualità che,più di ogni altra,gli viene riconosciuta è quella di “saper fare affari”,cioè valorizzare quello che entra nella sua sfera di interessi.In altre parole,è uno che compra a 6,e vende da 7 ad 80.Che siano numeri di fantasia è evidente,il concetto retrostante anche.Andrea,beh,Andrea segue il treno….,ma soffermiamoci su Diego,per ora.A lui della Fiorentina squadra di calcio non importa nulla e mai è importato nulla,ma questo non sarebbe stato un problema perchè se fosse stato possibile realizzare quello che… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Gatto, alcuni vogliono andarsene per guadagnare di più, e i proprietari sono felici che vogliano andarsene, li assecondano e quelli incerti li spingono, perché meno la Fiorentina vale, meglio si trova un compratore coi soldi sufficienti.
Quando sarà restato solo il magazziniere, andrà a finire che, per punto d’impegno, potremmo farci avanti, in cordata, anche io e te.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il parco giocatori è solo uno dei fattori del costo di compravendita, altrimenti il Milan attuale non lo avrebbero venduto a più di 1000€!Per me,e mi ripeto,poiché non sanno se e quando venderanno,nel frattempo stanno attuando una vera e propria epurazione.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

A me invece interesserebbe sapere le ragioni di un esborso assolutamente cospicuo rispetto al budget, per un giocatore certamente non scelto dall’ attuale allenatore, che andava a coprire un ruolo abbondantemente coperto e che leggo necessita ancora di un lavoro personalizzato per le non perfette condizioni fisiche, a distanza di sette mesi dall’ acquisto.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Perché, Uno, pensi che ci possa interessare una cosa sola per volta? La tua curiosità è la mia, però io ne ho anche tante altre.
Però pare che si tratti di cose che non ci competono, non essendo noi azionisti.
O si applaude, o si sta zitti a casa.
Dura poco, dura poco.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Io non applaudo nè sto zitto, Paolotto. Penso che in questa situazione non ci siano nè santi nè eroi e non mi iscrivo a nessun partito. Quanto ai giocatori, ho imparato a non affezionarmi a quelli che se ne vanno e mi interessa di più chi scenderà in campo a difendere la maglia. Per questo, senza mettere in dubbio le qualità umane e tecniche di Borja sono più preoccupato dei menischi di Saponara che non delle lacrime dello spagnolo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Anch’io. Su Borja ti ho risposto con un altro post.

Maffe
Tifoso
maffe

Gonzalo Rodriguez andrà al San Lorenzo
Borja Valero all’Inter

sta avendo decisamente più fortuna lo spagnolo ex-Villareal nel migliorare il proprio contratto.

Aspettando l’uscita di Bernardeschi l’agente di Babacar ha detto chiaramente
“A Firenze si è chiuso un ciclo, con giocatori che puntano a migliorare la loro situazione e il club si trova vittima di questa situazione. Una volta ceduti questi elementi Corvino ripartirà con un nuovo ciclo e con nuovi calciatori””

Io penso che i giocatori cavalchino lo scontento sempre crescente negli anni da parte dei tifosi verso la società, Borja Valero compreso.

Corvino non vedeva l’ora di liberarsi degli amici di Paulo

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Tornando per un attimo a Borja ed alle sue genuine, notarili dichiarazioni rese gentilmente per procura dai responsabili della Fiorentina: sarà mai possibile, secondo voi, che un Borja con la maglia interista fiammante indosso dica che, se fosse stato per lui, avrebbe preferito restare alla Fiorentina e che è all’Inter solo perché ce lo hanno mandato a forza di spintoni?

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Se parla alla conferenza stampa di presentazione di certo non dirà niente di particolare. Se rilascia un’intervista poco prima, o usa i social, magari potrà dire qualcosa su cosa è successo negli ultimi 12 mesi, o almeno nell’ultimo mese

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Trovo difficile a questo punto, da nerazzurro appena arrivato, che Borja possa attribuire la scelta di andare all’Inter alle spinte della Fiorentina, dove lui altrimenti avrebbe preferito chiudere la carriera come aveva sempre detto.
E’ chiaro che un giocatore sotto contratto non può essere ceduto senza il suo consenso, e quindi, se parte, si tratta di una sua volontà. Questo è quello che emerge alla luce del sole. Più difficile è scorgere i percorsi attraverso i quali si è formata quella volontà. Ma per evidenti motivi, messi evidentemente in conto, l’interessato su questi tacerà.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Però Paolotto, su questa storia si possono fare mille supposizioni, ma di dati certi riesco a vederne solo tre: a) il giocatore disponeva di altri due anni di contratto; b) nessun giocatore può essere messo in tribuna perchè non rinnova il contratto; c) nei sistemi di gioco sin qui adottati da Pioli, un giocatore come Borja non è di facile collocazione. Che poi la pratica sia stata gestita con i piedi dal punto di vista della comunicazione, è un altro paio di maniche. Ma non è una novità e personalmente su questo mi sarei anche stancato di discutere. Evidentemente, la… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ceccarelli scrive che sono in arrivo a breve novità importanti in merito al cambio di Proprietà,questa sarebbe una notizia importante di Calciomercato.Ovviamente poi cercheremo di capire se è in arrivo Cellino o altro tipo di persona/e.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Caro Gatto, come sai io mi sono fatto un’idea. La difficoltà che hanno gli attuali propprietari per vendere è dovuta alla penuria di possibili compratori che abbiano denari sufficienti per il valore attuale della Fiorentina (cioè sostanzialmente della sua rosa). Ecco che da un paio d’anni è cominciato, nel rispetto di tutte le leggi umane e divine (ci mancherebbe) l’abbattimento del valore, che è destinato a proseguire finché non si arriverà a far combaciare il prezzo che può essere richiesto con quello che può essere offerto. I Della Valle non regalano. Almeno credo, tu che ne dici? Se fosse vero… Leggi altro »

