Ilicic: “E’ la mia miglior stagione: ora gioco più avanti e sono decisivo. Voglio l’Europa”

14



Parla così Josip Ilicic al Corriere dello Sport: “Quanti punti per l’Europa? Non faccio calcoli. Il mio obiettivo è vincere tutte e tre le partite che rimangono. Abbiamo già dimostrato quanto valiamo e dobbiamo porci obiettivi importanti”.

Dunque non firmerebbe per un pareggio domani all’Olimpico contro la Lazio? «Non firmo mai per niente e a Roma andremo per conquistare i tre punti. Per carattere sono uno che vuole vincere anche nelle partitelle di fine allenamento. Magari ci accontenteremo di un punto a dieci minuti dalla fine, non prima di scendere in campo».

Milan, Sampdoria e Fiorentina: da chi arriveranno i pericoli maggiori nella corsa al sesto posto? «Io non mi preoccupo di nessuna in particolare. Penso solo all’Atalanta e sono fiducioso perché fin dal primo giorno in cui sono arrivato qua ero convinto che potessimo disputare una stagione così. All’inizio abbiamo incontrato qualche difficoltà, ma andando avanti con il lavoro abbiamo alzato il nostro livello di gioco e abbiamo capito di poter arrivare lontano. Se a volte fossimo riusciti a chiudere la partita, adesso la nostra classifica avrebbe potuto essere ancora migliore».

Per Ilicic questa è l’annata migliore del punto di vista personale da quando è in Italia? «Sì. Ho trovato la giusta continuità e sono soddisfatto».

Per la sua “esplosione” quanti meriti dà a Gasperini? «A Bergamo ho trovato una società organizzata, un ambiente ideale e un tecnico che ha saputo far crescere me e tutti i compagni. Fisicamente non sono stato mai così bene, segno che i metodi di lavoro di Gasperini hanno funzionato e poi lui è stato bravo a spostarmi più vicino alla porta avversaria. In passato magari giocavo più palloni, ma a metà campo e non incidevo, mentre ora sono più pericoloso e decisivo».

Tra Serie A ed Europa League ha segnato 15 reti e servito 9 assist. Numeri… da attaccante. «Nel calcio e nella vita è giusto porsi grandi obiettivi e sacrificarsi giorno dopo giorno per raggiungerli. Io l’ho fatto e le cose stanno andando bene».

Il prossimo anno resterà a Bergamo o dopo una stagione con un rendimento così elevato qualche grande club penserà a lei? «Non so. Il mio futuro lo deciderà la società e io in questo momento penso solo all’Atalanta perché ho l’obiettivo di riportarla in Europa League. Vi assicuro che in testa non ho altro».

14
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ponzio
Tifoso
ponzio

E’ bravo mi è sempre piaciuto ma non lo rimpiangerei, in questa FIORENTINA di lotta e di corsa non lo vedrei benissimo. E’ stato meglio così per lui e per noi, alla fine considerando la scorsa annata la cifra incassata è stata equa.

Sergio3
Ospite
Sergio3

Grande tecnica ,ma non l’ho visto una volta sudare.

Emiro Viola
Ospite
Emiro Viola

Questo gli era ma di morto bono…

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Credo che la cessione di Ilicic sia stato un abbaglio clamoroso di Corvino. Con lui al posto di Esseryc la Fiorentina avrebbe probabilmente sette o otto punti in più del Milan. Corvino al quale vanno naturalmente riconosciuti straordinari meriti per aver ripianato il passivo di bilancio e per alcuni eccellenti acquisti.

Andrè The GIant
Ospite
Andrè The GIant

Come sempre non ne azzecchi una, caro gianaldo coso.
A Corvino va riconosciuto ben poco eccetto di avere abbassato drasticamente il livello qualitativo medio della squadra spendendo un centinaio di milioni. Liberarsi di Ilicic era inevitabile perchè il ragazzo aveva assolutamente bisogno di cambiare aria..la sua stria con la Fiorentina e Firenze era ampiamente chiusa….solo Corvino poteva semmai riuscire a svenderlo per soli 5,5 milioni..fare peggio era difficile

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

A Corvino va riconosciuto ben poco? Simeone, Milenkovic, Pezzella chi te li ha portati? Che razza di ingrati!

