La ‘Capolista’ è tornata.. la Fiorentina è vera, non è una meteora. La mentalità è vincente..

0



Quanto è bello tornare a dire “SALUTATE LA CAPOLISTA”. Una goduria indescrivibile, soddisfazioni uniche che devono essere vissute nella migliore maniera, a pieno, senza limitarsi, senza porsi limiti come spesso ricorda Paulo Sousa.
La cosa interessante, che deve far riflettere (in positivo) è che la Fiorentina ha riconquistato la vetta della classifica a solo sette giorni da quando l’aveva lasciata alla Roma (per la vittoria di Firenze) e solo dopo due gare. Il tutto sommato al fatto che siamo arrivati alla undicesima giornata di campionato. Questo sta a significare che la Fiorentina non è una meteora passeggera, non è lì per caso.
E’ una Fiorentina che potrà lottare fino al termine della stagione per lo Scudetto. E a gennaio la squadra sarà rinforzata anche in tal senso.
Il tutto senza dimenticare, senza abbandonare, l’Europa League. Società, Sousa e giocatori puntano molto sulla coppa e giovedì a Poznan c’è la volontà di conquistare i tre punti per sistemare una classifica che al momento vedrebbe i viola eliminati alla fase a gironi.
Una Fiorentina che continua a sorprendere tutti (a eccezione di qualche media nazionale, che non tiene in considerazione la squadra di Paulo Sousa ma preferiscono ‘enfatizzare’ le solite strisciate, la Roma, Il Napoli..) e che non si pone limiti. Sousa sta riuscendo nel creare quella mentalità vincente che è delle grandi squadre.
Adesso ci sono le sfide contro Lech Poznan e Sampdoria prima della sosta per le gare delle nazionali e prima dell’ultima serie di partite per il 2015 dove sarà fondamentale l’apporto di tutti, in campo e sugli spalti, per continuare a vivere un sogno, per continuare a pensare in grande, per continuare finalmente a credere di avere una Fiorentina vincente…

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it