Carlo
Tifoso
carlo

@i/necchi, a me sembra di vedere che il tifoso fiorentino è il numero uno in questa cosa. Metterei da parte il tifoso napoletano e romano, per facilitarmi il compito. Pochi in Italia si rendono conto del perché i fiorentini contestano. E non parlo di ora, che va via Bernardeschi, ma parlo di ben prima. Io stesso facevo fatica a capire. Poi capisco. E’ semplicemente più libero: e forse la parola “libero” non rende l’idea e non fa capire. A Genova, sponda rossoblu, hanno contestato: ma voi potete vedere che la situazione era oggettivamente peggiore. Non parlo di Torino granata: basterebbe… Leggi altro »

Carlo
Tifoso
carlo

16 e 03: Paolotto ha messo davanti, ha focalizzato un problema importante. Esiste una commedia, che è questa. Non è più il campionato della Fiorentina; è il campionato della Fiorentina più il campionato, perfino più importante, che si gioca qui (se “qui” è il luogo.) Quindi, Paolotto, io tendo ad estendere, ad allargare le fasce che tu ha individuato e a mischiarle. Non sono circoscritte e non comunicanti, ma sono diffuse: ogni parte o fascia ne è coinvolta al suo interno in misura maggiore o minore. C’è chi tifa contro, chi tifa a favore: ma perché si tifa Della Valle.… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Si chiude un’altra giornata ed il clima è sempre peggiore. come dimostrano le dichiarazioni di Cognigni e Corvino sul caso Borja.
Di veleno si muore. Qualcuno li fermi.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Sono di una pochezza disarmante: “eh! L’ha detto! Ha detto che vuole andare via! L’ho sentito! L’ha sentito anche lui! Mi è testimone! Non mi sbaglio, l’abbiamo sentito in due!”
Adesso inizierà la trattativa più breve della storia del calciomercato.

Paolotto, mi appiglio disperatamente a quel “punto e a capo” di cui dicevi l’altro giorno. Forse quando avranno finito di fare piazza pulita…

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Hai colto perfettamente il senso di quello che volevo dire.
A questo punto, non essendo normale che uno accetti di parlare ai tifosi per bocca della sua controparte, sarebbe doverosa anche una dichiarazione dalla viva voce del giocatore, ma temo che non sia stato trascurato nessun particolare e quindi probabilmente Borja dovrà guardarsi bene dal dare una sua versione, o la darà come ormai deve essere data (anche se credo che, in questo caso preferirà tacere)..
Altrimenti ne vedremo delle belle.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Il governatore della Virginia ha deciso di non fermare l’esecuzione del mio ex giocatore, ,quindi fra tre ore lo metteranno su un lettino,gli metteranno un mare di tubi e dopo due o tre punture sara’ tutto finito.Meglio pensa alla Fiore.

Calandrino
Tifoso
Crucco

Questo pollice rosso qualifica anche tutti gli altri. Un onore riceverlo,

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

“Diego insiste: vendete. Fiorentina nel caos. Anche Astori pensa all’ addio. Borja Valero, situazione sempre più esplosiva. Kalinic, un altro caso gestito male da Corvino. Berna inquieto, aspetta la cessione alla Juve. Da Modena un segnale forte”.
Segnali di ottimismo dal Grande Buck.

soffici
Ospite
soffici

Il quale ha fatto un cambiamento di posizione a 180 gradi nel giro di un anno, un anno e mezzo. Se non mi ricordo male era più realista del re e addesso in prima fila con i giacobini (chiedo perdono ai giacobini per l’iperbole, ma ci stava).

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ciò che deve preoccupare è la rassegnazione, non la contestazione (Mao).
Citazione al merito per Pizzu.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Io non mi sento rassegnato. Sento che manca sempre qualcosa per fare il salto ma so bene che il salto non si fa a parole. Ce vonno li sordi! Il nostro potenziale è tra 60 e 65 punti. Per fare 80/90 punti non c’è organizzazione o stadio che tenga. Per raggiungere la soglia di 80 punti (quest’anno corrispondente al 4° posto) a noi ne mancano mediamente oltre 15. Per la seconda soglia (lotta scudetto) siamo a oltre 25 e se è vero che Napoli e Roma non hanno vinto manco migliorando i loro record storici mi pare abbastanza palese che… Leggi altro »

Mixo
Tifoso
Mixo

Non servono i soldi, servono passione e competenza.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Chiacchiere. I campioni con la passione e la competenza non spostano neanche lo sguardo dal tablet.

