La gioventù non sia un alibi. Ora serve (anche) la voce grossa. E il coraggio di cambiare qualcosa

40



Dal 3° al 9° posto in un mese e mezzo, tanti errori e poche soluzioni trovate. Responsabilità di tutti, ora c’è bisogno anche di farsi sentire con chi non rende.

Niente è perduto e nessun verdetto definitivo è stato tirato, bene ribadirlo. Ma i campanelli d’allarme suonati nelle ultime settimane sono stati chiari e forti, e non intervenire in maniera decisa sui limiti e i difetti della squadra sarebbe un grave errore. Specie in una sosta che impone delle riflessioni a 360 gradi. Dalla proprietà all’allenatore, dagli uomini mercato ai giocatori. La Fiorentina ha appena un punto in più dell’anno scorso (quello che doveva essere un ‘anno di transizione’), va alla sosta al 9° posto in classifica. E’ però a -2 punti dal 6°/7° posto (di Roma e Sassuolo), a -4 dal 5° (Milan) e -5 dal 4° (Lazio). Insomma, c’è margine per rimettere in piedi la stagione, a patto che ci sia una netta sterzata.

GRUPPO. Chiaro che da qui a gennaio (almeno) i primi segnali debbano darli chi vive il campo tutti i giorni. In primis l’allenatore, per trasmettere messaggi e motivazioni, oltre che direttive tecnico-tattiche, ai giocatori. Pioli nell’analisi delle partite dell’ultimo mese e mezzo ha spesso salvato le prestazioni della squadra, parlando di atteggiamenti giusti, di occasioni create, di errori di gioventù. Ecco, proprio la gioventù, l’essere la squadra più giovane d’Italia e d’Europa, non deve diventare un alibi. Lo sa anche Pioli, chiaramente, ma in momenti così serve anche qualche strigliata e qualche messaggio ben recapitato ai diretti interessati. A chi deve dare qualcosa in più, perché spesso è stato più un problema mentale che altro. E pare che proprio dopo Frosinone il tecnico stesso si sia fatto sentire con la squadra. Giusto così, vedremo se il messaggio verrà recepito.

ERRORI. Piano caratteriale e non solo. Perché spesso poi ci sono stati limiti tecnici, nei passaggi, nel controllo di palla, nelle scelte in certe zone di campo (specie negli ultimi 20-25 metri). Tanti errori sotto porta, che alla fine hanno influito molto sui risultati. E allora anche qui l’allenatore deve riuscire a fare la differenza, fare da maestro per un gruppo giovane e con pochi leader esperti, tenere lì i ragazzi giorno dopo giorno per migliorarli. Perché sbagliare l’ultimo passaggio o il tiro in porta non è sempre sfortuna, anzi, ma qualcosa di migliorabile. E da correggere (quanto prima).

SCELTE. E se c’è qualcuno che per un motivo o per un altro non rende, e non riesce a svoltare, si possono anche fare scelte diverse. Magari temporanee. Specie se c’è da dare una scossa a livello mentale. In molti ad esempio hanno criticato l’atteggiamento, prima ancora che le prestazioni, di Pjaca e Gerson, due in prestito che alla lunga potrebbero anche avere poco futuro in viola. Due nuovi che non hanno dentro quel furore dei vari Chiesa, Veretout, Pezzella, Milenkovic, ma anche Hugo fino a Dabo ed anche Benassi e Simeone. Quelli della ‘vecchia guardia’, insomma. E se il problema è di testa, si possono fare scelte diverse, rimescolando le carte, magari cambiando anche modulo. Servono scelte anche coraggiose, un pizzico di spregiudicatezza salvando comunque quello che finora di buono è stato fatto. Anche su Simeone: se è in difficoltà, magari Vlahovic meriterebbe a volte più fiducia. Eventualmente affiancando il Cholito per qualche tratto di gara.

CENTROCAMPO. I viola si sono ritrovati ieri, è stato analizzato il momento ma a Firenze ci sono appena una quindicina di giocatori della Prima Squadra (ma solo 7 del gruppo dei titolari o di chi spesso subentra). Chiaro che diventa difficile in questo contesto fare un discorso unitario per tutta la squadra. Ma qualche modifica per la ripresa può essere già pensata, magari a centrocampo dove il reparto è praticamente al completo (a parte Edimilson, che è in Nazionale). Potrebbe essere l’ora di Norgaard, che potrebbe così ‘sganciare’ Veretout nel suo vecchio ruolo da mezz’ala. Una bella carta in più per la fase offensiva.

