Inter e Milan, derby milionario per Borja Valero. Tra Spalletti e Montella…

6



Il derby milionario di Milano per avere Borja Valero’, titola La Nazione. Borja si riposa alle Baleari con la moglie Rocio ed i figli Alvaro e Lucia. Di lui intanto si parla molto a Firenze, con Inter e Milan in pressing. La posizione di Borja è cominciata a scricchiolare negli ultimi mesi, quando a gennaio arrivà una super offerta dalla Cina. Che Borja rifiutò. Ora ci sono le milanesi. Montella è stato l’allenatore che lo ha consacrato a Firenze e riabbraccerebbe violentieri lo spagnolo. Oltretutto, dal punto di vista tattico, si adatterebbe perfettamente al 4-3-3 del Milan.

Sponda nerazzurra, non è un segreto che Borja sia il pallino di Spalletti, che lo voleva a tutti i costi la scorsa estate alla Roma, poi tutto saltò per la mancata qualificazione alla Champion. Anche i dirigenti dell’Inter sono innamorati del centrocampista e considerano l’investimento ottimo. La Fiorentina non si è mai espressa, ma di fronte ad una buona offerta da 10-12 milioni potrebbe accadere di tutto. Età, ingaggio e difficile collocazione nel 4-2-3-1 pensato da Pioli fanno il resto. Anche se Borja è amatissimo a Firenze ed è fortemente legato alla maglia e alla città.

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Purtroppo Pioli è un allenatore moooolto filosocietario quindi se la società gli dice che Borja va venduto lui si inventa uno schema dove la sua presenza riuslti inutile!!! Ma è possibile trovare uno schema dove Borja, l’unico vero attaccato alla maglia Viola, non possa giocare???

VecchioFrank
Ospite
VecchioFrank

Del Corvo e di Cognigni, che venderebbero pure i pali delle porte, non mi meraviglio; ma che Pioli sia d’accordo nel cedere uno dei giocatori dal più alto tasso tecnico della squadra, mi lascia perplesso. E non aggiungo altro.

Sandro Cina
Ospite
Sandro Cina

Per me Borja è l’unico veramente invendibile. Il centrocampo Viola gira solo grazie a lui

PaolinoPaperino
Ospite
PaolinoPaperino

Fonte: Repubblica del 05 Mag 2017. – Mentre il lusso cresce, Tod’s va in retromarcia Il gruppo, a differenza dei rivali, chiude il periodo gennaio-marzo con un calo su tutti i mercati tranne la Cina (+3,6%). Scendono tutti i marchi tranne Roger Vivier (15%)…. Tra gennaio e marzo il fatturato si attesta a 238,5 milioni, con un calo del 4,4% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente. A cambi costanti, utilizzando cioè gli stessi cambi medi dei primi tre mesi del 2016, i ricavi sarebbero diminuiti ancora di più a 237,1 milioni (-5% rispetto allo scorso anno). Il calo si è… Leggi altro »

Annibale
Tifoso
Annibale

Il discorso sta in pochi posti, ma qui c’è gente che venderebbe la Tod’s per prendere un paio di giocatori buoni e guardarli al circolino pagando un caffè corretto

Potini
Tifoso
Potini

Mica scemi a Milano. Per quel prezzo ti può fare ancora 2/3 buone annate.

Articolo precedenteSimeone-Nestorovski, Corvino studia l’accoppiata. Possono arrivare entrambi se…
Articolo successivoFiorentina, Pengue nuovo Responsabile Area Sanitaria. Manetti lascia dopo 15 anni
CONDIVIDI