Il blog di Ludwigzaller: Six Memos

di Ludwigzaller

552



Italo Calvino scelse come sottotitolo delle sue Lezioni americane, nate come conferenze da tenere in America, l’espressione Six memos for the next millennium. Più modestamente vorrei qui proporre alcune regole generali che mi sembra possano utili a chi voglia costruire una squadra, non dirò vincente ma competitiva. Non si tratta, è bene precisarlo, di regole che ho dedotto facendo il calciatore o il direttore sportivo. Come ho tante volte chiarito io sono soltanto un appassionato.

L’obiettivo di queste regole elementari è pervenire a forme di ragionato entusiasmo. Come Machiavelli ci insegna qualsiasi progetto utopico è praticabile solo se si trova il modo di renderlo concreto. In questo momento  la piazza fiorentina si nutre di utopia ma rifiuta il realismo e la concretezza, che dell’utopia non sono l’opposto ma l’inevitabile controaltare. Dedico questo vademecum ad Andrea della Valle, così come Machiavelli dedicò Il principe a Lorenzo dei Medici che, è bene precisarlo, non era il Lorenzo più famoso ma un suo nipote.

1. Spendere

Il primo dilemma è il più spinoso, e fonte di discussioni infinite: occorre spendere molto per creare una squadra competitiva? Non c’è dubbio che il budget decida della sorte di una squadra. Ma come Baglini, presidente del primo scudetto, osservò, si può vincere anche disponendo di un gruppo di buoni giocatori, nessuno dei quali sia economicamente irraggiungibile. L’acquisto di giocatori molto costosi, se la situazione finanziaria non lo giustifica, rischia di rivelarsi dannoso e di peggiorare in modo esiziale i conti.

2. Allenare

È illusorio pensare che l’allenatore non abbia nessuna influenza sui risultati. Se si osserva la storia del calcio recente si può constatare che l’importanza di allenatori che possiedano un sistema di gioco personale ed una visione d’insieme è enormemente cresciuta. Nello scegliere l’allenatore si deve guardare di più alla creatività e alla fantasia che non all’esperienza. Gli allenatori giovani e aggiornati sono portatori di un entusiasmo che con il tempo perdono, mentre le loro idee di gioco vengono conosciute e prevenute.

3. Giocare

Esistono ottimi giocatori che inseriti in un sistema di gioco sbagliato non rendono. E giocatori relativamente mediocri che sono esaltati dall’inserirsi in un sistema di gioco che si addica alle loro caratteristiche. In nessun caso ha validità il principio secondo il quale il direttore sportivo mette a disposizione dell’allenatore un gruppo di giocatori lasciando che questi se la sbrogli.

4. Debolezze

La Fiorentina vincente di Ranieri Pontello, grazie all’acutezza dei suoi direttori sportivi, tra i quali Allodi, dopo aver individuato un nucleo di giocatori, cercò di perfezionare la costruzione intervenendo dove si notavano delle debolezze. È inutile avere in squadra Causio, Claudio Sala e Bertoni, se poi mancano un centrale di difesa come il Passarella di quegli anni o un portiere.

5. Fare e  disfare

È vietato fare e disfare: se si è scelto un sistema di gioco che funziona e si sono ottenuti dei risultati, non ha senso ricominciare ogni volta da zero. La costruzione della squadra vincente è un’opera di pazienza e si estende in vari anni.

6. Costanza

Gli investimenti debbono essere costanti e ragionati, è pericoloso alternare ad annate di grandi investimenti che fanno aumentare il deficit altre in cui si risparmia all’eccesso.

Se tutto questo si rivela inutile non resta che ricorrere ad un cinese multimiliardario, ma si tenga conto che la maggior parte di queste regole dovranno essere applicate anche dal cinese. Si ricordi infine che la Fortuna ed il caso dominano la vita degli uomini, di cui il calcio non è che una metafora.

di Ludwigzaller

552
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Il prezzo di un giocatore è sempre più determinato dal mercato, che dal valore tecnico . Cinquanta milioni per Bernardeschi sono un prezzo spropositato per quello che ha dimostrato finora in campo, neanche così eccessivo se si considera un prodotto di moda. Si assiste ad una progressiva sperequazione tra spese ed introiti, le cifre che si sentono in giro per gli acquisti e gli stipendi non sono alla lunga sostenibili con i ricavi prodotti dall’ attuale sistema, invero assai ingessato. Senza correttivi, il rischio è un mercato asfittico ma bulimico, destinato ad prima o poi ad implodere.

Ludwig
Tifoso
Member

Secondo la scuola economica marginalista Uno, il valore di una merce è sempre determinato dalla domanda, in questo caso la domanda è alta e forse va al di là del valore intrinseco del calciatore che ancora non si conosce esattamente.

Ludwig
Tifoso
Member

Sousa ha trovato la squadra, a quanto pare. Resta confermata l’ipotesi che non fosse così stimato se non l’hanno ingaggiato né in Germania né in Portogallo né in Italia e se è finito in Cina, pur nell’ambito di un buon programma e con ottime possibilità di guadagno. Vedremo se e quando gli capiterà un’altra occasione come quella di allenare la Fiorentina, squadra che talvolta sembrava non giudicare al suo livello.

Ludwig
Tifoso
Member

Ho visto certe ipotesi di come dovrebbe essere la squadra il prossimo anno e non mi convincono. A me dando per scontata la perdita di Kalinic, Bernardeschi e Badelj pare una squadra sicuramente non più forte della attuale, che già ha avuto molte difficoltà, anzi direi più debole. Mi sembra che ci sia ancora un certo lavoro da fare. E Pioli riparte dallo stesso modulo che non ha funzionato né all’Inter né alla Fiorentina, considerando il famoso 5-4 poco onorevole per tutte e due le squadre.

Sudomagodo
Ospite
Sudomagodo

Riprendo quassù Lud, perchè mi perdo un po a seguire le risposte in basso. Per me 50 mln per Berna sono tanti, troppi… sia chiaro, il giocatore mi piace ma non ci vedo il campione che molti acclamano, almeno per adesso. Poi magari sarò smentito e me lo auguro soprattutto se Federico rimarrà a vestire i nostri colori. Spero ovviamente non vada dai gobbi ma 25-30 mln più Rincon sarebbero secondo me offerta congrua. Caldara è un grande prospetto difensivo che, assieme ad altri ha fatto la fortuna di Gasperini e dell’Atalanta. Penso che assieme a Rugani formerà la colonna… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

La valutazione reale di Bernardeschi direi che conta meno di quella “immaginaria”. Oggi il giocatore pare sia valutato molto, anche se non c’è certezza assoluta che possa diventare un fuoriclasse. Mi colpisce che a parlare bene di lui siano addetti ai lavori come Mazzola, qualcosa vorrà pur dire. Si lavora dunque sui valori di mercato, che potrebbero anche essere eccessivi come capita per certe opere d’arte. E l’obiettivo è riuscire a prendere il più possibile. Prendere un centrale potrebbe essere una mossa molto intelligente. Io mi “accontenterei” anche di Marko Pjaca che gioca in una zona del campo molto simile… Leggi altro »

gianni usa
Ospite
gianni usa

Lo sai LUD perche’ Sarti era sempre nella giusta posizione? Quando vedeva un giocatore avverrsario pronto al tiro, valutando la posizione del suo difensore capiva quasi sempre dove avrebbe tirato.Certo sbagliava anche lui. Se guardi i portieri d’oggi tante volte sono sulla stessa linea con loro difensore e con l’ attaccante e se questo angola il tiro non ci possono arrivare.Sarti invece usava il difensore come si farebbe con la barriera sulle punizioni e si spostava di un metro o due dalla parte dove sapeva che il pallone sarebbe arrivato.Ricordo un giocatore avversario (del quale non rammento il nome) che… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Interessante gianni, vedendolo da dietro mi confermi che non avevi tanti capelli? Io me lo ricordo con la chierica. E mi rammento che mi colpiva la differenza con l’Albertosi capellone (che ricordava un pò Perin).

