Kalinic-Baba non va, Sousa deve riportare la convinzione nei suoi giocatori

26



La coppia Babacar-Kalinic non ha di sicuro dato i risultati sperati che i tifosi, la città e Paulo Sousa si attendevano. La gara con l‘Atalanta ha evidenziato quanto i viola facciamo fatica proprio nel creare trame di gioco là davanti anche con questo duetto. Nonostante la buona prova offerta in EL con il Qarabag la Serie A rimane un banco di prova molto più difficile rispetto al match contro la modesta formazione azera.

La squadra gigliata quindi continua a riscontrare difficoltà nell’andare in goal anche con questa soluzione. Le statistiche continuano a mettere alla luce fatti preoccupanti: appena 6 goal segnati in 7 gare di campionato. La coppia “croato-senegalese” doveva rivelarsi  l’arma in più per trovare certezze e superare un avvio di stagione a dir poco complicato ma i due non si trovano e Babacar appare molto macchinoso.

Paulo Sousa adesso si trova di nuovo davanti a un bivio. Continuare su questa scia o cambiare ancora? Il portoghese con il rientro di Ilicic sta pensando al 4-3-2-1 con lo sloveno e Bernardeschi nei due dietro la punta. Rimane comunque il problema di come rendersi pericolosi in zona goal. Lo stesso Kalinic che tanto si sbatte per la squadra non riesce a inquadrare più il bersaglio grosso dopo il “terrificante” girone d’andata dello scorso anno. Per lui solo un gol nella prima giornata alla Juve, con 3 reti messe a referto nelle ultime 27 partite di A, potrebbe quindi anche essere lui e non Baba a rimanere fuori nel caso si andasse verso la strada del centravanti unico.

Nella Fiorentina al di là di tutto sembra non esserci brillantezza, spensieratezza e idee di gioco. Servono poi di sicuro uomini che sanno saltare l’uomo come magari Mauro Zarate che è rapido, veloce e in grado di risolvere le partite con una giocata. La cosa però che forse sembra mancare di più non sono Kalinic, Babacar, Ilicic o Zarate  ma la voglia di andare a segnare e poco centra giocare a una punta o a due punte se gli attaccanti non sono convinti e se non c’è aiuto e inserimento dagli esterni e dal centrocampo. Ecco quello che Paulo Sousa deve ritrovare nei suoi uomini così che la Fiorentina possa rialzare finalmente la testa.

26
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Tiziano69
Tifoso

La colpa ora è di Sousa… i giocatori forti sono demotivati, non vedete le partite? Non vi accorgete che nonostante le provi tutte le partite non cambiano di una virgola? Cosa deve fare se domenica l’atalanta ce ne doveva fare 3???? L’unica cosa che gli resta da provare è far giocare la primavera… Kalinic è bravo ma non è uno che fa gol. Non li ha mai fatti. Se l’abbiamo pagato 5 milioni di euro ci sarà un perché… comunque sono d’accordo con chi dice che è uno dei migliori…

Ayala
Member
Ayala

largo ai giovani

Matteo bg
Ospite
Matteo bg

Hagi volevo dire

Matteo bg
Ospite
Matteo bg

Provare hai no eh ?
Tutti buttano nella mischia ragazzi giovani noi invece …

fil65
Ospite
fil65

squadra dai valori complessivi modesti , il problema è tecnico , a cui probabilmente se ne aggiungono altri motivazionali , ma il primo problema è che non abbiamo qualità davanti e nella costruzione del gioco…. Tello , Bernardeschi e Ilicic , sono il nulla….il primo inseguito follemente per 3 mesi ( i motivi di tale accanimento resteranno uno dei tanti misteri del calcio ) , il secondo si è montato la testa dopo la prima metà dell’anno scorso ( avrebbe bisogno di riflettere standosene un pò in panca ) , il terzo ormai lo conoscono anche i sassi : sta… Leggi altro »

ilfedi
Ospite
ilfedi

Non è un problema di moduli ma di atteggiamento di autostima ci vuole più coraggio da parte di tutti e chi non crede nel progetto…

Via nellaFiorentina non ci sono insostituibili.

T da Firenze
Ospite
T da Firenze

Il vero problema è a centrocampo: se il centrocampo non gira puoi avere anche tre attaccanti, ma non segni. Non a caso, mi pare che i più deludenti per ora siano Badelj (involuzione pazzesca), Borja (completamente fuori forma) e Bernardeschi (cosa gli è capitato lo sa solo lui, noi possiamo immaginarlo), oltre al solito Ilicic, che gioca quando gli va. A Sanchez (mediano incontrista) e a Milic (terzino puro) non puoi certo chiedere di fare gioco e assist. Dare tutta la colpa a K9 e Baba, mi sembra un errore colossale. ps: Zarate (due gol su due papere del portiere… Leggi altro »

Tifosissimo
Member
tifosissimo

quando vedo ciò che combinano i giocatori, ormai da tempo in altre squadre, che sono passati da noi e poi meschinamente sacrificati sull’altare dei bilanci e delle plusvalenze, mi sento male.
quando poi ci troveremo a giocare le ultime 7/8 ultime partire per restare in “A”, ci manderanno i conti d’ordine, gli utili, le partite doppie e i loro parenti in campo a giocare.

Tiziano
Ospite
Tiziano

Gioco lento e prevedibile. BV appassito e Badelj con nessuna voglia di stare in Viola.
Allenatore scarso o confuso certo incapace di motivare.
Prima di criticare i soli due davanti….

Afah
Ospite
Afah

Chi critica Kalinic non capisce di calcio. È’ l’unico giocatore vero che abbiamo, proviamo a dargli almeno due palloni a partita!
I nostri problemi oggi si chiamano borja (purtroppo), badelj, ilicic ma soprattutto Berna che sarebbe l’ora che stesse un po’ in panca finché non comincia ad usare il destro (anche solo per un passaggio di piatto). Sousa poi ci ha messo del suo…

Tiziano69
Tifoso

Ilicic non sarà in grande forma ma è l’unico che abbiamo che segna sui calci piazzati ed è il migliore dal punto di vista tecnico. Un errore non farlo giocare visto che di meglio non ce ne è…

Articolo precedenteCrisi viola: solo errori dell’allenatore o aria di fine ciclo?
Articolo successivoFiorentina, la gioia è degli ex
CONDIVIDI