Mixo
Tifoso
Mixo

Dirigenti competenti

Gigliato
Tifoso
Gigliato

solo se hanno strumenti di ricatto o rapporti malavitosi.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Al tempo: passione,competenza,E soldi,servono.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

UNO. Sottoscrivo convinto , figurati sono sempre stato un motivatore dal 01/10/1967 ad oggi. Ma ci sono tanti modi per superare un muro, suggerivo di non sfondarlo , grazie per l’attenzione.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Il contrario della vecchia storiella ambientata a Napoli ai tempi dei Borboni
Ciambellano:” Maestà, il popolo è in tumulto!”
Re:” Aumenta ettasse”
Un mese dopo
Ciambellano:” Maestà, il popolo protesta!”
Re:” Aumenta ettasse”
Un mese dopo
Re:” Che dice ‘o popolo?”
Ciambellano:” Tace”
Re:” Abbascia subito ettasse”

i\'necchi
Ospite
i\'necchi

Mi scuso ma non capisco chi si stupisce delle contestazioni e della fibrillazione che si respira in generale in città. Attenzione non dico siano giuste o meno, dico solo che sono ovvie e in linea con il tifo non solo a Firenze ma di quasi tutte le piazze. Facciamo ad esempio che la Juventus venda Buffon Bonucci Higuain e Dybala e in entrata siano previsti solo giocatori sul cui valore vi siano legittimi dubbi, secondo voi come reagirebbero i tifosi bianconeri? La prenderebbero con il classico aplomb inglese? E come reagirebbero a Napoli a Roma o a Milano se vendessero… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

La protesta è partita molto prima e non era legata al mercato. È legata alle paturnie di qualcuno che vuol sindacare anche ciò che non gli compete.
Forza Viola.

lapalisse
Ospite
lapalisse

Volevo scrivere solo a mercato finito o almeno significativamente delineato. Con le notizie incalzanti delle tre ultime settimane la situazione però sta diventando abbastanza clamorosa e allora per quel che può valere ho voglia di dire qualcosa fin d’ora. Da poco è uscita la previsione di Calamai che a Firenze i DV non si vedranno più. Può darsi, anzi per me è probabile. Naturalmente per ora non venderanno, in assenza di acquirenti affidabili e abbastanza facoltosi. Sponsorizzo dunque in pieno la proposta di Paolotto, cioè Salica presidente e Antognoni vicepresidente e responsabile assoluto del settore tecnico. Non potranno fare miracoli,… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Si parla di maggioranze e minoranze, silenziose e rumorose, di governativi e oppositori, di democrazia addirittura. Di rivoluzione e repressione. Di falci e manganelli. Cercherei di essere più banale. C’è una frangia dove il “dovete andarvene subito” non è che il terminale di una sequela di offese per il gusto di offendere. Gli possono vendere Milic e prendere Marcelo, e scenderanno ugualmente in piazza inviperiti (tranquilli, non accadrà). C’è all’opposto una frangia che nega ogni prospettiva di depauperamento qualitativo della rosa, o che addirittura – avendo fatto un passo in più e non riuscendo a negare la verosimiglianza, ormai, di… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Member

Dopo aver speso 222 milioni in 16 anni senza aver vinto assolutamente nulla, avendo ormai assistito agli ultimi 4 anni in cui si sono fatti notare per una sfilza di scandaletti vari, visto e considerato che il grande capo di tutta la baracca si è defilato da un pezzo e non si diverte più e che il Permaloso minore ha fatto un passo indietro un mese fa, prendendo atto che chi è contro lo Gnigni Circus è contro di loro, ritengo che la vendita della società è per molti una richiesta non solo realistica, ma sacrosanta, perché questa proprietà non… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Non tirare in ballo il “non s’è vinto nulla” che è un argomento stantio e che usate solo in talune circostanze perché quando pensate ad una possibile alternativa siete disposti a dire (e lo scrivete di continuo) che in cambio di passione vi va bene di non avere obbiettivi di classifica e qualcuno si spinge perfino a dire meglio la B che i Dv. Per voi, e solo per voi, spero vi accontentino. Meglio i DV stessi. I conti si fanno alla fine e se il prossimo anno ci sono tanti posti in Europa merito è anche del ranking della… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Member