gianni usa
Ospite
gianni usa

Proprio vero.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Pizzalaficu.Io ho avuto la fortuna da ragazzino di passare due anni con questi grandissimi campioni che tu hai elencato e ti posso dire che ogni volta che la lista diminuisce mi piange il cuore.Noi ci s’allenava nella porta che era dietro il rettangolo di gioco in Curva Ferrovia,e quando questi giocatori potevano dopo il loro allenamento si fermavano a farci vedere il modo di fare alcuni esercizi col pallone.Mi ricordo anche di ORZAN, CARPANESI (Che era un perfetto gentiluomo anche in campo ) E SCARAMUCCI. Ora non so quanti sono rimasti,ma mi sto accorgendo che il tempo passa anche per… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Ciao Gianni poi ci racconterai meglio.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

GIANNI USA ! In questo preciso momento rabbrividisco invidiandoti, come ho sempre invidiato gli Angeli del Fango, rammaricandomi per tutta la vita di non esserci stato ! ORZAN l’ho menzionato successivamente ma avevo dimenticato PRINI e CARPANESI !

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Che invidia, Gianni! Anch’io ti invidio. Aver visto da vicino questi campioni, averci qualche volta addirittura palleggiato insieme. Devi esserne fiero e felice.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Lo sono Paolotto,pero se penso che sono passati quasi sessant’anni mi vengono i brividi.Ti volevo dire che nella squadra in cui facevo parte c’erano anche Chiarugi e il povero Adriano Lombardi.E Lucianino vinse poi il suo scudetto.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Dal 28 maggio ad oggi, comunque, nessuno della società ha ancora parlato, ma sono arrivati e l’ufficialità del nuovo allenatore -un mese prima del ritiro-, e un centrale di difesa a titolo definitivo, campione nel Brasilerao, per 8 milioni di euro, credo la cifra più alta spesa dai Della Valle per un difensore (centrale; ci fu Vargas pagato 12 come terzino, ruolo non suo dove al primo anno fece piangere, però). Proviamo a riaccendere l’ottimismo: non sono segnali negativi. Anzi, si è lavorato da gennaio già con Sportiello e Saponara, a mio parere due tasselli poco disprezzabili a priori, ancora… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Non ci fasciamo la testa d’accordo, io ancora devo toccare con mano la bontà di certi acquisti, e se comunque Saponara sostituisce Bernardeschi la sindrome Bologna mi sembra ipotesi concreta.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Per me è anche meglio, perché Bernardeschi trequartista è una frana! Continuo a pensare che sia una mezzapunta esterna, e non solo io -l’Inter ad esempio lo vorrebbe per farlo giocare a destra al posto di Candreva; sono parole di Adani, non mie. Saponara sa giocare meglio il pallone, per quanto visto ad Empoli. Perciò la sostituzione “alla bolognese” è reale economicamente, ma ipotetica nel ruolo: fosse così sarebbe grave non perché parte Berna e resta Saponara, bensì perché in società di calcio e ruoli ne capiscono proprio poco!

Ludwig
Tifoso
Member

Bernardeschi non ha un ruolo definito, se dovesse andare all’Inter credo che Spalletti glielo troverà. Io non so se sceglierà il ruolo di esterno o quello “alla Totti” scegliendo la soluzione già pensata da Montella per il quale Bernardeschi doveva fare il centravanti arretrato.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

lo suggerisco ai più giovani: INCHINATEVI !!!! SARTI-MAGNINI-CERVATO-CHIAPPELLA-ROSETTA-SEGATO-JULINHO-MONTUORI-VIRGILI-GRATTON-BIZZARRI. Sul mento di Giuliano il segno di uno toccato da Dio come dicono in Veneto, ” vai che sei bello” . Da noi in Maremma, dove siamo grezzi in tutto, la chiamiamo volgarmente bazza….

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Prini?

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

UNO memoria alla Pico della Mirandola ! Indimenticabile Maurilio PRINI e di ORZAN chi si ricorda ?

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Magnini, Orzan e Carpanesi sono gli unici superstiti di quella meravigliosa squadra, credo. Orzan e Sarti hanno discusso fino all’ ultimo sulla finale di Madrid. Per il primo fu condizionata dall’ arbitro, per il secondo il Real avrebbe vinto comunque perchè troppo forte.

Ludwig
Tifoso
Member

si anche per noi è la bazza.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

LUD ! Ma lui aveva la fossetta di Dio nel mezzo, come ce l’ha anche il Grande Antognoni !

Ilgatto
Tifoso
Member

Hai tolto PRINI,tu mi vuoi morto.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

“Nella mia carriera sono stato sempre bene, ma Fiorentina e Inter erano due cose estremamente diverse: a Firenze eravamo una famiglia, a Milano compagni di squadra. Devo dire che con la maglia nerazzurra mi sono tolto tante soddisfazioni calcistiche ma era un mestiere, la vera vita era qui a Firenze”. Caro Giuliano, anche se oggi i giornali intitolano al portiere della Grande Inter, tu sarai sempre uno di noi.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Come tanti campioni, dopo giri più o meno lunghi, a carriera conclusa anche Sarti tornò da noi e con noi è rimasto. In viola l’ho conosciuto solo di nome, quando si parlava di Fiorentina tra ragazzini e si leggevano le cronache sulla Nazione o sul Giornale del mattino. La mia prima partita allo stadio è stata nel primo anno di Albertosi. Poi l’ho visto spesso al mare, in quella seggiolata in cerchio dove con Chiappella e altri stavano la mattina, e la sera, a veder passar le spose facendo finta di accalorarsi in discussioni serie. L’avevo visto anche di recente… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Io lo ricordo portiere della grande Inter quella di “Sarti, Burnich, Facchetti”.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Io lo ricordo portiere di riserva nella Juve, che al gol di Maraschi nella partita decisiva per il secondo scudetto si alzò in piedi per esultare. Uno di noi.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Perché sei troppo giovane, diciamo così, via.
Io, nell’Inter Sarti me lo ricordo battere ripetutamente la testa nel palo dopo la rete-papera subita Mantova per 0-1 che all’ultima giornata dette lo scudetto 1967 – guarda caso – ad una delle più brutte Juventus mai viste. Ma per loro vincere è tutto, si diceva ieri.

Ludwig
Tifoso
Member

La Fiorentina all’epoca fece plusvalenze importanti con i portieri, prima Sarti, poi Albertosi, alla fine lo scudetto lo ha vinto con Superchi. Miti giovanili per me, sia Sarti con la sua pelata, che mi sembrava vecchio, sia Albertosi beat con le sue pettinature alla Beatles.

Deyna
Tifoso
Deyna

La pelata di Sarti?

Ludwig
Tifoso
Member

Confermo aveva una discreta pelata, che si vede bene nelle foto di fine carriera.

