Il lungo mercato delle uscite: quasi 40 giocatori tra esuberi, fine ciclo e plusvalenze

36



Sarà una lunga estate che porterà una mezza rivoluzione in casa Fiorentina. A livello societario, con il ‘passo indietro’ di Andrea Della Valle, i dubbi sul futuro confermati anche dal presidente esecutivo Cognigni e il ruolo di Antognoni appena nominato Club Manager, a stretto contatto con squadra e dirigenza. Ma anche a livello tecnico. Nuovo allenatore, Stefano Pioli, un nuovo corso che Pantaleo Corvino potrà ricostruire. A partire dalle tante cessioni in programma. Alcune dolorose, alcune derivate dalla consapevolezza di essere arrivati alla fine di un corso.

Con la prospettiva di poter aprire un nuovo ciclo. Già partito Gonzalo Rodriguez, capitano in scadenza. Hanno salutato Sebastian De Maio, Carlos Salcedo e Cristian Tello, non riscattati dopo i rispettivi prestiti (anche se con lo spagnolo la porta è rimasta socchiusa per il futuro). Primi tasselli sul fronte uscite, con tanti giocatori da dover gestire. Tra prima squadra e Primavera. Corvino ha un obiettivo preciso: riuscire a vendere bene. Per poi gestire i soldi in entrata per acquistare. Già chiuso l’acquisto di Vitor Hugo, definito da tempo l’arrivo di Nikola Milenkovic, Bruno Gaspar ad un passo. Vicino anche Yann Karamoh. Per quasi 20 milioni totali. Chiaro che si aspetta a breve anche qualche cessione più o meno importante.

Da Milano rimbalzava ieri la voce di un accordo tra Fiorentina ed Inter per Bernardeschi sulla base di 42 milioni più bonus, ma i viola restano ufficialmente ancora in attesa di una risposta del 10 fiorentino. Giovedì partirà la spedizione azzurra per l’Europeo Under 21, chiaro che quindi saranno due giorni cruciali per il futuro di Berna. Altrimenti molto probabile che, con il giocatore concentrato sulla Nazionale, se ne possa riparlare in tempi lunghi. Altro punto focale il destino di Kalinic. Pressato dal Milan e da Montella, che pure ha ufficializzato ieri la punta André Silva, con 38 milioni che andranno al Porto. Pista chiusa? Probabilmente no, il Milan cedendo Lapadula e/o Bacca potrebbe acquistare un altro attaccante. E comunque Kalinic ha sempre estimatori all’estero, pur non essendo una prima scelta per molti club (tedeschi e inglesi soprattutto).

Questi i due nodi in uscita del mercato viola, che pure ieri in serata ha registrato dalla Spagna un’accelerata del Milan su Borja Valero. L’autorevole Marca dava addirittura l’affare in chiusura, per il momento dall’Italia si registra freddezza sulla pista. Resta il fatto che lo spagnolo vorrebbe onorare il contratto biennale con i viola, mentre dalla società non tutti lo riterrebbero incedibile, sia per l’alto ingaggio (1,7 mln) sia per l’età (32 anni) e la valutazione di mercato (intorno agli 8-10 milioni). Borja è comunque uno dei (pochi) beniamini della città e della curva, e cederlo potrebbe inasprire un rapporto molto delicato con la tifoseria. Oltre che rappresentare un punto negativo nella volontà di ripartire dalla ‘passione’ e dall’attaccamento alla città e alla maglia.

Gli altri in uscita sono noti: Badelj (ultima possibilità di incasso visto la scadenza a giugno 2018), Ilicic, Tatarusanu, ma anche Milic, probabilmente Tomovic, forse anche Babacar. Tutti col futuro incerto, qualcuno con estimatori più o meno espliciti in Italia e all’estero. Ma l’importante sarà ricevere offerte adeguate, che al momento non sono arrivate. E per qualcuno i tempi potrebbero anche essere medio-lunghi.

E poi ci sono coloro che rientrano dai vari prestiti, alcuni esuberi e tanti giovani. Corvino a settembre 2016 si presentò in conferenza stampa con una lista di 33 giocatori ‘piazzati’ tra prestiti, cessioni e ‘regali’. Diversi di questi, però, torneranno in orbita viola nelle prossime settimane. E bisognerà decidere se portarli in ritiro a Moena, dar loro una chance o mandarli ancora in prestito. Oppure cederli definitivamente.
Baez, Bagadur, Beleck, Makarov, Rebic, Salifu, Schetino, più Lezzerini, Bangu, Berardi, Gigli, Madrigali, Minelli, Petriccione, Venuti, Zanon. Rientrerà dal Milan anche Matias Fernandez (per ora poche prospettive di riscatto dai rossoneri). Qualcuno sarà in ritiro con Pioli, per molti andrà trovata nuova collocazione. Mica lavoro semplice, anche perché per molti ragazzi andrà trovata una squadra che possa prospettare una crescita, cosa che non proprio in tutti i casi è avvenuta in questa stagione (dove ci sono state molte panchine tra i viola in prestito).

Tra i Primavera che sono arrivati in finale Scudetto, invece, Castrovilli e Scalera saranno portati a Moena, mentre per Illanes andrà fatta una valutazione visto che in quanto classe ’97 sarà oltre i limiti di età per la nuova stagione. Passeranno a ‘fuori quota’ per la Primavera i classe ’98, come Baroni, Benedetti, Mosti, Pinto, Buonavita, Diakhaté, Maistro, Caso, Mlakar, Perez, Trovato: molti andranno a ‘farsi le ossa’ in prestito, alcuni andranno in ritiro, un paio potranno restare in Primavera da fuori quota. Ma comunque sono giovani ‘fatti in casa’ da gestire con cura. Un lavoro non semplice, e lungo, per Corvino e Freitas. Che tra Prima Squadra e giovani dovranno gestire quasi 40 giocatori in (probabile) uscita.

36
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
magic
Ospite
magic

Esuberi?
Ricorriamo alla Cassa Integrazione!
Bonaaaaaaa e forza VIOLA!

Lukus
Tifoso
Lukus

Bah! A me questo mercato, più che di rivoluzione, sa tanto di…smobilitazione!
Che potrebbe anche andarmi bene se non fosse che, conoscendo i DV, se la fanno la fanno…a dispetto, ossia lasciandoci nella m…a, senza preoccuparsi di trovare compratori adeguati ma soltanto di rientrare dei propri investimenti!!!

ploosvalenza
Ospite
ploosvalenza

cercatemi, sono tra loro!!!

il giampa
Ospite
il giampa

Ikbal_7_Viola il problema è che te ragioni (eccetto il nikname che mi pare ostrogoto) ma Corvino? ma dai basta sentirlo, con tutti i soldi delle cessioni 60/70/80milioni? comprerà 60/70/80 scarponi. a sempre fatto così.
e noi continueremo a tifare sempre e solo viola perché è amore

VecchioFrank
Ospite
VecchioFrank

Secondo quanto riportato dai vari media, tutti i nostri migliori calciatori sono sul mercato:
se fosse vero, non si tratta più di rifondare, ma di smantellare completamente un organico.
Gli unici incedibili sembrano Astori, Saponara e Chiesa: davvero Corvino ritiene di poter ripartire da un veterano, un neo-acquisto, e un esordiente in A?
Mi auguro di no, l’inserimento di 8 nuovi titolari sarebbe impensabile, per una squadra che abbia ambizioni di parte sinistra della classifica (obiettivo minimo).

damci
Ospite
damci

a mio giudizio porterei a Moena :CerofoliniTrovato,Sottil,Gori,Hagi,poi forse Ranieri,Petriccione, Scalera e Castrovilli.Gli altri in prestito per vedere se crescono;alcuni ,ormai senza speranza cercherei di cederli(schetino e Baez,per esempio).Della prima squadra oltre a quelli di cui parlate,considero fondamentale con tutto l’amore che gli porto,la cessione di Valero,perl’età,ma soprattutto peril suo gioco che rallenta la squadra,senza fornire nè assist in misura importante,nè goal con tiri da lontano.Nutro ancora speranze sulle qualità di Corvino,anche se sono preoccupato dei primi acquisti veri, fatti da lui:sportiello e Saponara

Potini
Tifoso
Potini

La logica della società: diamo via i 4/5 giocatori che prendono di più, risparmiando 7/8 milioni di stipendio, poi compriamone 10 che non useremo mai o quasi pagando 30 milioni per l’acquisto più 15/20 di stipendio. Siamo in mano a questi: Tremonti gli fa una s…

mario
Ospite
mario

messaggio ai clienti che non hanno ancora capito.
la Fiorentina e’ diventata una squadra che ha un unico obiettivo: attivo di bilancio.
Quindi il mercato e’ solo in quella direzione, che significa:
giocatori con massimo 1 milione di stipendio, massimo 10 milioni costo del cartellino;
Pertanto, quando leggo qualcuno che spara nomi di giocatori gia’ affermati, ma che prendono molto piu’ di 1 milione…….mi vien da ridere! Pensando a cosa si fumano!

riccardo incisa
Ospite
riccardo incisa

scusa ma se invece di spendere 3 milioni di ingaggio e 25 milioni di cartellino per tre giocatori che poi non ti servono a nulla ne compriamo uno e dico uno ,ma buono che vale 3 milioni di ingaggio non e’ la stessa cosa?

