Il blog di Ludwigzaller: Semplicità

888



La sovrabbondante e faconda macchina barocca di Paulo Sousa sta per essere sostituita da una squadra che parla un linguaggio tattico molto più semplice e lineare. Pioli ci riporta alle radici dello stile toscano, che è semplice e sintetico, senza fronzoli. Dante, come il Collodi di Pinocchio, non aveva parole da sprecare. Raccontava con brevità ed esemplare efficacia storie e concetti difficilissimi in poche righe. E lo stesso facevano gli autori di novelle come Boccaccio, i poeti dello stilnovo e gli straordinari cronisti cittadini.

Pioli si è fatto apprezzare per equilibrate dichiarazioni e per un gioco che è leggibile, comprensibile, efficace ed esteticamente piacevole. Non fa barricate e non eccede con il possesso, ma neppure si difende a oltranza come un Mazzarri qualsiasi. I giocatori sono al posto giusto: difesa a quattro, due mediani in mezzo, uno più arretrato, l’altro più avanzato. E la linea dei tre che si scambiano spesso di posizione dietro al centravanti. Anche un bambino capisce quel gioco.

La costruzione della squadra sembra molto indietro, ma non è così. La linea dei tre dietro la prima punta era già stata abbozzata ad esempio, ed era giovanissima ed interessante: sugli esterni Chiesa, il cui talento viene ogni giorno più apprezzato e Mor che avrebbe messo in difficoltà le difese;  come trequartista l’esperto Saponara o l’emergente Hagi. Le anticipazioni giornalistiche, unite alle solite ambizioni del procuratore, sembrano aver fermato Corvino ad un passo dal concludere quello che a tutti gli effetti era l’acquisto chiave. I tredici milioni stanziati dicono di un Corvino disposto a spendere le plusvalenze, anche se incapace, per ragioni oggettive, di opporsi ad un inserimento dell’Inter cinese.

Corvino dovrà poi andare a prendere un centravanti, se Kalinic non ci sta. E se fosse Simeone l’età media dell’attacco sarebbe sorprendentemente bassa, tanto da spingere davvero i tifosi dotati di memoria storica ad evocare le Fiorentine giovanissime di Chiappella e Pesaola, e più tardi di Gigi Radice. In difesa anche il portiere è giovane e ci sono tre giocatori convincenti come Astori, Hugo e Milenkovic (che ha diciannove anni).

Più deboli invece gli esterni difensivi, ma il ruolo è complicato e sono lontani i tempi di Alonso e di Vargas (che peraltro non a tutti piacevano). Manca infine un grande centrocampista, sul quale investire una cifra davvero importante. Con le ali si fanno tanti abbonamenti, ma i campionati si vincono a centrocampo. E non c’è dubbio che la Fiorentina abbia bisogno di quella qualità che un tempo era offerta da Borja, Vecino e Pizarro. Un potenziale campione assoluto è, in questo reparto, Diakhate il cui talento incontestabile non è ancora entrato a regime come quello del suo coetaneo Donnarumma.

La squadra così composta non offre garanzie di Champions League e neppure di Europa League, ma può far divertire, così come divertivano ed incantavano le vecchie Fiorentina di De Sisti e Merlo, o di Guerini e Antognoni. Lo spirito dovrà essere quello che animava la nazionale di Fulvio Bernardini, giovanissima e piena di giocatori viola che mise in difficoltà l’Olanda finalista del campionato del mondo. Se così andasse mi potrei ritenere soddisfatto del lavoro di Corvino. Altro aspetto importante e non trascurabile: i conti sono ora in attivo e la società potrà fare in futuro altre importanti plusvalenze, visto che si è puntato su talenti giovani, con grandi possibilità di crescita.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Ludwig
Tifoso
Member

Insomma ci siamo, il mosaico si completa con Simeone, la squadra in pochi giorni è stata pressoché completata e non siamo ancora ferragosto. Resta tempo per qualche altra operazione. Immagino che Kalinic sia stato di fatto ceduto.

Ludwig
Tifoso
Member

Due considerazioni non contraddittorie anche se possono sembrare in contraddizione:
1. L’anno scorso rispetto al valore della rosa e ai fatturati, la Fiorentina ha reso meno del previsto. Sousa non ha saputo gestire bene una rosa importante, i cui singoli elementi sono stati venduti a prezzi alti e sono finiti in grandi squadre in zona Champions-scudetto.
2. La Fiorentina di quest’anno ha una rosa il cui valore è inferiore a quello della vecchia rosa, ma ciò non vuol dire che sia condannata a finire dietro alla squadra di Sousa. Il valore della rosa attuale va considerato in evoluzione perché se certi giocatori esplodono questo valore crescerà. E siccome sono quasi tutti sotto i venticinque anni e promettenti si può sperare in una loro esplosione.

Lapalisse2
Ospite
Member

Con pazienza certosina condita da altalenanti fasi di malinconia e rasserenamento (si fa per dire) siamo giunti ormai alle soglie del campionato e la chiusura della campagna compravendite è poco più distante. Un giudizio definitivo sarà conveniente emetterlo a fine agosto, dato che vari affari non secondari pare che bollano ancora in pentola. Però via, questa storia della squadra assemblata con spasmodica lentezza, rendendo poco produttivo più di un mese di preparazione estiva in una squadra che sarà ricostruita dalle fondamenta, mi pare controproducente. Forse così si pensa di risparmiare qualche milioncino, e di trovare l’occasione last minute,ma se anche fosse si sconta poi con il ritardo nell’organizzazione della formazione. E allora do fin da ora la mia solidarietà al mister Pioli e gli prometto da parte mia almeno un mese ulteriore di pazienza..

Ludwig
Tifoso
Member

E’ riconosciuto da tutti che è in atto una forte spinta inflazionistica Lapalisse, Corvino è stato obbligato alla pazienza, che per Simeone sembra aver dato i frutti sperati, era valutato 25 arriva a nemmeno quindici. Forse è valsa la pena di aspettare.

Gigliato
Ospite
Member

Che palle dover scorrere tutto il blog da dispositivo mobile comunque nella discussione sul perché Napoli abbia fatto meglio di Firenze ho aggiunto un commento che in parte replico qui perché penso sia importante per conoscere la realtà dei dati tra le varie società ed in particolare tra Napoli e Firenze. https://www.tifosobilanciato.it/2017/03/19/serie-201516-analisi-del-fatturato-club/
Buona lettura.

BerardoViola
Ospite
Member

La differenza tra te e Pecos, sotto, si deve al fatto che la sua tabella include anche il “Player Trading”, che per consuetudine non si include perché non è una entrata ricorrente ma una dismissione.
Rimane il fatto che, posizione più, posizione meno, i ricavi incidono sui risultati sportivi. Pesantemente.

Ludwig
Tifoso
Member

Interessante Gigliato, un pò difficile da consultare. Il rapporto tra fatturato e risultato sportivo però è un dato di fatto, verificato in primo luogo dalla Juventus che è la società che in Italia fattura e vince di più. Non si può parlare peraltro di una corrispondenza univoca, sennò tanto varrebbe non giocare.

PecosBill
Ospite
Member

GIGLIATO, su quest’altro link la situazione è leggermente diversa (tra Napoli e Fiorentina) sul fatturato della stagione 2015-16 (anzi, più precisamente, sui ricavi della stagione 2015-16):
http://www.nanopress.it/sport/2016/09/07/fatturato-squadre-di-calcio-serie-a-2015-2016-la-classifica-dei-ricavi/131163/

Non so se questa differenza sia riconducibile al fatto che, nella tabella da te riportatata, il fatturato del Napoli reca nella colonna “data bilancio” il 30 giugno 2016, mentre il fatturato della Fiorentina reca nella colonna “data bilancio” il 31 dicembre 2015.

Gigliato
Ospite
Member

Purtroppo i dati non sono univoci e fino al 2015 consultando una stessa fonte si evince che la differenza tra Fiorentina e Napoli sul fatturato è sempre stata intorno ai 15 milioni di euro tuttavia non sappiamo ( perché ci stufiamo di leggere numeri) i costi e come sono ripartiti i ricavi. tuttavia prendendo l’ultimo bilancio della Fiorentina nella vendita di Alonso e l’ultimo del Napoli con la vendita di Higuain possiamo osservare che la Fiorentina pur crescendo si attesta ai classici suoi 135 milioni mentre il Napoli è salito a 300.
http://www.calcioefinanza.it/2017/06/02/fatturato-napoli-2017-plusvalenza-higuain-champions-league/

http://www.calcioefinanza.it/2017/05/05/fiorentina-bilancio-2016-rosso-fpf/

PecosBill
Ospite
Member

Infatti anche io sapevo che la differenza tra il Napoli e la Fiorentina era all’incirca quella. Aumentata vistosamente nell’anno successivo proprio (come giustamente hai evidenziato) dalla vendita di Higuain.