Ilgatto
Tifoso
Member

Se proprio deve essere Juve per Bernardeschi,Rugani e Caldara,tutti e due dico,no ?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Vogliono i lìlleri, Gatto, non lo sai che vogliono i lìlleri?
Cosa se ne fanno dei giocatori? Quelli, servono solo per giocare.

lapalisse
Ospite
lapalisse

Eh sì che vogliono i lilleri, tanto che a questo punto se Berna dicesse “Resto” gli risponderebbero “Non scherziamo eh?”.
In compenso comincia a circolare qualche ipotesi (ripeto: ipotesi) di nomi accettabili. A me Simeone e Eder piacerebbero. Muriel sarebbe una scommessa più perigliosa, ma se mettesse la testa e la bilancia a posto…

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Simeone mi piacerebbe, pur vedendoci ancora molti rischi, ma bisogna correrli del resto. Eder sarebbe il tipico affare da squadra provinciale che si fa affibbiare i giocatori che non servono più alle grandi, e comunque non mi ha mai entusiasmato. Muriel a fianco di Babacar potrebbe essere una buona idea, ma qui i rischi sono davvero tanti. Piuttosto, pare che si stia facendo qualcosa per la difesa, ma si tace sul centrocampo. Per me, ad essere ottimisti, si parte solo da Vecino e da un Borja dalla precoce senescenza atletica: lì c’è da fare e da spendere parecchio, oltre ai… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

Sanchez e Vecino sono a mio parere una coppia valida,ma ci vogliono altri 3 centrocampisti,e buoni,esterni a parte.Non li prenderanno mai.

Ludwig
Tifoso
Member

Molti nomi di attaccanti ma qui c’è da rifare la squadra, io sono un pò preoccupato, perché devi comprare dieci giocatori! Speriamo che il Corvo non ci confezioni un bel Bologna per una salvezza tranquilla.

Ilgatto
Tifoso
Member

Peraltro, hai un Corvino e non lo rendi plenipotenziario??! Sarebbe assurdo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Plenipotenziario … l’ho sognato, o qualche settimana fa fu data notizia che la Fiorentina aveva conferito procura notarile per le operazioni sul mercato estero al signor Fali Ramadani?

Fiorenzo i\' pizzicagnolo
Ospite
Fiorenzo i\' pizzicagnolo

Bongiorno Zallero! Sulla Juve dico la mia che pe’ fortuna unn’è come la vostra. Allora unn’è vero che un rispettano le regole. Arberto Arbazino m’ ha raccontato che quando Boniperti regalaha le macchine agli arbitri, voleha sempre vede’ la loro patente pecchè sapeva che per guidare bisogna ave’ passato l’ esanime di guida. Bisogna avere rigore con Stilo, diceva. Un signore d’ artri tempi. Pe’ fortuna.

Ludwig
Tifoso
Member

E come no, lo sapevo perché Arbasino lo disse a Borges quando lo intervistò per la Rai.

Fiorenzo i\' pizzicagnolo
Ospite
Fiorenzo i\' pizzicagnolo

Già Ludde…lo sai che ho conosciuto i’ Borgesse quando preparava i guardalinee sui forigioco della Juve?

Sudomagodo
Ospite
Sudomagodo

Samuel è stato uno dei più forti difensori degli ultimi vent’anni ed in mano ad allenatori come Capello prima e Mourinho poi ha dimostrato tutto il suo valore. Non era solo “cattivo” però, grande concentrazione e senso di posizione ed anticipo ne facevano un vero “WALL”. Molto più forte di Montero, secondo me, che aveva dalla sua forse più cattiveria (spesso anche troppa) ma cedeva all’argentino su tutto il resto. LUD, 30 milioni + Pjaca per il Berna sono un bel sogno, purtroppo. Quanto a talento il croato non credo sia inferiore al carrarino, è stato frenato dagli infortuni quest’anno… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Pjaca al momento vale 20-25 milioni circa, e non mi sembra nei piani immediati della Juve, Caldara proposto dal gatto è interessante, ma abbiamo già sistemato la questione dei difensori centrali. Bernardeschi lo valutiamo 50, no?

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodaPortaalprato

Lo puoi valutare anche 200. Il problema è trovare chi te li da.

Ludwig
Tifoso
Member

Il giocatore giusto per un cambio con Bernardeschi è Pjaca, ecco se ci danno Pjaca l’affare potrebbe essere buono per noi, diciamo Pjaca e 30 milioni in contanti.

Deyna
Tifoso
Deyna

Il conguaglio a cose normali lo dovremmo dare noi alla juve, per Pjaca, che si mangia Bernardeschi. Il fatto è che prenderemmo l’ennesimo reduce da un grave infortunio, che non si sa come torni…

Ilgatto
Tifoso
Member

Pjaca nel prossimo decennio mangerà essenzialmente medicine dategli da ortopedici.Il resto è conversazione.

Ilgatto
Tifoso
Member

MassimodiPortaalPrato 9.05, il tuo commento potrebbe apparire sprezzantemente razzista verso i meridionali ma essendo umbro la cosa non mi tocca direttamente,e poi qui si parla di calcio,più o meno.Però c’ è un punto che mi sfugge: il rapporto con una squadra di calcio che diventa subito poi tifo vero e proprio si forma tra i 6 e gli 8-9 anni nella stragrande maggioranza dei casi,ci mettiamo a tifare da bambini, diciamo così. Tu credi che i bambini ” nascano col complesso di inferiorità incorporato”, per citare questa perla di saggezza e siano interessati a denigrare Firenze e non hai nemmeno… Leggi altro »

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodaPortaalprato

LA presunzionè c’è l’hanno anche i rom. Non c’è bisogno di essere un gran psicologo per capire cosa nascondono certi comportamenti

Ilgatto
Tifoso
Member

Sarà.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodaPortaalprato

Ti dirò di più : c’è l’hanno anche I messicani nei confronti degli usa la presunzione di essere meglio. Del resto quella di ritenersi più svegli e furbi è la consolazione di tutti i morti di fame del mondo.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Sarà.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

Hugo dopo averlo visto mi ricorda un pezzo di gioventù. Eh sì con le sue entrate mi ricorda quando fumavo il tranciato forte, pardon volevo dire il trinciato forte. Avevo un vantaggio però, non rischiavo di essere espulso.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Lo juventino Aldo Cazzullo, sul Corriere, se la prende col “brutale stile della casa” del Real Madrid commentando l’elogio del presidente Florentino Perez verso Sergio Ramos, nonostante (o per …) l’episodio con Cuadrado.
Brutale stile della casa …. brutale stile della casa …. mmm …eppure questa espressione mi dice qualcosa. A Cazzullo evidentemente no.

Thor
Ospite
Thor

Cazzullo, con Gramellini naturalmente, è uno dei motivi che mi inducono ad acquistare sempre più raramente il Corriere.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Lo leggo da decenni, ma effettivamente da tempo il Corriere mi fa entrare il nervoso. Infatti ogni tanto fingo con me stesso di dimenticarmi di comprarlo.
Peraltro ci trovi ancora delle ottime firme, finché non le faranno fuori pian piano.
Non parlo poi della versione on line, che sta diventando un “Chi”, una assegna di gossip che cerca di estorcerti in clic con vari specchietti per le allodole che denotano scarsa considerazione per l’intelligenza del lettore.. Lo fanno tutti è vero. E quindi il Corriere è diventato come tutti.

Thor
Ospite
Thor

Sì Paolotto, il Corriere si è “incazzullito”, ed è sempre più orientato verso un qualunquismo di moda oggi. Devo dire che oltre a Cazzullo e Gramellini, non mi piacciono più anche i vari Stella e Rizzo. Sempre più spesso compro La Stampa.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Azzardo anche io, pur essendo francamente troppo presto, qualche mia valutazione sulla Fiorentina che verrà, o meglio, che potrà venire. La difesa era alla frutta, ed anche peggio, quindi, al di là dei nomi, sarà molto facile, sia per Corvino che per chi poi l’allenerà, migliorarne le prestazioni rispetto all’anno scorso. Gli interrogativi preoccupanti vengono per gli altri reparti, e soprattutto a mio avviso, per il centrocampo. A quanto pare anche questo reparto, decisivo, sarà rivoluzionato, quindi tutto sta nelle capacità, che dovranno essere altissime, di chi opera sul mercato e nelle mani, che dovranno essere abilissime, di chi poi… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Sicuramente perderemo Kalinic, Bernardeschi, Badelj, Gonzalo, Vecino e Borja non sono sicuri di rimanere (Vecino ha una clausola abbordabile), dunque cinque o sei titolari. Vediamo cosa combina la coppia formata da Pioli e Corvino. Spero non sarà una Fiorentina formato Bologna, sennò rischiamo di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere. Ci sono i soldi per sostituire questi ed altri titolari ottenendo un miglioramento? Francamente quelli presi finora non mi pare rappresentino un miglioramento. Ma è giusto attendere.

