La Fiorentina aspetta Lisandro fino a metà mese. Ma ora è un titolare del Benfica…

    0



    Lisandro LopezUn mese da titolare che rischia di rovinare una trattativa lunga il triplo. La Fiorentina corteggia Lisandro Lopez (1989) da un bel po’ e a lungo è stata convinta di avere sostanzialmente il difensore in mano. Vuoi per i rapporti cortesi con la società di appartenenza, il Benfica, vuoi per la disponibilità manifestata dal difensore argentino di lasciare il Portogallo per unirsi alla causa viola. Senza contare, infine, che il profilo di Lopez è stato indicato come il più utile direttamente da Sousa, un po’ come accadde con Kalinic parlando di attacco. Insomma, un matrimonio lungo mesi e destinato a consumarsi in questo gennaio. 
    TITOLARISSIMO La vita cambia in un attimo e il calcio accelera ulteriormente il concetto. E così Lisandro, dopo tre partite titolare ad agosto, è sparito da settembre a fine novembre alternando tribuna e panchina. La Fiorentina pregustava l’affare, Sousa idem. Prima del ribaltone. Il grave infortunio al braccio di Luisao, unito al lavoro duro svolto dal giocatore, hanno riportato il centrale nella formazione titolare negli ultimi giorni di novembre. Da lì non è più uscito con sei partite dal primo minuto in campionato, due in Champions ed una in coppa. Una virata che complica notevolmente la trattativa. La Fiorentina proverà a sbloccare la situazione almeno fino a metà gennaio. Se non dovesse riuscirci sarebbe costretta a cambiare obiettivo magari tornando su una vecchia idea: Mexes.