Del resto hai proprio ragione sul fatto che ci siamo stufati di leggere i numeri (e di fare i ragionieri aggiungo io) sui costi, sui ricavi, sugli utili, sulle perdite, etc., etc., etc.- Non se ne può proprio più. Il dramma è che. nonostante fra poco inizi il campionato, durante la stagione gli eventi ci porteranno nuovamente a disqìuisire su questi aspetti economici (forse ancor più di quelli prettamente tecnici).

Ludwig
Tifoso
Member

C’è anche il fatto che non tutte le società chiudono il bilancio nello stesso momento, alcune chiudono a fine anno, altre appunto a fine campionato.

Ludwig
Tifoso
Member

Scorrendo la schermata di google trovo che di Berardi alla Fiorentina si parla almeno da marzo, poi di nuovo a giugno, era una ipotesi che si faceva nell’ambito dell’affare Bernardeschi. Oltretutto a quel tempo pareva quasi sicuro che l’allenatore della Fiorentina sarebbe stato Di Francesco.

Ludwig
Tifoso
Member

Il prezzo di Jesé stando a Transfermarkt è davvero interessante, appena 7,5 milioni di euro rispetto ai 25 milioni di due o tre anni fa. Decisamente più affidabile Berardi, che a me piace moltissimo, ma costa quattro volte tanto. Rinuncerei a Simeone e a Babacar per mettere insieme la cifra necessaria a prendere Berardi. E terrei Kalinic come centravanti.

i'necchi
Ospite
Member

E così faresti andare in fallimento l’omo nero….. Poverino tiene famiglia, abbi pietà di lui Lud. Berardi in viola è una roba improponibile purtroppo, più dello scambio Tomovic Zappacosta che già non sarebbe male. Poi se il Corvo trova da scambiare pure Maxi Olivera allora da facciamo Bingo.

Ludwig
Tifoso
Member

Probabilmente si, non è la prima volta tuttavia che si parla di un interesse della Fiorentina per Berardi, ricordo di averne sentito parlare prima ancora che si cedesse Bernardeschi.

Aesontium
Ospite
Member

Lud vado a correre un’oretta. Secondo te è un tempo sufficiente perché la redAZIONE agisca sul commento a fine pagina riportandolo dove logica vuole, ovvero in testa? Di questi cambiamenti di layout non se ne sentiva il bisogno, come di certi giocatori che durante il calcio mercato vengono acquistati senza reali esigenze numeriche e tattiche. Ma tant’è, ogni tanto bisogna cambiare qualcosa per far vedere che con il fare si combatte l’immobilismo. Visti i risultati mi aspetto da parte tua una presa di posizione a favore dell’immobilità! Presto però, perché più di un’ora non riesco a correre…

Ludwig
Tifoso
Member

Credo che siano problemi abbastanza complicati Aesontium, non si risolvono un attimo.

Ludwig
Tifoso
Member

Berardi non arriverà mai, certo. Va da sé che una coppia Berardi-Chiesa con Kalinic al centro sarebbe straordinaria.

Gigliato
Ospite
Member

Di Marzio da per conclusa la trattativa Simeone dandole per fatto.

Paolotto
Ospite
Member
Non so se sono riuscito a servirti nel modo migliore, Gianca (6.53). Il tuo scherzoso invito dà a me stesso l’opportunità di fare mente locale su questi per me imprevisti sviluppi viola. Erano ovviamente scontate le partenze di Bernardeschi, Borja, Vecino, Ilicic, Gonzalo. Altre penso che ce ne saranno (Kalinic, Badelj). Un salutare ricambio d’aria, anche se un po’ doloroso, che – a parte Vecino – ci voleva. Temevo molto le scelte per i sostituti e sono piacevolmente sorpreso nel vedere che finora sono arrivati alcuni titolari che paiono in grado di scendere decorosamente in campo in serie A: Hugo, Veretout, Eysseric, Benassi. Giocatori normali, ma proprio per questo inattesi, almeno per me .E anche tutti relativamente giovani e desiderosi di mettersi in mostra. Il campo ci dirà se e come, oltre al valore individuale, essi potranno rappresentare anche un assortimento tatticamente valido per uno o più moduli di gioco,… Leggi altro »
Gianca
Ospite
Member

Certo Paolotto, sono stato anche io piacevolmente sorpreso dagli acquisti fatti. Pensavo che sarebbe stato reinvestito meno. Fino a qualche giorno fa, controllavo quotidianamente gli acquisti di Spal, Benevento e Crotone. ora credo che retrocedere sia oggettivamente difficile. Continuo a non capire come Corvino spenda il poco che che gli venga concesso, continuando a cercare le occasioni, invece di giocatori funzionali al gioco di Pioli, ma tant’è.
Eysseric mi è parso veramente molto bravo. Speriamo abbia voglia di mettere la testa a posto.
Non giocando le Coppe, speriamo di riuscire a fare come Lazio e Atalanta lo scorso anno.

Paolotto
Ospite
Member
Mi ripeto nel dire che una società di serie A deve avere un organico tecnico di serie A, altrimenti vale, nella prospettiva di un cambio di proprietà, ancor meno del valore dei singoli giocatori. Se si vende per cento si comprerà per cinquanta, ma qualcosa bisogna comprare. Comprare per cinquanta sembra tanto, ma – riguardo agli obbiettivi sportivi – è poco se nel frattempo si è venduto per cento. Si vende Alonso e si prende Olivera, si vende Bernardeschi e si prende Eysseric, si vendono Borja e Vecino e si ingaggiano Benassi e Veretout si vende Kalinic e si prende Simeone (lo si è preso davvero?). Non voglio escludere che i nuovi, essendo tra l’altro giovani e motivati, possano mostrarsi migliori – pur essendo costati di meno – di coloro che sono partiti. Anzi, di solito accade proprio così. Nel 1965 partì Benaglia e arrivò De Sisti. Nel cambio tra… Leggi altro »
Aesontium
Ospite
Member

Diciamo che s’è mangiato un ottimo antipasto, Montella, che non è stato confermato da un eccellente primo piatto, Sousa, un intruglio disordinato e ambizioso in cui sono state rovinate anche le uniche “uova” che c’erano. Ora i commensali aspettano un po’ preoccupati il secondo, immaginando che peggio del primo sarà impossibile fare e, soprattutto, sperando che il cuoco si limiti a qualcosa di semplice ma fatto a modo.

Ludwig
Tifoso
Member

La squadra del primo anno di Montella meritava una cura particolare, Aesontium. Non c’era bisogno di stravolgimenti, ma di cura.

Ludwig
Tifoso
Member

Contesto la tua idea che la squadra debba fare peggio dell’anno scorso, Paolotto. Al momento è una previsione un pò azzardata.

Paolotto
Ospite
Member

Mah, questa idea la contesterei volentieri anch’io, ma le idee non sorgono a comando.
In ogni caso, non prevedo certo un tracollo. Mi pare che tecnicamente la rosa attuale sia un po’ inferiore rispetto a quella dell’anno scorso. Io prevedo un nono-decimo-undicesimo posto. Per fare un po’ meglio sarebbe necessario che tutti questi nuovi giocatori si inserissero subito bene in un coerente disegno tattico. Può anche accadere, ma è una scommessa.

soffici
Ospite
Member
Sono convinto anche io che la squadra sia tecnicamente molto inferiore a quella di anno scorso. Ho avuto l’occasione di vedere Bernardeschi nell’amichevole Juve- Tottenham e Borja Valero in Inter -Villareal e devo purtroppo dire che hanno fatto entrambi cose splendide. Credo che lo scorso anno qui a Firenze ha inciso negativamente ed in modo determinante la motivazione. Lo stesso Vecino non è stato ai livelli incredibili del primo semestre di Paoulo Sousa. La questione è molto semplice questi giocatori sono ad un livello che mediamente in Europa è pagato dai 3 milioni in su. Qui prendevenao meno di 1,5 di media. Quando ne hai offerti 2,4 a Bernardeschi (dopo i fuochi) si era già occordato da mesi con la Juve. Dunque nella possibile “gara” con la stagione di anno scorso devi metterci che abbiamo giocato con il freno a mano tirato. Quindi credo che il gap tecnico possa essere… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Possiamo dire che la Juve si è rinforzata con Berna e l’Inter con Borja, ma questo non significa che la Fiorentina debba automaticamente fare dei passi indietro rispetto all’anno precedente.

Paolotto
Ospite
Member

Sul piano motivazionale siamo sicuramente cresciuti, non ho dubbi, e questo può in parte compensare il ridimensionamento qualitativo che almeno sulla carta pare indubbio.
Ho qualche dubbio sugli effetti concreti di questa potenziale maggiore motivazione dei giocatori se la società dovesse lasciar fermo il messaggio, già lanciato dal CdA, che uno degli obbiettivi della stagione è di arrivare a disputare la semifinale di Coppa Italia.

