Jaime Baez, ecco chi è il giovane talento uruguaiano in arrivo a Firenze




    BaezUn nome inedito, un talento pronto a esplodere e a imporsi davanti ai palcoscenici più importanti d’Europa. Jaime Baez, attaccante uruguaiano classe 1995 con passaporto comuntario, per gli appassionati del calcio sudamericano è un profilo in rampa di lancio già da diversi mesi e destinato a fare le fortune di chi lo acquisterà. Figlio d’arte (il padre Enrique, anche lui centravanti, vinse la Coppa America nel 1987 con l’Uruguay), Jaime Baez è maturato in fretta tra le giovanili dello Juventud de Las Piedras, club che lo ha ceduto in prestito alDefensor, con cui ha esordito in Primera Division all’età di 17 anni. Ora è tornato alle origini per fine prestito, ma con un pesantissimo appellativo in più: quello di erede di Luis Suarez. Un paragone in prospettiva tutt’altro che azzardato: i suoi movimenti sono praticamente identici a quelli del Pistolero, possiede una forza fisica ben superiore a quella dei suoi coetanei e una tecnica sublime, oltre a una duttilità invidiabile: gli piace partire come esterno sinistro, dribblare i difensori e accentrarsi per andare alla conclusione con il suo pregevole destro a giro, ma sa disimpegnarsi con disinvoltura anche come punta centrale. All’ultimo Sub-20, pur non andando mai in gol, si è distinto per tante ottime giocate e per una continuità di rendimento che gli hanno permesso di giocare quasi tutte le partite. Come anticipatovi poco fa, la Fiorentina ha bruciato la concorrenza: il giocatore piaceva a Lazio, Arsenal e Siviglia, ma il club gigliato ha mosso i passi più importanti e la trattativa è ormai in uno stato molto avanzato. Lo riporta Alfredo Pedullà.