In 30.000 a riempire il Franchi per la decima finale, con due spinte eccellenti 

    0



    Coppa ItaliaA Madrid, da anni, cullano un sogno: è la “decima”, la Champions League che manca ai galacticos per andare in doppia cifra. A Firenze, l’asticella si abbassa, ma i sogni sono sogni e allora, stasera, tutti a caccia della decima finale di Coppa Italia della storia della Fiorentina.

    Non sarà la Champions, ma quel trofeo nella bacheca ancora vuota dell’era Della Valle ci starebbe benissimo e la proprietà, per il lavoro e gli sforzi fatti in questi anni, se lo meriterebbe tutto, come se lo meriterebbe un gruppo che, da un anno e mezzo, lavora per rendere grande la Firenze del calcio in Italia ed in Europa. 
    Per la “decima”, servirà la carica del Franchi ed il tifo viola ha sfidato il maltempo (al momento c’è ancora il sole su Firenze, ma ore previsioni minacciano pioggia) per dare la sua spinta verso la finale di Roma: in 30.000 contro l’Udinese, in un calcio che, raramente, vede riempirsi gli stadi, specie per la Coppa Italia. Ed invece Firenze non farà mancare il proprio calore, tutti uniti per spingere la squadra verso la decima: ed i tifosi non saranno soli. Con loro, due sostenitori d’eccezioni: Rossi, che vedrà la semifinale dall’America e che nella notte ha cinguettato per dare la carica ai compagni, e Gomez, che ha messo alle spalle il lungo infortunio mettendosi a disposizione di Montella non solo per far presenza in panchina, ma anche per entrare e cercare di scardinare la difesa bianconera qualora ce ne fosse bisogno.
    L’Udinese è avversario ostico, ma la Fiorentina ha tutto per centrare la finale: il pubblico (all’andata un Friuli vuoto per tre quarti ad assistere al match), i campioni, il gioco, il gruppo. Un’occasione così per regalarsi il sogno di un trofeo non può essere sprecata: nel 2010 sfumò tutto contro l’Inter che poi vinse il triplete, quest’anno il tabellone favorevole ha spalancato la strada ai viola che stasera sono chiamati a rispondere sul campo e sugli spalti. Per la decima.