Ludwig
Tifoso
Member

La differenza sta nel fatto che questa è una rosa giovane, dunque sulla carta inferiore perché meno affidabile, ma c’è possibilità di crescita.

Gigliato
Ospite
Member

E magari questi non hanno problemi contrattuali per cui ogni tanto tirano indietro.

Paolotto
Ospite
Member

Si sta parlando sulla carta, è ovvio. Del resto, al 12 di agosto o si parla sulla carta, o si tace. Ma tacere tutti insieme farebbe venir meno un pilastro sul quale di regge il calcio.
Per vedere cosa sarà sul campo ci vorrà un po’ di tempo. Sulla carta, la rosa mi parrebbe inferiore. Se poi dovessimo confrontarla con quella di tre anni fa, il divario sarebbe impietoso. Del resto da allora ad oggi (Cuadrado, Savic, Alonso, Bernardeschi, Vecino ecc. ecc.) lo sbilancio dei movimenti della rosa lascia in cassa più di cento milioni, senza contare l’abbattimento del monte ingaggi.
Personalmente avrei preferito che ne fossero avanzati solo cinquanta, di milioni, e ci fosse oggi una squadra da quarto posto per la qualificazione ai preliminari Champion’s, ma rispetto i gusti di tutti.

Ludwig
Tifoso
Member

La squadra di Montella è stata strozzata in culla con l’acquisto di Gomez e la cessione di Ljajic cui ha fatto seguito quella di Cuadrado. Fosse stato per me, come sai, Paolotto, i soldi di Mario Gomez sarebbero stati risparmiati, con effetti molto benefici sui conti ed anche sui risultati sportivi, visto che poi Gomez ha fatto solo danni.

Ludwig
Tifoso
Member

Beh certo, se Sinisa si prende Tomovic a Firenze avrà un monumento assicurato, al di là del fatto che Tomovic non è così pessimo come si dice. Ma forse a noi serve un esterno basso che attacchi, e a Sinisa un esterno che copra.

Carlo Monti
Tifoso
Member

Sinisa ha ampia popolarità a Torino. Il suo difetto, unico quasi difetto è il seguente ed è tutto nuovo: troppo prono rispetto al capo Cairo. Magari il Toro prendesse Tomovic e facesse lo scambio con Zappacosta! A Torinio, un po’ di inutile casino, si farebbe.

A proposito, Ludwig, intervengo qui: ho visto le ultime due partite della gobba (Roma e Tottenham) che sono anche le prime due di Bernardeschi. E’ assolutamente panchinaro, per il momento, e quando entra è per dare il cambio a Douglas Costa che è di una categoria superiore (e lo ha dimostrato da subito). E’ come ci si aspettava, per il momento. E poi, nemmeno ha giocato bene i pochi minuti in cui è stato impiegato. Molto bene, per il 33 bianconero gobbo.

Ludwig
Tifoso
Member

Probabilmente è popolare Carlo, sennò non sarebbe stato riconfermato. Sulle sue capacità ho i miei enormi dubbi avendolo visto a Firenze far danni per un anno e mezzo. Bernardeschi ha fatto una scelta molto difficile, ma capisco che Allegri lo voglia inserire lentamente, anche questo fa parte della scienza dell’allenare che ho imparato a conoscere negli anni.

Ludwig
Tifoso
Member

I procuratori stanno rovinando la carriera di Mor, storia vecchia già vista con altri giocatori. Se non si trova d’accordo l’Inter per le provvigioni, figuriamoci se l’accordo poteva trovarlo Corvino che è molto attento a non farsi prendere per il collo ed ha limiti maggiori di spesa.

Carlo Monti
Tifoso
Member

E vero: Mor, visto da così, è meglio non averlo preso. Questi figurini, ostaggi dei figurini più grandi, che sono i procuratori. Non ci credo, a ‘sti giocatori. Ecco perché vale meno di Benassi. Che almeno ha il suo ciuffo. O lo aveva.

Ludwig
Tifoso
Member

La storia di Jesé è particolare. Ha ragione chi dice che è un talento in discesa libera da qualche anno. Il paragone con Tello però non regge, Tello certi valori di mercato non li ha comunque mai raggiunti, neanche nei suoi momenti migliori. Il fatto è che senza certi fallimenti pregressi non ci sarebbe toccato un giocatore così. L’ingaggio pare che sarà condiviso.

Gigliato
Ospite
Member

Una settimana per scorrere da mobile tutto il blog per poter rispondere. Penso che il moderatore tenti di abbassare il numero in interventi 😛
Battute a parte, viste le ritrovate polemiche sui nuovi, volevo ricordare a tutti quelli che chiedono i nuovi Antognoni, Merlo, etc che noi siamo quella tifoseria che “tanto un giocatore bono la un si piglia” ma quando si piglia dice “se l’era bono la un venìa”. Io tifo Viola.

Ludwig
Tifoso
Member

Certo è un momento difficile, Gigliato, in qualche modo ha ragione chi sostiene che per giocatori come Simeone la Fiorentina potrebbe essere un momento di passaggio. E ancor più vale per Chiesa. La squadra comunque sta prendendo forma, speriamo che ci faccia divertire nell’immediato poi si vedrà.

Gero
Ospite
Member

Commento che lascia il tempo che trova. I fiorentini sono così da prima della Fiorentina, eppure a Firenze si è sempre fatto calcio. Peggio, ma anche meglio dei Della Valle.

ROMOLO
Ospite
Member

no. scusa se intervengo, ma puoi spiegare cosa vuoli dire con “a Firenze si è sempre fatto calcio. Peggio, ma anche meglio dei DV”? Perche a Sassuolo non hanno sempre fatto calcio? A milano? A Roma? A Pistoia? a Vercelli a Genova?…all’Isolotto?
m i pare che tu e’ affermarmi tutto e il contrario di tutto….hai provato la carriera in politica (non importa lo schieramento…)? perche idmostri delle doti li si necessarie.
Sicuramente questo non sono necessarie quando rispondi a qualcuno che ha espresso un concetto chiaro e coinciso: a Firenze non ci va mai bene niente (della serie l’erba del vicino…). Se non sei d’accordo dillo e spiega il perche’, ma evita il politichese che risuona altezzoso e sprezzante in questo contesto

FVS!

Gero
Ospite
Member

Molto semplice.Che a Firenze non sono mai contenti è una banalità. Lo sanno tutti, e lo sa o lo dovrebbe sapere chi viene fare calcio. Ci si lamentava anche ai tempi di Baglini o Befani.jL’ importante è che la programmazione non si faccia condizionare dagli umori della piazza, senza prenderli come alibi.

ROMOLO
Ospite
Member

beh di tutto si puo accusare (e in molti casi giustamente) questa proprieta’ meno che farsi condizionare dagli umore della piazza….hanno fatto quel ceh volevano quando lo volevano. E proprio questo mi sa’ che sia il problema ‘con la piazza’ che non viene ascoltata minimamente…e non parlo solo di calciomercato…ma di altre cose ben piu grette ($$)!
…percio ancor anon capiso la tua puntualizzazione…hai delgi esempi dove questa societa’ s’e’ fatta condizionare? E poi sucsa ma se si fosse fatta condizionare dagli umori…come avrebbero potuto prenderli come alibi…sarebbero sati le cause effettive! o no?

Gero
Ospite
Member

Vivi per caso a Cape Town? Qui sono mesi che si parla di passi indietro per le contestazioni della piazza. Quindi o sono umorali, o sono bugiardi. Poi scusami la curiosità, rispondo a Gigliato ed intervieni tu. Sarai mica l’ addetto di stampa di Gigliato? Scrivete anche allo stesso modo…

Gigliato
Ospite
Member

…. e siccome i DV sinora han fatto come meglio credevano in barba agli umori della piazza alcuni santoni del tifo auto eletti li maltrattano. Forza Viola.

Gero
Ospite
Member

Prova con Telefono Azzurro. Poi Forza viola certo, come urlano anche quei santoni.

Gigliato
Ospite
Member

È Giusto prenderne atto e ricordarlo quando si discute perché in certi casi potrebbe valere il detto “quando voglio parlare con un bischero me lo piglio in mano”

Carlo Monti
Tifoso
Member

Siamo nella fase due grafica. Di commento. La fase uno si chiuse col pollice rosso che faticava addirittura una sequenza precisa e immancolava di segni e graffi l’intera facciata. La fase due prevede che si presenti, faccia il sorrisone, lo faccia con la giacca nuova, e, come ho fatto io e altri, si spenda per esser il più migliore possibile. Penso che si possa dire. Il pollice rosso: ti abbiamo promosso, ti abbiamo dato il nuovo secolo per scrivere. Fa come me, scrivici sopra delle cose.

Paolotto
Ospite
Member

Scrivere non sa, può solo esprimersi a gesti. Anzi, sempre lo stesso gesto.
Ora deve andare scuola con l’abbecedario come Pinocchio. e a quell’età è dura..