Ilgatto
Tifoso
Member

Tra quelli l’ unico da non cedere mai è Vecino,mai.

Claudio_dai_Falciani
Tifoso
Claudio_dai_Falciani

Chiaramente 8 a 0 per l’Italia…..

Claudio_dai_Falciani
Tifoso
Claudio_dai_Falciani

Ludwig ti ringrazio per l’attenzione che metti nelle cose che fai. Mi riferisco alla tua risposta sull’incidenza della fortuna nella partita fra Juventus e Real Madrid che mi era sfuggita. Questo post non pubblicarlo. A proposito dell’incidenza della fortuna, del divino caso, nei fatti sportivi io non credo che questa incida. E provo a spiegarmi con esempi: – metti una partita di calcio fra San marino e l’Italia, finirà sempre 8 a zero; – analogamente una partita di rugby fra gli All Blacks e l’Italia 40 a 3. Questo per dire estremizzando che il più forte deve essere in grado… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

La fortuna esiste sempre Claudio, ma è chiaro che ha maggiori probabilità di manifestarsi se il divario in campo non è enorme, come dici. S. Marino può anche segnare un paio di goal fortunosamente, ma poi perderà 8-2. Si è visto comunque l’Italia in difficoltà contro squadre come Haiti o Corea, dunque ma essere certi di un esito.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Questo Hugo mi pare un bell’ovino comunque, ignorante q.b. Doppio orecchino anni ’90 stile Suede, faccia da allibratore di combattimenti tra galli, campione carioca. 26 anni, bel fisico, ho qualche riserva sul piede -Pedullà che disse destro, tutti che lo vogliono invece mancino e dunque sorge subito il dilemma della compatibilità con Davidino- , ma il profilo sembra quello giusto. Finalmente un volto scafato, cattivo. Basta signorine e libro Cuore. Se poi pure Milenkovic appartenesse alla schiera degli amici di Ivan Bogdanov, sportivamente, non ne farei un cruccio. Anzi, non mi parrebbe vero di avere una difesa di delinquenti prestati… Leggi altro »

Deyna
Tifoso
Deyna

Chi è che non apprezza Samuel? E’ molto vicino al mio ideale di marcatore. Il mio sogno sarebbe una coppia di centrali Samuel-Passarella. Vitor Hugo: quando di un giocatore non si capisce se sia destro o sinistro, è sempre segno buono. Nel suo caso, è sinistro, ma usa molto anche il destro. Certo, la sua tecnica è abbastanza basilare per un brasiliano, ma il suo lavoro è prodursi nei recuperi e marcare, e lo fa molto bene, vediamo come si ambienta in italia.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

un po’ bassini due centrali così. Passarella nel calcio moderno avrebbe grossi problemi con il suo 1,73

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Samuel non mi pare fosse così bassino. Passarella compensava parecchio con l’ elevazione e i gomiti. Avercene comunque di nani così, in tempi di micragna.

Deyna
Tifoso
Deyna

Passarella anche oggi, col suo 1.74, mangerebbe in testa a chiunque, con l’elevazione, il tempismo e la sospensione che aveva. Samuel è 1.83, un po’ meno rispetto agli standard attuali, ma di testa non ha mai avuto problemi.

Ludwig
Tifoso
Member

Io preferisco sempre leggere che si tratta di un giocatore anche tecnicamente forte, di mastini che poi in campionato si sono rivelati barboncini ne ho visti troppi.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Mi fido del tuo giudizio, lo avrai visto giocare. Comunque anche su transfertmarkt, e nell’articolo di stamattina qui su Fiorentina.it, si legge che Hugo è destrorso.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Se queste sono le sue caratteristiche e visti i compagni di reparto attuali, è difficile allora che la costruzione riparta dalla difesa. Via Badelj, in forse e in calo Valero, inadatto Vecino, si porrebbe la questione di chi gestisce la manovra in mezzo al campo.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Se era una questione di ceffi bastava qualcuno del calcio storico. Poi è chiaro che si sta a parlare del nulla ( chi li conosce questi ? ) e quindi va bene anche la recensione degli orecchini.

Sudomagodo
Ospite
Sudomagodo

Higuain non lo vedo esclusivamente come attaccante da ripartenze. Per me è anche ottimo nel finalizzare palle sporche e rifornimenti dei compagni. Ma non è un fuoriclasse e per questo a Madrid, dove vogliono solo il meglio del meglio, lo hanno ceduto. Adesso anche Allegri si trova nella situazione di Conte dell’estate 2014. Ha capito che per completare il lavoro (champions league) non è da corsa e chiede ulteriori rinforzi. Vedremo se lo accontenteranno, io penso che abbia anche un po paura di essere a fine corsa motivazionale e magari non sarebbe male per lui lasciare con le tasche piene… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Si ipotizzano molte cessione direi, speriamo in bene!

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Io nel mio piccolo quando mi cimento voglio sempre vincere ma a volte pur perdendo sono rimasto pienamente soddisfatto di me stesso.
Altre volte no, è ovvio.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Tra il dire che si vuol sempre vincere e il dire che vincere è l’unica cosa che conta c’è un abisso.
E se questo abisso non viene visto non è colpa mia.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Un conto è scendere in campo sempre col desiderio, con la determinazione di vincere, un conto è dare sempre tutto per poter vincere. Tutte queste sono ovvietà, sono dei must in campo agonistico.
Altra cosa è considerare la vittoria l’unica cosa che conta. Questa è barbarie sportiva, è incultura allo stato puro, è autentica povertà di spirito, in questo caso sportivo.

Ludwig
Tifoso
Member

Non è certo un elemento di forza per il campionato italiano in quanto prodotto da vendere all’estero il fatto che vinca sempre la stessa squadra e non sempre in modo limpido.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Oggi sul Corriere Mario Sconcerti prende la parola sentendosi in dovere di rispondere alla tante critiche che ha avuto per quel suo accenno, un mesetto fa, secondo il quale nella Juventus un Cristiano Ronaldo farebbe la riserva. Era un paradosso, dice Sconcerti. Una provocazione per mettere meglio in evidenza l’importanza del lavoro oscuro di Mandzukic. La Juve di Allegri secondo il giornalista è un meccanismo perfetto ma fragilissimo, basta un’inezia per far cadere tutto (anche se accade abbastanza di rado, va detto). Per Sconcerti, un Ronaldo nell’attuale Juventus non farebbe mai il lavoro operaio di Mandzukic, ma si porrebbe in… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

A Sconcerti conveniva in effetti lasciar perdere, è una frase detta sull’onda dell’entusiasmo per le precedenti vittorie della Juve.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Un sedicente tifoso viola che si fa prendere dall’entusiasmo per le vittorie dei gobbi…mah

Ilgatto
Tifoso
Member

Sottolineando a gran voce,422 post accomunati da una idea comune sono una “gran voce”, che la Juve non vale niente, ha fallito in pieno,ha fatto pena,e soprattutto ha la vittoria come unico fine, cosa ignobile, io che tifo Fiorentina come voi e non amo per nulla la Juve come voi,sono assalito da una domanda: quando si massacrano di fatica in allenamenti micidiali giorno dopo giorno Nibali,Djokovic,Bolt,Rossi,LeBron, hanno in mente la vittoria o stanno preparandosi per un soddisfacente terzo/quarto posto ?Il punto che nella Juve non va bene non è, a mio avviso,il desiderare ferocemente la vittoria,è farlo in modo disonesto,e… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

Bravissimo finalmente qualcuno l’ha detto. Il GATTO non voglio rubarti la scena ma per uno come me di animo greve e triviale, raffrontare i gobbi con Rocco Siffredi diventa puro esercizio tra chi è cultore del fare (vincere) e la malcelata invidia di chi è riottoso nel cercare di farlo. Come ebbi modo di dirti tempo addietro per una piccola divergenza che avemmo, le filosofie….

