Kalinic festeggia il Capodanno cinese con un no. Pato al Tianjin

di Giulio Incagli - Qs La Nazione

11



Il Tianjin non voleva mollare Nikola Kalinic. Le ultime voci provenienti dalla Cina raccontavano come il club di Cannavaro fosse pronto a mettere sul piatto anche i 50 milioni di euro previsti dalla clausola rescissoria.

Il giocatore però è sempre sembrato irremovibile. Secondo quanto filtra dal suo entourage infatti, Kalinic ha scelto definitivamente di restare alla Fiorentina in questa sessione di mercato. Game over.
Il croato non ha intenzione di tornare sui propri passi e fino a giugno vestirà la maglia viola.

Vuole dare il massimo, superare il suo record di gol in una sola stagione e portare la Fiorentina più in alto possibile. Con Sousa il rapporto è fortissimo e va ben oltre le mere questioni di campo. Sa che deve molto al portoghese, che ha fatto di tutto per strapparlo alla guerra in Ucraina e portarlo in serie A dove è esploso definitivamente.

«Nikola è un ragazzo speciale e con la sua scelta ha solo confermato quello che pensavo di lui». Parole al miele, come sempre, quelle che ha usato Sousa per descrivere la situazione intorno Kalinic. Il figliol prodigo. Scelto, voluto e coccolato. Vederli insieme a giugno? Molto difficile, almeno con la maglia viola

L’allenatore sembra ogni giorno sempre più lontano da Firenze e, come noto, dietro al gran rifiuto cinese di Kalinic c’è la sua ferma volontà di fare il salto in un top club europeo in estate.

A 29 anni e nel momento migliore della carriera, ha la voglia e l’ambizione di misurarsi in una realtà diversa da quella viola. Questa la posizione del giocatore, che fra cinque mesi dovrà però scontrarsi con una società, la Fiorentina, che accettando con entusiasmo la sua scelta di non andare al Tianjin (come detto da Andrea Della Valle), ha anche rinunciato a circa 40 milioni di euro più eventuali bonus.

Achi chiedesse a Corvino informazioni su Kalinic verso la Cina, il dg viola ha sempre risposto chiaramente: esiste una clausola ed è stata messa apposta per tutelare la Fiorentina. La certezza quindi, è che in estate ci sarà nuovamente da mettersi comodi, armati di pazienza e sperare che le parti riescano a trovare un accordo. La priorità del giocatore sarebbe quella di rimanere in Italia, ma le ipotesi Premier e Liga non sono da escludere.

Itanto oggi scatta il Capodanno cinese ed il Tianjin – ormai rassegnato al doppio no di Kalinic – pare aver individuato in Alexandre Pato, ex Milan e ora al Villarreal, un motivo di consolazione.
Fabio Cannavaro ha caldeggiato l’acquisto del brasiliano ai suoi dirigenti, che si sono subito messi all’opera. Stavolta il Tianjin non otterrà un no, al contrario. Pato è a fine carriera e non aspettava altro che un’offerta sontuosa come quella dei cinesi. Con buona pace di tutti.

11
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
deno
Ospite
deno

Kalinic ha fatto una scelta tra la carriera ed i soldi ed ora ha scelto la prima. Se avesse dovuto scegliere carriera insieme ai soldi o Fiorentina ci avrebbe giustamente salutato. Pertanto se a giugno verrà chiamato a giocare in un campionato che conta (spagna, inghilterra, germania) o in una squadra che conta anche in italia, andando a guadagnare certamente di più rispetto ad ora (forse senza arrivare agli eccessi cinesi), un suo rifiuto sarebbe in effetti fuori da ogni logica. Solo in tal caso ci sarebbe da rimanere stupiti, non certamente se andasse via. Comunque onore a Kalinic per… Leggi altro »

Stefano
Ospite
Stefano

TRESANTIVIOLA,hai scritto il solito commento che scrivono sempre i contestatori professionisti. Hai scritto tutto ed il contrario di tutto. Scrivi che non avrebbero preso un gran giocatore come sostituto del croato, come se Kalinic fosse stato a Firenze da prima che arrivassero i DV,scrivi che li prendono sempre scarsi,come se Kalinic fosse scarso(e allora fa perché non farlo via) oppure a Firenze lo avesse portato il mago Zurli’,scrivi che li prendono tutti rotti,come se Kalinic fosse stato rotto al suo arrivo,scrivi che non rispenderanno quei soldi ma solo una millesima parte,come se giocatori come Kalinic,Badelj,Astori,Vecino,fossero costati miliardi e non 18… Leggi altro »

