La Flop 11 dei Della Valle: da Benalouane a Gomez-Santiago Silva

71



Gomez Genoa

Diciassette anni, squadre in grado di ottenere grandi traguardi in Italia e in Europa, ma anche tante meteore e delusioni: viaggio nella Flop 11 dell’Era Della Valle.

Dopo la Top 11 dei Della Valle, viaggio nelle ultime 17 annate con la memoria che torna a quei giocatori che hanno segnato la storia in negativo. Vere e proprie meteore, ma anche giocatori che sono rimasti emblemi di alcuni momenti cruciali: da Benalouane-Tino Costa del gennaio 2016, a Toledo “colpo vero”, fino a Gerson-Pjaca. Passando per Mario Gomez.

Si parte dal portiere: veri e propri flop (in confronto agli altri ruoli) non ce ne sono stati, ma si possono citare Artur Boruc e Sebastian Cejas, oltre a Bogdan Lobont. Mentre all’ultimo Alban Lafont diamo l’attenuante della giovanissima età, e resta così fuori squadra. Tra questi, ‘premiamo’ tra i pali dei flop Boruc.

In difesa c’è poi ampia scelta: nel ‘campetto’ titolare trovano spazio senz’altro Benalouane e Felipe, ma anche Vanden Borre (fortissimo nei giochi manageriali per pc, molto meno sul campo) e Milic, dopo una lotta serratissima a sinistra con Maxi Olivera e Gulan. A destra invece il belga se la può giocare tranquillamente con i vari Bruno Gaspar, Diks, Gilberto e non solo. Tra i difensori infine anche Da Costa, Mazuch e Diakitè.

Anche a centrocampo tante citazioni obbligatorie: Mario Bolatti e Ruben Olivera compongono la cerniera centrale, mentre pronti a subentrare sono Tino Costa e Kone (presi proprio nel famoso gennaio 2016), Brillante, Do Prado, Anderson, Kharja, il ‘sempreverde’ (ancora sotto contratto) Salifu e Mario Suarez (arrivato con grandi aspettative). Fino a due ‘protagonisti’ dell’ultima annata, Norgaard e Gerson.

Sugli esterni invece rimaniamo offensivi, proponendo Marko Pjaca e Oleksandr Iakovenko. Il primo doveva essere il 10 della svolta quest’anno, ed è andata come sappiamo. L’ucraino è arrivato con molte meno aspettative, ma è divenuto famoso per le sue prove incolori. Anche qui restano fuori un paio di meteore niente male, come Savio Nsereko e Toledo.

Quindi l’attacco. Qui è sfida dura: proponiamo in primis Mario Gomez, per le aspettative che c’erano e per i risultati del campo. Simbolo poi del ‘buco di bilancio’ e del distacco (anche economico) dei Della Valle. Con lui titolare anche Santiago Silva, arrivato con un’accoglienza super e deludente sul campo. Ma tanti i citabili che possono subentrare nella Flop 11: da Nacho Castillo a Keirrison, da Portillo a Falcinelli, fino a Matri.

Flop 11 (4-4-2): Boruc; Vanden Borre, Benalouane, Felipe, Milic; Iakovenko, Bolatti, Ruben Olivera, Pjaca; Santiago Silva, Gomez.
In panchina: Cejas, Da Costa, Maxi Olivera, Bruno Gaspar, Tino Costa, Do Prado, Salifu, Toledo, Savio Nsereko, Gerson, Castillo, Keirrison, Portillo.

71
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Michelangelo
Ospite
Michelangelo

Se ne fanno 10 di squadre inguardabili con le corvinate del boss di Lecce

LEMAC
Ospite
LEMAC

Altro grande capolavoro al contrario del maresciallo Pantaleo fu Semioli pagato ben 7 mln

A.Kanchelskis
Ospite
A.Kanchelskis

Comunque delle ere più recenti sorte analoga per Marin, Pjaca e Blaszykowski.. gente che dopo anni fai fatica a ricordare persino abbia vestito la maglia viola..

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

LA cosa singolare di questa squadra – nella quale ci sono nomi che prima e \ o dopo firenze hanno avuto una buona carriera (Felipe van der borre mazuch boruc silva Gomez) sia bidoni assoluti – è che si è trattato di giocatori in prestito o costati poco tranne due \ tre. Savio-DaCosta, Felipe, Gomez. Cmq manca il terzino dx inglese del quale ho rimosso il nome (Richards?) che pigliava 2 ml l’anno (pure lui prestito). Il giocatore peggio in assoluto secndo me è stato maxi olivera. Cioè castillo salifu etc. sono giocatori da b \ c e si sapeva,… Leggi altro »

Potini
Tifoso
potini

Boruc non è stato neanche lontanamente il peggior portiere dell’era Della Valle.

Frunky69
Tifoso
Frunky69

Infatti, farneticano! Solo due nomi possibili: neto e lafont

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

IL Più SCARSO TECNICAMENTE è STATO cejas, seguito da viviano e lobont . però uno era il portiere della B, l’altro non è che sia scarso in assoluto ma da noi sentì parecchio la pressione, il terzo fu preso di corsa per ovviare all’infortunio di frey.
Neto quando andò via era sicuramente un portiere di alto livello (ogni tanto perdeva la concentrazione), Boruc secondo me è il terzo della lista.
Lafont sospendo il giudizio.

Luigi M.
Ospite
Luigi M.

Peccato che l’articolo non dice chi ha acquistato questi pseudo giocatori di calcio, voglio pensare che la maggior parte sia stati trovati da quel fenomeno di DS che risponde al nome di Corvino.

Kurt
Ospite
Kurt

Non siete lucidi, Boruc è stato uno dei migliori portieri dell’era Della Valle. Forse il migliore in assoluto.

Roquefort
Ospite
Roquefort

Per me in porta il vero flop è stato Neto, ancora oggi fa almeno una papera a partita.

Leo
Ospite
Leo

Confermo, il Valencia è arrivato 4 nella liga ed in semifinale di Europa League perché era costretto con la forza a far giocare Neto titolare in porta!
Altrimenti avrebbe vinto la liga a mani basse…
Ma vah vah…

Fabio
Ospite
Fabio

Aggiungo El hamandui, Compper, Rosi, Gil dias, alla formazione

Paolo. rV
Ospite
Paolo. rV

Mamma, Gil Dias! Se non è il capo della lista, poco ci manca.

Piddu
Ospite
Piddu

Condotto tomovic Richards bonazzoli Ceccherini natali Munari cristoforo Lazzari, ROBA DA INTERREGIONALE!
per non parlare delle decine e decine di giovani stranieri sconosciuti solo al fine si fare plusvalenze!

Articolo precedenteNardella: “Stadio? C’è la spinta della novità e farò di tutto per usarla”
Articolo successivoDalla Spagna: Muriel non rientra nei piani della Fiorentina di Commisso
CONDIVIDI