Ora il rischio è l’indifferenza: il Franchi si svuota, il pubblico perde la passione

46



Appena 4.000 paganti con il Torino e meno di 19.000 in con il Borussia. I numeri del Franchi sono in caduta libera e rappresentano un campanello d’allarme da non ignorare: di questo passo, lo storico, indivisibile legame tra Firenze e la sua squadra di calcio, si trasformerà in indifferenza. Certo, non sono più i tempi del «Comunale» stracolmo con 60.000 spettatori in piedi, dei campini pieni di tifosi per la partitella del giovedì o delle code al botteghino. Il calcio italiano, si sa, è in piena crisi: le partite sono in tv e si gioca tutti i giorni, mentre gli stadi (la presentazione di quello nuovo a proposito è stata confermata per il 10 marzo in Palazzo Vecchio) sono vecchi e inospitali.

Però l’immagine della Maratona mezza vuota e della Ferrovia deserta lascia lo stesso l’amaro in bocca. Sapete quanti spettatori c’erano in Fiesole lunedì sera? Tra abbonati e biglietti venduti (ma non ci sono dati precisi su chi veramente ha varcato i tornelli), 8.400. Su una capienza totale di 11.600: in pratica il 25% della curva era vuota. Una cosa impensabile appena qualche anno fa, ma destinata a ripetersi almeno fino a fine campionato: nelle ultime partite interne contro Cagliari, Bologna, Empoli, Inter, Lazio e Pescara, si rischia inevitabilmente di sfiorare i picchi negativi dei tempi di Delio Rossi («Cosa dire ai tifosi? Ora le parole sono superflue — commenta Riccardo Saponara a Radio Bruno — ma lunedì la squadra ha dimostrato lo spirito che ha. Vogliamo tornare a vincere»).

Colpa di una Fiorentina che quasi non c’è più, di obiettivi sfumati e buttati via, delle scelte di Sousa e di quelle della società. Che ora ha davanti a sé la sfida più difficile: riprendersi la fiducia dei tifosi e rilanciare le ambizioni di una squadra da rifare. Dalle altre parti per la verità non è che le cose vadano meglio. In serie A (Stadium bianconero a parte) non c’è uno stadio che segni il tutto esaurito. La media spettatori non a caso è crollata a 21.625 per partita, dato assolutamente fallimentare da cui la Fiorentina si mantiene lontana. Nonostante tutto infatti, il Franchi resta uno degli stadi con più spettatori d’Italia.

La Fiorentina (che ha una media di 26.407 a partita) è sesta per presenze allo stadio, dietro a Inter, Milan, Juve, Napoli e Roma e addirittura terza per abbonamenti (più di 20.000) venduti l’estate scorsa. Lo zoccolo duro del tifo dunque per ora regge, ma anche quest’ultimo argine rischia di sgretolarsi davanti all’innegabile depotenziamento di ambizioni e potenziale della squadra. Simbolico in questo senso il mancato tutto esaurito con la Juventus, forse l’unico vero momento di gioia della stagione in corso. L’Europa poi non tira più. E non solo perché i gironi iniziali sono scarsissimi di appeal. Per vendere quei 19.000 biglietti (i paganti con il Gladbach erano 24.000, di cui 5.000 tedeschi), la Fiorentina ha dovuto addirittura chiamare a casa gli abbonati indecisi. Segno che i tifosi che la società sta perdendo non sono quelli che contestano fuori dai campini, ma quelli che, in silenzio, hanno piano piano perso la passione.

Crisi economica, difficoltà sportive, feeling tra proprietà viola e città che sta venendo meno. C’è un po’ tutto in questa fuga dal Franchi. Qualcosa però va fatto e starà al club fare il primo passo. Se una città di 250.000 abitanti come Mönchengladbach conta 53.000 tifosi a ogni partita, anche Firenze (con tutti i difetti del Franchi) può ambire a non scendere sotto i 30.000. E se non ci arriva, qualche domanda occorre porsela. La rabbia, a volte eccessiva, di questi giorni in fondo, è sempre meglio dell’indifferenza.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
The globe theatre
Ospite
Member

Sinceramente mi stanno sulle scatole quelli che danno di boccaloni a coloro che hanno fatto l abbonamento. Personalmente seppur critico verso l operato della società negli ultimi anni mi è piaciuto andare allo stadio, almeno fino alla partita col borussia. Ho sempre rifatto l abbonamento e mi sono anche divertito oltre ad aver visto vincere molte partite. Si può? O mi devo sorbire lezioni da chi la guarda su Sky?