“0 tituli” sarebbe un argomento stantio? Se fossimo il Cagliari, il Chievo Verona, il Bologna, forse! Ma noi siamo la Fiorentina e non è neanche questo il problema principale. La nota dolens è rappresentata dal fatto che per far rimanere la bacheca vuota questi grandissimi principianti del calcio hanno investito la bellezza di 222 milioni e tu hai il coraggio di dire che hanno gestito bene l’azienda calcio. Questo è un link: http://www.sslaziofans.it/contenuto.php?idContenuto=29014 Ecco quanto ha speso Lotito per vincere tre trofei: Uscite della Lazio in favore delle società di Lotito 28,815 MILIONI DI EURO (che figurano a bilancio…) dalla… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Tu evidentemente leggi solo le parti che ti interessano … se Dv avesse usato prestanomi o guadagnato dalla viola che avreste fatto? La Lazio è stimata abbia circa il doppio dei tifosi di noi viola. La Lazio deve restituire un sacco di soldi dei suoi debiti. Visto che ami le dietrologie chi me lo dice che attraverso le coppe (leggi federazione) non arrivino paccate di soldi per l’erario? La Lazio è stata aiutata con la motivazione dei problemi dell’ordine pubblico. Noi, no. Hanno usato argomenti, ovvero hanno fatto scelte, insostenibili in passato non vedo perché non dovrebbe essere ancora così.… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Immagino poi che sarebbe successo se DV invece che prestare soldi alla viola avesse prestato soldi della Viola alle sue società di lavoro. Confronto vergognoso e non è detto che per Lotito suonino di nuovo le campanelle del tribunale.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Member

Il paragone non è tra chi è più simpatico e chi è più onesto, o tra la società che è più aiutata dalla Figc e chi ha più grande il bacino di utenza. Il paragone è tra soggetti che hanno scelto di operare nel calcio. Uno spende 222 milioni e non vince niente; l’altro tre titoli e ogni anno raggranella qualche milioncino. La Lazio non è Lotito; lui è solo il presidente. La Lazio è costituita anche da dirigenti degni di questo nome, cosa che noi non abbiamo. Le differenze tra le entrate della Lazio e quelle della Fiorentina sono… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Inutile, Gigliato, guardare a quello che è stato. L’evidenza è che da almeno due anni si intende fare tutt’altro. Io non accetto di veder manomettere la prossima Fiorentina perché con Prandelli siamo stati in Champion’s. Chi critica, non critica tanto quello che è stato fatto, quanto quello che vede che si sta facendo. Ancora nessuna cessione ufficiale, tranne Ilicic? Verissimo. Ma credi veramente che non vogliano vendere quanto più è possibile per fare cassa, anche se così facendo indeboliranno la squadra? Ce lo hanno anche cantato in gregoriano. E noi dovremmo spellarci le mani dagli applausi? Poi, secondo me si… Leggi altro »

Gianca
Ospite
Gianca

E infatti fino a due anni fa eravamo tutti (o quasi) contenti. Eravamo in 25mila alla presentazione di Gomez e ADV arrivava a Moena in un bagno di folla. E’ da quando hanno iniziato a smobilitare che si beccano le contestazioni.
Non sono criticati per i risultati passati, ma per le ultime campagne acquisti.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Quei soliti li avevano già contestati prima e inoltre c’è bisogno che ti ricordi cosa veniva detto di Gomez e Rossi?
I 25000 sono quelli che oggi contestano i contestatori. Siamo al solito punto di sempre.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Difficile pensare che la Fiorentina di oggi sia quella che ingaggiò Mario Gomez.
Come è allora possibile che chi la esaltò allora, la esalti oggi?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Non parlerei di esaltare la società o la squadra. Mi limiteremo a rispettarla. L’esaltazione è legato ai picchi di innamoramento. L’amore è invece faticoso e dura molto più a lungo dell’innamoramento ma vive di tante incazzature e qualche gioia altissima.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Penso anch’io, come tante volte ribadito, che questa proprietà abbia molte pecche, soprattutto di ignavia, e che ormai – come si mandano via i giocatori che non hanno più convinzione e motivazione – a maggior ragione questo deve accadere se la convinzione e la motivazione mancano in coloro i quali questi stimoli dovrebbero pretenderli e possibilmente anche indurli negli altri. Se ci fosse un compratore per noi tifosi affidabile, firmerei subito una petizione per l’immediato cambio di proprietà – ma non ce ne sarebbe bisogno: è evidente che loro stessi non vedono l’ora di andarsene. Evidentemente non ci sono compratori… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Paolotto 9.39 e Soffici 11.38 hanno detto in due interventi due tutto quello di intelligente ed adeguato che si può dire sulla situazione in essere,complimenti perché momenti come quello attuale tendono a tirar fuori il peggio dalle persone inducendole,ovviamente me compreso,a facili estremismi ed inopportune cadute di tono,e non è affatto un richiamo al politicamente corretto bensì una esortazione a non eccedere in stupidaggini,ribadisco io in prima fila.Ed ha ragione anche Chiarificatore,11.56, se una minoranza dovesse imporre se stessa solo perché fa più casino non andrebbe bene,per niente.Stiamo a guardare,direi,quando vedremo qualcosa diremo la nostra!