PIOLI MA NON SOLO. Chiaro che poi le responsabilità non sono tutte dell’allenatore. Anzi. Sono da dividere, oltre che con i giocatori (quelli che vanno in campo e sbagliano i gol) anche con società e proprietà. Perché che non si fosse sostituito Badelj si sapeva, così come che ‘sacrificare’ Veretout da mediano (fin qui ottimo anche in quel ruolo) avrebbe voluto dire ‘perderlo’ negli ultimi 40 metri (non solo a livello di gol, ma anche di inserimenti, progressioni, ‘strappi’). Stesso discorso per un vice-Simeone che non c’è (evidentemente il promettente Vlahovic, classe 2000, non dà ancora garanzie per essere messo titolare o per più di 5 minuti). E poi le altre scelte che nel primo terzo di stagione non hanno pagato: Pjaca, Gerson, Mirallas, fino ad Edimilson, Norgaard e al mai utilizzato Ceccherini, fin qui non si è salvato nessuno (solo Lafont, tra l’altro unico vero investimento). E pensare di confermare qualcuno di questi la prossima estate (con riscatti da 40 milioni più il valore del romanista) è al momento pura utopia. In questo quadro, è evidente che anche Corvino e Freitas abbiano le loro responsabilità. Così come la proprietà, per le direttive di un mercato ‘creativo’, a zero euro, in autofinanziamento puro e con un monte ingaggi che non è cresciuto granché rispetto alle aspettative.

RITMO DA RETROCESSIONE. Ne è nata così una Fiorentina scivolata in un mese e mezzo dal 3° al 9° posto, dai 13 punti nelle prime 7 gare ai 4 punti nelle ultime 5 partite. Un vantaggio europeo dilapidato in breve tempo: l’Atalanta ha recuperato 8 punti, la Lazio 6, il Milan 5, Torino e Roma 4, il Parma 3, il Sassuolo 2, mentre solo la Samp ha tenuto come i viola un ritmo da bassissima classifica. “Non siamo attrezzati per l’Europa, se alzi l’asticella e non hai la struttura adeguata rischi di non essere all’altezza”, ha tuonato da Genova Giampaolo, che ha 2 punti in meno della Fiorentina. Punti persi, per i viola, specie nell’ultimo quarto d’ora (ben 6 tra Napoli, Inter, Roma e Frosinone, che fanno 8 se considerato il gol di Pavoletti del Cagliari al 69′), mentre sono saliti a cinque gli 1-1 tutti con rimonta subita da risultato di vantaggio. Problema evidentemente di testa, di gestione e di mancata finalizzazione delle occasioni avute.

MOTIVAZIONE NAZIONALE. Oltre alla voce del tecnico servirebbe anche quella della società, magari della proprietà, del ‘manico’. Perché non può andar tutto bene così, specie in un ambiente che comincia a ritirare fuori vecchi malumori e dissapori messi momentaneamente da parte per il bene della Fiorentina. Ma in molti giocatori non è stato visto quel furore e quella grinta che c’erano stati fino a poco tempo fa. Ora dodici viola sono partiti per le Nazionali: da Pjaca a Simeone, da Edimilson a Vlahovic, occasioni per ritrovare il sorriso e magari nuova linfa. Specie per i primi due ce ne sarebbe bisogno, chissà che non possano tornare più carichi a Firenze. Dove con i viola saranno attesi al rush finale del 2018: prima il Bologna al Dall’Ara, poi la Juve al Franchi. Due gare da non sbagliare, prima nell’atteggiamento e poi nei risultati. Perché il rischio di tornare ad un ‘tutti contro tutti’ e rimanere impantanati a distanza dall’Europa, nel limbo della mediocrità, può essere meno lontano di quanto si pensi.

40
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

Un confronto rapido tra la squadra della scorsa stagione e quella di quest’anno. Dei nuovi: Lafont magari ha rosee prospettive, ma è giovane (e comunque non è certo Buffon) e nell’immediato non garantisce un rendimento migliore di quello avuto da Sportiello (che avrà fatto degli errori, ma certo non era il nostro anello debole la scorsa stagione). Ceccherini: preso per fare la riserva. Gerson: poco motivato forse dal tipo di operazione (prestito secco), non aveva comunque brillato nelle stagioni precedenti, anzi, per la Roma era stata una delle più grandi delusioni (ricercarsi interviste a Sabatini). Norgaard: chiamato a sostituire Badelj,… Leggi altro »

_Gab_
Tifoso
Mr.Pool

Ho finito ora di farmi un giro su alcune pagine Facebook di tifosi del Torino, avendo amici granata ogni tanto li leggo… ecco se voi cambiate il nome di Mazzarri con quello di pioli e di Cairo con quello dei della Valle, potrebbero essere benissimo pagine della fiorentina. È incredibile quanto i discorsi siano esattamente gli stessi identici ( allenatore perdente, Cairo tirchio, Cairo pensa solo al reparto aziendale, Mazzarri sbaglia formazione ecc ecc) tutto questo per dire che tutto il mondo calcistico è paese..le polemiche nel calcio ci saranno sempre.

MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Questo vuol dire semplicemente che troppa gente “scrive” (eufemismo, ovvio) senza cognizione di causa. Purtroppo internet ha dato “voce” a troppa gente che non se lo può permettere.

