Kalinic a giugno andrà via, ora non molla. Niente Cina per il croato, ma l’Inghilterra

di Alessandro Rialti - Corriere dello Sport Stadio

53



No inequivocabile alla Cina, confermato a ripetizione. Nikola ha una sola parola e ha deciso di restare a Firenze. In queste ore lo ha detto e ridetto, contagiando pure i suoi manager. Niente da fare, lui non torna indietro. Meno male che ha tagliato la testa al toro, perché in questi giorni la paura è stata un ospite indesiderato e insopportabile ad un tempo.

Passeggiava per le strade della città e pareva sempre dirigersi verso viale dei Mille e la zona di Campo di Marte. Prima era autentico terrore, poi alla fine di gennaio tutto era parso attenuarsi. Come se la luce avesse fatto fare un passo indietro alla notte. Nikola Kalinic l’aveva affrontata e scacciata quasi da solo o, se preferite, armato di una clausola rescissoria per 50 milioni di euro usata come clava.

In Cina non vado, aveva fatto sapere attraverso la rete, resto a Firenze. Fine dell’incubo, abbiamo pensato tutti. Invece qualche timore era rimasto. Colpa del calcio-mercato asiatico e del suo prolungamento, fino all’esaurimento dei giorni di febbraio. Comunque a dare una mano al croato c’era stato pure il direttore Corvino che davanti alla domanda se non avesse paura che potesse spuntare ancora l’ombra cinese aveva replicato: «No, perché Kalinic ha deciso di restare ed è un uomo…». Più o meno le sue parole scaccia-tensioni erano state queste. Eppure nemmeno allora si era fatta luce completa.

Certo Kalinic non può mica smentire l’addio a ogni pie’ sospinto. Lo aveva fatto una volta per tutte. Ma Firenze non ha mai smesso di tremare. Il croato a Roma non c’era. Infortunio ha scritto la società viola, con un «report» che qualcuno ha letto come un amplificatore di paura e dubbi.

Nikola sta riflettendo? Dalla Cina sono arrivate altre offerte per lui e la «copertura» della clausola per la Fiorentina? Intanto il giocatore per non alimentare dubbi e paure si faceva una girata per le vie della città, con la famiglia. Tutto regolare, hanno pensato gli ottimisti, anche se intanto la Fiorentina orba del suo attaccante veniva «spenta» dalla Roma.

La paura invece che andarsene insisteva a restare fra le mura di Firenze. Anche perché a Pisa, all’uscio di casa viola, arrivavano Cannavaro e il suo club. Casualità o ammonimento? Premesse al colpo mortale? Già, perché paura o non paura, se davvero dovesse arrivare l’offerta temuta (o auspicata come sospettano una parte dei fiorentini) e se Kalinic passasse dal no al forse, vediamo, parliamo, il club viola si sarebbe troverebbe davanti all’impossibilità di negare o l’ineluttabilità della situazione o, peggio, l’accettazione di una trattativa.

Trappole cinesi o, se preferite, cinquanta sfumature di… giallo. Tutto comunque sarebbe passato attraverso il croato che proprio in questi giorni, forse anche un po’ risentito dell’enorme tensione che lo circondava aveva fatto sapere per la seconda volta che lui da Firenze non si muoveva. Poi, stanco, ha liberato il suo «no» fortissimo. Non va. Sicuramente lo farà un domani, ma non per volare verso la Cina. Il suo programma è diverso: stabilire il record di gol segnati nella stagione e in campionato, andando verso quota venti.

