Inizia il tour de force. Fiorentina penalizzata tra anticipi e posticipi…

0



Parte il tour de force viola e parte stasera contro l’Inter di Mancini che, ad oggi, ha giocato 27 partite stagionali (24 in campionato e 3 in Coppa Italia). Non avendo le coppe europee (così come il Milan), i nerazzurri partono già avvantaggiati rispetto alla Fiorentina di Paulo Sousa che, invece, ha già disputato 31 gare (24 in campionato, 6 in Europa League e 1 in Coppa Italia), quindi 4 in più rispetto a Icardi & Co. Arrivati a questo punto della stagione, avere 360 minuti in più nelle gambe non è cosa da poco. Ma quello che preoccupa di più di questo tour de force che vedrà la Fiorentina disputare 6 partite in 20 giorni non è (solo) la gara contro l’Inter, bensì il calendario con tanto di anticipi e posticipi che la vede penalizzata rispetto alle dirette concorrenti per le zone alte della classifica. In particolar modo con la Roma, momentaneamente al terzo posto della classifica. Andando a studiarlo nel dettaglio, ci si accorge che non solo i giallorossi arriveranno alla sfida con la Fiorentina con 90 minuti in meno nelle gambe (perché giocheranno il ritorno degli ottavi di Champions contro il Real Madrid l’8 marzo),  ma avranno anche 51 ore di riposo in più rispetto ai viola. Infatti la squadra di Sousa giocherà la partita contro la Roma venerdì 4 marzo alle 20.45, dopo aver disputato la gara interna col Napoli lunedì 29 febbraio alle 21 (quindi intercorreranno solamente 95 ore e 45 minuti di tempo tra l’inizio di una gara e l’altra), mentre la squadra di Spalletti riceverà i viola dopo 146 ore e 45 minuti dalla partita che disputeranno ad Empoli in anticipo, sabato 27 febbraio. E poi, nel dettaglio che Fiorentina.it vi propone, è facile notare come il calendario favorisca i giallorossi nei tempi di recupero durante tutto il tour de force. Perché abbiamo deciso di essere pignoli con i giallorossi? Semplice. Prima di tutto perché in questo momento sono gli avversari più temibili per la lotta al terzo posto. Poi perché sono quelli che, come la Fiorentina, hanno il doppio impegno (campionato-Europa, seppur per loro trattasi di Champions…). Per quanto riguarda l’Inter e il Milan, concorrenti sempre temibili nonostante le apparenze (che a volte ingannano), sono entrambe favorite dall’assenza totale di impegni infrasettimanali.

Il Napoli, che ha altri obiettivi in campionato (puntano allo scudetto, i partenopei!), affronterà invece la Fiorentina senza nessun tipo di vantaggio né di svantaggio. Infatti anche i campani, così come i viola, scenderanno in campo al Franchi il 29 febbraio dopo 95 ore e 55 minuti dal precedente match (dove i gigliati affronteranno il Tottenham e gli azzurri il Villarreal).

Alla luce di tutto ciò, una domanda nasce spontanea: è possibile che la Fiorentina sia la squadra più penalizzata dal calendario? Possibile che non si possa pretendere un trattamento più consono a quelle che sono le ambizioni della squadra viola che, oltre ad essere protagonista da anni dell’alta classifica di serie A, lo è stata spesso anche in Europa. Ci fosse stato un personaggio più ‘maligno’ e scaltro, avrebbe detto di avere cattivi pensieri… Che fare per cacciare i ‘cattivi pensieri’? Beh, provare a battere l’Inter, riprendere il terzo posto e poi fare molta ma molta attenzione alla Roma.

 

 

CALENDARIO DELLA FIORENTINA

Fiorentina-Inter domenica 14 febbraio alle 20.45

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 94 ore e 15 minuti)

Fiorentina-Tottenham giovedì 18 febbraio alle 19.00

Dopo 3 giorni (per la precisione dopo 68 ore)

Atalanta-Fiorentina domenica 21 febbraio alle 15.00

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 102 ore e 5 minuti)

Tottenham-Fiorentina giovedì 25 febbraio alle 21.05

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 95 ore e 55 minuti)

Fiorentina-Napoli lunedì 29 febbraio ore 21.00

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 95 ore e 45 minuti)

Roma-Fiorentina venerdì 4 marzo ore 20.45

 

CALENDARIO DELLA ROMA

Carpi-Roma venerdì 12 febbraio ore 20.45

Dopo 5 giorni (per la precisione dopo 120 ore)

Roma-Real Madrid mercoledì 17 febbraio ore 20.45

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 96 ore)

Roma-Palermo domenica 21 febbraio ore 20.45

Dopo 6 giorni (per la precisione dopo 141 ore e 15 minuti)

Empoli-Roma sabato 27 febbraio ore 18

Dopo 6 giorni (per la precisione dopo 146 ore e 45 minuti)

Roma-Fiorentina venerdì 4 marzo ore 20.45

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 96 ore)

Real Madrid-Roma martedì 8 marzo ore 20.45

 

CALENDARIO DEL NAPOLI

Juventus-Napoli sabato 13 febbraio ore 20.45

Dopo 5 giorni (per la precisione dopo 118 ore e 15 minuti)

Villarreal-Napoli giovedì 18 febbraio ore 19.00

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 98 ore)

Napoli-Milan lunedì 22 febbraio ore 21.00

Dopo 3 giorni (per la precisione dopo 72 ore e 5 minuti)

Napoli-Villarreal giovedì 25 febbraio ore 21.05

Dopo 4 giorni (per la precisione dopo 95 ore e 55 minuti)

Fiorentina-Napoli lunedì 29 febbraio ore 21.00

Dopo 5 giorni (per la precisione dopo 119 ore e 45 minuti)

Napoli-Chievo sabato 5 marzo ore 20.45

 

CALENDARIO DELL’INTER

Inutile fare il conto preciso di quanto riposerà l’Inter nel prossimo mese, visto che i rossoneri disputeranno una sola gara a settimana

Fiorentina-Inter domenica 14 febbraio ore 20.45

Dopo 6 giorni

Inter-Sampdoria sabato 20 febbraio ore 20.45

Dopo 8 giorni

Juventus-Inter domenica 28 febbraio ore 20.45

Dopo 7 giorni

Inter-Palermo domenica 6 marzo ore 20.45

 

CALENDARIO DEL MILAN

Inutile fare il conto preciso di quanto riposerà il Milan nel prossimo mese, visto che i rossoneri disputeranno una sola gara a settimana

Milan-Genoa domenica 14 febbraio ore 12.30

Dopo 8 giorni

Napoli-Milan lunedì 22 febbraio ore 21.00

Dopo 5 giorni

Milan-Torino sabato 27 febbraio ore 20.45

Dopo 8 giorni

Sassuolo-Milan domenica 6 marzo ore 15.00

Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it