Donato
Ospite
Member

Gentile redazione, Sono un fiorentino appassionato che vive all’estero. Spiegatemi per favore qual’e’ la logica di uno stadio nuovo, in una zona gia’ affollata, di fronte a scenari simili? Non sarebbe meglio per tutti riammodernare la struttura esistente? Dall’estero questo progetto sembra solo una speculazione edilizia senza senso…a parte le tasche di qualche immobiliarista!

MICHELE
Ospite
Member

A leggere i commenti viene l’angoscia. Se voi pensate di trovare al giorno d’oggi , nel mondo, una proprietà di squadra di calcio delle massime serie che si interessino minimanete alla passione dei tifosi siete briachi o drogati. Le proprietà delle squadre di calcio se ne strasbattono della passione dei tifosi: da anni e anni il calcio è solo ed esclusivamente business. Questo vale per i cinesi, i marchigiani, gli americani e i russi. Tutto il resto viene di conseguenza: nel business c’è il momento dell’investimento e il momento della ritirata. C’è qualcuno che capisce questo semplice dato di fatto?

kiniko
Ospite
Member

Ha proprio ragione , a leggere ceri commenti viene l’angoscia: ha letto l’articolo? I nostri avversari di EL, viaggiano nella BundesLiga a metà classifica, vendono ogni anno i giovani che riescono a valorizzare, non comprano campioni ma investono nel vivaio e portano 53 mila spettatori allo stadio.
Qui non si tratta di passione, ma di correttezza: se a inizio stagione i DV avessero detto la verità ai tifosi, adesso non dovrebbero sporgere denunce e telefonare a casa agli abbonati. Se però scegli sistematicamente di prendere in giro la gente, perchè stupirsi se po questa si stufa e resta a casa? Capisce questo semplice dato di fatto?

MICHELE
Ospite
Member
Questo è un altro discorso, gentilissimo kiniko e sulle prese in giro dei DV e della loro gestione errata e malaticcia sono d’accordissimo. Quello che non si capisce, mi sembra, è che qualsiasi altra proprietà da noi come altrove, vorrà solo fare business: investiranno finchè c’è una convenienza e molleranno quando c’è da mollare, la vera domanda per il futuro della squadra, credetemi, è : si può fare business a Firenze, con la Fiorentina? Per ora la risposta è NI, perchè le risposte date dalla città politica sono state ambigue e lente. I DV erano venuti per fare una certa cosa , è stato promesso loro una certa cosa (alla luce del sole, direi, niente segreti) , e poi quella cosa non è stata fatta. Ecco il “GRANDE MISTERO” del lento mollare dei DV. Tutto qui. Un’altra proprietà avrebbe fatto uguale (vedi Pallotta a Roma: “ragazzi, niente stadio? venderò tutti… Leggi altro »
principe
Ospite
Member

I DV-anche solo pronunciarne il nome viene il vomito- se ne devono andare.L’unico modo,quello che sono capaci di sentire è quello del denaro.Niente abbonamenti,stadi deserti e vediamo un po’ quanto resistono se non possono più guadagnarci sopra

bidonez
Ospite
Member

ci guadagnano anche a stadio vuoto

gianni usa
Ospite
Member

I DV se lo meritano.I tifosi non si meritano di essere presi in giro e se continuano sara’ sempre peggio.

claudio vernaccini
Ospite
Member

Ditelo pure ci siamo anche rotti, questa società ci ha fatto fare delle figuracce che nessun altro Presidente della Fiorentina ci ha fatto fare

hightide
Ospite
Member

Questa proprietà e questa società ha svuotato il tifo fiorentino di dignità, di passione,di ogni energia positiva con strategie in uso alla peggiore politica!! Superbia, lontananza dalla gente, attenzione solo ai fattori economici senza neanche prendere in considerazione i sogni di Firenze, si è fatta aiutare da un esercito di tastieristi del web che corrono in aiuto con pollici inversi ogni volta che qualcuno dice contro e non parliamo di giornalettai. Una dittatura scientifica potremmo dire. E l’ingenuità di molti che hanno la sindrome di abbandono è stata la ciliegina sulla torta. Altro che disertare lo stadio, non riesco nemmeno a guardarla in tv.

Claudio
Ospite
Member

bhe è figlia del “progetto” della fiorentina

Mario
Ospite
Member

Cognigni dovrebbe sapere che quando il prodotto non è buono si perdono clienti.

bellerofonte
Ospite
Member

non so se è chiaro adesso, passato lo shock, ma quello che abbiamo fatto con il Borussia è ancora peggio dello 0-5 con i gobbi. Co’ tedeschi si vinceva 3-0 …….
Verremo citati chissà per quanti anni a livello europeo come esempio di remuntada (dell’avversario).