Poi forte anche dei nuovi numeri a giugno parlerà con la Fiorentina e magari strapperà una soglia inferiore per lasciare la casacca viola. Per andare sì altrove, ma verso un campionato che gli piaccia, magari quello britannico. Facendo contenta pure la Fiorentina che tanto la rivoluzione dovrà comunque affrontarla. Il ciclo-Montella&Sousa è alle corde, ne dovrà nascere uno nuovo. Partiranno altri come Kalinic, magari nella speranza che a Corvino vengano lasciate, in grandissima parte se non tutte, le plusvalenze susseguenti, da rinvestire in un progetto nuovo e giovane.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Kuba Libre
Ospite
Member

Finalmente una buona notizia…solo buone notizie sulla viola

The cat is on the table
Ospite
Member

Infatti ,iersera l’ho visto che passeggiava dalle parti del ponte vecchio e lì vicino c’è il British Insitute di Firenze .

Leonardo
Ospite
Member

Io non se Kalinic andrà via a giugno o meno ma mi viene da ridere a pensare a quei tifosi che dicevano con sicurezza estrema che non aveva giocato con la Roma perché era già stato venduto ai cinesi. Naturalmente la loro fonte era sicura come quella di Bucchioni ( per chi non lo ricorda ha detto che un negoziante gli aveva detto che un calciatore viola era passato a comprare il regalo di addio) . Non ho parole

pippo77
Ospite
Member

sepetnasega se kalinic va via e quando va via. Smettetela, siete oltremodo patetici.
Scrivete delle cose certe e non delle ipotesi campate in aria tanto per fare… grazie.

Aliush
Ospite
Member

Mi immagino già con chi verrà sostituito…..SE verrà sostituito…

Tresantiviola
Ospite
Member

Infatti la paura non è per chi vendono ma perché non ricomprano. Vende la Juventus può vendere la Fiorentina, ma il fatto è che loro reinvestono la Fiorentina no ,il problema è tutto li .

Aliush
Ospite
Member

Preciso

ivan
Ospite
Member

Basta Della Valle e Corvino.
Tifosi viola: unimoci, mettiamo fuori 100.000 euro (non del Monopoli) a testa, cooperativa sociale, utopia al potere, compriamo i campioni e vinciamo la cenpions!
Forza, chi di voi va ad aprire il conto corrente e prenota il notaio?

Fantasma
Ospite
Member

Eh sì…del resto chi non ha 100.000 euro che gli avanzano…

Japa
Ospite
Member

Ok ora non facciamo passare Kalinic per un eroe…ha deciso di restare perche` sicuramente avra’ il suo tornaconto, la cina era veramente una proposta impresentabile, ok i soldi ma insomma, basta avere un po’ di aspirazioni per dire di no! certo, ben per noi che rimanga, perche’ siamo messi davvero male, ma la favola che e’ rimasto solo perche’ ama Firenze…..

Kargost
Ospite
Member

È rimasto perché ha capito che se va in Cina la sua carriera finisce prematuramente.

Vergilius
Ospite
Member

Il Napoli ha fatto la sua fortuna vendendo Cavani prima e Higuain poi . Altrettanto farebbe la Fiorentina se riuscisse a vendere Kalinic a 50 milioni. Aggiungendo gli introiti dalle cessioni di Badelj , Ilicic e Babacar , il nostro Pantaleo farebbe una campagna acquisti coi fiocchi !

Svarowsky
Tifoso
Member
Caro VERGILIUS, ma Napoli é una piazza dove riescono ad arrivare e attrarre giocatori di un certo livello. Poi vengono anche pagati. Cosa da non sottovalutare, perché con i ciabattini di campioni ne vedremo sempre meno: staranno sempre con la fregnaccia del monte ingaggi, dell’autofinanziamento. uelli non hanno capito che la Fiorentina per autofinanziarsi degnamente, dovrebbe andare tutti gli anni in Champions o fare sempre molta strada in Europa league (come il Sevilla, per esempio). Purtroppo la EL, fino ai quarti di finale, non da guadagni consostenti, e di conseguenza, niente introiti TV, niente gradinate piene (la mancanza di campioni si fa notare). Corvino venderá Kalinic e sicuramente qualcun altro (occhio a Berna e Chiesa). La rosa andrá sfoltita ma giocatori come Tomivic, A CHI SI VENDONO E A CHE PREZZO???? L ‘annata della Fiorentina (a meno di un girone di ritorno senza sconfitte…ci credi???) non aiuterá a piazzare i… Leggi altro »
Aliush
Ospite
Member

