La crescita di Chiesa è un affare di famiglia: babbo procuratore, la mamma vuole che studi

7



È la famiglia il segreto della crescita tecnica, umana, e anche economica di Federico Chiesa. La storia del gioiello della Fiorentina profuma di antico, scrive La Gazzetta dello Sport. Una favola che non prevede la figura del procuratore e neppure la classica corte dei miracoli che accompagna i giovani che di colpo, grazie al pallone, diventano ricchi e famosi. Tutto è un inno alla semplicità. Mamma Francesca recita la parte dell’adorabile brontolona. Che ancora oggi pretende dal figlio che dedichi una parte del suo tempo allo studio perché la vita non può essere solo il calcio. Fede da mesi è uno studente-lavoratore e sta preparando un esame universitario. Babbo Enrico, invece, è il suo maestro, il suo consigliere, quello che sta pilotando la sua crescita professionale ed economica. Gli scontri con Corvino per il rinnovo del contratto del figlio sono stati delle vere e proprie sfide all’O.K. Corral. Più di una volta il direttore dell’area tecnica viola ha dovuto inseguirlo per riportarlo al tavolo della trattativa.

Alla fine babbo Enrico ha fatto gol. Oggi Fede guadagna due milioni netti l’anno. L’accordo non prevede una clausola rescissoria. Proprietà e giocatore sono decisi ad andare avanti insieme per almeno un altro anno. Ma in caso contrario sarebbe un divorzio condiviso. In dodici mesi la quotazione di Chiesa è schizzata alle stelle, ma la Fiorentina non ha fretta di cederlo. I dirigenti sono convinti che tra un anno varrà ancora di più. Il campionato appena concluso ha segnato anche un percorso nuovo per Chiesa dal punto di vista tattico. Dopo il debutto con Sousa da esterno a tutta fascia (qualcuno lo immaginava come un giocatore alla Zambrotta) Fede è diventato molto più attaccante. Un’evoluzione che lo avvicina a babbo Enrico, grande seconda punta. La posizione nella quale lo immaginano Spalletti, Ancelotti, lo stesso Allegri. Quelli che lo stanno corteggiando da tempo.

Fede si sente a suo agio più vicino alla porta avversaria. Ma, come continua a ripetergli il padre, deve essere più freddo in fase conclusiva e segnare almeno dieci-quindici gol a campionato. Chiesa è consapevole di dover completare il suo percorso tecnico. Spesso trascorre ore davanti alla televisione a vedere i video dei grandi attaccanti esterni. Per studiare i movimenti, le finte, il modo di calciare a rete. Vedremo quanto riuscirà a crescere ancora. Lui è convinto di farlo con la Fiorentina. Se il ragazzo partirà per il ritiro di Moena allora non ci sarà più spazio per trattative di mercato. Neppure davanti a offerte indecenti.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
lorenzo
Ospite
lorenzo

Buon giorno sono Lorenzo. Posso solo consigliare a Federico di seguire i consigli di mamma e papà e non sbaglierà di sicuro. Auguri a tutti.

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

farò il tifo per lui dovunque vada … non avevo mai visto un ragazzo così pulito in campo con tutte le componenti del campione “cabeza..corazon cojones” se migliora nelle scelte finali diventerà un numero 1 … un impresario intelligente , invece di venderlo dovrebbe fargli una squadra alla sua altezza….

camparino
Ospite
camparino

fa un altro anno e poi va a giocare la champions e per vincere il campionato.

giusto cosi’

se un giocatore da solo e’ arrivato a valere 70 milioni ha senso la richiesta dei della valle di vendere la fiorentina per 200 milioni.

i giocatori, tutti insieme, arrivano a questa cifra e considerato che il mercato dei diritti televisivi e’ in crescita, chi prende la fiorentina a 200 milioni fa un’affare.

il problema non e’ comprare una bella macchina, ma mantenella.

purtroppo sembra non ci siano ricchi tifosi viola in grado di fare meglio di questa triste societa’

Marco
Ospite
Marco

Se lui vuole rimanere a Firenze fine della storia. In cosa si sta laureando?

Ponzio
Tifoso
ponzio

non lo ma bisogna scoprirlo e chiedere ai docenti di bocciarlo in continuazione così resta a Firenze molto di più :-), con la fortuna che abbiamo sarà pure un secchione bravissimo… accidenti se avesse il cervello di Donnarumma saremmo a posto

Ponzio
Tifoso
ponzio

Quello che ho sempre pensato. I genitori vogliono che resti a Firenze ancora qualche anno per terminare di studiare (arrivare almeno alla triennale) e per migliorare anche tecnicamente sapendo di essere titolare inamovibile. A Firenze può giocare 40 partite all’anno senza essere messo in discussione e guadagnare comunque molti denari, anche se il denaro è l’ultimo dei problemi per la famiglia Chiesa. Fra 2 anni potrà andare in un grande club, meglio se in GB, per fare il salto di qualità. Sono genovesi di certo vorranno andare a Londra.

rosi
Ospite
rosi

speriamo. Qualsiasi club basta che non resti in Italia.

Articolo precedenteIn mezzo piace Meitè, intriga Mandragora. Davanti idee Yazici e Salibur
Articolo successivoPrimavera, il sogno Scudetto… e Champions: chi vince va in Youth League
CONDIVIDI