Juve, Pescara, Parma: il Montella post-sosta, tra imprese e delusioni

5



Cinque vittorie in quattordici partite per l’Aeroplanino dopo le varie soste sulla panchina viola. A Brescia per centrare il quarto successo di fila.

Tre vittorie di fila contro Udinese, Milan e Samp, più i pareggi contro Atalanta e Juve che hanno preso un altro sapore. Per la Fiorentina quasi un peccato essersi fermata per le Nazionali, visti gli 11 punti nelle 5 partite dopo la sosta di settembre. Un trend in netta crescita, così come tante certezze ha trovato man mano Vincenzo Montella nel suo 3-5-2 con interpreti confermati per cinque volte di fila. Sulla strada della continuità i viola vogliono ripartire da Brescia. Con tutte le incognite che la sosta può riservare.

SVOLTA. Quest’anno, dopo la sosta di settembre, è arrivata la svolta. Nuovo modulo, nuovo atteggiamento con l’attacco veloce Chiesa-Ribery e l’inserimento dal 1′ di nuovi giocatori risultati poi imprescindibili. Il campione francese innanzitutto, ma anche Caceres. E dalla Juve è poi cambiato tutto. In generale, per Montella, cinque vittorie in quattordici partite sulla panchina viola nelle gare post-sosta. Che siano state per le Nazionali o dopo le vacanze di Natale.

BILANCIO. Nel primo anno dell’Aeroplanino arrivò il 2-0 al Franchi contro il Catania alla prima sosta, poi l’1-1 con il Chievo a Verona e il cocente 0-2 contro il Pescara a Firenze. Partita che resta negli annali per quantità di gol sprecati e miracoli di Perin. Poi anche la sconfitta 2-1 a Cagliari. Nel 2013/2014 l’1-1 in casa contro il Cagliari, poi l’impresa del 4-2 contro la Juve al Franchi il 20 ottobre: una data storica. Quindi lo 0-1 incassato a Udine, e l’1-0 in casa contro il Livorno (nel giorno dell’infortunio di Giuseppe Rossi mentre era capocannoniere). Nel 2014/2015, infine, 0-0 con il Genoa e 0-2 con la Lazio, entrambe al Franchi. Prima della vittoria 2-1 a Verona con l’Hellas, ma anche della pesante sconfitta per 1-0 contro il Parma che sarebbe poi fallito. Chiusura della prima parentesi viola, però, con il 2-0 alla Samp al Franchi.

ALTRE ESPERIENZE. Sulla panchina del Milan per Montella due vittorie in otto gare (con due pari e quattro ko) nelle gare dopo una sosta. Al Siviglia un solo pareggio (ma contro il Barcellona), alla Samp una vittoria e un pari (1-1 proprio contro la Fiorentina). Lunedì a Brescia il primo obiettivo è non far calare la tensione, per centrare la quarta vittoria di fila. Un test di maturità per una Fiorentina che vuole continuare a crescere. E dimostrare che la sosta non ha fatto allentare la concentrazione.

5
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
GIULIANO
Ospite
GIULIANO

mmhhmmm,inizio col dire,quello che ho già scritto qualche giorno fa in un’altro mio messaggio,non mi piacciono le pause per le nazionali,quando la squadra è in serie positiva di risultati come la nostra da 5 gare se non erro,tre vittorie ,più due pareggi,le pause sono un toccasana a mio avviso al contrario quando le squadre sono in crisi di risultati,oppure a stagione in corso quando magari la stanchezza inizia a farla da padrone in diversi elementi della rosa,,detto questo,l’altro aspetto che non mi entusiasma affatto,è quello, li relativo al fatto che in queste due settimane,di interruzione del campionato si è parlato… Leggi altro »

Zibillumario
Ospite
Zibillumario

Ti sei dimenticato un punto esclamativo, fai più attenzione, perbacco!

matteo
Ospite
matteo

Quella col Pescara fu clamorosa, non può che rimanere nella mente la sfiga nera avuta quel giorno.. mai più vista una partita simile..

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

quella gara li con il pescara la ricordo benissimo,come se si fosse giocata ieri pomeriggio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!e vi dico,che quella gara li poi non fa testo,12 palle goal a due ripartenze degli avversari in favore della fiorentina!!!!!!!!!!!!!!!!!suvvia di cosa stiamo parlando,con perin portiere all’epoca,del pescara,nelle pagelle del giorno dopo,che nelle valutazioni dei maggiori quotidiani sportivi italiani era simile a garibaldi,all’eroe dei due mondi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,le partite di quella tipologia li,sono le classiche partite che io amo definire stregate,maledette!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,sono gare già scritte dal destino avverso purtroppo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,e proprio a causa di un destino avverso in queste circostanze qui,non fanno testo a mio avviso,

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

La partita con il Pescara resta negli annali anche per l’arbitro (giocatore da espellere che poi segna).

Articolo precedenteVerso Brescia-Fiorentina: Montella domani in conferenza stampa
Articolo successivoA novembre il ‘derby’ di Commisso? Burgos Jr (NY Cosmos): “Amichevole con la Fiorentina”
CONDIVIDI