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
Member

ovvia prepariamoci ad una bella prossima stagione di sofferenze incubo serie b è vicina molto vicina 🙁

Gianfranco
Ospite
Member

Non guardare più le partite della viola è quello che ci vuole, l’ho detto da diverse settimane, perché questa proprietà non merita niente (non mi riferisco alla maglia e neanche alla squadra compreso i giocatori che hanno colpe ZERO, ma solo alla proprietà e a Gnignini).

MALATO VIOLA
Ospite
Member

Cari Della Valle pagare moneta vedere cammello, ritorno allo stadio a data da destinarsi…….ci potete scommettere.

Grottaferrataviola
Ospite
Member

Beh certo, venendo da Roma non spenderò più i 300€ per vedere la la Viola dei Della Balle…ma l’esilio durerà poco …se ne vanno presto gli accattoni…

Mario z
Ospite
Member

Questo è solo l’inizio dopo la partita con l’Atalanta l il numero diminuirà ancora, è un segno che la tifoseria ha perso quel l’entusiasmo – i Della Valle con la Fiorentina e con Firenze hanno avuto una grande notorietà e se la prossima domenica con la Sampdoria ci saranno ancora meno tifosi a la notorietà dei Della Valle si riversa in negativo . In questo momento la propieta dovrà prendere una decisione andare via oppure rimanere ma con più entusiasmo ,quello che manca ai della valle.

Nastro
Ospite
Member

Quando ero giovane io si manifestava in piazza per l’abolizione della scala mobile ed ai giocatori sarebbe stato strappato le maglie di dosso ed ai della valle fatto saltare la macchina per aria…..che tempi….brutti!!!
Oggi dove l’apatia e l’indifferenza è “l’arma” più diffusa (vedi l’affluenza alle ultime votazioni o a gli stadi) non dobbiamo meravigliarci.
E’ il sistema che ci vuole così, tutti buoni e globalizzati, dove le poltrone ai piani alti non possano essere raggiunte dal popolo “ignorante e gretto” ed il campionato di calcio lo vincono sempre i gobbi.
Utopisticamente parlando una bella rivoluzione totale non sarebbe male, ma i tempi cambiano e la violenza è deprecabile, quindi, perchè no?!? Anarchia più totale. Disertiamo le urne, disertiamo gli stadi. Prima o poi il “giochino” si romperà, poi i “nostri signori” con cosa, e chi, faranno i balocchi?

hightide
Ospite
Member

daccordo assolutamente. ipnotizzati. anestetizzati. umiliati. impauriti. I tifosi di oggi accettano la rubentus che imperversa come un mostruoso pescecane accettano la prosopopea indifferente dei delle balle, accettano gli zuccherini come i cammelli, accettano le classifiche precostituite dalle tv e i giornalisti che inneggiano solo al potere, e si svegliano ogni tanto certi che con una tastierata sul web gli ridia la dignità. tristissimo.

izio
Ospite
Member
amici giornalai e amici clienti NON SO SE VE NE SIETE ACCORTI, FORSE NO PERCHè NON VENITE ALLO STADIO FIGURIAMOCI IN TRASFERTA, FORSE PERCHè NON ABITATE A FIRENZE E NON VIVETE LA FIORENTINA COME LA VIVONO, DI GENERAZIONI IN GENERAZIONI, I FIORENTINI! MA DALL’ADDIO DI PRANDELLI I FIORENTINI HANNO VOLTATO DEL TUTTO LE SPALLE A QUESTA SOCIETà, SENZA POLEMICHE E PROCLAMI, MA CON L’INDIFFERENZA TOTALE CONTINUANDO A CREDERE SOLTANTO NEI NOSTRI COLORI. POI PIANO PIANO, FIGURACCIA DOPO FIGURACCIA, PROMESSE MANCATE DOPO PROMESSE MANCATE, PLUSVALENZA SU PLUSVALENZE, CESSIONI SU CESSIONI, BIDONI SU BIDONI, SITUAZIONI PARADOSSALI AL LIMITE DELL’INCREDIBILE, IL PRODIGARSI DELLA MANCANZA DI CHIAREZZA, HANNO PORTATO PURE I TIFOSI PIU INGENUI ALL’ESASPERAZIONE! MA DAVVERO VE NE SIETE ACCORTI SOLTANTO ORA DI TUTTA QUESTA MANCANZA DI AFFETTO SINERGIA PASSIONE ETC ETC CHE C’è NEI CONFRONTI DI QUESTA SOCIETà ?????? MI SA CHE, DOPO LE RIPICCHE, LE RIDICOLE SCENATE DI VOLER CEDERE LA… Leggi altro »
amtonio del gigliogg
Ospite
Member

