Ilicic, ritorno al passato… da trascinatore viola

    0



    ilicic palermoPer un anno e mezzo Firenze si è interrogata su quei nove milioni spesi dalla Fiorentina, nell’estate 2013, per portare in viola Josip Ilicic. Negli occhi di tutti il giocatore ammirato a Palermo: discontinuo sì, ma trascinatore quando in campo decideva di prendersi sulle spalle la squadra e guidarla alla vittoria. I fischi del Franchi, le panchine, il rischio di lasciare Firenze un anno fa di questi tempi… poi la svolta. Montella lo riporta trequartista, e soprattutto gli dà fiducia. Lo sloveno ripaga: sette gol e un assist nelle ultime sei partite dello scorso campionato. E con Sousa riparte da qui: ruolo sempre più importante in squadra, in accoppiata con la rivelazione Kalinic. Nove gol in diciotto partite stagionali, il bottino della seconda parte dell’anno solare. Per un 2015 chiuso con 17 gol e 7 assist in 38 partite.

    E mercoledì, al Barbera, Josip Ilicic si ripresenterà nella ‘sua’ Palermo da leader viola. A testa alta. Di chi alla fine ce l’ha fatta, a conquistare gli applausi dei tifosi gigliati a suon di giocate e di gol. Lo sloveno è finalmente decisivo. Così come dimostrò nell’ultimo incrocio viola a Palermo, lo scorso maggio, quando con un euro-gol dalla distanza sbloccò. Da lì le lacrime, di emozione vera e di riconoscenza, verso la gente di Palermo, che fino a qualche istante prima lo aveva sonoramente fischiato ad ogni occasione. Alla faccia di chi veniva definito ‘il freddo’, per i suoi atteggiamenti distaccati nel primo anno e mezzo di Firenze.

    Discontinuo ma dal potenziale da top player, veniva definito negli anni di Palermo Josip Ilicic. 25 gol (e 18 assist) in 107 partite in rosanero per lo sloveno, uno dei pochi a salvarsi anche nella stagione 2012/2013, quella che portò il club di Zamparini alla retrocessione in B. 11 gol in 32 partite quell’anno, tra campionato e coppa: il miglior score in Italia, finora, di Josip Ilicic.

    Bottino che lo sloveno si appresta a battere a Firenze, nella prima, vera stagione da titolarissimo viola. Sousa ha dato peso specifico a quella casacca numero 72, piazzandola fedelmente in attacco a fianco della numero 9, quella di Kalinic. I due hanno fatto fin qui la fortuna viola, con Ilicic che ha messo insieme 9 gol e 4 assist nelle prime 18 gare stagionali giocate (un gol ogni 126′ disputati). A -2 reti dal suo record realizzativo stagionale da quando è in Italia (11 gol, appunto)… mica male. In totale, in maglia viola, fanno 25 gol (e 13 assist) in 83 partite. A livello realizzativo, insomma, lo Josip Ilicic in versione Fiorentina batte (di gran lunga) quello di Palermo.

    Non una gara come tutte le altre, mercoledì, per Josip Ilicic. Lo sloveno è pronto a far ripartire la Fiorentina… e a ‘stregare’ ancora, stavolta in maglia viola, la ‘sua’ Palermo.