Se ci FOSSE la VOLONTÀ di farla….

gianni usa
Ospite
Member

Vedo che c’e’ ancora chi ci casca .Pantaleo ha gia’ preso Saponara,mediocre anche a Empoli, due futuri “campioni” dal Bari e altri due in prova dal Pordenone che si prenderanno perche’ costano 10 Euro. Quindi i milioni che dice tu saranno altre plusvalenze come sempre.

nikpurple
Ospite
Member

Gianni, Saponara a Empoli è stato tutt’altro che un giocatore mediocre…. con sarri e con giampalo ha dimostrato di essere un giocatore importante, con grandi colpi e tanta corsa! se affermi il contrario vuol dire che partite dell’Empoli ne hai viste poche! Saponara è un’ottimo acquisto…. si può rimanere perplessi perchè a noi mancava un difensore e s’è preso un trequartista ma, sul valore di saponara c’è poco da discutere!

gianni usa
Ospite
Member

Rammentami una partita nella quale ha fatto la differenza.E’ sempre stato su un livello medio come tanti altri in giro in altre squadre.Se poi migliorera’ saro’ il primo a essere contento.

Patrizio Petruccioli
Tifoso
Member

lascia perdere..il capire di calcio non è il tuo forte

Il Santo Patronno
Ospite
Member

Di Corvino mi preoccupano i pacchi, più che i fiocchi.

PecosBill
Ospite
Member

Ottima la battuta. -:))

PecosBill
Ospite
Member

Peccato che al 99,99% il ricavato farebbe la fine che ha fatto quello che è scaturito dalla vendita di Cuadrado, Savic ed Alonso (e, prima ancora, dalla vendita per Jovetic e Ljajic).
Il ricavato che verrebbe dato al Mago del Salento per fare il mercato serebbe come quello che gli è stato dato quest’anno per prendere fantascientifici campioni quali Toledo, Diks, Milic, De Maio, Sanchez, Salcedo, Olivera e compagnia cantante.

Svarowsky
Tifoso
Member

O il grande Keirrison….

Aliush
Ospite
Member

Oppure si aprono i buchi di bilancio improvvisi

PecosBill
Ospite
Member

Per la REDAZIONE: se fosse possibile, almeno voi potreste evitare di evocare negli articoli che pubblicate il sostantivo PROGETTO?
Mi sembra proprio che, menzionando questo termine, si voglia – sia pure indirettamente – prendere per i fondelli tutti i VERI tifosi della Viola.

Amicocatopleba
Tifoso
Member

Già si sentivano i cinquanta pippoli in tasca e invece…..portate pazienza, a giugno va via e le casse si riempiranno. Al suo posto vedrei bene un ultra trentenne, possibilmente acciaccato e magari fermo da un paio d’anni. Ovviamente in prestito con diritto di riscatto, mi raccomando. Il sogno sarebbe Pellissier, ma capisco che non siamo squadra da top player.

Patrizio Petruccioli
Tifoso
Member

..ma quanti piagnini ci sono in questo sito? fate un sondaggio anche su questo!!!!

bellerofonte
Ospite
Member

ce li vedo i 50 milioni reinvestiti da quelli che quando si era primi in classifica si lasciarono sfuggire che non conveniva fare la Champions…..
rassegniamoci anzichè peggiorare la gastrite, questi se andranno solo dopo che, approvato il loro unico e vero “progetto” cioè la costruzione dello stadio e annessi, potranno vendere tutta la baracca e fare la adorata plusvalenza ,
Quindi il problema è l’amministrazione comunale che cincischia da anni, perfino a Roma faranno prima di noi…..

Patrizio Petruccioli
Tifoso
Member

…ma se non c’è nessuno che compra ora che si può fare con 2/300 milioni ,quanti ce ne saranno dopo che , fatto lo stadio e capitalizzata la societa , ci vorrà un miliardo per comprare la BARACCA?