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Il Diego dei primi anni, quello del terzo tempo, delle famiglie allo stadio all’inglese, nuovo o rifatto senza barriere, della battaglia per una più equa ripartizione delle risorse per contendere lo scudetto a partire dal 2011, non è il Della Valle delle cose e delle robe, quello che vuol scendere in politica e che si domanda quanto si possa divertire il fratello ad essere preso a pesci in faccia da tifosi, procuratori e giornalisti. Il Presidente ingenuo del “male non fare paura non avere” non è lo stesso del post-Calciopoli, del post-Fuksas, di quello che ogni anno deve firmare un… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Passare dal “dobbiamo fare meglio perché così non va bene” al “dovete andarvene perché siete (segue lista di tutte le offese)” c’è una bella differenza. Da un lato l’ostinata voglia di costruire qualcosa di buono e dall’altra di distruggere tutto quello che c’è. mI pare un cambio in perdita posto che nella fase propositiva si può giungere comunque ad un positivo cambio di proprietà.
In ogni caso dice Calami che appena è approvato la stadio ci sarà anche il passaggio di proprietà.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

A me è subito sembrato che il passaggio saliente del comunicato di Diego fosse quello della ordinaria amministrazione
Un disimpegno emotivo ed economico che di fatto, sterilizza qualsiasi tipo di protesta
Niente di buono nell’immediato futuro

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Il “dovete andarvene” è forse il frutto di chi ha fatto la riflessione che la Proprietà non è capace di “fare meglio”. Secondo me è invece sempre stata una questione di “organizzazione aziendale” e è da anni che ci insisto, al di là dei soldi e della loro mancanza, della incerta conduzione tecnica e della qualità delle rose inevitabilmente demotivate. Rimane il problema della democrazia. Di quella sostanziale. Anche se la Fiorentina non è una Società con un “azionariato sociale”. Le prese di posizione a titolo personale o di piccoli gruppi della tifoseria, dovrebbero sempre qualificarsi per quello che sono,… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

L’organizzazione aziendale è un punto cruciale ma non è l’unico. Il mondo del calcio è una roba pazzesca. Ho due bimbi che giocano in una società che è anche meno di quella della parrocchia. Nonostante questo le tensioni, specie con il vicinato e con altri genitori sono sempre in agguato.
Il problema è che il mondo del calcio è un mondo puerile che quando incontra una struttura professionale non può che cozzare.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
massimodiPortaalPrato

E quale sarebbe la struttura professionale ? Cognigni e Corvino ? Mi permetto, sommessamente e con il massimo tatto possibile ( hai visto mai che hai introiettato anche la permalosità dei ciabattini ? ) di farti notare che forse stai un pochino esagerandogli con i tuoi inni di gloria ai fratellini unica oasi di santità in un mondo in mano a Satana.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

sinceramente l’unica cosa di cui sono certo è che io non bravo come loro ma soprattutto come te/voi che avete tutto chiaro e sapete meglio di chiunque altro come fare.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Se vogliamo metterla sul piano della democrazia, per quanto riguarda le contestazioni, a me pare che il punto cruciale sia uno solo, fatto salvo il diritto di tutti a protestare ed a contestare democraticamente. La maggioranza dei tifosi viola non vuole più i DV? Se così è, ok, che se ne vadano e venga chiunqe disponibile ed in grado di sostituirsi e gradito alla maggioranza. E poi vada come vada, in un senso o nell’altro, ce la siamo voluta. Ma se così non è e se i DV se ne andassero a seguito delle rumorose ed insultanti contestazioni di una… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

La dittatura della minoranza. Una triste abitudine in Italia. 🙁

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
massimodiPortaalPrato

Vorrei sapere che gente frequenti per poter pensare che a Firenze chi vuole i DV fuori dalle palle sia una minoranza..

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Lo dicono i numeri ed il successo delle contestazioni con tua Buona pace.

Il Gazzettino del Mugello
Ospite
Il Gazzettino del Mugello

Breve aggiornamento da altri blog. Il multinick, somaro e leccavalliano dalla nascita, ridere, ridere, ridere oggi, da settembre in avanti se la prenderà con Pioli come ha fatto in passato con Sousa e prima ancora con Prandelli. I DV non si toccano, per il multinick, sono esclusivamente loro la Fiorentina, gli altri saranno la Juventus, il Milan o chi vi pare. Pioli sarà il maestro e secondo solo a Guardiola ahhhh ahhhh per i primi due mesi, poi, come Sousa, verrà insultato e si rimangerà tutto facendo come al solito finta di nulla e la solita figura da scemo che… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

Nel 1952 a cinque anni sapevo già leggere e scrivere, in casa si leggeva L’UNITA’ , ed io un giorno preso dalla curiosità ci ficcai dentro il naso. Nel giro di un paio di giorni riuscii a capire perché il mio povero babbo fosse sempre incavolato nero. Si scriveva di tutto e non ce ne fosse una che andasse bene. Venne il giorno che mi posi la domanda se fosse il caso di continuare a leggere di argomenti che avevano il poter di inquietarmi, provocandomi anche notevole sofferenza, cose di difficile se non di impossibile realizzazione. La passione e l’interesse… Leggi altro »

Carlo
Tifoso
carlo

E’ un bellissimo commento, Pizzulaficu. Io ho fatto tutto in ritardo. A scrivere so ancora fare poco. Ma leggevo giornali proibiti di sinistra di nascosto. Non mollate Club Viola di Modena, ora che potevo arrivare io…

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Carlo ti ringrazio. Tra le righe c’ è un invito a me stesso ed a tanti altri che nel momento complicato in cui si vivono certe vicende, potrebbero intraprendere azioni gravi e scorrette di cui potrebbero rammaricarsi. Le lenzuola non vorrei le stendessero nemmeno in Sicilia, e per motivi ben più seri. Carlo io sono un autodidatta, ho fatto mille mestieri ed anche contemporaneamente, lo scrivere a mio modo di vedere è quello che mi riesce meno. La mia punteggiatura è simile allo sguardo di Marotta dove l’occhio sinistro manda quello destro aff…lo, una cosa però per me conta più… Leggi altro »

Carlo
Tifoso
carlo

Hahaha Pizzulaficu.