Rob de Matt
Ospite
Rob de Matt

O Incagli, vedi non incagliarti ancora. Ormai avete rotto le palle con questa storia che ritonfate ad ogni piè sospinto. E’ ora di farla finita: Kalinic ha rifiutato, prendete atto e stop. Vadano a fare in culo i cinesi, il morso dal calabrone emigrato in Cina, Davide Lippi e tutti i suoi parenti, Ramadani, Di Marzio e tutta quella accozzaglia di opinionisti fiorentini dal dito in c..o! Kalinic è rimasto con noi. BASTA con questa novella dello stento, e che cazzo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anda
Ospite
Anda

Scrivete che a 29 anni Kalinic è al punto massimo della carriera e che Pato è ormai a fine carriere.
Pato è un 89, ha 28 anni, uno meno di Kalinic. Così per dire.
I cinesi hanno fatto si l’affare, Pato gratis è tanta roba, altro che fine carriera.

Tardigrada
Ospite
Tardigrada

Pato è a fine carriera perché è pieno d’infortuni e a MilanLab l’hanno rovinato, così come hanno rovinato Gattuso e Cassano.

Il Milan avrebbe rivenduto uno come Pato a peso d’oro a un grosso club europeo, invece l’ha rimandato, incollato con l’Attak, gratis in Brasile e da lì il povero Pato è tornato nell’Europa delle piccole mezzo distrutto e comunque l’ombra del prodigio di un tempo.

Tanta roba Pato in Cina? Sicuro, per uno oramai sfracellato come lui andrebbe bene qualunque cosa.

maurinho
Ospite
maurinho

Si deve parlare fino a giugno di questa storia? A me pare che ne siano state dette anche troppe. E’ l’ora del campo. Sarebbe opportuno pensare solo a quello. Cercare di vincere con Genoa e Pescara e concentrare il massimo degli sforzi sul Borussia Mo……..bach.

Orcagna
Ospite
Orcagna

Le cifre erano totalmente false da quel Napoli di Cannavaro abituato ai maneggi c’è da aspettarselo. Infatti prendono Pato a zero e al confronto basso ingaggio. Alto che bomber da 50/100 milioni. Capito il bluff il nostro a sgamato questi magliari di Cannavaro e Lippi procuratore .

Tresantiviola
Ospite
Tresantiviola

C’ è poco da commentare l’ennesima mortificazione per i tifosi viola contenti per la scelta di vita fatta da Kalinic che sia o no per l’affetto che nutre per la città o per Sousa almeno fino a giugno resterà qui per dare il suo contributo a una causa che purtroppo per il modo di gestione della societa e proprietà è fallita in partenza ,ringraziamo il giocatore perche se avesse accettato le lusinghe Cinesi avrebbe portato nelle casse viola molti denari ma che poi solo una millesima parte forse sarebbe stata reinvestita sul mercato e certamente per non prendere giocatori del… Leggi altro »

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

Non è previsto nulla per Nikola? FORZA VIOLA

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

Guardiamo di festeggiarlo anche con una doppietta domenica con il Genoa !! Avanti Viola ! ….AAAAcerco e compro VECCHIE VECCHISSSIME maglie Fiorentina ed altre squadre, contattami ad [email protected]

Andrea
Ospite
Andrea

Se cerchi Kalinic e non lo prendi e viri su Pato, o non hai le idee chiare o di calcio ci capisci il giusto… Se la clausola è 50 presentati subito con 50 e poi le pressioni per mandare il ragazzo in Cina si moltiplicano… anche se come dice il Blasco: C ‘E CHI DICE NO…IO NON MI MUOVO Andrea

Articolo precedenteFiorentina, programma di oggi: alle 11 la rifinitura, alle 13 parla Paulo Sousa
Articolo successivoFiorentina-Genoa, il laboratorio Sousa: focus sulla difesa viola
CONDIVIDI