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

In realtà,se ben ricordo,un equivoco più che una divergenza…..

Paolotto
Tifoso
Paolotto

La Juve, come il Crotone di Nicola, conoscono bene alcuni argomenti che la Fiorentina spesso nella sua storia avrebbe avuto necessità di meglio apprendere. Si tratta di aspetti importanti sul piano sportivo, assieme però ad altri, Questo è vero, Gatto. Ma quello che ha spinto molti di noi, a partire da Chiarificatore, nel commiserare lo spirito juventino, che non ha niente a che vedere con la favola della volpe e dell’uva, mi pare che si basi su una concezione diversa dall’anelito di vittoria, che è l’essenza dello sport. E qui si potrebbe poi scendere in sottigliezze per stabilire se vittoria… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

Ma certo che condivido, tutto quello che dici dalla prima all’ ultima parola.Io volevo però evidenziare una cosa sana non da pervertiti,il desiderio di gareggiare provando,in modo onesto,a vincere o,in sottordine,a fare il meglio possibile,poi amen,e senza rubare ma prima ci provi,è l’ essenza dello sport,per me.Di Nicola preferisco non parlare,pover’ uomo,ha altro a che pensare,se ti sei formato l’ idea che ammirassi Boniperti,stai tranquillo,mi faceva schifo,tout court, e la storia della volpe e dell’ uva non era nel mio pensiero,ma un certo snobistico e distaccato ” m’ importa una seha”, beh,mi è venuto in mente.Fammi dimenticare Cz,sii bravo, capirai… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Se ti scusi della lunghezza del tuo dire, che dovrei fare io per il mio? Lo spirito sportivo per me è gareggiare per fare meglio di quello che è nel nostro possibile di fare. Gareggiare per essere quello che siamo non è sport neppure quello, siamo all’estremo opposto della juventinità. Uno che sa di essere sesto nel mondo in una disciplina sportiva, non va alle olimpiadi puntando ad arrivare sesto, altrimenti potrebbe restare a casa. Ci va e si impegna almeno per arrivare al bronzo. Se poi non ce la fa, sarà deluso e ripenserà a cosa avrebbe potuto fare… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

E’ esattamente la mia idea,in toto.

Ludwig
Tifoso
Member

E’ stata per la Juve una buona stagione, gatto, non c’è dubbio, nonostante tutto credo che non ci sia soddisfazione a Torino e che la sconfitta per 4-1 sia stata malissimo digerita. L’ha detto Buffon, che non nasconde la propria rabbia e la propria frustrazione per quanto successo. E non credo che sia di diverso parere Agnelli. Per quanto mi riguarda io ho sempre detto che bisognava avere grande rispetto anche delle sconfitte in semifinale o in finale della Fiorentina. Altro discorso è quello della protervia juventina che non piace a me come a molti altri tifosi e non solo… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
Member

Spero che tu abbia ragione e stiano morendo di rabbia, Ludwig,sportivamente parlando li voglio vedere morti, non fraintendermi. .Però esibire cojones atti alla bisogna e giocare per vincere credo sia il senso dello sport,di ogni sport,. Tutto qui.

Ludwig
Tifoso
Member

Si certo sono neri di rabbia, ma nello stesso tempo non è una stagione da bocciare la loro.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Il personaggio in discussione a Vinovo non è Allegri che, come è normale, chiede un adeguamento del già lauto ingaggio ma, soprattutto, rinforzi. Perché è consapevole che sarà per loro difficile ripetersi. In discussione sono Dybala, per il quale si ipotizzava un possibile Pallone d’Oro in caso di vittoria con suo apporto significativo, e Higuain per il basso score in coppa. Orbene, se nel caso del primo esistono ragionevoli e ampi margini di miglioramento, il secondo si è dimostrato centravanti vocato alle ripartenze veloci ma in difficoltà a giocare spalle alla porta quando a mordere le caviglie è Sergio Ramos.… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Deyna ti risponderà che la Maginot dietro non è mai stata una Maginot e ora sta battendo gli ultimi colpi,

Ludwig
Tifoso
Member

La difesa della Juve come scrive Uno sotto è agli sgoccioli per ragioni di età, ieri sera ho rivisto la scena della sconfitta agli Europei contro la Spagna, il risultato mi pare è stato analogo. Dybala ha tempo di rifarsi, è giovane e resterà un pilastro della squadra nei prossimi anni. Higuain non esce bene da questa partita perché è pagato per essere decisivo nei momenti più importanti della stagione. La Juve dovrà spendere ancora per migliorare la squadra, non c’è dubbio. Va capito se l’assetto tattico di Allegri è ancora considerato valido o se ne colgono dei limiti.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Il mio modesto pensiero Lud è che attribuiamo troppa importanza al tecnico e alla tattica. Un tempo all’estero la tattica veniva curata poco e questo avvantaggiava i club italici. Ora sono tutti smaliziati e, ad alto livello, la differenza la fa la mentalità vincente e le giocate dei fuoriclasse. Il Real ad esempio, ha fatto sfogare gobboland per 45 minuti, poi ha imposto, con le buone e con le cattive, i suoi ritmi. Amano giocare con folate improvvise che esaltano le virtù dei loro campioni. Marcelo ad esempio, quando è in giornata, non è contenibile con artifici tattici. Come disse… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Dopo Socrates Hugo è sicuramente il giocatore dal nome più illustre arrivato alla Fiorentina.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

L’acquisto di un giocatore con questo nome mi pare un assist anche troppo invitante per gli striscioni del Marasma.
Quanto a nomi, se Socrates e Vitor Hugo sono ai vertici, il fondo fu toccato negli anni settanta, quando arrivò un argentino che rispondeva al nome di Pasquale Acquaccia. Le frontiere erano chiuse ma sembrava che potesse essere tesserato per le sue origini italiane. Arrivò con un connazionale dal nome che sembrava inventato per un bomber straniero (Vitulano). Ma poi non ne fecero di nulla né per l’uno né per l’altro.

Ludwig
Tifoso
Member

L’onomastica calcistica è un argomento che mi piace molto. Pensiamo a Oronzo Pugliese.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Peggio di Felice Evacuo ( soprannominato in Fiesole ” caco contento ” ) nessuno mai.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ah, mi era sfuggito. Hai ragione, difficile arrivare fin lì ….