QUANDO LA GENTE NON CAPISCE è PREFERIBILE LASCIARLA PERDERE. hO PARLATO EDUCATAMENTE, LA TRADUZIONE SAREBBE UN”ALTRA!

fabio
Ospite
Member

E’ una protesta molto democratica contro chi ha preso la squadra senza nessuna passione ma con il solo intento di fare soldi. Tutto legittimo, come è legittima la protesta viola. Il prossimo anno calcistico prima si vuole vedere il prodotto poi se piace ci si abbona altrimenti sarà uno stadio vuoto. Capito fratellini?

Massimo
Ospite
Member

Bravo Fabio! Analisi concisa e perfetta!

pippo77
Ospite
Member

una tifoseria che fa 20.000 abbonamenti dopo una campagna acquisti come quella dell’ l’estate scorsa si merita solo di soffrire. E tant’è…

Aliush
Ospite
Member

Tutto normalmente prevedibile. L’ipnosi del gatto e della volpe non è infinita. E non è tanto dovuto al fatto che non si vince una mazza da 15 anni (non abbiamo un curriculum pieno di trofei in generale), quanto al fatto che i braccini se ne fregano altamente anche di partecipare. Quasi mi chiedo se esistano davvero.

mario
Ospite
Member

stamattina ero in vena di infamie, ma adesso voglio fare il tifoso ottimista:
mancano ancora 12 partite, il 4 posto e’ a soli 10 punti (punti ancora in palio 36).
io dico che al 6 o anche 5 posto ci arriviamo in tutta tranquillita’!
(redazione un favore, non fate vedere questo post ai dv, senno’ po’ essere che gli piglia male di sape’ che la squadra puo’ ancora arrivare in europa)….

Ziociccio
Ospite
Member

Si i numeri ci sarebbero, purtroppo ora manca sia la voglia sia la giusta convinzione e determinazione nei giocatori, in più l’allenatore mi pare faccia troppi strani esperimenti cambiando spesso i ruoli ai giocatori……per esempio non capisco perchè saponara non l’abbia messo in coppa, o perchè insista con sanchez in difesa….io a questo punto proverei qualche primavera, tanto peggio non faranno e almeno vediamo di che pasta son fatti…..

andrea
Ospite
Member

Avrebbe destato più interesse dare la squadra a Guidi e far giocare da subito qualche giovane fino a qui dimenticato, penso ai vari Hagi e Diakhatè, e magari lanciandone anche altri vedi Mlakar, Perez, Baroni, Ranieri, ci saremmo sicuramente entusiasmati di più e magari avremmo scoperto anche un nuovo elemento da inserire nella rosa del prossimo anno.

Marcomugello
Ospite
Member

verissimo… sousa è una provocazione… ha fallito quando c’erano obbiettivi, ora sarà molto peggio, anche del finale dell’anno scorso, i giocatori se poterssero smetterebbero domani, Sousa ha fallito anche per loro, a parte la facciata…..lo vedono che seguendoi Sousa non si tira fuori un ragno dal buco….c ‘è da vedere dei numeri! una mossa Crexxxx….Guidi non costa, e non può fallire peggio dell’eruditissimo perdente sistematico. Magari con qualche giovane in più fa ripartire il rendimento, l’atalanta è decollata quando, dopo tre partite da mortimpiedi, ha messo alcuni giovani…

CALENZANO
Ospite
Member

Al limite avresti trovato qualche prospetto da vendere per pianare il nuovo buco di bilancio

ex teppista degli anni 90
Ospite
Member

servizi efficienti, dal trasporto al parcheggio, stadio moderno , politiche di prezzo per tutte le tasche, e se si ha una squadra che vince spesso è meglio..
questa è la ricetta,
dispiace dirlo ma lo Merdium insegna
ai miei tempi si andava per la maglia e basta senza tanti fronzoli, ora c’ è chi preferisce il pub o l’uscita alla Viola, è un cambio generazionale da prendere atto

Magnifico Messere
Ospite
Member

Squadra scientemente indebolita ad ogni sessione di mercato, figure barbine a ripetizione nelle aule dei tribunali, allenatore che spernacchia la società ogni volta che apre bocca, indifferenza dei proprietari, stadio fatiscente, costi dei biglietti da top club e prestazioni umilianti da più di un anno… i “clienti” alla fine si stufano di comprare un prodotto scadente.