mario
Ospite
mario

E io sono d’accordo con te, perche’ e’ quello che si faceva nell’epoca pre-dellavalliana. Avevamo Toldo, Rui e Bati al top, e gli altri a far legna. Ma oggi evidentemente la pensano cosi:
un giocatore affermato lo pago tanto e ormai non fa piu’ il botto!
un giocatore sconosciuto lo pago poco e se mi va bene, lo rivendo facendo plusvalenza!
Valli a capire.

claudio
Ospite
claudio

La fiorentina funziona tutto al contrario. penso che siamo TUTTI d’accordo che la campagna acquisti dello scorso anno fu fallimentare. Cosa fa la fiorentina. Da piu potere a Corvino.. mah.

claudio
Ospite
claudio

ma come mai ogni anno si devono vendere 20 giocatori… forse perchè quelli acquistati l’anno prima fanno cagare????
Ma invece di 3 mediocri prenderne uno forte no vero????

marco ultras viola
Ospite
marco ultras viola

MA stiamo scherzando?..la smettete di mettere cifre a caso?..Se fosse vero che Corvino avrebbe speso 20 milioni per acquistare Milenkovic,Gaspar,Karamoh e vitor Hugo allora veramente c’e’ da preoccuparsi di questo fantomatico direttore sportivo!!!..Corvo le squadre le deve fare il mister in collaborazione con te no tu e basta altrimenti vai anche in panchina cosi’ ci fai ridere un po’!!

monomo
Ospite
monomo

Hugo 8 mln
Milenkovic 5 mln
Gaspar 4 mln.
Karamoh 3 mln
= ca. 20 millioni

Luigi M
Ospite
Luigi M

Della serie; comprane tanti vedrai che uno buono lo trovi!

Lelebucchio
Tifoso
Lele Bucchìo

Un fuggi fuggi generale e programmi/ambizioni per il futuro viola molto mesti!

E poi non ci si deve stupire di chi fa le corse a rinnovare la prelazione?!
I DV penseranno: se rinnovano le prelazioni anche con le cessioni di Borja, Berna e Kalinic…allora a questi fiorentini va bene proprio tutto…

Canterbury
Tifoso
Canterbury

Se devi criticare tanto per sparare cz galattiche meglio che tu stia zitto. A parte i big o presunti tali, tutti gli altri ti sembrano giocatori da ambizione? Ma fatti vedere da uno bravo, gonzo….

claudio
Ospite
claudio

si ma vendereli per prendere giocatori mediocri.. qual’è il senso?

Canterbury
Tifoso
Canterbury

Ma su questo figurati, lo dico da millenni. Io mi riferivo a tutta quella pletora di mezzi giocatori sul groppone che se se ne vanno tanto meglio. Possono vendere tutti, oggi è così, nessuno è bandiera e nessuno insostituibile; il punto però è sempre lo stesso, bisogna rinvestire adeguatamente e questo resta il grande problema.

Stanatroll
Ospite
Stanatroll

Il tifoso fa la prelazione nel posto che occupava l’anno prima e risparmia sul costo totale. Il cliente si adatta a quel rimane e dopo aver visto la merce se vuole essere presente paga una maggiorazione, il tifoso da tastiera assomiglia ai gobbi e sostiene le big con le pay-tv . Il troll è una perversione sociale e personale e spesso è al soldo di interessi antiVIOLA.

Stanaidioti
Ospite
Stanaidioti

piu o meno come te che col discorso dello stanatroll di nick ne stai usando a bizzeffe… ma li volete più idioti di così?

Simoparbo
Ospite
Simoparbo

Era dai tempi di Sciascia con la sua distinzione di uomini mezzi uomini e quaquaraqua che non si arrivava ad una disamina di così alto contenuto del genere umano

Ospite
Member

Scusate non ho capito: i dubbi di Gnigni sono sul futuro di Andrea o sul proprio futuro?

wolwerit
Ospite
wolwerit

e normale che una squadra abbia giocatori in giro specie a fine dell’eta’ utile per la primavera …..l’inter la roma l’udinese la juve squadre che lavorano molto sui giovani ne avranno anche di più’ ….qui fate sembrare tutto come se fosse una missione impossibile mi pare che questo sito sia diventato non un sito viola ,ma un sito contro i della valle e corvino….
a tutti quelli che protestano ricordo che quando a corvino fu dato un budget doppio porto gonzalo borja gila vargas nastasic jovetic ecc…..
certo e difficile venderne uno a 30 e comprarne 5 buoni…..

violadasempre
Ospite
violadasempre

Borja e Gonzalo furono il biglietto da visita di Pradè, insieme a Pizarro e Aquilani.

Attilio
Ospite
Attilio

Quello che si nota è sempre la stessa tendenza a rimpiangere chi va via (dopo averlo massacrato come Prade’) e a preparare il terreno perché chi rimane possa andarsene, così da poterlo rimpiangere… Avanti che va bene!