Ludwig
Tifoso
Member

Famoso l’episodio accaduto anni fa su di un campo di serie A. La Juve segna un goal chiaramente irregolare e l’arbitro convalida. Uno giocatore della squadra penalizzata se la prende, interviene uno juventino per consolarlo e gli dice: ma no vedi, non te la devi prendere, noi siamo la Juve. Mi pare che il giocatore in questione oggi faccia il commentatore in tv, speriamo che sia maturato da questo punto di vista. Qualcuno forse ricorda i dettagli.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Se è uno di quei due o tre commentatori ex juventini ai quale penso io, mi sa che sotto questo punto di vista non sia maturato per nulla.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

E Bettega, che chiede a Celeste Pin di un derelitto Perugia, di farlo segnare che “tanto voi andate in B”? Si beccò tre mesi di squalifica, ma per l’ oltraggio al pudore avrebbe meritato tre anni.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Se è per questo,Bettega avrebbe meritato sanzioni per ben più corposi motivi,primo tra tutti essere antipatico ,naturalmente antipatico,in modo stupefacente!

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Mi ricordo un ” io vi faccio chiudere” in risposta alle domande dei giornalisti di una TV locale sull’ennesimo furto gobbo.

Ilgatto
Tifoso
Member

Betteg il soggetto,fu lui a dirlo,voglio dire?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Io mi ricordo l’ineffabile Pierci in finale di coppa. Ma il tristo figuro in quel caso non era intervenuto per consolare bensì per sfottere

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

Parto sempre da -1 e qualche volta arrivo anche a -2 e -3 , Lo so è un risultato da mediocri, di uno che è una nullità. Quella volta che ho totalizzato -12, perbacco ho pensato nel peggio esisto anch’io ! Poi gonfiando il petto , posando le mani sui fianchi rimanendo in canottiera e digrignando la mascella mi sono detto : molti nemici molto onore !! Eh sì !!! In qualsiasi maniera la si rigiri meglio tanti giorni da pecora che uno da leone ! Vale il principio vitale che chi si accontenta gode.

Ludwig
Tifoso
Member

Non te la prendere qui esistono i professionisti del -1.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ignorali,sono messi alla pene di segugio.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

No caro PIZZULAFICU, non ci siamo capiti. Io non sto parlando tanto degli juventini in genere quanto della Juventus e di quei suoi tifosi, tanti o pochi che siano, schiavi della sua incultura calcistica. La Juventus è l’unica delle grandi società in campo non solo nazionale ma anche mondiale che teorizza, a chiare lettere ed a gran voce, il fatto che l’unica cosa che conta è vincere. Ecco vedi, io in qualsiasi ambito sportivo radierei immediatamente chi teorizza una barbarie del genere. Quindi noi dalla Juventus abbiamo nulla da imparare, forse solo da invidiare un ambiente ed una amministrazione locale,… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Sono angolazioni diverse Chiari, Pizzu ha parlato dell’importanza della Juve per i torinesi, e per altri tifosi sparsi in Italia. Sul fatto che abbiano questa idea ossessiva di vincere sempre hai ragione naturalmente.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Post ineccepibile Chiari, hai descritto con cruda lucidità la vergognosa filosofia juventina, antisportiva in nuce. Certe volte penso che questo desiderio infinitamente frustrato di primeggiare in Europa assuma i tratti della giustizia divina. Che le figure da niente se le meritino tutte, e che si, esista un disegno tragico per la Juventus, una continua espiazione. Torno però all’agnosticismo quando poi realizzo che di fronte hanno gente, dal “caudillo” spaparanzato in tribuna a Butragueno al disgustoso Sergio Ramos, pure peggiore e stomachevole. Sono vergognosi quanto e più dei gobbi, eh. Allora penso a Cruijff, quando diceva che in Spagna, al fischio… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Hai ragione, c’è qualcosa di tragico nella juventinità, come un destino ineludibile che alla fine svuota tutta quella fila di vittorie che non bastano mai, proprio perché non bastano mai.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Ma mettetevi nei panni dello juventino medio: vive in un borgo sperduto o in qualche paesone del profondo sud, nasce con il complesso di inferiorità incorporato, sceglie di tifare juve così finalmente è un vincente in qualcosa e può chiamare “provinciali” quelli di Firenze e poi non vinci ? E allora che gusto c’è a tifare una squadra di Torino ?

Ludwig
Tifoso
Member

Nel Real c’è sicuramente uno spirito analogo a quello juventino. Colpisce però che squadre come Real, Barcellona, ma anche Milan, vincano ugualmente nei campionati nazionali e nella CL, la Juve invece quando mette il naso fuori d’Italia subisce delle batoste.

Mixo
Tifoso
Mixo

Difficile intervenire Lud in blog con tali contributi dei suoi protagonisti che un tifoso non tanto calcisticamente competente come me può solo apprezzare! Leggere te e tutti è sempre ossigeno intellettuale. Mi espongo al pubblico ludibrio però arrischiando una considerazione sulla probabile o comunque possibile viola di Pioli suggerita dal sito oggi. Un 4231 che ricalcherebbe sostanzialmente gli schemi sousiani, con le incognite sulle ali e il solito rischio di essere facilmente perforabili a centrocampo. Molto starebbe alla consistenza temperamentale degli interpreti oltre che al tasso tecnico. Diverso potrebbe essere il discorso di un radicale 433,, ma quanto sarebbe possibile… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

In realtà Mixo è un falso mito, probabilmente caricato negativamente dall’imbarcata juventina di sabato sera. Col 4-2-3-1 il Bayern di Heynckes rifilò 7 pappine a zero al dogmatico 4-3-3 barcellonista. Il Dortmund di Klopp propose calcio spettacolare. La stessa Juve di quest’anno ha migliorato sensibilmente la propria caratura europea con questo modulo. Che richiede sacrificio e mediani assoluti. Voglio dire, se gli altri hanno Javi Martinez, Schweinsteiger o Khedira, mentre tu deambuli con Carlos Sanchez, o Borja Valero, è scontata la tragedia. Il modulo più adatto a questa rosa, oggi 5 giugno 2017, prevede per me un centrocampo a 3.… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Se parli di me, Mixo io sono soltanto un appassionato credimi, non lo dico per piaggeria. Ho anch’io paura che si riproducano gli schemi di Sousa, è un rischio che corriamo, semplicemente perché non funzionavano. La partita tra Sousa e Pioli finì 5-4, dopo aver avuto l’allenatore che ne ha incassato 4 stiamo per ingaggiare quello che ne ha presi 5, speriamo di non prendere altre “imbarcate” come si dice.

Sudomagodo
Ospite
Sudomagodo

Caro Zaller, innanzitutto grazie per le belle parole… è con questo nick che, anni fa, scrivevo sotto le pagelle di fio.it… Pochissimi commenti, per la verità, visto che preferivo starmene in disparte a leggere gli altri utenti. Un po quello che faccio anche adesso con questo spazio che trovo gradevole, garbato e ricco di competenza calcistica. Cercherò di partecipare il più possibile, quando il lavoro me lo consentirà. Intanto sembra che dopodomani sarà il giorno del nuovo allenatore, Stefano Pioli.

Ludwig
Tifoso
Member

Grazie a te, Godo.

Ludwig
Tifoso
Member

Cuadrado non è un ambizioso, non aspira ad avere la bacheca piena di coppe, sua madre a Firenze stava benissimo. Lui sarebbe rimasto, ma gli fecero capire che la carriera era una sola, che doveva aspirare ad una squadra più importante, a guadagnare e vincere. La Fiorentina non aspettava altro che liberarsene ed incassare. Ma se c’era uno che sarebbe rimasto fedele alla maglia quello è JC.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Oddio, ci sono anche dichiarazioni del calibro di “ringrazio Dio che mio figlio sia arrivato alla Juventus” della signora Cuadrado, probabilmente dettate dall’orrida parentesi londinese, di facciata se vogliamo, ma un JC cuore viola è una visione abbastanza romantica delle cose. Purtroppo i calciatori non ragionano, Montolivo, critiche per critiche, tra diventare la storia di Firenze o capitano fischiato e insultato del peggior Milan degli ultimi quarant’anni ha scelto la seconda, a un milione e mezzo in più e qualche partitella in Champion’s dove, a suo dire, non era possibile che lui non figurasse e Nocerino si. Almeno qui, in… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

La signora era legata a Firenze, e non credo che abbia cambiato volentieri per andare a stare peggio, cioè a Londra, in un ambiente oggettivamente più complicato. Però poi altra acqua è passata sotto i ponti, e Cuadrado sta facendo la sua vita.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Andersen ci poteva scrivere sopra una bella favola.