Bobbo
Ospite
Member

Invece voci ben fondate di corridoio dicono che in caso di sconfitta domani(con abbandono delle piccole speranze di lottare per 4-5 posto) e sconfitta netta giovedì Kalinic accetterà l’offerta cinese. Ai Braccini andranno 50 mln ai tifosi l’ennesima delusione e umiliazione!!!!

Enrico Picchi
Ospite
Member

Ti ho dati un ok, ma faccio un appunto, se perdo Sabato e perdo Giovedì, e poi esco dall’Europa, a questo punto non abbiamo da salvare nulla, la salvezza c’è, l’europa sinceramente è difficile. Quindi meglio dare via Kalinic a 50 Mln, almeno rifacciamo subito la squadra per i prossimo anno (da Luglio intendo, iniziando da subito a trovare ottimi giocatori), a patto che i DV reinvestano tutti i soldi di Kalinic più altri che incasseranno per altre vendite illustri, Ilicic su tutti che ormai lo vedo demotivato e non più propenso a sacrificarsi per il progetto (ammesso che sia esistito lo stesso).
Poi credo che a Luglio sarò ceduto anche uno tra Vecino e Badelj (o entrambe) con Babacar (non vedo l’ora) sicuro partente, ma con destinazione da trovare… e chi se lo prende!!

Forza Viola!!

Potini
Ospite
Member

Incubo, tremare, paura, terrore…Chi l’ha scritto l’articolo, Dario Argento?

giuliano
Ospite
Member
personalmente ho apprezzato tantissimo la scelta che ha fatto kalinic. ha rinunciato a tanti soldi, ma si è dimostrato un vero calciatore e soprattutto un vero uomo!. quest’articolo mi da la possibilità, di ringraziarlo pubblicamente, la sua è una scelta coraggiosa. inoltre però vorrei anche dire che a mio avviso, la fiorentina ha fatto benissimo ad inserire una clauusola rescissoria cosi alta a 50 milioni, perchè è inutile farsi delle mere illusioni, in quest’epoca le società hanno perso tanto potere decisionale sul futuro dei loro calciatori, ormai comandano i procuratori ed i calciatori stessi. gli incedibili non esistono più, se mai sono esistiti!!!!!!!!!, tranne qualche raro caso. ha detto bene qualche giorno fa l’unico 10, chei tempi suoi erano troppo differenti da quelli che oggi bernardeschi sta vivendo, oggi è difficilissimo che un calciatore possa legarsi a vita ad una squadra come fece il grande antonio!. quindi per tutti questi… Leggi altro »
Pez
Ospite
Member

a questo punto sarebbe stato meglio venderlo per 50 milioni o meno, qualche settimana fa.
a mio parere non è un fenomeno, quindi erano tutti soldi guadagnati, avremmo perso sicuramente l’unico attacante buono, ma visto l’andazzo del campionato….io hai avrei fatto la plusvalenza e reinvestito l’anno prossimo.

POWERPURPLE54
Tifoso
Member

Tutte supposizioni .. ipotesi fantastiche , illazioni , sicuramente , nate per mettere ancora zizzania e fomentare ancora il già “precario” ambiente di tensione….Kalinic lo ha detto che rimane a FIRENZE , Punto.!!!!.Se poi a fine stagione , qualcuno viene e paga la clausola rescissoria di 50 MLN e che il giocatore dovesse accettare e sottolineo il ..dovesse accettare il trasferimento, allora gli orrgani di stampa sono liberi di scrivere e riportare ciò che vogliono. Ma fino ad adesso KALINIC è un giocatore della ACF FIORENTINA. Convengo solo su una cosa , che ci vuole una rivoluzione nell’organico ..specialmente nel reparto DIFENSIVO.. Ecco dico questo ai giornalisti Fiorentini , scrivete solide Realtà , scrivete in libertà , certo ma raccontante la realtà la verità , criticate ma non dite Ca***te!!!
..saluti viola
PPW54

Goliath
Ospite
Member

a parte che non mi sono mai innamorato di questo giocatore (come tutti gli altri del resto), il problema è che non sono neanche più innamorato della viola… Hanno fatto svanire una passione, un’amore…

PecosBill
Ospite
Member

A chi lo dici GOLIATH !!!. E questa è, forse, la più grave delle tanta nefandezze che hanno combinato.

