La Fiorentina e il terzino destro, storia di un rapporto complesso

38



La Fiorentina negli ultimi anni è stata in pianta stabile in Europa, ha sfiorato nel primo anno di Montella la Champions, è stata in testa alla classifica nella passata stagione. Ha ottenuto, insomma, numeri alla mano, risultati importanti. Eppure nella sua intelaiatura, nel suo mosaico, ogni benedetta campagna acquisti c’è sempre la sensazione che manchi qualcosa, che un nervo, un reparto, un ruolo sia scoperto.

E quel ruolo, per ogni tifoso ma anche per ogni addetto ai lavori, è quello del terzino destro. Il giocatore trait d’union degli ultimi anni viola è sicuramente Nenad Tomovic, arrivato nell’estate 2012. Professionista esemplare, attaccato alla maglia e alla città, ma non un terzino classico, nel senso vero del termine calcistico. Tant’è che il serbo nasce e agisce come centrale, ruolo che spesso ha ricoperto con buoni risultati. Accanto a Tomovic, o dietro a Tomovic nelle gerarchie, si sono alternati in queste stagioni diversi giocatori: Il presente è targato Carlos Salcedo, giocatore di temperamento, ma che forse necessita ancora un ambientamento nel calcio italiano(vedi l’entrata su Mertens). In estate è stato preso Diks, che sta iniziando a giocare con continuità in Primavera, un prospetto da formarsi soprattutto tatticamente e fisicamente.

Aveva stupito tutti al suo arrivo, e anche lo scorso anno, Facundo Roncaglia, beniamino del tifo per la grinta, per la garra che da buon argentino si portava dietro. Calciatore capace di annullare chiunque ma di annullare anche sé stesso quando il black out prendeva il sopravvento sull’attenzione. Eppure con le buone prestazioni con la Fiorentina aveva guadagnato in pianta stabile la chiamata con l’albiceleste.

Nell’ultimo anno di Montella avevano provato fortune, senza però esito, sia Micah Richards, arrivato con tante speranze dal Manchester City ma mai realmente apprezzato dall’aeroplanino e Alejandro Rosi, la cui unica vera apparizione la si ricorda nella sconfitta con il Verona, vitale per la corsa Champions.

Grandi speranze, grandi promesse, sensazioni positive accumunavano anche i due terzini destri dell’era MihajlovicDelio Rossi, forse il punto più basso della storia recente della Fiorentina.  Da un lato Lorenzo De Silvestri( arrivato in realtà durante la gestione Prandelli) cercava a Firenze quella consacrazione iniziata con la Lazio, consacrazione frenata da infortuni e da prestazioni altalenanti. Dall’altro, Mattia Cassani arrivava in maglia viola dopo le ottime stagioni con il Palermo, una finale di Coppa Italia con i rosanero e con buone referenze anch’esse non confermate dal campo.

Il nostro regressum ad infinitum, come dicono i bravi filosofi, torna quindi alla gestione Prandelli e forse all’ultimo vero rappresentante di  un ruolo che prima era racchiuso nella maglia con il numero due. Non ce ne vogliono Comotto e Zauri, protagonisti importanti delle notti di Champions e di un quarto posto ottimo, ma quando si parla di ultimo grande terzino facciamo riferimento a Thomas Ujfalusi. Il difensore ceco, arrivato dall’Amburgo nel primo anno di Serie A, con Prandelli ha disputato anni fenomenali, per rendimento, attaccamento e prestazioni. Pilastro di una difesa su cui si costruivano campionati di elite, attento in fase difensiva ma bravo anche a spingere. Ufo è stato, in poche parole, l’ultimo a mettere tutti d’accordo. E il plebiscito in occasione della “Top 11” dei novant’anni viola è la chiara testimonianza.

38
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
montuori 48
Ospite
montuori 48

Invece delle sottrazioni bisogna fare le addizioni..nel senso dei vari neto ,savic,nastasic,alonso ..in difesa per passare ai vari cuadrado,jojjo, che hanno calcato l’artemio franchi. Mi spiego se per esigenze di bilancio bisogna vendere e quindi sottrarre giocatori di spessore siamo costretti a vivacchiare ..