Io credo che il tifoso viola sia bene vivo e non faccio per compiacere nessuno. Sarà che sono abituato alle statue torinesi, paurose e timorose, ma per me quello che succede oggi a Firenze, visto che non ci sono danni a cose e persone, è segno di vita.

I giornali potrebbero definire Firenze “piazza calda”. E le piazze calde si sa che portano introiti. Ho detto cavolate? Cioè, dico: stavolta?

Lucido
Ospite
Lucido

Ribadisco quello che ho sempre pensato anche alla luce della manifestazione di ieri. Seppur in numero piuttosto esiguo e seppur quasi tutti di giovane o giovanissima età questa “minoranza” di contestatori fa molto più clamore della “maggioranza” dei non contestatori. Questo fatto è inconfutabile ed è lo specchio delle moderne società ahimè.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

E’ un po’ curioso questo allineamento governativo, stile Rumor anni ’60, della “maggioranza silenziosa”. Ieri pomeriggio i contestatori erano un’inezia. Ma con questo si vuol forse dire che tutti quelli che non c’erano sono contenti della gestione della Fiorentina? Io per esempio non c’ero, né mai andrò a raduni del genere, ma ciò nonostante mi girano parecchio le scatole lo stesso. Se si vuol dire che gli scontenti sono solo 200, allora scriviamo subito 201. Ricordo che l’insoddisfazione “di una parte della tifoseria” ha indotto la proprietà a fare un comunicato ufficiale nel quale si è detta pronta ad andarsene… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

202.Le Rivoluzioni sono cose serie,qui siano a Paperopoli…Mi è venuta una idea di calciomercato:perché non prendiamo Cataldi ?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Non puoi escludere che anche tra i presenti ci potessero essere persone non così allineate ai contestatori. Un particolare che mi è sfuggito. Salica ha rilasciato dichiarazioni stampa ma ha avuto un confronto con i contestatori?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Dal video che gira sembra di no. Dopo lo sfogo di alcuni, qualche altro ha detto ” non vogliamo sentire nessuno” e Salica ha affidato la sua replica ai microfoni.
Sullo sfondo, qualcuno reiterava un inquietante interrogativo:” ndo’ l’è Corvino?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Perdonami se chiedo chiarezza. Non capisco se è stato Salica a rifiutare o seppure siano stati i tifosi.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Dal video sembra che il rifiuto sia venuto dai più esagitati. Lo puoi reperire in rete. Salica è apparso disponibile al dialogo ma in sostanza, credo che contino le parole di Antognoni che si è reso garante di un progetto tecnico volto a proporre una squadra competitiva, non da smantellamento
Quanto agli obiettivi, come ci si può sbilanciare quando si apre un nuovo ciclo?
L’esperienza Montella primo anno non fa testo. Ora si prevede una contrazione degli introiti e si lima il monte ingaggi. Questa è la mia impressione

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Limare il monte ingaggi puntando ad una rosa per due competizioni può significare puntare su un gruppo di qualità, ancorché ristretto, con rincalzi di affidamento ma senza voli. Si può fare e, oggettivamente, gli obbiettivi non sono così ambiziosi ma fissano la tappa di passaggio allo step successivo. Un vero peccato che i quei quattro bischeri abbiano rifiutato il confronto. Un vero peccato perché il confronto in strada era richiesto da tanti altri tifosi e pur nelle rispettive posizioni poteva essere interessante ascoltare il contraddittorio. Così facendo questi tifosi ci hanno condannato tutti al comunicato a mezzo stampa. Non saranno… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

La penso anch’io così. Più che una manifestazione mi è sembrata uno sfogo. Fuori luogo (oppure ispirati) i riferimenti alle vie legali. Speriamo che non ci sia qualche puparo

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Va tutto bene. Secca molto, almeno a me, che si voglia far credere ai tifosi che se i giocatori vengono ceduti è perché sono loro che non vogliono restare e che si fanno andare via, nonostante il contratto in corso, perché non sono motivati..
Nell’ipotesi migliore, c’è un incontro di volontà, in quella peggiore potrebbe esserci uno spingere fuori, un far sentire di troppo.
Proviamo ad immaginare cosa farebbe Corvino se oggi Kalinic, Bernardeschi e Borja dichiarassero tutti insieme: “Voglio restare in viola, questa è la mia maglia e voglio condurla alla vittoria onorando il contratto in corso”,