S.Schwarz
Ospite
Member

Che Kalinic a giugno lascerà la Fiorentina è chiaro come il sole. Conviene a tutti: al croato che andrà in una grande squadra, e alla Fiorentina che incasserà un pacco di milioni. La scelta di non andare in Cina non si deve al tanto decantato amore per Firenze (c’è che lo ha paragonato ad Antonio), ma è una scelta intelligente dettata dalla ricerca dell’equilibrio tra ricchezza economica (che in Inghilterra comunque troverà) e desiderio di misurarsi in un campionato competitivo, magari puntando a vincere qualcosa. In Cina avrebbe avuto soldi a palate, ma sarebbe sparito da ogni radar calcistico.

Ammiratore anonimo di AdV
Ospite
Member
Come illustrava ieri un utente, i Della Valle acquistando la Ac Fiorentina non hanno fatto un affare. Non lo faranno nemmeno vendendo Kalinic. Il buco di bilancio rimarrá sempre in rosso. Le ragioni sono varie ma conoscendo Andrea mi permetto di dire che l acquisizione é stata frutto di un gesto d amore spontaneo verso la cittá, disinteressato e passionale; molto simile a quello rivolto verso Roma con la sponsorizzazione dei lavori al colosseo. Il ritorno d immagine é stato minimo: molti partners commerciali non sanno neanche dove si trovi Firenze e chi sia stato per noi Mario Faccenda, mentre conoscono Lady Gaga e il Minnesota. 15 anni fa le strategie di marketing geopolitico avrebbero sconsigliato di comprare la Fiorentina. Gli studi di allora puntavano piú su squadre turche perché venivano viste come ponte virtuale tra europa ed asia e un mercato araboparlante in espansione: gli sceicchi vanno in moschea… Leggi altro »
violadasempre
Ospite
Member
Ammiratore, ancora una volta, ha colto nel segno. Illustri podologhi hanno dimostrato scientificamente come la crescita pedestre nei paesi subsahariani proceda nettamente più rapida che nell’Europa Mediterranea. In parole povere, in quei posti le babbucce si cambiano più rapidamente, per via dell’aumento veloce delle dimensioni dei piedi. Una famiglia di imprenditori illuminati quali i DV, oltretutto circondati da manager affermati e capaci come quelli che hanno portato in Fiorentina, lo sanno benissimo e ben sarebbero stati in grado di anticipare una così chiara tendenza antropomorfa acquistando il Moghreb Athletic Tetouan o l’As Real Bamako, invece che la Fiorentina. Naturalmente, comunque comprandole dopo averle fatte fallire, per salvarle dal fallimento. Invece, proprio per l’amore sempre dimostrato da Diego e Andrea per la Viola (una passione sbocciata da piccoli, ascoltando la nota canzone dei C.S.I. “m’importa ‘na sega”), si lanciarono, fortunatamente per noi tifosi, in quest’avventura. Economicamente, però, la scelta è stata… Leggi altro »
Stefano
Ospite
Member

15 anni zeru titoli

Sostenitore discreto
Ospite
Member

Analisi lucidissima, Maestro. Solo il cuore poteva portare i nostri amati proprietari a Firenze. In alto i calici, Viva viva i Signori Della Valle!

PecosBill
Ospite
Member

E io aggiungerei pure di baciare mani e piedi a questi NUOVI PRINCIPI RINASCIMENTALI che tanti sacrifici fanno per noi.