Andrè The Giant
Ospite
Andrè The Giant

Simeone Milenkovic Pezzella Veretout Hugo sono stati buoni acquisti, comunque al livello necessario alla Fiorentina non le scoperte calcistiche del secolo eh? Eysseric, Saponara, Dabo, Biraghi da rivedere . Ti risparmio poi la lista dei bidoni dai, se no facciamo notte. E tutto per 98,24 milioni totali.
No, non bene, nessun riconoscimento. Medaglina e a casa. Anzi, niente medaglina.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Conosco perfettamente la lista dei bidoni, grazie alla magica invenzione del copia-incolla dai post di Pecos Bill. Ma già scrissi in difesa di Corvino che è possibile fare analoghe liste chilometriche per qualsiasi DS della serie A. A Galliani hanno anche intitolato un libro su tutti i bidoni che ha portato al Milan negli ultimi anni. Qui non è in gioco la preparazione tecnica di un dirigente, ma il viziaccio italico di buttarsi a capo fitto su ogni giocatore per la bramosia di fare cassa senza un adeguato scouting alle spalle, oltre la perniciosa esterofilia che toglie spazio ai calciatori… Leggi altro »

Antifrustrati
Ospite
Antifrustrati

quanti punti ha fatto in più l’anno scorso una squadra di un “valore qualitativo drasticamente superiore” ????

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Era da cedere infatti dopo la prima stagione di Sousa. O meglio, a me piaceva, ma gli riconosco una certa fragilità caratteriale.
L’anno scorso se lo hanno cercato solo Samp e Atalanta, un motivo ci sarà. Mi fa ridere chi dice che è stato svenduto. La stagione prima era stato nullo (anche grazie ai pali), non ti avrebbero mai dato di più. E quest’anno sarebbe andato via a zero. Utile sì.
Tutti DS mancati su questo sito.

Andrè The Giant
Ospite
Andrè The Giant

Ridicolo. Un giocatore di 29 anni con le qualità indubbie di Ilicic venduto a 5,5 è OGGETTIVAMENTE svenduto. Perfino Transfermarkt che si tiene sempre su parametri medio bassi lo valutava l’anno scorso 10 milioni. Giocatore con clausola a 25 milioni, anche con la scadenza nel 2018 si poteva decisamente fare meglio.
Poi uno può dire quello che vuole, ovviamente, ma la realtà è diversa e non importa davvero credersi DS

Ponzio
Tifoso
ponzio

sono un grande estimatore di Ilicic che ritenevo uno dei pochi in grado di inquadrare con regolarità la porta, ma quest’anno come sarebbe stato impiegato? Al posto di Saponara nel momento più delicato del campionato? Sarebbe sparito perché se la squadra non gira Josip affonda: lo sappiamo. Inoltre non si trovava più bene e il contratto era in scadenza. Questa operazione era l’unica da fare e il denaro preso pareggia quella uscito. Facile fare i DS in poltrona, non siamo una strisciata tipo milan o inter che possono buttare qualche decina di milioni per giocatori come Kalinic (5 reti) o… Leggi altro »

Antifrustrati
Ospite
Antifrustrati

inquadrava con regolarità i pali l’anno scorso….

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

quanti allenatori bravi e quanti giocatori scarsi sono passati da firenze …. o no ?? e non parliamo dell’organizzazione societaria …. che bello per noi toscani avere una società come la viola …… avremo sempre occasione di contestare e quindi di soddisfare il nostro carattere

Articolo precedenteTre idee se Badelj non rinnova: Barella e Jankto i sogni. Nel mirino Politano
Articolo successivoChiesa, il gol esterno manca da tre mesi. Saponara, caccia al 1° centro stagionale
CONDIVIDI