Il FUORI CAMPO di ROBBIATI: “Gomez-Rossi la priorità. Poi un difensore e vice Pek”

    0



    RobbiatiSiamo agli sgoccioli della stagione, quella di domenica a Verona contro l’Hellas sarà una partita difficile. La squadra di Mandorlini, dopo un periodo brutto contraddistinto da un pareggio e quattro sconfitte consecutive, ha ritrovato la condizione e soprattutto ha un elemento come Luca Toni che continua a segnare con una regolarità importante, dimostrando di saper fare ancora la differenza in area di rigore. Dunque, la retroguardia viola dovrà stare molto attenta. Sarà lui il giocatore da temere di più, anche se ovviamente la squadra veronese ha anche altri elementi validi, in particolar modo nel reparto offensivo. Poi non va dimenticato che la squadra del bomber di Pavullo vede la possibilità di arrivare in posizioni importanti di classifica, dopo aver messo in difficoltà molte compagini nonostante sia una neopromossa.

    Dall’altra parte ci sarà una Fiorentina che avrà la possibilità di confermare quanto di buono ha fatto vedere contro l’Udinese, pur consapevole di essere ormai troppo lontana dal terzo posto e di aver ormai acquisito il quarto posto. Ma quello del Bentegodi sarà un test importante per valutare le condizioni attuali della squadra di Montella, anche in vista di quella che sarà la finale di Coppa Italia, alla quale la Viola vorrà cercare di arrivare nel miglior stato possibile. 

    Un occhio al mercato. La riconferma di Cuadrado sarebbe assolutamente importante, perché una squadra forte e ambiziosa deve puntare su giocatori che fanno la differenza come lui. Ma credo che la priorità di mercato assoluta per la società viola sia il recupero al meglio di Gomez e Rossi. Sono stati investimenti importanti e saranno loro i primi veri innesti del prossimo anno (visto che uno, Gomez, non si è praticamente mai visto, mentre Rossi ha giocato solo una parte di campionato). Poi, è chiaro: qualcosa dovrà essere fatto in difesa, mentre per quanto riguarda il centrocampo la Fiorentina deve andare alla ricerca di un sostituto di Pizarro. Se il cileno rimarrà, allora la società dovrà cercare un giocatore di prospettiva che possa prendere il suo posto in caso di bisogno; se invece il Pek se ne dovesse andare, allora la Fiorentina dovrà rimpiazzarlo con un sostituto di livello, che possa fare il titolare al suo posto. Inutile dire che il nome di Verratti è quello più inflazionato, nonché il più difficile. 

    Anselmo Robbiati