Ludwig
Tifoso
Member

Vero, è sparito il pollice verso, questo è un gran progresso.

Carlo Monti
Tifoso
Member

Sono “carlo”, naturalmente. Il sito mi ha messo nome e cognome come verifica di chi potessi essere e può essere che io sia io.

Gianca
Ospite
Member

Cavolo mi era venuto in mente un commento intelligente, ma me lo sono dimenticato nel tempo che ci ho messo a scovare il modo per scriverlo.
Vabbé sarà per la prossima volta…..
Tanto di solito a dire quello che penso “ci pensa prima e meglio di me Paolotto”, come era solito dire De Andrè, prima di cantare Rimini, riferendosi a Fellini.

MALO
Ospite
Member

capita spesso anche a me di essere anticipato.. e anche con termini e riferimenti più appropriati da Paolotto!!!!
Anzi , in considerazione della sparizione dei ‘Mi piace’ Vi chiedo di considerare il mio pensiero analogo al Suo in assenza di diversa precisazione. L’unica diversità rilevata in questo post é che ambirei ad un W A 23” ormeggiato a Salivoli.

Paolotto
Ospite
Member

Ora mi carichi di troppa responsabilità, Malo.
Non so cosa sia un W A 23″ – a me basta anche un Nostromo 21 di terza mano – ma se è ormeggiato a Salivoli, mi va sicuramente bene anche quello.

Paolotto
Ospite
Member

Ti ho risposto sopra (11.19).

Ludwig
Tifoso
Member

Questo mi ricorda la battuta forse più celebre di Paperone: “ho appena finito di contare i miei soldi ma mi sono dimenticato il totale”.

Thor
Ospite
Member

Anche io saluto con gioia l’arrivo di Benassi. A me è sempre piaciuto: lotta, corre e ha un bel tiro. Sopratutto corre, forse avremo un centrocampo un po’ più dinamico, visto che Badelj ha sì un bel lancio, ma un raggio d’azione di circa 20 metri.
Vedremo, certo è che il suo arrivo significa anche che la società non pone molta fiducia nella tenuta atletica di Saponara.

Ludwig
Tifoso
Member

Manca forse un giocatore con doti di regista, un ruolo importante, ma non è detto che non sia Badelj. Io poi continuo ad avere un debole per Diakhate.

Massimo
Ospite
Member

Sousa non era un allenatore, ma uno scroccone gretto e meschino, permaloso e totalmente privo di duttilità mentale! Pioli, sembra, ha le palle! Più semplice di così, si muore! Mancano, però, oltre al tempo per allenarli, almeno 5 elementi per completare una rosa, oggi, troppo scarsa di numeri!

Ludwig
Tifoso
Member

Io continuo a preferire in assoluto Montella, ma rispetto a Sousa Pioli mi sembra una liberazione. Magari poi Sousa diventerà un grandissimo allenatore. Una volta presi i titolari dovranno fare anche un discorso sui cambi.

Ludwig
Tifoso
Member

Il commento in fondo in effetti non è particolarmente funzionale.

Tresantiviola
Ospite
Member
Faccio una domanda da non addetto ai lavori: lo scorso anno la Fiorentina a dire della societa e media era partita per centrare il solito posto in EL ,poi per ttutti i vari motivi che noi tutti sappiamo non è arrivato anche se per poco,quest’anno risento parlare i soliti personaggi di ambire al sesto posto sempre per centrare EL ,ma a me sembra che con le vendite fatte e quelli arrivati ,anche se ancora ci saranno partenze e arrivi ,la qualità globale della rosa sia diminuita di molto ,anche dal fattore introiti reinvestimenti si nota una disparità per non parlare dell’ulteriore diminuzione del Monte ingaggi che deduce giocatori di livello inferiore anchevse come si dice sempre non sono i soldi che vanno in campo certo ma spendendo di piu di solito si comprano giocatori di caratura migliore ; per cui, se sbaglio correggetemi,come faranno a centrare l’obbiettivo dell’EL se la… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Abbiamo cambiato molto Tresanti, la squadra è giovane, come ho detto non dobbiamo porci particolare obiettivi. Vedremo strada facendo, si spera che qualche giovane maturi ed altri, provenienti da campionati stranieri, si affermino in quello italiano. Rispetto ad una settimana fa però vedo passi in avanti.

Tresantiviola
Ospite
Member

Sono hanni che si spera, ma anche se sperando riesci ad arrivare ogni tanto a situazioni concrete come al famoso gennaio del 2016 dove occorreva poco,non certamente per lo scudetto ma per la CL si ,per potere concretizzare tutte queste speranze fai un mercato del genere puoi sperare quanto vuoi ma restano sempre e solamente speranze e la storia della Fiorentina non è questa perché non è mai stata oltre quindici anni con una proprietà senza vincere nulla è questo dato sicuramente verrà incrementato .

Girolamo Savonarola
Ospite
Member

questa del gennaio 2016 e’ la piu grossa bufala mai inventata e riciclata tra chi per motivi suoi vuole criticare la societa’ a costo/o disprezzo di farci andre di mezzo pure la squadra! (con le vare infamate sui social media e cori e coretti contro certi giocatori!)

Se il santone portoghese era cosi bravo da farci stare primi a gennaio, poteva fare altrettatto nel girone di ritorno e farci almento lottare per la CL!!!!
visto che aveva la solita squadra dell’andata con uno Zarate e un Tello in piu’!

ovvia!

gianni usa
Ospite
Member

Meglio di una decina di giorni fa siamo , ma attenti ad entusiasmarci troppo perche’ ci stiamo affidando a dei giovani,specialmente Chiesa e Simeone (se viene di sicuro) e alla loro eta’ e’ facile andare in crisi se li cose non girano subito o quasi.Quello che penso ci manchi e’ un giocatore a centrocampo che abbia fantasia e crei per questi ragazzi,perche’ per quello che ho visto, ne Benassi ne Saponara hanno quella qualita’.

Ludwig
Tifoso
Member

Questo ruolo dovrebbe essere svolto dal trequartista, oltre a Saponara abbiamo Hagi e Eysseric, gianni. Vedo poi molta fantasia in Chiesa e nell’altro esterno alto se sarà ad esempio Jessé. Sicuramente avremo più soluzioni di quante ne avevamo lo scorso anno, quando il gioco spesso si intasava per mancanza di esterni. Credo che mi confermerai che se una squadra non apre il gioco con gli esterni è molto più facile bloccarne la fase di attacco controllando appunto il trequartista.

PecosBill
Ospite
Member

LUD, è senz’altro lodevole il tuo ottimismo, ma quand’anche da questa nidiata di giovincelli di belle sperenze dovessero “uscire” dei Merlo, dei De Sisti, dei Guerini, degli Antognoni e, aggiungo io, dei Chiarugi, dei Roggi, etc., etc., etc., quanti ……….MESI resterebbero a Firenze con i prescritti di calciopoli?

Ilgatto
Ospite
Member

Magari 8-9 mesi ci divertiremmo!

Ludwig
Tifoso
Member

Si questo è vero, Pecos, potrebbero essere in transito giocatori come Chiesa, Simeone e persino Veretout se avessi la fortuna di averli azzeccati. E’ un pò frustrante. Viviamo l’oggi. Carpe diem.

Ilgatto
Ospite
Member

Senti,condivido il tuo pensiero,però per 8-9 mesi ritrovare De Sisti,Merlo,Chiarugi ,Amarildo et similia mi piacerebbe.Moltissimo.

Gigliato
Ospite
Member

Restano finché la Fiorentina ha la forza di tenerli. Quando salgono troppo di livello andranno da soli ma se, andando, creeranno nuove opportunità andrà bene ugualmente. Affezionarsi ai giocatori non ci sarà più concesso e comunque nella quasi centenaria storia i giocatori che sono rimasti più di 4-5 anni si contano. Ciò significa che i più sono stati di meno. Ma se guardiamo il calcio in generale solo i grandi club trattengono i loro campioni (neanche tutti) mentre le piccole trattengono solo i giocatori di livello.

Tresantiviola
Ospite
Member

Ma fare come ha fatto il Napoli proprio no ,diritti televisivi introiti abbonamenti negli anni passati quando sia loro che la Fiorentina sono ripartiti dai fallimenti erano i soliti o simili e anche la forza economica delle proprietà forse pende più dalla parte viola che quella partenopea ,anche loro hanno venduto ecc.,ma ci sono state due componenti fondamentali diverse la prima è che loro in questi hanni hanno voluto e saputo fare veramente calcio basato sugli interessi della squadra per cercare di arrivare a vincere e seconda cosa forse fondamentale la passione per quei colori della proprietà cose che in Fiorentina non sono state mai perseguite ecco perché ora loro lottano per lo scudetto e noi per un sesto posto che sarà un miraggio .

Girolamo Savonarola
Ospite
Member
Il probelema e’ che a napoli dopo il fallimento hanno trovato un NAPOLETANO che gli interssa del napoli e che si poteva permettere di spendere…a Frienze stiamo ancora ad aspettare! Gli unici che si sono offerti/trovati sono questi DV (che sono venuti con promesse di cittadella daparte di Domenici poi non mantenute) e purtorppo credo che ance adesso non ci sia nessuno che abbia a cuore la Viola e al contempo abbia pure i soldi necessari da investirci (e’ calcio, investire = buttare) per giocare ad alto/medio livello in Aerie A…chi c’e’ a Firenze che gli interessa la viola? ditemi voi! I Menarini?? ahahha gli frega zero. Cavalli? si e poi? si va a fare il campionato di serie C…con amore e passione certo MA DI SERIE C cribbio! poi chi altro…ditemi voi sundas e i mistici imprenditori fantasma? oppure credete il cinese, arabo, indiano, o magari afrotusotracamanocubano (cit. Squallor)… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

A Napoli sono stati bravi nel vendere e comprare. Ma il bacino è molto più ampio del nostro, lo è sempre stato, sin da quando Pontello disse che a Napoli si potevano permettere Maradona, mentre a Firenze sarebbe stato impossibile prenderlo.

Paolotto
Ospite
Member

Il discorso su Maradona sarebbe scivoloso. Ludwig.
Il bacino partenopeo è vasto, ma bisognerebbe vedere quanti soldi escono dalle tasche dei tifosi napoletani per andare nelle casse della società.
Nello scorso campionato quel bacino di utenza ha offerto appena 6.000 abbonamenti rispetto ai 20.000 di qui.

Gigliato
Ospite
Member

Ma avete idea di quanto valgano gli abbonamenti nel bilancio? Avete invece idea di quanto incida il bacino di utenza al fine dei diritti sportivi? Se non ne avere idea potete fare ne una https://www.tifosobilanciato.it/2017/03/19/serie-201516-analisi-del-fatturato-club/

Tresantiviola
Ospite
Member

Il bacino di utenza sarà più del nostro ma anno loro hanno fatto 6 mila abbonamenti la Fiorentina oltre 20 mila e non mi parlate dell’introito da vendita di magliette e altro materiale dato che a Napoili patria del tarocco non comprano certo materiale originale più che a Firenze ,si deve ammettere : in questi hanni con De Laurentis hanno saputo e piu importante di tutto hanno voluto fare calcio per arrivare a dei risultati ,cosa che purtroppo non ha fatto la Fiorentina con i DV .

Gigliato
Ospite
Member

Sai vero che certe verità banali non verranno prese in considerazione da chi è impostato come pecos, uno che per rafforzare la propria posizione non può fare a meno di usare locuzioni dispregiative.

PecosBill
Ospite
Member

Semplicemente perfetto TRESANTIVIOLA. E la storia dei fatturati tanto cari ai ragionieri che difendono i prescritti, dice che nella stagione 2015-16 il Napoli ha avuto 10 milioni in più della Viola.
La differenza è che a De Laurentiis del Napoli gli importa qual cosa, ai prescritti la Viola intetessa meno di zero.

Ernesto
Ospite
Member

Ancora il mercato non è terminato, per cui non si possono dare giudizi.Però io sono piuttosto pessimista e perchè non penso sia facile sostituire Borja Vecino Bernardeschi e se partono Badelj e Kalinic e perchè non mi sembra ci sia molta preoccupazione per i 2 terzini che oggi( come lo scorso anno) non sono da serie A.

Ludwig
Tifoso
Member

Al momento Simeone e Benassi non valgono Badelj e Kalinic, si parte dal presupposto però che possano crescere e far meglio. Inoltre Kalinic è un trentenne, Simeone un ventenne ed anche Benassi è più giovane di Badelj.

Uno che se ne intende
Ospite
Member
La partita di ieri è stato giocata con ritmi da balera per ultrasessantenni, intervallata dalle incursioni tra i tavoli di qualche ragazzino impertinente. Inoltre è stata condizionata dalle riprese degne dello spogliarello vedo-non vedo di una telelibera degli anni ’70 . Difficile dare giudizi, in queste condizioni. Non offrire punti di riferimento agli avversari è un’ idea stuzzicante, ma rischia di provocare grattacapi a centrocampisti scolastici come Cris e Sanchez, Opportuno riportarli al ruolo naturale di oneste riserve, e, se si vuole i due in mezzo, mi auguro almeno la conferma di Badelj. Interessanti i due francesi, la prova del ragazzino della Primavera suggerisce che Gaspar e Oliveira sono effettivamente di un’ altra categoria, i maligni direbbero non necessariamente la serie A. Giusto dargli tempo, soprattutto al primo, ma se il gioco si svilupperà sulle cosiddette catene esterne, occorrerebbero giocatori pronti e di livello: e il fatto che Corvino, da… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Dicono che Jessé sia molto bravo, Chiesa è un talento ormai riconosciuto, c’è Eysseric, almeno un esterno basso sarà preso. Sicuramente la nostra stagione dipende da come si inseriscono nel campionato italiano giocatori che in Italia non avevano messo piede e che potrebbero trovare difficoltà o esplodere.

Belvaromana57
Ospite
Member
Io credo UNO che l’approccio tattico di Pioli alla nuova stagione sarà analogo a quello comunicativo: ossia umile. Motivo per cui adatterà lo schieramento in campo alla forza e alle caratteristiche dell’avversario. Abbiamo già avuto modo di notare che il centrocampo a due del nostro tecnico è presunto ma variabile. Talvolta i terzini avanzano sulla linea dei centrocampisti e uno dei mediani va in mezzo ai due centrali difensivi, altre volte il posto di trequartista viene occupato da un centrocampista di ruolo che fa da vertice del triangolo. In questo contesto assai fluido, ci capiterà di vedere Chiesa accentrarsi per fare la seconda punta e, magari in altre partite Benassi a presidiare una fascia, un po’ come facevano i ” tornanti” di una volta ( il primo fu Ruben Buriani per i più datati ndr). Ripeto quanto già scritto sull’acquisto di Benassi: è italiano, giovane e ha carattere visto che… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Non c’è stato modo di vedere Benassi, al momento, Chiesa l’ho visto spesso accentrarsi, è una delle idee di Pioli forse più interessanti.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Tu sei stato più bravo di me, che non mi ero spinto al di là dell’ analisi dei singoli. Mi chiedo solo se una eccessiva interscambiabilità delle posizioni, con giocatori non particolarmente dotati di capacità di lettura di gioco, non esponga ai rischi di una ordinata confusione.

Belvaromana57
Ospite
Member

Praticamente quasi impossibile scrivere dal portatile con questa nuova veste grafica. Era meglio prima. Non si può ripristinare?
Comunque per risponderti visto che da tre giorni dormo in una abbazia sarò ecumenico: dipende tutto dalla fiducia dei giocatori in Pioli

Ludwig
Tifoso
Member

Benassi è un nazionale, Uno, non è Falcao, ma si presume che chiunque giochi in nazionale possieda certe doti di lettura del gioco.

Ludwig
Tifoso
Member

Questione che non si poteva dirimere ieri sera, Uno. Anzi: ieri sera Benassi non doveva neanche giocare, direi. A quel che ho capito è stato lui a insistere, ci teneva e si capisce.

Paolotto
Ospite
Member

E’ il dubbio che ho anch’io. Tuttavia non avrei scommesso un caffè su un acquisto così costoso, giovane, sano, italiano. Credo che Corvino così tanti soldi non li abbia mai spesi per nessuno, tranne che per Gilardino, ma quella non fu farina del suo sacco.
Ora vediamo. Questi giorni sono cruciali, in positivo o in negativo. La pentola bolle, chissà cosa ci aspetta. Si restasse così, ma non credo, sarebbe andata un po’ meglio del previsto.

Ludwig
Tifoso
Member

Conoscendoti come persona saggia, Paolotto, mi sorprenderebbe se non la pensassi come me, questa è già adesso una discreta squadra, che non dovrebbe avere problemi a farci divertire. Si torna indietro, certo, rispetto a certe corazzate montelliane.

Paolotto
Ospite
Member

Effettivamente temevo peggio. Ma come dici tu si continua ad andare indietro.
La squadra è più giovane e direi più vogliosa; se qualche scommessa viene vinta potremmo divertirci un po’ di più.
Soprattutto trovo positivo questo ricambio radicale di aria avvizzita, che dallo spogliatoio estenderei agli uffici dirigenziali.
E poi non è finita. Vedremo presto se ci aspettano croci o delizie.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Vargas?

