Kouko: “Io, fiorentino che sognavo la maglia viola. E quei complimenti da Montella…”

3



dal sito dell'Albinoleffe

Daniel Kouko, fiorentino d’adozione, arrivò in Italia da Abidjan a 10 anni, ora trascina l’Albinoleffe al 3° posto nel girone B di Serie C. Ex FiesoleCaldine, Scandicci, Maceratese e Olbia, in un’intervista a La Gazzetta dello Sport spiega: “Mi sento fiorentino, tanto che quando sono lì parlo anche in dialetto. In città si vive per la Fiorentina e per anni ho sognato la viola”.

Una maglia sfiorata e sfidata, quando c’era Montella in panchina, che l’aveva consigliato anche ai suoi dirigenti: “Giocavo nel Fiesole Caldine e coi viola disputammo un’amichevole del giovedì. A fine gara Montella mi riempì di complimenti. Fu un giorno indimenticabile”. Lo status da extracomunitario allontanò il sogno viola e rallentò l’ascesa di Daniel, obbligato a vincere la D per poter giocare nei prof. Kouko ce l’ha fatta nel 2015 con la Maceratese, dove da esterno si è trasformato in attaccante. Merito di Cristian Bucchi: “Mi ha spostato davanti cambiandomi la carriera”.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Tommaso
Ospite
Tommaso

In bocca al lupo per la carriera ma divertiti pure

gianni usa
Ospite
gianni usa

Bravo,speriamo un giorno di vederlo in A.

cav974
Ospite
cav974

PI’Fiorentino uno cosi` che tanti finti tifosi Viola all’occasione
Réunion Viola
Allez Cote d’Ivoire

Articolo precedenteCoppa Italia, biglietti in vendita: Fiesole a 2 e 5 euro, chiuse Maratona e Ferrovia
Articolo successivoQui Lazio, i convocati per il Vitesse: tanti big lasciati a casa
CONDIVIDI