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Active Member

Vorrei sapere dove il buon Drago abbia dedotto che il curriculum di Gonzolo parlerebbe di un grande giocatore. Che forse l’hai letto all’Esselunga su una confezione di capponi eviscerati pronti per il brodo? Ti ricordo i numeri che ha sulla sua coscienza: 44-44-46-42 solo sulla ruota di Firenze. Nella stagione 2011-12 con il Villarreal conta 31 presenze e una rete segnata per un totale di 51 goal subiti in campionato ( terminato con la retrocessione ) e 14 nel girone di C.L. ( terminato a zero punti ). Fu protagonista in negativo nel 5 a zero rimediato con il Barcellona… Leggi altro »

Drago, Ginevra
Ospite
Drago, Ginevra

Quindi, caro Conte, fammi capire: i goal subiti dal Villareal sono tutti colpa di Gonzalo mentre i meriti di Alonso si fermano al fatto di…avere un culo mostruoso, cioè’ il “fisico da Premier” (???) come avevi scritto ieri ed il fatto che…..Conte giochi con un modulo che gli va a pennello? Vedi, io la spada con la devo mai impugnare, se quelli con cui devo discutere fanno argomenti da….asilo. Per il resto, non si arriva a fare 9 presenze con la nazionale argentina se non si e’ bravi. E non ci si finisce al Chelsea, titolare con CONTE, se non… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Active Member

Certo che no! D’altra parte nel Villarreal giocavano altre sconcezze al pari di Gonzolo, ma le due partite che ti ho citato ce le ha sulla coscienza, sconfitte paradigmatiche della sua scarsezza in fase di marcatura. Ad Alonso auguro ogni bene: l’ho sempre difeso fin da quando iniziò la sua avventura viola, ma dopo questi anni bisogna tirare le somme e guardare in faccia alla realtà. Il giocatore non vale quella cifra mostruosa e per una partita giocata bene ne ha messe cinque di fila sotto la sufficienza. Non sa attaccare, non sa difendere, è bravo nel fare i contropiedi,… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

In questi giorni Alonso in Inghilterra sta attaccando un record particolare: il numero di partite consecutive in cui, trovandosi in campo dall’inizio, ha fatto vincere la sua squadra. La stampa dà rilievo alla cosa, insomma le cose stanno andando molto bene per lui. Che vuol dire? Che è il più forte del mondo? Per carità, ma sia lui che Gonzalo sono degli ottimi professionisti, che non meritano il “trattamento Boffo” cui vengono sottoposti in certi post.
http://www.givemesport.com/940697-chelseas-marcos-alonso-edging-towards-impressive-premier-league-record

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Active Member

Oppure articoli come questo: Marcos Alonso made his debut for Chelsea tonight in the EFL Cup against Leicester City – and fans seem far from convinced by the Spaniard. Having joined for £23 million from Fiorentina during the summer transfer window, Alonso was thought to be a long-term replacement for Branislav Ivanovic, but his start to life as a Blues player hasn’t got off to the best of starts. During the first-half of the cup tie at the King Power Stadium, Leicester raced into a 2-0 lead within the first 34 minutes, with Shinji Okazaki pouncing twice – after some… Leggi altro »

Drago, Ginevra
Ospite
Drago, Ginevra

Suvvia caro Conte, mi sembravi uno un po più’ in gamba! Tiri fuori dei commenti a casaccio datati 3 mesi fa, quando tutto il Chelsea giocava male e Conte era addirittura in bilico. Da allora, sia il Chelsea che Alonso hanno fatto benissimo. Anzi, meglio di così’ non si poteva fare, e tu lo sai benissimo. Il Chelsea ha vinto quasi tutte le partite con numerosi “clean sheets” (per favore, traduci per GAT) ed Alonso e’ diventato titolare fisso, sfornando 3 assist ed ottime prestazioni. Mai poi, mi chiedo io, di cosa stiamo discutendo? Di un giocatore che e’ stato… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Quello che scrivi non vale nulla, riguarda le prime partite della stagione (20 settembre 2016), nel frattempo il giocatore si è ambientato e sta facendo bene.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

LUD (limitatamente al…….. Cappone), ottimo PROFESSIONISTA lo può anche essere. Peccato, però, che il superlativo assoluto che lo contraddistingue come DIFENSORE debba essere proprio il contrario di ……. ottimo.

Quasar-Scandiano
Ospite
Quasar-Scandiano

Bastava tenersi Roncaglia sulla fascia dx e Pasqual sulla sx e sicuramente non avrebbero fatto peggio degli attuali titolari.

vecchio criticone
Ospite
vecchio criticone

Bei tempi, quelli di Bernardo Rogora, quando il terzino destro giocava col 2, marcava l’ala sinistra e tirava un sacco di pedate.

Drago, Ginevra
Ospite
Drago, Ginevra

Inoltre, caro GAT, fai degli errori MADORNALI dal punto di vista di valutazione dei giocatori in generale. Chiamare ALONSO “difensore” significa essere rimasto almeno una ventina d’anni indietro. Alonso e’ un laterale che copre tutta la fascia, coprendo ma – soprattutto – contribuendo in maniera determinante e decisiva alle azioni d’attacco della squadra. Gia’ tre assist decisivi al Chelsea, oltre ad innumerevoli cross ecc. E’ soprattutto in quel ruolo il problema della Fiorentina di quest’anno, perché’ il ragazzo e’ quasi insostituibile. Paragonare GONZALO con ASTORI, come leggo spesso sul sito, significa non capire niente di calcio. Uno e’ un centrale… Leggi altro »

Drago, Ginevra
Ospite
Drago, Ginevra

Caro GAT, non solo buffo, ma anche comico e surreale. E te lo dico in simpatia, perché – in fin dei conti – non fai altro che rallegrare le giornate di moltissimi miei dipendenti, e questo ti fa onore. Sei diventato una leggenda vivente. Oppure rimani un invenzione della redazione? Non lo sapremo mai. Poi, non per sminuirti, ma solo per ricordarti: nella vita ci sono quelli che intervistano e quelli che vengono intervistati. E la differenza e’ enorme. Mi sembra che tu sei caduto nella trappola d’immedesimarti con quelli che intervisti, quelli di successo, e questo ti rende ancora… Leggi altro »

MauroilGrigio
Ospite
MauroilGrigio

Guardate I terzini delle altre square , non solo quelle più o meno del nostro livello come Genoa,Bologna, Lazio, ecc. ma anche delle grandi. Vi sembra che uno tipo De Sciglio (già buona promessa e preso qui solo come esempio) risolverebbe I nostri problemi ? O uno dei terzini dell’Inter? o Hysaj del Napoli? La verità è che oggi il bravo terzino è diventato una merce rara e dovremmo quindi costruirlo in casa adattando al ruolo il vecchio mediano difensivo di una volta.

viceversa
Ospite
viceversa

Cioè, secondo te, potremmo proporre uno scambio alla pari Hysaj – Tomovic senza far morir dal ridere il mondo intero?

Enrico
Ospite
Enrico

Savic , nastasic e Alonso sarebbero bastati e li avevamo . Sta tutto lì .

Roberto
Ospite
Roberto

Nella difesa ci metterei anche il portiere, quello attuale non da nessuna sicurezza, molti gol presi sono anche colpa sua.

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Repka era un centrale affidabile (dopo una prima fase di ambientamento) adattato al ruolo di terzino destro per esigenze di organico. E quando fu venduto giocava proprio in quel ruolo. Con notevole successo. Perché in possesso di una tecnica essenziale ma sufficiente, seppur non particolarmente sofisticata, di rapidità, discreta velocità e grande forza nei contrasti. Tornando a Ufo, nella prima intervista che gli fece la “rosea” sì paragonò a Maldini. Non escludo però che abbia montato in seguito inverosimili confronti con Nesta. Drago, continui a inventarti sciocchezze. Quella di Marrone e di 15 milioni poi è una barzelletta talmente idiota… Leggi altro »

Articolo precedenteSolo 6 punti su 24 contro chi sta davanti. Nessuno peggio dei viola con le big
Articolo successivoFI.IT, TOP & FLOP di Dicembre: il migliore secondo i tifosi è Chiesa! Male Tello
CONDIVIDI