Canterbury
Ospite
Member

È il compimento prevedibile della gestione DV più volte denunciato su questo forum da mesi e mesi. Gestione tecnica aberrante, bugie a non finire, rapporti con stampa e Firenze mai decollati, superficialità eclatante. Ora rimettete i pezzi insieme se siete capaci, le possibilità certo non vi mancherebbero ma manca la cosa più importante: LA VOGLIA di farlo.

PolemicoViola
Ospite
Member
Credo che quest’anno sia stato l’ultimo in cui sono stati sottoscritti tanti abbonamenti. Con questo andazzo, che rimarrà di certo invariato anche in futuro, caleranno inevitabilmente. Non si creda infatti che la rifondazione della squadra, di cui in questi giorni i vertici della società si riempono la bocca, possa essere fatta senza pesantissimi investimenti (anche nel caso che si cerchi di livellare un po’ ricorrendo ai prestiti), e figuriamoci se i patrons acconsentiranno a spendere più dei soliti spiccioli. Tra l’altro, mentre da una parte si parla di rifondazione, dall’altra (Cognigni) si parla di bilancio ancora da ripianare: contraddizioni in termini ridicole e degne di questa gestione. Da quest’anno il giochino dei DV di fare mega annunci fino a tarda estate nella speranza di accalappiare abbonamenti di tifosi speranzosi non funzionerà più: il giocattolo si è ormai rotto, la spaccatura è netta come mai lo era stata in 15 anni.… Leggi altro »
CALENZANO
Ospite
Member

Sbagli, a giugno nuovo progetto e 20.000 boccaloni li trovano

Conte Ugolino
Ospite
Member

…e comunque lo stadio nuovo, anche se bello quanto ti pare, vuoto non farà certo un bell’effetto…
Consiglio ai DV di tenere aperta la campagna abbonamenti almeno fino alla metà di ottobre, quando si sarà capito le intenzioni che hanno per il futuro.
….tristeeezaaa, per favore vai viaaa…

Treccani
Ospite
Member

Mi pare il minimo

Nsivincemai
Ospite
Member

Non si chiama rischio..Si chiama REALTA’

Maurizio Milano
Ospite
Member

MA COSA VI ASPETTATE …..
SARA’ UNA SERIE DI FIGURACCE ( eufemismo)

FabriViola
Ospite
Member
LE PEORE NON PARTORISCONO LEONI! E allo stadio si va per vedere 11 leoni che si lotti per la Champions Leauge o per la retrocessione…un neonato leone allevato in una stalla di peore diventa anche lui peora! Per chi non la conosce, Allego la Parabola dell’aquila e la gallina: Un giorno un contadino, attraversando la foresta, trovò un Aquilotto, lo portò a casa e lo mise nel pollaio, dove l’Aquilotto imparò presto a beccare il mangime delle galline e a comportarsi come loro. Un giorno passò di là un naturalista e chiese al proprietario perchè costringesse l’Aquila, regina di tutti gli uccelli, a vivere in un pollaio. “Poichè le do da mangiare, le ho insegnato ad essere una gallina, l’Aquila non ha mai imparato a volare, si comporta come una gallina e dunque non è più un’Aquila”, rispose il proprietario. E il naturalista: “Essa si comporta esattamente come una gallina,… Leggi altro »
Lukus
Ospite
Member

Magnifica metafora! Peccato che, a quanto pare, sia ancora pieno di gente che hasolo tanta voglia di…restare gallina!!!

fagiano
Ospite
Member

allo stadio si va per la maglia!

Alessandro Berti
Ospite
Member

Ecco… non gallina ma fagiano… poca differenza sempre in pentola finirai!!!!
La tua maglia è a strisce bianconere!

Gorenc78
Ospite
Member

ma dato che siamo “clienti” e paghiamo…pretendiamo almeno un po’ di serietà.

ps: nessuno a mai chiesto scudetti, champions o fenomini………..BASTA figurette a livello planetario!!!

CALENZANO
Ospite
Member

allo stadio si va per divertirsi e vedere uno spettacolo, se a te piace la mannoia e antonacci, per dire, che ci vai a fare a un concerto di rovazzi? se andare allo stadio dev’essere un patire meglio stare con la famiglia. i dv han trasformato un piacere in un’ulcera

wpDiscuz
Articolo precedenteMarco Guida arbitrerà Atalanta-Fiorentina
Articolo successivoInter a caccia della spalla di Icardi. Obiettivo Bernardeschi, sogno Griezmann
CONDIVIDI