Paolotto
Ospite
Member

Mi hai fatto venire il dubbio ed ho controllato su Transfermarkt: Vargas costò 12 mln.
In proporzione ai valori di mercato dell’epoca (2008) era molto di più dei 13 mln attuali.
Mi ricordo che pareva già fatta a giugno, poi si rimase in stand-by fino agli ultimissimi giorni, quando sembrava che volesse prenderlo il Real Madrid. In quei lunghi mesi qualche maligno allora pensò che Corvino aspettasse a chiudere proprio per vedere se qualcuno nel frattempo glielo soffiava … ma alla fine gli toccò.
Era quando Cesare chiedeva, Diego ascoltava e Pantaleo subiva. E covava.

Gigliato
Tifoso
Member

Leggo su altro sito un commento di cui l’estensore dovrebbe provare vergogna.

Riassumo: Rebic, Schetino e Baez sono giocatori che non hanno fatto breccia nel cuore di Pioli ..

Cito: “giocatori che a Firenze non sono mai esplosi e probabilmente mai lo faranno”

Ludwig
Tifoso
Member

Forse l’ha detto in un modo troppo diretto, ma ho timore che un pò di ragione ce l’abbia.

Gigliato
Ospite
Member

In altri campionati magari funzioneranno e avranno buone carriere. Il mondo del calcio non finisce a Ventimiglia o a Gibilterra.

Aesontium
Ospite
Member

Provo a mettermi nei panni di un ragazzo, diciamo polacco, di 18 anni e del suo procuratore. Ti chiama una squadra di serie a, diciamo la Fiorentina. Il procuratore sa benissimo che il ragazzo non è pronto, sia per la giovane età sia per l’enorme differenza fra il campionato polacco e quello italiano. Che fai? Dici di no per aspettare la maturazione, magari nel campionato belga o olandese? Avrebbe un senso. E se il treno del grande calcio non passasse più da quelle parti? Allora dici si. Però il ragazzo non sfonda e lo mandano in prestito prima in serie b tedesca e poi in Belgio, dove avrebbe dovuto essere fin dall’inizio. Ormai però il ragazzo è sfiduciato perché ha sfiorato il grande calcio, gloria e ricchezza e ha capito che la serie b tedesca e il Belgio sono già il declino, a 22 anni… Quindi?

Ludwig
Tifoso
Member

Rebic è un talento del calcio slavo preso per sostituire Ljajic ad un prezzo niente affatto basso, doveva essere un modo per contestare la piazza dopo una cessione dolorosa. E’ famoso per essere stato “fortemente voluto” da Cognigni che in quel periodo prendeva spesso decisioni in campagna acquisti. Mi pare che Corvino lo abbia, in questo senso, esautorato.

Gigliato
Ospite
Member

Chi può dirlo. Comunque tanti nostri giovani che qui hanno mancato e che anche nei successivi anni han faticato poi si sono tolti qualche soddisfazione giungendo in squadre importanti di campionati minori ma disputando coppe. Le loro oneste carriere ci sono state e ci saranno.

Paolotto
Ospite
Member

Scoperto: lo spazio per il commento è in fondo.
Su un blog che veleggia intorno ai mille commenti, sarebbe più comodo che fosse in testa, come prima.

Aesontium
Ospite
Member
Personalmente non sono per nulla contrario all’acquisto di Benassi. È un giocatore giovane ma che ha già esperienza in una squadra di media classifica di serie a, ha giocato nell’under 21 ed è italiano.non mi sembra un cavallo pazzo alla Balotelli, alla Cassano o alla Cerci e tanto mi basta. Se sia interno o esterno poco mi importa, la giovane età permetterà ad un tecnico ragionevole ed equilibrato di lavorare in miglioramento o ampliamento delle sue caratteristiche tecniche. La storia del calcio è piena di giocatori normali diventati campioni grazie alle felici intuizioni di qualche allenatore. Lascio lavorare Pioli, fiducioso che le sue scelte non siano, a differenza del predecessore, improntante alla ripicca e alla vanità personale. Un’ultima postilla: son contento che con Pioli si torni ad un calcio più semplice, fatto di corsa e tiro, che è in fondo l’essenza del calcio che si giocava da ragazzi, cioè passare… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Io ho molta simpatia per il calcio spagnolo (lasciamo da parte la brutta espressioni tiki-taka). Ma non escludo che si possa giocare ugualmente in modo produttivo e divertente anche senza sposare le idee di Guardiola. Tanto più che Pioli del calcio spagnolo è consapevole e tiene conto, pur giocando in modo diverso.

PecosBill
Ospite
Member

LUD, lascia perdere le “idee” di Guardiola. Il più sopravvalutato allenatore della storia del calcio. Quelle idee, con Messi, Iniesta, Xavi e Puyol dei bei tempi, tutti le avrebbero avute. E forse avrebbero vinto anche di più.
Per lui “parla” (e non certo in positivo) il post Barcellona: cioe’ un fallimento dietro l’altro.

i\'necchi
Ospite
Member
Paolotto , ti chiedi perché si stia trattando Jese. Se davvero vogliamo lottare per il sesto posto dobbiamo avere attaccanti migliori ad esempio della Lazio, secondo me naturale candidata a quella posizione. Loro hanno Keita e noi rispondiamo con Eysseric? Sulla carta non c’è partita. Ora non so in che condizioni sia Jese, ma 3 anni fa era considerato il talento più importante spagnolo della sua generazione e Capello ( non un coglione qualsiasi ) lo vedeva tra i migliori al mondo nel giro di poco tempo. Temo sia difficile mantenga tali promesse ma preferisco rischiare lui piuttosto che il francese che in effetti lo vedrei come alternativo a Saponara sul quale in più di uno abbiamo dubbi. Poi è chiaro che abbiamo altri ruoli da coprire (per me i terzini soprattutto ) ma non so quanti soldi il mitico Cognigni abbia messo a disposizione del Drago del Salento.
Gigliato
Ospite
Member

Fino a ieri mancavano giocatori. Oggi ne abbiamo due che potenzialmente in conflitto e questo disturba. Ve lo dico con il cuore: ” …. ma saranno cacchi di Pioli?” Bene che ne arrivino altri in altri ruoli a rendere una rosa adeguata e competitiva ad affrontare una stagione che ci vede in lotta per la Coppa Italia e per il 6° posto.
Ma so già che appena uno si farà male o verrà venduto e mancherà il sostituto naturale (cioè il quarto nel ruolo) subito si aizzerà il solito polverone sulla squadra sbagliata e incompleta.

Paolotto
Ospite
Member
Caro Gigliato, converrai sicuramente con me che sono ammissibili vari modi di vivere la propria passione sportiva. Come in tutti i campi, c’è chi non si contenta mai di nulla e chi si contenta di tutto, e poi ci sono tante gradazioni intermedie. Tutte lecite, ognuno crede giusta la propria. Nessuno sbaglia sempre, nessuno è sempre nel giusto. “Saranno cacchi di Pioli”, su questo non c’è dubbio. Ma il mio modo di essere tifoso della squadra allenata da Pioli non mi fa restare indifferente per il solo fatto che, tanto, degli eventuali problemi dovrà occuparsene lui e non io. Nel caso specifico, ovviamente i soldi non sono i miei, ma se vedo la mia squadra ricordarmi tutti i giorni i vincoli di bilancio e poi la vedo spendere somme consistenti per duplicati nello stesso ruolo o per giocatori sui quali c’è subito da domandarsi quale potrà esserne in concreto l’impiego,… Leggi altro »
Ludwig
Ospite
Member

Io Palotto sono però portato a dare un pò di ragione anche a Gigliato, la situazione di pochi giorni fa era ben peggiore. Penso che stia venendo fuori una Fiorentina stimolante.

Gigliato
Ospite
Member

Su Chomsky ho risposto, credo, chiudendo la questione. Diciamo che, paternità accettata a parte, il contenuto è parte di un ragionamento autentico perciò meritevole di riflessione.

Ludwig
Tifoso
Member

Ho detto infatti che sei stato bravo Gigliato.

Ludwig
Tifoso
Member

Trenta milioni per due pilastri come Badelj e Kalinic, cioè l’offerta del Milan, mi sembrano molto pochi. Non capisco poi quanto si possa valutare il cartellino di un giocatore come Paletta che non è certo giovanissimo.

Belvaromana57
Ospite
Member

I due croati possono fare le fortune di Montella. C’è un progetto tecnico preciso lì e Badelj assicura capacità di verticalizzare e Kalinic movimenti importanti. Vanno a colmare le due lacune tattiche del gioco di Montella. Ci credo che li vuole fermamente

Paolotto
Ospite
Member
Si tratta di due giocatori che si sono messi sul mercato e che la Fiorentina ha già dichiarato di essere disposta a vendere se non più motivati, come Kalinic è subito affrettato a confermare di non essere. Badelj ha cambiato il procuratore che aveva a più riprese dichiarato che il suo assistito se ne sarebbe andato. Però non risulta che il giocatore abbia poi fatto dichiarazioni rettificative. Se vogliono andare via, la Fiorentina ha già pubblicamente dichiarato che non li tratterrà. Ovviamente dovranno essere pagati, ma nel negoziare il prezzo la posizione della Fiorentina si è indebolita. Trenta milioni per entrambi sono pochi per il valore di mercato che avrebbero potuto avere solo quattro mesi fa, ma forse anche molti allo stato attuale. Piuttosto, trattandosi del Milan, c’è da vedere se otterrà il rilascio fideiussioni per una trentina di milioni viste le difficoltà che ha incontrato per quelle relative al… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Paletta è un lottatore, fanno sempre comodo giocatori così.

