Il ricordo di Prandelli: “Toni voleva uscire dall’area di rigore. Un giorno gli dissi…”

14



Pin Prandelli

Nel corso di una lunga intervista al Corriere dello Sport, Cesare Prandelli parla anche del suo rapporto con Luca Toni: “Il senso del calcio è sfruttare le caratteristiche dei giocatori. Quando allenavo la Fiorentina nell’anno in cui Toni vinse la Scarpa d’Oro con 31 gol, all’inizio lui tornava indietro per giocare. Gli dissi: ‘Oh, ferma un attimo, per quelle zone ci sono altri giocatori, tu resta in area, quella è casa tua, lì sei il più bravo d’Italia. Divertiti lì dentro. Io devo cercare di portare la squadra e il pallone in area dove ci sei tu’. E così abbiamo fatto un calcio piacevole”.

Commenta la notizia

14 Commenti on "Il ricordo di Prandelli: “Toni voleva uscire dall’area di rigore. Un giorno gli dissi…”"

avatar
ultimi più vecchi più votati
SIlvano
Ospite
Member

I tempi di Prandelli ormai sembrano pura utopia. Ormai i tifosi sono ridotti a sperare di raggiangure il 7 posto.. Che amarezza..

Pek
Ospite
Member

Che bella Fiorentina, che bell’ambiente e che coesione. Begli anni con squadra fortissima e grande uomo in panchina.

Sheykan
Ospite
Member

Ma non era lui quello che la tifoseria chiamava Perdelli???

Gio
Ospite
Member

Che squadra ragazzi, con Jorgensen e Fiore a fare assist, dainelli a comandare la difesa, Toni che faceva vagonate di gol… quella era una squadra che si sbranava le piccole e soffriva tantissimo con le grandi, il contrario di oggi.

i'giannelli
Ospite
Member

insomma uno squadrone come al solito…jorgensen, fiore…che giocatoroni…chissa’ cosa direbbero a proposito i tifosi di roma o napoli che di campioni ne stanno vedendo veramente in questi anni…jorgensen e fiore…mi viene da ridere…

2z2t
Ospite
Member

esattamente il contrario un paio di…palloni! quando mai abbiamo sbranato una grande? il napoli dirai, non sono d’accordo, ma anche fosse rimane una unica partita.

maurinho
Ospite
Member

Perche’ a Roma ci hai vinto te? Poi abbiamo pareggiato con Lazio Inter Milan e ancora Napoli. Abbiamo anche perso con Roma Lazio e Juve due volte ma non facendo brutte figure. Da qui a parlare di sbrani ce ne corre parecchio ma tutto sommato non c’e’ stato nemmeno uno sbranamento nei nostri confronti

2z2t
Ospite
Member

te le fai e te le rispondi anche da solo. sbranamenti non ce ne sono stati, punto. neanche a roma dove non ho giocato ne io ne te.

Polpo Viola
Ospite
Member

Grande Cesare! Che annate splendide… e che rimpianti, pensando alla mediocrità attuale! I piazzamenti europei, la Champions… I campioni comprati da Corvino… Ma tutto ruota sempre attorno alla volontà della Società, lo sappiamo bene..

Giovanni
Ospite
Member

Ah si eeeehhhh…peccato che contestavate la società già a quei tempi!! Dimostrazione che non vi mai bene una cippa!!

Potini
Ospite
Member

Quando Diego ha abbandonato la Fiorentina TUTTA la tifoseria (a parte qualche caso isolato, ma quelli ci sono sempre) era coi DV. Non è che se metti più punti esclamativi le fake news diventano verità.

Marco
Ospite
Member

Esatto, bisognerebbe ricordare che c’era corvino anche quando avevamo grandi giocatori. Ma li c’era una famiglia che investiva volentieri..

fagiano
Ospite
Member

tutto ruota intorno ai conti, che devono tornare. Ancora non lo volete capire nonostante milan inter ecc… ASINI

Luca
Ospite
Member

È nonostante il 16 marzo del 2003, la trasferta di Gubbio, in C2 per fallimento.
Maremma maiala, non sono smemorati sono scemi!

Articolo precedenteDomenica il tributo di San Siro ad Astori: maglie numero 13 e sorprese in curva
Articolo successivoPorta aperta ai dubbi viola. Sportiello, si punta al rinnovo del prestito. Cerofolini…
CONDIVIDI