La classifica impone un cambio di marcia ma niente isterismi. Kouamé brucia le tappe ma non verrà rischiato

8



Domenica i viola vanno a Genova contro la Sampdoria nell’ennesima sfida delicata di questo campionato della Fiorentina

Sarà un vero e proprio scontro diretto quello tra Sampdoria e Fiorentina di domenica pomeriggio a Marassi. I viola ci arrivano dopo tre sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia. La classifica recita Fiorentina 25, Sampdoria 23. Dunque sarà uno scontro molto importante per il proseguo della stagione per entrambe le squadre.

La Fiorentina arriva dalle sconfitte, vero, ma contro squadre che oggettivamente fanno un altro campionato. Dunque contro la Sampdoria sarà il vero esame da non sbagliare. Rispetto al girone di andata la Fiorentina ha due punti in più ma è chiaro che ci si aspetta qualcosa in più in quelle partite, come quella di domenica, in cui i viola trovano avversari di pari livello (classifica alla mano). Serve una reazione da parte della squadra di Iachini per dare nuovo ossigeno alla classifica.

Un cambio di marcia in quelle che, come abbiamo detto, sono partite che la Fiorentina non può sbagliare. O quantomeno dovrà giocarsela alla pari. A Genova sarà nuovamente difficile perché la Sampdoria è reduce dalla bella vittoria sul Torino e pare aver ritrovato anche il solito Quagliarella che quando vede viola rende sempre di più.

Intanto Kouamé continua la sua tabella personalizzata. Sta bruciando le tappe ed è già tornato sul campo. Già il giorno del suo acquisto dalla Fiorentina si dicevano sorpresi per il suo recupero dall’infortunio al ginocchio. Ma la Fiorentina non ha intenzione di rischiarlo in questa stagione. Quindi difficilmente, anche se il giocatore dovesse recuperare a pieno, lo vedremo qualche minuto in questa stagione.

8
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Luigi M.
Ospite
Luigi M.

Quindi, un altro rinforzo per il campionato che verrà. Ma non avevamo bisogno adesso di migliorare la squadra?

LEMAC
Ospite
LEMAC

Secondo me con Duncan le cose non cambieranno, così come non sono cambiate con l’ingresso di Igor o della scommessa Agudelo. Non è con questi profili che si migliora. Iachini ha dato un po’ di entusiasmo iniziale, ma la sostanza non c’è tanto è vero che come con Montella tutto si sta risciogliendo come neve al sole. Ricordiamoci che senza quei necessari 17-18 pt non ci salviamo, è chiaro che al Genoa ne manchino 23-24 e in 15 partite non è facile farli ma i grifoni già col Cagliari han fatto vedere che possono risorgere.

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Penso sempre che Pradè abbia fatto tanti errori di mercato, ma in fondo chi è che non fa errori. Se Kouamè dovesse scendere in campo a aprile e fosse quello di prima, chiedo venia sulle mie accuse. Intanto pensiamo alla Samp che per noi sarà come giocare la partita spareggio del campionato. Le grandi ci fanno giocare certe della loro vittoria finale, ma quelle del nostro livello ti mordono le gambe dall’inizio alla fine. O sfruttiamo gli episodi a favore o ci puniranno sonoramente.

CLAUDIO 2
Ospite
CLAUDIO 2

PRADE’ E’ IL VERO RESPONSABILE DI QUESTA ANNATA BUTTATA NEL WATER. 93 MILIONI INVESTITI DA COMMISSO PER STARE SOTTO A LECCE E VERONA . SCELTE SCELLERATE, DEMENZIALI, DANNOSE… LA FIORENTINA A GENNAIO HA CAMBIATO ALLENATORE E MESSO 70 MILIONI SUL PIATTO X RISOLVERE I PROBLEMI…. VI SEMBRA CHE IL GIOCO SIA MIGLIORATO? A ME PARE PEGGIORATO… E IL PROBLEMA DEL GOL? CON 70 MILIONI DAVANTI GIOCHIAMO ANCORA CON VLAHOVIC…. UN PRIMAVERA CATAPULTATO IN SERIE A…. COMMISSO A GIUGNO DEVE FARE TABULA RASA DEI DIRIGENTI E CAMBIARE ALLENATORE…. NON HA BISOGNO DEI MIEI CONSIGLI MA SE VUOLE DARE UN SENSO AI… Leggi altro »

Coocco
Ospite
Coocco

Drop the locks, moron

si ruzza
Ospite
si ruzza

Calma e gesso. Ma facciamo punti. Con i bergamasti si son persi a bischero. dopo essere passati in vantaggio ci siamo fatti fare un gol a inizio ripresa che è roba da amatori.

Pippo
Ospite
Pippo

vero che ogni partita fa storia a sé, e nel calcio puoi portare a casa tre punti senza particolari meriti, segnando un gol con un episodio fortunato e venendo graziato magari dieci volte dalla scarsa vena degli avversari o dalla giornata di grazia del tuo portiere. Però, se rivediamo le partite giocate contro l’Atalanta negli ultimi due anni, c’è più che altro da vergognarsi della differenza di livello ormai così netta ed evidente, quando in realtà le risorse sono più o meno simili. Lo stesso per la Lazio. Posso accettare e tollerare che di fronte a squadre con così tante… Leggi altro »

Gangia81
Ospite
Gangia81

Intanto mettiamo Duncan al posto di Benassi che sembra di nuovo in calo.

Articolo precedenteCoppa Italia, il Napoli batte l’Inter 1-0: a San Siro decide Fabian Ruiz
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI