Ivan: “Grazie di avermi fatto smettere con il calcio giocato. Gli arbitri hanno troppo potere”

17



“Dopo venti anni di professionismo e una decina di dilettantismo toccando tutte le categorie dagli amatori alla serie A, oggi è giunto per me il giorno di dire basta ma no perché non ce là faccio fisicamente o mi è passata la voglia ma perché mentalmente non posso più subire l’esuberanza e l’incapacità di chi dirige la partita e nemmeno il menefreghismo di chi gestisce il calcio oggi ho disputato l’ultima mia partita semifinale play off merito alla grevigiana di averci battuto e quello non glielo toglie nessuno.. Ma il come? Terna arbitrale un guardalinee che le regole del calcio non sapeva nemmeno cosa fossero gol convalidato in fuorigioco “logico” che secondo me è più che netto, basta pensare nemmeno vedere poi gol annullato per fuorigioco bo e rigore non dato ora un errore grave ci sta ma tre e lascio fare il resto…. io personalmente rientravo da una squalifica di due giornate datami perché un arbitro a scritto cosa gli è parso a lui “due giornate date perché non si può fare ricorso nei dilettanti se ti danno meno di tre giornate” ora dico se si svegliano la mattina e ti voglio far fuori basta che scrivono.. per me troppo hanno troppo potere e sono poco seguiti e incapaci .. spero per i giovani che il sistema cambi sennò il calcio non è più calcio in mano a questa gente che comanda ma non segue … ultimo ringraziamento proprio a loro che comandano, grazie di avermi fatto smettere con il calcio giocato….”. Così il fiorentino ed ex viola Andrea Ivan annunciare il suo ritiro dal calcio giocato attraverso il proprio profilo Facebook.

In carrieae Andrea Ivan ha giocato in diverse squadre, tra cui Fiorentina e Ascoli. Da ricordar le quattro presenze in Serie A con la maglia della Salernitana nella stagione 1998/1999. In Serie B, con le maglie di Pescara e Atalanta, con cui ha raggiunto la Serie A, dove però ha solamente giocato l’ultima giornata della stagione 2006/2007 contro il Livorno.

17
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
baccello
Ospite
baccello

Un pò di H, di punti e di virgole però tu l’hai lasciate ancora tra i pali.
Si fa pè scherzare eh, grande Ivan!

mike rights
Ospite
mike rights

mamma mia che tristezza! leggere queste poche righe con più errori che concetti! imbarazzato per lui!

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Io,invece,per te,pensa un po’ come è varia la vita!

DanieleC
Ospite
DanieleC

L’unico portiere dai piedi buoni avuto a Firenze… per il resto, voto 2 per la Grammatica.

scettico.....
Ospite
scettico.....

vent’anni di professionismo + dieci fra i dilettanti + dieci per cominciare negli esordienti vuol dire che ha 40 anni…..a quell’età smette Totti …..figuriamoci Ivan….

Hatuey
Tifoso
Hatuey

Che palle il “fiorentino scettico” di professione…
Potresti commentare sul merito di ciò che dice a proposito di come è gestito il calcio.
Invece no, subito a fare i conti in tasca al soggetto per pura voglia di ridimensionare chiunque osi alzare la testa.
Allora viva il sistema! Viva gli arbitri disonesti perché Ivan a 40 anni non può parlare, deve ingoiare e zitto, sennò lo “scettico” lo bastona subito.

ELBANDOLEROSTANCO
Ospite
ELBANDOLEROSTANCO

FINALMENTE QUALCUNO CHE DICE LA VERITÀ SENZA PELI SULLA LINGUA……GRAZIE GRANDE IVAN

mike rights
Ospite
mike rights

e senza idea di cosa sia la grammatica!

Cunnilingus
Ospite
Cunnilingus

Ecco qual è il mio problema…

IVAN
Ospite
IVAN

Grande Ivan!

Davide
Ospite
Davide

Che dire, l’unico anno in cui ci fu il sorteggio degli arbitri integrale, cioè completamente a sorteggio, indipendentemente da squadre e posizioni di classifica, fu il 1985. Lo scudetto lo vinse il Verona. Senza nulla togliere alla squadra, eh, Comunque non c’è più stato sorteggio integrale…

IL PALLA
Ospite
IL PALLA

A questo punto anche il sorteggio integrale sarebbe inutile, il SISTEMA arbitrale e’ talmente strutturato che chiunque arbitri sa cosa fare e comportarsi. Ormai è tutto scritto, come un copione, al punto che andare allo stadio e’ come andare a teatro, non sai come finisce ma sai che lo spettacolo è falso. Peccato perché il calcio italiano si sta spegnendo sempre di più

Rambaldo
Ospite
Rambaldo

Mi perdonerete ma io Andrea Ivan proprio non me lo ricordavo……

izio
Ospite
izio

per noi sarai sempre un TIFOSO e quindi un NUMERO UNO

per loro sarai sempre un CLIENTE e quindi UNO DEI TANTI!

saluti
un cliente

Rino
Ospite
Rino

anche qui non è mancato lo spunto per insultare la proprietà: E BASTA!!!! non se né po più.

Paolo-Carrara
Ospite
Paolo-Carrara

Dopo tutti i danni che hanno creato con le assegnazioni arbitrali alla Viola (leggete la sequela di principianti che ci hanno rifilato ) vedrete domenica che trio: minimo Valeri-Tagliavento-
Rizzoli e Rocchi NO perchè è di Firenze: alleluia, e, cari tifosi calmatevi, a fine campionato Vi
dirò la mia, che non conta assolutamente nulla, ma quantomeno sarà frutto di considerazioni sportive, appassionate e non rosicone (Petri, Micheletti, ecc.ecc.)
Grazie famiglia D.V. e se dovete sceglire un successore, CHINA No, CHINA No….
FORZA VIOLA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

RAGIONIERE 56
Ospite
RAGIONIERE 56

La regola che l’arbitro fiorentino non ti tocca non esiste più. Comunque te tengono conto per buon senso i designatori.

Articolo precedenteLazio: giornata libera. La ripresa domani. Recupereranno tutti tranne Marchetti
Articolo successivoEugenio Giani: “I Della Valle sono persone che hanno fatto il bene della Fiorentina”
CONDIVIDI