Ludwig
Tifoso
Member

Non sono d’accordo esistono anche le persone che non sono divorate dall’ambizione e senza essere Biancaneve si accontentano di quei 2,5 milioni di euro incassati a Firenze, non pochi. Se però la società, il procuratore, gli amici ti spingono a cambiare, prendi fai i bagagli e vai a Londra dove ti danno 3-4 milioni.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Difficile sapere come sono andate le cose, ma anch’io credo che a Cuadrado la Fiorentina andasse benissimo, come società e come ambiente.
Se quando si sta bene in un posto e ci se ne sente parte, ci si accorge dall’oggi al domani che coloro per i quali ti davi da fare sarebbero più contenti se tu non ci fossi, ti senti mancare la terra sotto i piedi. E ne prendi atto, soprattutto se vogliono mandarti a guadagnare di più.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Allora è una tipica ipotesi di vis grata puellae.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Sono d’ accordo che l’ attuale serie A rischi di offrire una visione distorta dei effettivi valori tecnici. Credo che gli juventini per primi dovrebbero riflettere sul fatto che un campionale privo da anni di reale competitività non convenga neanche a loro. Il Real, bene o male, in casa ha un unico competitore (se non due, ogni tanto), che però lo costringe a stare sul pezzo fino all’ ultimo. E’ innegabile poi che l’ ambiente confortevole (chiamiamolo così) che gli juventini sono abituati a trovarsi in casa induca a scompensi, se l’ aria che tira fuori dei confini è un’… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

La serie A è stata condizionata dall’oggettivo fallimento di squadre come Milan, Inter e Roma. Queste squadre non hanno portato i libri in tribunale, ma solo perché Rossella Sensi, Moratti e lo stesso Berlusconi si sono tirati fuori prima che accadesse il peggio. La proprietà è cambiata, in futuro la serie A sarà più competitiva. Ed è un problema anche per noi. Al tempo stesso mancano quelle riforme che rendano la serie A regolare, gli arbitri sono ancora troppo condizionabili e spesso l’esito è scontato.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Mah, per me ogni politica pseudoriformatrice nel calcio italiano tende alla cristallizzazione dei rapporti di forza.Leggo oggi che dal 2018-19 anche in Italia verrà introdotto il FPF. Naturalmente, sarà un fair play all’ italiana. Mentre l’ UEFA prevede dei parametri rigidi tra deficit e ricavi per non incorrere in sanzioni, in Italia sarà consentito uno scostamento sino al 25% del fatturato. Ovvio che così le distanze si dilatano.

Ludwig
Tifoso
Member

Le riforme spesso non funzionano è vero, ma bisogna continuare a chiederle col tempo le cose migliorano.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Soffrire quando c’è da soffrire, picchiare quando c’è da picchiare, spingere (in tutti i sensi) quando c’è da spingere. Sudare quando c’è da sudare (lo dice uno che ha dato di decespugliatore tutta la mattina sotto il sole)..
Non era questo, il mestiere della Juventus?
Non è che il Real sabato l’abbia saputo far meglio. E’ che la Juve non lo ha fatto per niente.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

O forse perchè non è più abituata a trovare qualcuno che lo faccia più e meglio di lei.

Ludwig
Tifoso
Member

Oggi comunque Buffon sposa la tesi del cedimento fisico nel secondo tempo. E la spiega così: nel primo tempo la Juve per tenere testa al Real ha speso più di quanto doveva spendere, poi è andata fuori giri. E’ la sensazione che ho avuto anch’io vedendo la partita, il Real nel secondo tempo correva il doppio.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Non vorrei essere troppo ripetitivo e quindi con questo post mi fermo sull’argomento. E’ verissimo che nel secondo tempo la diversa condizione fisica ha reso definitivamente irrecuperabile il divario qualitativo tra le due squadre in campo. Tuttavia, se è vero che il primo tempo è stato molto impegnativo anche sul piano fisico, non mi è parso che la Juve vi abbia dovuto dedicare un dispendio molto superiore rispetto a quanto non faccia solitamente. Sappiamo cosa sa tirare fuori questa squadra sul piano atletico quando ce n’è bisogno. La mia impressione è che Allegri abbia variato qualcosa nella preparazione della partita,… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

11.06, 4 giugno. “La vera domanda che la finale suscita è se Allegri sia così sicuro del posto e se sia così desideroso di rimanere. E se la Juve abbia in mente dei sostituti”. Scusate l’autocitazione ma mi pare di avere anticipato una evoluzione che ritenevo possibile. Il nome di Sousa non l’ho fatto ma era implicito che potesse essere tra i candidati. Andrea Agnelli era nero quando persero la Supercoppa, figuriamoci quanto gli giravano domenica mattina. Poi certo, ha fatto i complimenti a tutti, ha elogiato la squadra, Allegri, gli avversari. E poi ha chiamato Marotta per sapere chi… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

A proposito di Agnelli, ho apprezzato il comportamento tenuto con i suoi nel post-partita. Niente a che vedere con il deserto post-Siviglia.

Ludwig
Tifoso
Member

Ha fatto bene a non alzare i toni in pubblico, ma in privato non credo che abbia mostrato contentezza, visto che anche la sconfitta in Super coppa italiana gli ha dato molto fastidio, e contava molto meno.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ma nei momenti bui una cosa è metterci la faccia e lavare i panni sporchi in famiglia, un’ altra è volatizzarsi. Quell’ anno mi ricordo passerelle trionfali all’ Olimpico, e un fuggi-fuggi generale la sera col Siviglia. Poi ci si meraviglia se Montella, lasciato solo, allenta i freni inibitori e si infila nel Sermone delle Dimensioni.

Ludwig
Tifoso
Member

Dimensioni di cui bene o male si continua a ragionare, Uno, anche se la parola personalmente non la uso perché non mi piace.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Che Agnelli sia nero, lo credo. Quella è gente che può solo vincere. Una dannazione, poveretti, perché è impossibile farcela sempre. Quanto è migliore la nostra, di vita.
Ma è dura cacciare un allenatore che ha vinto due scudetti di fila ed è arrivato alla finale Champion’s.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Tre scudetti, Paolotto. Tre di fila!

Paolotto
Tifoso
Paolotto

E’ vero. Beh, se sono già tre, allora è diverso, potrebbero anche decidere di esonerarlo. Sennò va a finire che la gente potrebbe pensare che è Allegri a far vincere gli scudetti alla Juve.

Ludwig
Tifoso
Member

Mi ha fatto impressione la reazione di Agnelli dopo che avevano perso la Super coppa di Lega, che non conta nulla, contro Montella. Immaginiamo cosa possa significare per gli orgogliosi juventini perdere 4-1 contro il Real in finale di CL.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Gli hanno offerto 2 anni ancora di contratto,no al 2019.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

no sta per fino…..qui sotto.

