La battaglia dei diritti Tv entra nel vivo: attesa la sentenza del tribunale

Qs-La Nazione

0



Da questa mattina fino a mercoledì, ogni momento è buono. I giudici del tribunale di Milano Sezione Imprese dovrebbero infatti emettere il verdetto sul ricorso di Sky, secondo il quale il bando emesso dall’intermediario – che secondo la tv satellitare si comporta da editore – Mediapro verso i possibili acquirenti dei diritti tv, non sarebbe aderente alla linea dettata dalla legge Melandri e men che meno alle indicazioni dell’Antitrust.

E stamane, mentre cresce l’attesa per la sentenza, i club si riuniscono a Roma nel palazzo del Coni per un’assemblea di Lega che si preannuncia perlomeno infuocata. Alcuni presidenti sono convinti che i giudici daranno ragione a Sky e temono che Mediapro possa poi fare ricorso creando una situazione di stallo che, a questo punto sarebbe devastante.

Ecco perchè si spera che il tentativo di mediazione messo in scena dal commissario Giovanni Malagò vada in porto, con le parti in causa che dovrebbero però accettare di fare passo indietro – Mediapro mette da parte le ambizioni di editore e ottiene sconto sul prezzo, Sky alza l’offerta, i presidenti incassano un po’ meno – per garantire il pallone a tutti, dal 19 agosto in poi.