IL FUORI CAMPO di MASITTO: “Vincere col Livorno e rinforzarsi con Vidic…”

    0



    masittoInizio augurando, col cuore, un felice 2014 a tutti i tifosi viola. E alla Fiorentina… ovviamente. Per essere un 2014 all’altezza della situazione, però, la squadra viola deve invertire la tendenza che la vuole poco fortunata alla ripresa del campionato dopo la sosta di Natale. Insomma, a livello statistico, sono quelli i numeri da cambiare. Da cancellare. Negli anni passati, probabilmente, è entrata in campo con poca cattiveria. Questa volta non deve assolutamente sbagliare la partita col Livorno. Deve far vedere di volere a tutti i costi la vittoria. È la partita giusta, quella con gli amaranto, per dimostrare che la mentalità è cambiata anche sotto questo punto di vista. Ci fosse stato un match con Juventus o Milan, trovare le giuste motivazioni sarebbero stato facile. La Fiorentina col Livorno non si può rilassare: qui si vedrà la voglia di vincere.

    Il fatto che i viola abbiano avuto qualche giorno in più di vacanza rispetto al Livorno non conta niente. Non ha nessun significato. La squadra labronica non sta passando un momento semplice ed è stato logico e giusto che rientrasse prima per concentrarsi e per cercare di preparare al meglio una partita sulla carta proibitiva. Dall’altra parte, la Fiorentina ha tirato la carretta (e bene) per 4 mesi prima delle meritate vacanze e allora Montella, visti i molteplici impegni avuti prima delle vacanze dai suoi ragazzi e quelli che affronteranno da ora in poi, ha voluto conceder loro qualche giorno in più per ricaricare le pile. Sono però certo che il lavoro che svolgeranno in vista della sfida col Livorno sarà sufficiente per vincere la partita (se sarà affrontata nella giusta maniera).

    I buoni propositi ‘viola’ per il 2014? Fossi Montella avrei un obiettivo principale: centrare il piazzamento Champions, che è stato ‘scippato’ alla fine dello scorso campionato. Arrivare a far parte dell’Europa che conta, darebbe al nome Fiorentina maggior prestigio e le aprirebbe un altro mondo. Per la società, centrare la Champions, vorrebbe dire avere nuovi sponsor e per i dirigenti significherebbe faticare meno per convincere giocatori di livello ad accettare la maglia viola. E già, in questo senso, sono stati fatti passi da gigante (basti pensare a Mario Gomez), ma con la Champions…

    Infine un occhio al mercato. Non vorrei fare nomi, ma credo che alla Fiorentina manchino un portiere e un attaccante che possa affiancare Pepito Rossi (indipendentemente da Gomez). Ma nell’immediato, visto che stiamo parlando di gennaio, visto che ha subìto qualche gol di troppo e che acquistare portieri e attaccanti di livello nel mercato di riparazione è difficile (Rossi a parte… ma la situazione, lo sappiamo, era diversa), direi di puntare su un difensore forte. Vidic? Esatto… uno come lui, di livello, sarebbe l’ideale.