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Credo che se avesse voluto rifiutare i confronto, non ci sarebbe neppure andato.
Secondo il Corriere Fiorentino, il confronto c’è stato e come ho detto sopra c’è anche una foto che a mio avviso lo dimostra.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Leggo che Vuturo ha parlato con il dr. Salica.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Da quel che ho letto, il Vice Presidente Salica era in mezzo ai contestatori. I media hanno riportato frasi da lui dette. Può darsi che le abbia dette al vento, con gli astanti che si tappavano le orecchie per non sentirlo. Io non c’ero e parlo per quello che i vari siti hanno riportato. Però sul Corriere Fiorentino di stamani a pag. 10 c’è una foto di una persona che parla con Salica; spunta un microfono di RTV38, ma è retto da un’altra mano, a meno che quel signore non abbia due bracci sinistri. Presumo quindi che si trattasse di… Leggi altro »

soffici
Ospite
soffici

Certamente Paolotto, oltretutto la maggior parte dei tifosi non pretende scudetti e champions. C’e’ consapevolezza che sono quasi impossibili a Firenze. Tuttavia le manfrine e le ipocrisie in cui troppo spesso ci si trova invischiata la societa’ rompono parecchio. Si puo’ arrivare al decimo posto in classifica ma essere piu’ dignitosi. Senza finti regali e promesse che non ci si possono permettere, senza far passare per altrui decisioni che potrebbero non piacere. Personalmente preferisco mille volte le pezze al culo portate con pulizia, orgoglio e dignita’ che parrucconi che tentano di coprire il proprio fetore con profumo di infima categoria

Paolotto
Tifoso
Paolotto

E’ esattamente il mio pensiero, Soffici.

Carlo
Tifoso
carlo

Lucido, non ti sembra che lo specchio siamo noi?

Noi da qua cosa possiamo fare? Scrivere Lettere Aperte, aprire contestazioni. E’ chiaro che, chi protesta, attiri ancora l’attenzione della stampa, che è più abituata ancora a guardare alla piazza, se si accende qualcosa. A me sembra giusto. Non sto dicendo che abbiano ragione. Io sono contro Della Valle e spero nel futuro viola importante. Ho rispetto per chi la pensa diversamente e per chi ha vissuto, come in questo caso, cose che io non ho vissuto.

Carlo
Tifoso
carlo

Poi io lo so, capisco che non è da eroi andare alle 21 in una piazza all’ombra, e non sotto il sole a stare con cemento nero sotto, magari appiccicoso, per vedere se un tifoso si possa lamentare e non esser magari un gobbo a due teste; ma quando si riuniscono i tifosi, a me piace, a prescindere se abbiano ragione.
Poi non voglio risultare eccessivamente invasivo, e capisco le ragioni di quelli che non vogliono queste contestazioni.

Ludwig
Tifoso
ludwig

Se il tutto si svolge serenamente ed in modo civile come ho visto queste contestazioni sono legittime. Il fatto che i dirigenti parlassero con i tifosi era un segno evidente di civiltà.

Carlo
Tifoso
carlo

Vero, Ludwig.

Carlo
Tifoso
carlo

Il vostro dibattito strategico è interessante. Quello tra Paolotto e Fabrizio. Se “Cluedo” mi ha colpito, inteso come gioco – che immagino da tavolo-, mi ha convinto il disegno a lungo periodo di Paolotto, che sa che la vendita è forse molto lontana e fa come quello che si gira dall’altra parte nel sonno, per stare meglio e più fresco. Farebbero bene a cambiare qualcosa, i più forti: dare un segnale buonista e per il domani.

Carlo
Tifoso
carlo

A Gatto

La colpa di Benardeschi è di non capire. E aver avuto fretta di andare a dama. E’ non avere le idee chiare. Che poi sia goffo, è un risultato secondario che paragono a un tic nervoso, a una cosa non detta. Viene tutto di conseguenza.

Carlo
Tifoso
carlo

Comunque non sarò popolare nel dire questo, ma: a me sta cosa del Bar Marisa mi piace un sacco. Mi ricorda tutto il tempo perduto e tutto quello che sto perdendo pure ora. Perché sono sicuro che al Bar Marisa mi divertirei.

Ma non è una cosa ne’ pro Fiorentina, ne’ contro Fiorentina. E’ un problema mio.

Ludwig
Tifoso
ludwig

Il bar Marisa e il chiosco degli sportivi sono due luoghi storici del tifo della Fiorentina, affascinanti perché mantengono il loro carattere semplice e popolare. Passo sempre davanti al chiosco degli sportivi quando vado a Firenze a studiare, a due passi da Palazzo Strozzi, il bar Marisa richiederebbe una visita ad hoc perché non è così centrale.

Carlo
Tifoso
carlo

Meraviglia 🙂

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Secondo quanto ha dichiarato Salica ai tifosi davanti al Bar Marisa, l’allenatore è tranquillo e la società vorrebbe che lo fosse anche Corvino.
#corvinostaisereno

Carlo
Tifoso
carlo

“Corvino stai sereno” è uno dei più belli hashtag.
Perché hanno sempre un po’ di aggressività.
Questo, nella sua inutilità, è bellissimo.