Hatuey
Tifoso
Hatuey

Gonzalo e Borja li ha portati Pradè.

Certo che una tastiera ormai se la possono permettere proprio tutti…

VEDOVA ROSICONE
Ospite
VEDOVA ROSICONE

Gonzalo Borja………………..ma stai bono…………..Corvino negli ultimi 3 anni che è stato alla Fiorentina ha preso solo bidoni……..(6 sessioni di mercato).

Ikbal_7_Viola
Ospite
Ikbal_7_Viola

Ora io un ci capiró una mazza eh, questo è chiaro, peró vorrei tanto sapere, se l’ obiettivo di una squadra è di schierare in campo 11 giocatori, qual è il senso di avere decine e decine di giocatori, l’ ottanta per cento dei quali assolutamente non pronti per la serie a. Tra l’ altro, per poco che costino, tra cartellino e ingaggio almeno un milione a testa parte di sicuro ogni anno. A parte i primavera o gli ex primavera, che io porterei in blocco in prima squadra stile Ajax, forse sarebbe meglio concentrarsi su pochi acquisti, giá pronti… Leggi altro »

claudio
Ospite
claudio

Infatti fu il problema del fallimento del parma. Aveva centinaio di giocatori da pagare, ma nessuno decente. Risultato Fallimento

Stefano
Ospite
Stefano

I sei o sette ritenuti migliori si danno in prestito per farli giocare,due o tre potranno far parte dei 25 della rosa della prima squadra,il resto cederei tutti anche a cento mila euro l’uno,e raccatterei quei due/tre milioni. Poi cessioni di quelli che hanno la fregola di andare via e dai quali potrebbero arrivare diversi soldi,(Badelj,Ilicic,Kalinic,Bernardeschi)e poi via anche per un miloncino l’uno Milic,Cristoforo,Tatarusanu,Tomovic e Mati (di ritorno dal Milan). Per me,senza esagerare con le valutazioni,entrerebbero oltre 90 milioni, 30 per le spese già effettuate,per il riscatto di Saponara e i riscatti obbligatori,10 perché non possano dire che poi si… Leggi altro »

Desmonik MN
Ospite
Desmonik MN

Ragazzi ma i riscatti dei vari Sanchez, Sportiello e Saponara non erano mica stati messi a bilancio l’anno scorso?????? Non è che ci prendono in giro dicendo che sono a bilancio l’anno scorso così non li spendono e poi l’anno successivo sono ancora da mettere a bilancio…..così non li spendono più e li intascano sti ciabattini?!?

Fragnsim
Tifoso
fragnsim

Vedere questa lista da Baez a Zanon più gli altri, mi mette una tristezza infinita, quante cazzate hanno fatto i dirigenti della nostra Viola, quanti soldi buttati, letteralmente buttati, ragione in più per accusare i DV di essersi circondati di gente INCAPACE a gestire una società di calcio, poi se ne vengono fuori che hanno versato 250/300 milioni, ma non vogliono riconoscere tutti questi scempi dei dirigenti

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Mosti, Pinto, Buonavita, Madrigali, Beleck, Baez, Salifu, Schetino, Berardi, Gigli —
tutti via (ricavo 0)

Bagadur, Rebic, Mati —- venduti (qualcosa prendi)

Maistro, Benedetti, Caso, Trovato —- forse prestito forse dati via svincolati

Mlakar, Perez, Diakhaté, Baroni, Illanes , Scalera —- prestito

Castrovilli. Venuti, —- prima squadra

Makarov, Lezzerini, Bangu Minelli, Petriccione, Zanon —– rinnovo prestiti (magari in altre squadre)
,
dovessi scommettere su qualcuno di quelli in prestito per un ritorno a firenze in due tre anni metterei nell’ordine zanon illanes mlakar
a scendere. con molte meno possibilità petriccione diakhate bangu Baroni Scalera Perez Trovato

emiliofirenze
Ospite
emiliofirenze

L’indugio è sempre stata la strategia del management della Fiorentina per definire tutte le pendenze, probabilmente ritenendo che in extremis si possano spuntare condizioni più vantaggiose. Quanti acquisti sono stati decisi l’ultimo giorno, per non dire l’ultima ora!
Quest’anno stranamente c’è stata una maggiore tempestività per i primi acquisti: speriamo che la loro qualità corrisponda ai tempi della decisione.

Tresantiviola
Ospite
Tresantiviola

Non è squadra rivoluzionata è una societa in dismissione non ha un futuro incerto per il tipo di gioco che fara Pioli ma per quello che vorra fare la proprieta assente e disinteressata piu di sempre da anni come da sempre prevalso solo interessi personali .

Articolo precedenteBaselli sempre più lontano dai viola. Per lui pronto il rinnovo col Toro
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI