Il paradosso Berna-Chiesa: in flessione nella rimonta viola. A Palermo per tornare protagonisti

7



Erano le facce più belle di un’anonima annata viola. Poi volti abbuiati nella rimonta della Fiorentina verso l’Europa. Il paradosso di Federico Bernardeschi e Federico Chiesa, la F2 del vivaio viola non protagonisti dell’ultimo mese di slancio della squadra di Sousa. Qualche problema fisico, meno brillantezza e lucidità nelle giocate, e utilizzo part-time.

La Fiorentina ha perso appena una volta negli ultimi due mesi, dall’uscita dall’Europa League. Quindici punti in otto partite, e distanze ridotte verso il 6° posto. Insomma, corsa all’Europa riaperta, ma in questo periodo Bernardeschi e Chiesa non sono stati proprio protagonisti. Anzi. Motivi diversi e storie diverse, ma entrambi lontani dai riflettori dopo i sonori applausi ricevuti per gran parte di stagione. Quando, paradossalmente, la squadra invece faceva fatica.

Federico Bernardeschi è stata la vera nota stonata della vittoria di sabato contro l’Inter. Una prova insufficiente, macchiata ancor più dal rigore tirato e fallito con un mezzo cucchiaio disastroso. I fischi dello stadio, poi le scuse e i relativi applausi. Insomma, niente di rotto e tutto riparabile. Ma in realtà Berna non incide da tempo: il gol manca dall’11 febbraio contro l’Udinese. Da allora i problemi fisici, l’uscita dall’Europa e solo un paio di prove sufficienti contro Cagliari e Sampdoria.

Per Federico Chiesa, invece, la gara con l’Inter è stata caratterizzata da un’intera panchina. Per la prima volta a guardare dopo 4 mesi e mezzo, e 19 presenze di fila. Una escalation che ha portato il classe ’97 prima alla convocazione in Under 21, poi alla chiamata di Ventura per lo stage azzurro a Coverciano. Per Chiesa l’ultimo spunto decisivo è datato 19 febbraio, quando servì l’assist a Kalinic contro il Milan. Dopo comunque prove positive contro Torino e Atalanta, ma nell’ultimo mese e mezzo il calo è stato netto. E fisiologico, per un ragazzo della sua età. Una sola volta titolare nelle ultime quattro, ha pagato qualche acciacco e anche la chiamata dell’Under 21, con cui ha giocato 118′ a tutto gas nel giro di pochi giorni. Stupendo Di Biagio (che lo porterà all’Europeo), ma anche pagando un po’ pegno a livello di brillantezza e condizione.

Entrambi, Bernardeschi e Chiesa, dovrebbero essere titolari a Palermo: il primo si gioca un posto con Ilicic e Saponara, il secondo è in ballottaggio con Maxi Olivera e Milic. Per la F2, comunque, un’occasione ghiotta su un campo tutt’altro che proibitivo. Quelle che restano, in ogni caso, le due sorprese migliori di questa frastagliata annata viola. Una chance per tornare protagonisti.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
marco mugello
Ospite
marco mugello

Ora sta passando la tempesta su Baba, si riattacca con Bernardeschi…. certo, la gente è strana…. Comunque, guardiamo dove sarebbe ora la Viola senza Chiesa , Baba e Bernardeschi( 10 goal! )…. i giovani sono così, sono discontinui… lo si sa da sempre…

SignaViola
Ospite
SignaViola

Non puoi avere tutti i giocatori sempre al massimo….ci hanno risolto tanti problemi qualche mese fa…. e’ un calo fisiologico…. come succede in tutte le squadre…..poi c’è’ Babà….. io sono tranquillo

Aliush
Ospite
Aliush

Bernardeschi è sempre stato scarso, quindi si spiega senza troppi misteri. Anche Chiesa non mi sembra abbia tutto sto grosso potenziale, però è anche vero che é ancora giovane e ci può stare un calo. Comunque la scorciatoia delle giovane pianticelle italiane è un fiasco totale. Serve gente forte e pronta. Punto.

uno dei 20000
Ospite
uno dei 20000

Puoi tifare inter,,li si che fanno affaroni

andrea
Ospite
andrea

posa il fiasco, che è meglio

danielbertoni
Ospite
danielbertoni

Differenza sostanziale: Berna da ben prima di febbraio ha giocato male, dimostrando di voler stupire, di essere un ganzo, collezionando figuracce e interi spezzoni di partita sparendo dal campo. Chiesa ha avuto esclusivamente un calo fisiologico, anche per la giovanissima età, e comunque è stato penalizzato da Sousa con più esclusioni dalla formazione titolare. In ogni caso, il ragazzino ha continuato a impegnarsi al massimo, raramente è sparito dal campo, a differenza del “talento” che vuole sempre dimostrare la sua presunta superiorità. L’episodio del rigore sottratto a Baba con arroganza e tirato con figuraccia epica è stato il coronamento di… Leggi altro »

CampiViola
Ospite
CampiViola

Hanno tirato la barca fino ad ora e ora stanno un po’ perdendo la forma…. non mi pare nulla di strano !!!!

Articolo precedentePalermo-Fiorentina: VOTA QUI LA FORMAZIONE DEI TIFOSI su FI.IT
Articolo successivoBaba, caccia alla doppia cifra in Serie A: all’andata la decise lui. Ora cerca il 10° gol
CONDIVIDI