Inutilità in senso buono: e cioè pieno di senso.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

La presenza del Vice Presidente Salica fra i tifosi contestatori, il suo parlarci, è un segno di intelligenza.
Proviamo a domandarci perché ci è andato il Vice Presidente Salica e non il Presidente esecutivo Cognigni e, se ci fosse andato quest’ultimo, come sarebbe stato accolto.
Questo è un po’ il senso di quello che avevo cercato di dire oggi con alcuni post.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Ed io di questo gesto invece vorrei solo salvare la parte buona e vederla come prospettiva.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Io questa prospettiva l’avrei già anticipata.

Ludwig
Tifoso
ludwig

I topi scappano dalla nave che affonda, ma prima di scappare scrivono un lettera per dire che non è stato il capitano a mandarli via. Cambia qualcosa?

Ludwig
Tifoso
ludwig

I giocatori in vendita hanno ammesso di voler lasciare la Fiorentina e la società si è apparentemente liberata dell’accusa di averli venduti. Non è un buon segno però che quattro o cinque giocatori decisivi se ne vogliano andare a tutti i costi.

Ludwig
Tifoso
ludwig

Secondo il sito “Il bianconero” Bernardeschi da piccolo aveva “stregato Bettega” che lo voleva a nove anni ma non riuscì a prenderlo. Il pensiero corre a Ciuffi. Sempre secondo la stampa juventina presto Corvino si alzerà dal tavolo delle trattative con la Juve con un sorriso stampato sul volto. Ma da ridere c’è poco.

Ludwig
Tifoso
ludwig

Ciao Uno, ho avuto ancora una giornata nera con il wi-fi, sono riuscito a collegarmi solo adesso ma non è sicuro che durerà. Vedo comunque che andate benissimo avanti senza di me.

Carlo
Tifoso
carlo

No no, sei mancato, altro che ciuffi.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ma i’ Lud dov’è finito, davanti al Bar Marisa?

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Senza considerare il fatto che se quelle due cose le avesse fatte a suo tempo Balotelli sarebbero state, anche quelle, oggetto di scandalo nazionale.
Su Donnarumma invece in giro c’è silenzio, o si sminuisce, o persino si solidarizza.
Che si debba parlare anche di tutela del bianco o di razzismo verso il nero?

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Io su questo ho elaborato una complessa teoria antropologica. Se uno è imbecille resta imbecille a prescindere dal colore della pelle. E chi ne segue l’ esempio è già imbecille per conto suo, e non certo per imitazione

Gigliato
Tifoso
Gigliato

O porca miseria ora spuntano anche i partner per lo stadio …. che sfiga oh quelli del 1926 …. non tutto è perduto, stasera non avevano motivazioni ora ne hanno una cui aggrapparsi. Forza Viola.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Fabrizio (15.12, sotto il mio post delle 14.28), temo che l’inadeguatezza sportiva di questa gestione sia già emersa abbastanza nitidamente almeno a partire da gennaio 2016. Noi non possiamo obbligare nessuno a cedere la proprietà della Fiorentina e, anche auspicandolo, dobbiamo essere consapevoli che è nostro interesse che ciò avvenga quando l’alternativa possa essere migliore, e non peggiore. I tempi sono un elemento fondamentale nelle scelte. Se c’è da aspettare, aspetteremo, sebbene le due attese – nostra e dei proprietari – non siano necessariamente coincidenti (ma forse tendenzialmente coerenti). In ogni caso, questa comune attesa non la passerei a guardarci… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Aspetta Paolotto, c’è un vizio di forma. Nulla da eccepire sull’unità di intenti, del resto si batte da anni sul tasto della passione, del “solo la maglia”, quando poi i primi fratricidi avvengono allo stadio, e sui social. Da qui il richiamo all’amore incondizionato, vera arma da ritorcere contro la proprietà. Con 25000 abbonamenti, trasferte consistenti, svariati utenti sky e zero contestazioni extracampo, Firenze e i suoi sostenitori non sarebbero agli occhi dell’Italia tutta i viziatelli irriconoscenti che pretendono senza dare. Sia che restino i DV, sia che altri si propongano concretamente, entrambi dovrebbero fare i conti con un muro… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Io cercavo di fare un discorso un po’ diverso. Capita in tutte le aziende che, quando c’è da rimettere la macchina in carreggiata per una serie di rapporti deterioratisi, sia utile togliere di mezzo quelle presenze troppo coinvolte, troppo usurate e magari non gradite a tutti. A volte ci rimette il giusto per il peccatore, a volte si butta via il bambino con l’acqua sporca (però nel nostro caso non sarebbe così), ma lo si fa perché in certi casi occorre una ventata rigenerante di aria fresca, mentre l’aria che c’è se non la cambi si ammorba sempre di più.… Leggi altro »

Articolo precedenteVicenda Borja Valero, ADV innervosito dal comportamento del procuratore dello spagnolo
Articolo successivoFiorentina, settimana decisiva per la cessione di Bernardeschi e per l’acquisto di Eysseric
CONDIVIDI