S.Schwarz
Ospite
Member

Sei un genio 😀

THE BOSS
Ospite
Member

Esatto, e te pensa che c’è qualcuno che gli mette i pollici versi perché crede che dica sul serio……………..poeri brodi…………….a Firenze un c’è rimasto nemmeno il senso del sarcasmo!!!

Magnifico Messere
Ospite
Member

Ecco… se invece di scrivere una paginata sul nulla si fosse indagato sulle molteplici plusvalenze non reinvestite e sui fantomatici buchi di bilancio si sarebbe reso un ottimo servizio ai tifosi.. ma purtroppo…..

PecosBill
Ospite
Member

Ahahahahahahah!!!!!!!
Progetto nuovo e giovane.
Ahahahahahahah!!!!!!!
Sarebbe più credibile uno che dicesse di aver visto un asino volare.
Ahahahahahahah!!!!!!!

Lukus
Ospite
Member

Mi dispiace togliervi le illusioni ma un nuovo ciclo, se davvero nuovo deve essere, non può che ripartire senza i DV e senza Corvino!

Serve aria nuova e fresca, non…minestrine riscaldate!!!!

paolo re
Ospite
Member

“….nella speranza che a Corvino vengano lasciate, in grandissima parte se non tutte, le plusvalenze susseguenti, da rinvestire in un progetto nuovo….”. Tremendo: stiamo parlando della Fiorentina, una storica società di calcio di serie A che quest’anno sta dimostrando tutti i suoi limiti e l’evidenza degli errori di mercato delle precedenti sessioni….ebbene, nonostante ciò, tifosi e stampa si devono aggrappare alla SPERANZA che il “padrone” lasci qualcosa disponibile, dopo le possibili cessioni eccellenti, per fare mercato. E noi (una parte almeno) a lamentarci su queste pagine, come se la nostra “voce” servisse a qualcosa. Forse fanno bene come fanno, tanto gli abbonati li trovano lo stesso, la visibilità rimane, la possibilità del business (stadio e cittadella) ancora è in piedi…e, alla peggio, un capro espiatorio si trova sempre.

Tiziano
Ospite
Member

Proprietà ben poco propensa a reinvestire; dirigenti & co, poco capaci di fare scelte oculate (Benalouane, Kone, Milic, Drago e Toledo mai scesi in campo, Diks ridato in prestito, ecc.).
Certo, a credere nei miracoli …..

Marullo dall\'alma gentil
Ospite
Member

Nova ! Faranno la solita triangolazione Fiorentina-Chelsea-squadra italiana,
Parte a giugno e a settembre te lo trovi contro .Lo venderanno per comprare Borriello o Gilardino. Nel mondo della finanza viene ormai definita come “La triangolazione marchigiana”

Roberto Como
Ospite
Member

Se non sarà la Cina , sarà l’Inghilterra ma prima o poi i DV riusciranno a liberarsi di Kalinic e fare sta adorata superplusvalenza!!!!!!

De Curtis Principe
Ospite
Member

Bravo Ciccio, magari la nave partirà o magari resterà o magari dove andrà questo non si sa. Ciccio, una volta fumavi le sigarette adesso mi dici cosa fumi?

ALE68LEBAGNESE
Tifoso
Member

SI RIPARTE…………SI RIFONDA…….SI CAMBIA ALLENATORE……SI A DA VIA GENTE……..SI RICOMPRA GENTE…………TANTO PIU’ IN SU DI UN CERTO PUNTO NON SI ARRIVERA’ MAI,ANCHE PERCHE’ CHI STA TENENDO IN OSTAGGIO LA FIORENTINA E’ COSI’ CHE VUOLE CHE VADA

wpDiscuz
Articolo precedenteBaba, un girone fa la settimana d’oro Udinese e Qarabag. Da lì la lenta ri-caduta
Articolo successivoDelneri Vs Fiorentina: solo 3 vittorie per il friulano, ma tanti pareggi contro i viola
CONDIVIDI