LA GARA AI NUMERI, Il 2-0 regala la finale: quanta sofferenza al Franchi!

    0



    Pasqual Fiorentina UdineseUna splendida Fiorentina conquista la finale di Coppa Italia grazie al 2-0 sull’Udinese al Franchi; due fulmini di Pasqual e Cuadrado e tanta sofferenza sulle folate offensive dei friulani, con uno strepitoso Neto a chiudere la porta viola ed a regalare la finale ai suoi compagni. Nei numeri la storia del match…

    CAPITOLO DIFESA: Neto super, ma pacchetto difensivo non proprio imperforabile: all’Udinese vengono concesse molte, nitide occasioni da gol, con un palo di Di Natale ancora stampato negli occhi dei 30.000 del Franchi e con l’occasionissima sprecata da Widmer pochi istanti dopo il 2-0 di Cuadrado. Otto calci d’angolo per i friuliani, che dominano anche nel possesso (56%) e nei tiri (sedici totali, sette in porta).

    CAPITOLO CENTROCAMPO: Aquilani recupera in extremis e dà una mano in mediana al duo cileno in grande spolvero. Possesso palla inferiore alle medie stagionali, come i passaggi riusciti (55,6%) ed i palloni giocati (443). L’assenza di Borja Valero pesa tantissimo nell’economia del gioco e dell’idea del calcio della Fiorentina.

    CAPITOLO ATTACCO: Matri fatica nel primo tempo, corre tanto ma spesso a vuoto; Matos dà linfa nuova, ma sono soprattutto Joaquin e Cuadrado a far volare la squadra. Cinque i tiri nello specchio per i viola sugli 11 totali, ma il dato più importanti sono i due gol che regalano alla Fiorentina ed alla città un sogno chiamato Coppa Italia.