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

Gli juventini, schiavi della sottocultura che la loro società produce da sempre, mi fanno pena. Fosse, la Juventus, dotata di una cultura sportiva degna di questo nome potrebbe e dovrebbe considerare l’essere arrivata in finale di CL a disputarsela contro la squadra più forte al mondo e la società calcistica più quotata e titolata di tutti tempi, un grandissimo risultato. Invece per questi barbari del calcio e dello sport in genere l’unica cosa che conta, per loro stessa ammissione, è vincere, meritano quindi di sguazzare nella merca che loro stessi hanno prodotto. O dovremmo essere noi, dico noi irriducibili antijuventini,… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Anche noi però siamo caduti nello stesso errore, Chiari, non riuscendo a comprendere l’importanza della finale di Coppa Italia di Montella e poi della semifinale di EL, risultati che in seguito abbiamo visto con il binocolo e chissà quando rivedremo se Corvino va avanti così.

i\'necchi
Ospite
i\'necchi

Ciao lud, sono perfettamente d’accordo con te, ci sono una marea di tifosi che sputano su risultati più che decenti come se fossimo abituati a chissà quali trionfi.Anche quest’anno una polemica dopo l’altra non solo verso la società ma anche contro la squadra, mi ricordo l’anno dei 51 punti con Mihalovic (contro i 60 di quest’anno) con un gioco secondo me peggiore di adesso, eppure ci furono la metà delle critiche di quest’anno, forse siamo diventati una grande del nord abituati a vincere tutte le partite? Mah, e sono d’accordo con te anche sulla chiusura che hai fatto: se Corvino… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

Speriamo bene, Necchi, non vorrei che la campagna di Corvino ci consegnasse una squadra all’altezza del suo Bologna di due anni fa, che lottò per restare in serie A.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Hai ragione, Necchi, a dire che i campionati di Mihajlovic e Delio Rossi furono peggiori di quello appena concluso. Ma allora c’era ancora una speranza di ripartire, di cercare di rimediare agli errori e fare meglio. E infatti fu così.
Oggi quelle premesse non ci sono; si intuisce abbastanza chiaramente che l’intenzione è quella di fare ancora di meno.
Per questo le reazioni sono più dure.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Parole sante. Maramaldeggiare nella serie A di oggi non basta. Il Real ha fatto prima fuori la squadra che esprime il miglior calcio in Italia e poi quella che ha vinto lo scudetto. La serie A non è più performante, i grandi campioni preferiscono giocare altrove e le capacità degli allenatori da sole non sono sufficienti a colmare il gap

Chiarificatore
Ospite
Chiarificatore

In merca qui sopra a causa di un refuso c’è una c al posto di una d come certamente tutti avranno intuito.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

CHIARIFICATORE. Sono a Torino dal 1959 e per circa vent’anni e poco più sono stato a diretto contatto per lavoro con tanti juventini all’epoca importantissimi, addirittura con un certo Giampiero , un certo Bettega, un certo Altafini, un certo Causio, un certo Furino e qui mi fermo altrimenti qualcuno mi potrebbe dare del gobbo. In tutto quello che scrivi, se mi permetti di dirlo,non mi ci ritrovo, Sono sempre stato rispettato sia nel lavoro che nel mio essere della Fiorentina, e ti assicuro questo valeva scendendo fino al livello più basso della tifoseria gobba. E’ altrettanto vero che io ho… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

I toni di Chiarificatore saranno forzati, però nella sostanza non ha torto. La cultura del vincere a tutti costi, per certi profili degna di esempio, può anche produrre le distorsioni che dice. Oltre ad essere fonte di porcherie sportive storicamente accertate, che pure hanno coinvolto persone sicuramente amabili nel privato.

Ilgatto
Tifoso
Member

E dici bene,però non dimentichiamo che il sostanziale disinteresse per il risultato non allontana le porcherie, ma le avvicina: se due atleti in campo non inseguono la vittoria con intensità diventa facilissimo convincerli che ,per dire, un 6-4/4-6/7-6 può andar bene e ” fare contenti” tanto loro tanto gli scommettitori.Per fare un esempio a caso…..

Ludwig
Tifoso
Member

E’ chiaro il ruolo che la Juventus ha giocato sul piano sociologico, Pizzu, specialmente nei confronti di chi arrivava a Torino per lavorare e si doveva inserire in città. Creava legami di solidarietà e credo in molti casi di amicizia, la domenica c’era un obiettivo comune. Agnelli offriva a tutto il mondo che ruotava intorno alla Fiat uno spettacolo straordinario, faceva il festaiolo, come ho scritto una settimana fa. In altre parti d’Italia il tifo per la Juve ha ragioni complesse, in Toscana denuncia un rapporto irrisolto con Firenze e la Fiorentina, per cui un aretino, un senese, un pistoiese… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

LUD non è mia intenzione tediarti e, su questo argomento dopo non interverrò più. La mia storia per certi versi è un po’ diversa, abitavo in periferia e per me che arrivavo dalla sempre amata Toscana, fu come piombare quasi nel Medioevo, la gente, purtroppo per loro e per fortuna per me, in provincia doveva ancora scendere dagli alberi. L’incredibile fu che mi accolsero tutti come un partito molto appetibile, e come me anche un’ altra dozzina di miei corregionali di Orbetello. Non ebbi modo di accusare alcun tipo di riconoscenza e sudditanza di qualsiasi genere. I due fratelli, guarda… Leggi altro »

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
Member

Lo juventino medio nemmeno lo sa dov’è Torino….

Lucido
Ospite
Lucido

Assolutamente d’accordo con te Chiari! La loro storica arroganza e presunzione (condita dalla connivenza con gli organi del potere calcistico e avvalorata dalle gentilezze arbitrali) li porta a considerare tutti gli altri non come semplici antagonisti (avversario nella contesta) ma più come sparring partner (compagno di allenamento) ne sono riprova le dichirazioni del marmifero Buffon su chi si scansa in Italia quando gioca contro di lui. A tal riguardo ricordo ancora con grande soddisfazione il mio povero babbo che era aduso a portarmi (ero piccolino) a vedere le partite nei quarti d’ora finali delle partite all’apertura dei cancelli per tutti… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Member

La vita del blog assomiglia un pò a quella di una squadra, nel senso che ci sono avvicendamenti. Abbiamo avuto due ottime entry Fabrizio ed ora Sudomagodo che forse è il nick di qualcuno che scriveva prima con altro pseudonimo, non so. Si è perso un pò per strada Gianni invece, ed erano interessanti anche certi approfondimenti di Pecos sul calcio del passato. Berardo spero che sia in viaggio perché è una colonna. Mi scuso per quelli che non ho citato.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

La juve è paragonabile ad Alfano, gli manca il ” QUID ” per vincere la Champion. Per parlare seriamente trovo azzeccatissimo il commento de IL GATTO che svela una della verità di cui qui a Torino si vocifera da tempo: Bonucci e Chiellini sono vecchi. Io mi permetterei di aggiungere anche logori.

Ludwig
Tifoso
Member

Chiellini è brutto vecchio e antipatico.

Pizzulaficu
Tifoso
Member
Pietro Pallo

Lud ti è forse capitato di incrociare mia moglie ?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Vecchi nel senso di logori intendevo anche io,ovviamente,ci mancherebbe che fossero vecchi a meno di 40 anni….

Ludwig
Tifoso
Member

Mi preoccupa non poco il destino del centrocampo, con Badelj che va via di sicuro, il Napoli che potrebbe prendere Vecino pagando la clausola e Borja che è a fine carriera. Spero vivamente che Corvino non allestisca una squadra da bassa classifica, simile a quella con cui a suo tempo abbiamo rischiato davvero di retrocedere, con Delio Rossi.

Articolo precedenteCoppa Italia, Empoli Ladies-Fiorentina Women’s: alla fine della prima frazione è 0-3
Articolo successivoPecci: “Borja è in parabola discendente, Bernardeschi va tenuto in tutte le maniere””
CONDIVIDI