Gigliato
Ospite
Member

Parrebbe un 25+5 …. un prezzo giusto, secondo me, date le condizioni contrattuali di Badelj … e proprio perché giusto è basso per noi che ce ne dovremmo privare. Però sarebbe una buona base per chiudere a 4-5 in più.

Ludwig
Tifoso
Member

E’ vero, Badelj si svincola. Paletta comunque credo che valga molto poco, pur essendo un rinforzo non disprezzabile.

Carlo Monti
Ospite
Member

Però, Ludwig, Paletta è stato basilare, a me è parso, per la difesa del Milan, lo scorso anno. Ti saluto e saluto tutti, a domani!

Ludwig
Tifoso
Member

Ho seguito un pò il Milan lo scorso anno e debbo dire che Paletta è stato utile, è uno che si impegna.

Carlo Monti
Ospite
Member

Paolotto delle 9 e 24: hai ragione. Spesso ragioni su opportunità societarie e strategie di quel genere. E io sono perso come chi ha saltato le prime due classi elementari. Ma qui ti seguo nel filo del segno.

Carlo Monti
Ospite
Member

Gli allenatori purtroppo tendono ad assomigliarsi. Anche Sinisa aveva prefigurato – perché guai ad uscire dal dogma/modulo: ciò che ci innalzerà senza se e senza ma a squadra vincente e formazione delle meglio assortite- Benassi esterno sinistro. “Ma con fatica”, aveva aggiunto. Pare non sia adatto ai due di centrocampo, quindi si pensa ad altro. Devo rispondere purtroppo anche all’utente che ha scritto prima di me, @Lucido. Purtroppo l Toro è favorito, ad oggi, per l’Europa, a mio parere. Però la Viola ha la possibilità di risalire il percorso. Le vedo quasi alla pari.

Per quanto riguarda l’ “incursore” Benassi; sì, nei film d’azione c’è l’incursore Benassi: ma lui, a Modena, a giocare a pallone, gli piaceva giocare; a casa sua.

Ludwig
Tifoso
Member

Come avrai capito Carlo io non ho alcuna fiducia in Mihajlovic, per me le sue scelte se non sono sempre sbagliate poco ci manca.

Lucido
Ospite
Member

Dopo un paio di giorni di riflessione mi chiedo davvero, a volte, come ragionino le società. Prendiamo il Toro, lo scorso anno ha dimostrato di essere un’ottima squadra dalla cintola in su esterni difensivi compresi, Zappacosta, Benassi, Falque, Boye e Belotti a tratti pure Lijaic e Baselli. Al contrario ha paelsato evidenti limiti in difesa con il solo “vecchietto” Moretti a reggere la baracca, Portiere inesistente e altri centrali da incubo. Per me con la difesa, e la porta, rifatta poteva tranquillamente ambire all’EL, anche in autofinanziamento di stampo dellavalliano con i 100 milioni di Belotti ai voglia di prendere centravanti, portieri e difensori. E invece che fa? Vende Baselli e conferma Moretti in difesa???? Mah, forse son io che non ci arrivo….ah già ma hanno la tigre serba in panca, sarebbero dovuti partire da lì….

Ludwig
Tifoso
Member

Immagino che per Baselli tu volessi dire Benassi Lucido, sulla tigre serba sai come la penso, con un altro allenatore in panchina il Torino avrebbe potuto aspirare alla Europa Legue.

Gianca
Ospite
Member

Ieri sera Pioli ha fatto giocare Benassi esterno alto a sinistra. Piace anche a lui inventarsi i ruoli ai giocatori?
Io credo invece, che da tre anni, la squadra non venga più costruita con logica seguendo i bisogni del campo, ma seguendo logiche di bilancio, costringendo poi i tecnici di turno ad inventarsi qualcosa.
E finisce che, chi il calcio lo ha praticato poco o niente, si convinca che la colpa sia del tecnico di turno.
Ma se io tecnico prediligo giocare a due in mezzo al campo e tu Società come acquisto principe mi compri una mezzala, un incursore, io cosa devo inventarmi???

Paolotto
Ospite
Member
E’ il ricorrente dilemma. C’è chi vede l’allenatore come muto componente del pacchetto-squadra confezionato dalla società. Così, come il portiere para, e il centravanti segna, lui allena. E zitto. Altri vedono l’allenatore come colui che guida la squadra verso gli obbiettivi della società, la quale quindi ha tutto l’interesse ad ascoltarlo per cercare, tramite il DS, di conciliare le sue indicazioni con le risorse disponibili. La prima visione esautora l’allenatore da una delle sue funzioni principali, che è come far giocare la squadra. Dovrà farla giocare così come il complesso delle caratteristiche della rosa consente. Potrà essere obbligato un determinato modulo, potranno esserne irrealizzabili altri. In questo modo l’allenatore rischia di diventare poco più che un preparatore atletico, e allora andrà scelto in funzione di ciò, altrimenti sorgono subito dei malintesi. Un Montella, un Sousa, forse anche un Pioli, non ci stanno. Questa può essere certo una soluzione, che però… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

A me sembra prematura questa idea che Benassi sia stato preso contro il volere di Pioli, giudichiamo sulla base di un quarto d’ora in amichevole. Pare sia stato il giocatore a chiedere di scendere in campo, ma certo Pioli non ha potuto ancora lavorare sulla sua posizione in campo, visto che è arrivato a Firenze all’ora di desinare Paolotto.

Gigliato
Ospite
Member

Più che altro è da capire il motivo di critica se ci sono giocatori che possono soddisfare varie esigenze oltre ad offrire ricambi a rotazione dei giocatori mantenendo un livello adeguato. Quando c’erano 11 titolari e 11 giovani non andava bene. Adesso aumenta il numero dei titolari e non va bene uguale perché? Boh, misteri del tifoso.

Ludwig
Tifoso
Member

Siamo passati dallo spettro della B ad una squadra dignitosa Gigliato quindi ti dò ragione, non è il momento di essere ipercritici, uno sforzo la società l’ha fatto, si vedrà più avanti quanto vale la Fiorentina.

Paolotto
Ospite
Member
Nessun mistero, Gigliato, A me Benassi va bene. Sono (ero) rimasto piacevolmente sorpreso dal suo acquisto. Sul suo impiego non ho elementi di conoscenza diretta. Ho letto (non l’ho neppure visto) che al suo primo impiego è stato messo alto a sinistra. Mi sono allora domandato – se questo sarà il suo impiego definitivo, e sottolineo se – quale sarebbe stato allora il senso dell’investimento per Eysseric, visto che nel mezzo dietro al centravanti ci sarebbero Saponara e Hagi. Poi ho letto che – contrariamente a quello che io pensavo – Benassi non sarebbe adatto a giocare nel centrocampo a due. E allora mi sono domandato dove cavolo dovrebbe giocare questo Benassi che costa tredici milioni. E chi giocherebbe a fianco di Veretout se dovesse partire Badelj: ne andrà comprato un altro dopo aver speso tredici milioni per l’ex granata? E se Badelj dovesse restare, avremo Benassi, Saponara, Eysseric a… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Onestamente Gianca non ho ancora elementi per comprendere questa discussione sul ruolo di Benassi. Non mi risulta che nasca come “incursore”. E’ sempre stato comunque un centrocampista, che è entrato in confitto con Sinisa, il quale gli ha preferito Rincon. Per la poca stima che ho di Sinisa non sono assolutamente convinto che abbia fatto la scelta giusta.

Deyna
Ospite
Member

Tra Rincon e Benassi c’è un abisso, pur non essendo il venezuelano un campione da juventus.

Ludwig
Tifoso
Member

Rincon per come mi è stato descritto dagli stessi tifosi della Juve è un giocatore con piedi pessimi, in sostanza un rodomonte come il suo prossimo allenatore.

Paolotto
Ospite
Member
Non ho potuto vedere la partita di ieri sera, ma letto che Benassi, entrato nel finale, ha giocato come esterno alto a sinistra. Se questa dovesse essere la sua collocazione definitiva, non riuscirei a comprenderla, non tanto per le caratteristiche tecniche del neo arrivato, che conosco poco, quanto perché sorgerebbe un interrogativo sull’utilizzo di Eysseric che, se non sbaglio, se non gioca alto a sinistra dovrebbe allora fare il trequartista classico. In questo caso, si creerebbe subito un dualismo con Saponara. Pensavo, evidentemente sbagliandomi, che l’acquisto di Benassi volesse prefigurare, nel “2-3” intermedio del 4-2-3-1 di Pioli, una linea Benassi-Veretout ed una linea, da destra a sinistra, Chiesa-Saponara-Eysseric. Forse resta Badelj (Badelj-Veretout)? E più avanti, allora, chi va fuori per far posto a Benassi, l’acquisto più costoso? E si continua a parlare anche di Jesè. Non ci sarà, di nuovo, troppo affollamento da una parte e qualche pesante lacuna altrove?… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

Sarà presto Paolotto per dire che si è sbagliato acquisto? Te l’ho scritto anche sopra, alle 10 di ieri mattina questo faceva colazione a Torino.

Paolotto
Ospite
Member

Certo, ma non ho criticato la prestazione di Benassi di ieri sera, che non ho neppure potuto vedere. Mi sono posto degli interrogativi dato l’impiego tattico che ha scelto Pioli per il suo esordio.
Potrà essere stato solo un fatto occasionale, determinato dalla gestione delle sostituzioni.
E poi mi preoccupano queste notazioni che leggo per le quali Benassi non è adatto a stare nei due centrocampisti del 4-2-3-1.
Ma insomma, qual è il ruolo di Benassi nella prossima Fiorentina?

Vorrei osservare infine che il calcio è ancora in vita perché ci sono i tifosi che se ne interessano e ci ragionano intorno con opinioni fecondamente contrastanti. Se tacessimo tutti, ci sarebbe un grande sviluppo dell’agricoltura, oggi abbandonata da tante braccia.

Gigliato
Ospite
Member

Aggiungo che più di 11 non giocano ed i tifosi, tutti, chiedono sempre di avere sostituti o alternative all’altezza. Fatico a comprendere quale sia il problema se 2 o più giocatori si dividessero le partire in base alle esigenze della squadra. E se uno gli viene uno strappettino? E le squalifiche? E il raffreddore? E il Carnevale di Ivrea?

Paolotto
Ospite
Member

Benissimo, ma mi pareva di avere inteso che bisognasse stare attenti a spendere, che questa proprietà faceva così e che se a noi non fosse piaciuto, che si cercasse pure qualcun altro.
Se invece di può largheggiare, meglio!
Ma perché ci hanno fatto angustiare così inutilmente da un paio di anni a questa parte, attirandosi anche tanto ingiustificato malumore della tifoseria?
Via, si comprino subito anche due terzini.

Carlo Monti
Ospite
Member

Concludo su Sinisa (visto che della partita della Viola ci sono solo gli ailaits ghs hs). A Torino, se viene criticato, viene criticato da sinistra: non da destra. Non viene criticato praticamente per nessuna ragione se non che attacca troppo, si sbilancia troppo: qui lo spirito delle due tifoserie diverge irrimediabilmente. Si allontana come un continente che è già partito.

Volevo dire anche un’ultima cosa. Poi non parlo più del Toro. Ieri ho detto che tifo contro il Toro, ed è verissimo. Ma non certo per questioni accessorie e inutili come plusvalenze o per i contenuti della canzone che ho postato ieri (no mia). Sono degenerato; però, almeno, sono sincero.

Ludwig
Tifoso
Member

Io sono favorevole a che si parli anche di altre squadre, Carlo, allarga gli orizzonti. Ed anche parlare con gli juventini può servire: a me ad esempio hanno detto malissimo di Rincon.

Carlo Monti
Ospite
Member

Magari! (di Rncon), e sono d’accordo con te nella tua apertura di frontiere 🙂

Carlo Monti
Ospite
Member

Correzione: volevo scrivere: “viene criticato da destra: non da sinistra” (e non come ho scritto, che è viceversa). Non che ci sia questione ideale o politica, è solo una suggestione inconscia, forse.

Ludwig
Tifoso
Member

Secondo me il Torino aveva l’anno scorso una rosa davvero interessante, Carlo, con molti giocatori che anche la Fiorentina aveva trattato (Baselli, ad esempio, Zappacosta, l’ex Ljajic), e con il grande centravanti, lo stesso Benassi. Guardiamo la classifica finale: si può dire che il lavoro di Sinisa sia stato buono? Secondo me no, perché il Torino è nella terra di nessuno, poco appena sopra la zona retrocessione ma lontano dagli obiettivi europei. A Torino comunque nessuno critica Sinisa, quindi vuol dire che questa situazione sta bene ai tifosi. Io l’avrei già cacciato.

Deyna
Ospite
Member

Il grande centravanti lo ha creato Sinisa stesso, facendogli raddoppiare il numero dei gol, così come è stato lui a valorizzare altri giocatori. Il Torino giocava praticamente senza difesa, giova ricordarlo.

Ludwig
Tifoso
Member

Ripeto Deyna, se i tifosi del Torino si accontentano dell’attuale posizione in classifica io non ho nulla da dire ed anzi mi auguro che continuino così, un avversario pericoloso in meno. Che Sinisa non sappia mettere in campo le squadre ormai è storia nota, e i tanti ripetuti fallimenti evidentemente non ti hanno ancora convinto. Eppure la lista è lunghissima e comprende club piccoli e grandi e una nazionale.

Carlo Monti
Ospite
Member

Sì, Ludwig. E il Toro andrà peggio quest’anno. Almeno come squadra. Poi il campionato è strano in quel settore di classifica, quest’anno.

Carlo Monti
Ospite
Member

Vado a vedere la parta della Viola, se la trovo.

Carlo Monti
Ospite
Member

E poi dare del noioso a Scudetto, ci vuole pancia gonfia e pelosa come un terreno a maggese. Il maggese lo so dalle elementari, ma è molto lontano.

Carlo Monti
Ospite
Member

Non è un caso che, un minuto dopo, ho letto la poesia di Scudetto nel 2011. Non è un caso!: fa impazzire!

Carlo Monti
Ospite
Member

La storia dei dischi volanti mi fa impazzire, su Fiorentina Pistoiese; mi fece impazzire allora e oggi di più. Adesso con calma.

Carlo Monti
Ospite
Member

In più, si dà Simeone molto vicino. Be’, considerando che Ludwig, per aver visto un po’ di cielo marrone chiaro, azzurrino verso il celeste, per via di Mor, sapete, è stato abbastanza insultato; be’, ora si può dire che, con Simeone (non so se Laxalt), si va verso una fascia rosina e celeste acquoreo oggi sono finto acculturato un gioco che mi piace sempre- si va verso un po’ di Europa, ecco cosa volevo dire. Se è vero.

Ludwig
Tifoso
Member

Carlo basta che tu confronti la formazione che oggi sta uscendo sui giornali con quella che avevo buttato giù nel post per verificare che ho colto nel segno e anticipato l’ottimismo che poi è esploso di almeno una settimana. E senza avere canali privilegiati di informazione, sulla sola base delle osservazioni disponibili e con un pò di ragionamento.

Carlo Monti
Ospite
Member

Non ho capito bene se arriverà Laxalt in Viola. Laxalt è giocatore eccezionale.

Allora mi metto in pari col pensiero: Benassi è una scommessa, Laxalt è una certezza (o molto simile ad esserlo.)

Ludwig
Tifoso
Member

Non risulta una trattativa stringente per Laxa.

Carlo Monti
Ospite
Member

ok.

Carlo Monti
Ospite
Member
Su Sinisa. Vedo che avete le idee più chiare che quelli che sono di là (al Toro) ad idolatrarlo (ma non tutti). Esiste una filosofia che ha quest’uomo che è sicuramente geniale, altrimenti i gesti non lo avrebbero accompagnato così in modo, direi, genericamente sopra le righe: tirar di punizione non sarà mica quel gesto così banale! ma: quindi, tu, allenatore Sinisa dici, fai capire, che, se sei bravo, ti da il giorno libero. E te lo da. Ti da IL GIORNO LIBERO. Ok. Altrimenti ti da il doppio allenamento. Ecco, questa filosofia, a mio modo di vedere, che non è filosofia, è roba di una minestra intruglio serba antica più vicina a qualcosa, ad una severità ottocentesca, una cosa didattica: non la spiegare: basta. Ma mi serve solo per capire che un ragazzo non cresce con questa idea filosofica. Si sta sempre al pelo dell’acqua. Non più su, non… Leggi altro »
Ludwig
Tifoso
Member

La metafora del giorno libero rende bene la mentalità di Sinisa, bastone e carota. Anch’io l’ho visto bene per un anno e passa. Ed ho visto ad esempio che dopo le sconfitte entrava in sala stampa per dare tutte le colpe ai giocatori ed auto assolversi, con frasi come: “oggi andrebbero tutti presi a calci nel sedere”.

Carlo Monti
Ospite
Member

vero!

wpDiscuz
Articolo precedenteIncontro tra Fiorentina e Rosetti per il VAR
Articolo successivoIl Marocco vuole strappare il giovane Zekhnini alla Norvegia
CONDIVIDI