_Gab_
Tifoso
Mr.Pool

Sul dire che internet ha dato troppa voce a chi non se lo può permettere ,mi trovi d accordo.. ma stiamo parlando di calcio, non di medicina o fisica quantistica, la gente ha sempre detto tutto e il contrario di tutto sul calcio..non è una cosa nuova figlia dei tempi che corrono. Di pallone possono parlare tutti, non è scienza esatta..capisci?

Carlo
Ospite
Carlo

O da tempo sostenuto che Pioli brava persona ma pessimo allenatore. Giocatori fuori ruolo, fuori forma. In due anni ho visto giocare la squadra talmente male da non ricordare da quanto tempo la vedevo giocare così. Se non si decidono di sostituire Pioli rischiamo, non andremo in serie B ma anche questo anno sarà buttato.

Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

” In due anni ho visto giocare la squadra talmente male da non ricordare da quanto tempo la vedevo giocare così.”
Anche io….ma al contempo non ricordo da quanto tempo non avevamo una rosa così mediocre. Anzi, a pensarci bene me lo ricordo…dal 2011-2012, ultima Fiorentina di Corvino prima che venisse sostituito. Poi qualche anno di buone o ottime Fiorentine, poi Corvino di nuovo.

buco di bilancio
Ospite
buco di bilancio

SERVE UNA PUNTA E BASTA!!!!! Simeone mi spiegate che roba e’????? uno dei giocatori tecnicamente e tatticamente piu scarsi che abbia mai visto e il bello è che da quanto siamo tirchi non gli abbiamo preso nemmeno un sostituto

MARIO
Ospite
MARIO

Pioli vuole fare l’amicone di tutto il suo gruppo e non vuole scontentare nessuno per avere uno spogliatoio tranquillo. Allegri, se si prende come esempio, fa giocare quelli più in forma e se qualche giocatore non lo convince lo sistema immediatamente in panchina anche se si tratta di un campione e non di un mezzo giocatore. Se Pioli avesse seguito questa norma adesso sapremmo se Nordgaard è adatto a ricoprire il posto di Badelj, se Dicks è adatto a sostituire Milenkovic come terzino dx tanto da fare tutta la fascia laterale fino a fondo campo; se Montiel è utilizzabile in… Leggi altro »

_Gab_
Tifoso
Mr.Pool

Ma secondo te pioli che li vede e li allena tutti i giorni questi pseudo giocatori, pensi che non non sappia chi è pronto o no? Ma il danese che lo vede giocare in allenamento contro gli altri,secondo te, se l avesse visto pronto, non l avrebbe provato qualche volta? Stesso discorso per Diks laurini Ceccherini e vlahovic. Se fossero stati pronti, o almeno quasi pronti, pensate che pioli vista la situazione, non li avrebbe messi in campo per provare? Secondo me è emblematica la cosa, nonostante si vada male, si gioca sempre con gli stessi 11…voi lo vedete come… Leggi altro »

scettico
Ospite
scettico

Pienamente d’accordo, ma siccome gli stanno dando tutti addosso e alla fine nella ca$$a ci finirà lui, le cose son due, o cambia qualcosa, magari palesando che la rosa è inadeguata, o va al livello superiore e fa una piazzata chiedendo che gli comprino qualcuno, se non fa nulla fa il gioco di quelli sopra che non vedono l’ora di dargli la colpa…..

Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

Non sono così d’accordo sul fatto che dovrebbe lamentarsi dell’inadeguatezza della rosa. La società gli ha chiesto di lottare per il settimo posto, e secondo me la rosa consente di stare in quelle posizioni grosso modo…se ti va bene cogli l’obiettivo, se ti va male arrivi poco sotto, ma te la giochi. Non credo che abbiamo una rosa inadeguata per questo tipo di obiettivi, e se dovessimo finire molto lontani da quella posizione (tipo 11-12esimo posto), alla fine direi che il fallimento è del gruppo e di Pioli. Il punto è che la rosa è inadeguata alle aspettative di alcuni… Leggi altro »

scettico
Ospite
scettico

In teoria sì ma se simeone e pjaca non si sbloccano e non hai alternative sarà difficile segnare molto e se non segni vai poco lontano; atalanta, torino, sampdoria diventano superiori in questo caso e quindi il settimo posto ce lo sognamo……

Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

Hai ragione! Quello che mi premeva sottolineare è che, grosso modo siamo in linea con le aspettative della società, con quello che ci si poteva attendere da una rosa non di qualità e male assortita, guidata da un tecnico non particolarmente brillante. E chi adesso lancia gli allarmi usa lo stesso megafono con cui glorificava poco fa una campagna acquisti, l’ennesima, mediocre, sognando traguardi per la squadra che andavano ben oltre le intenzioni di chi l’ha costruita.

Io sono deluso in questa fase, ma sinceramente tra arrivare ottavi o undicesimi mi cambia poco. Ero molto più arrabbiato a agosto.

Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

Concordo in pieno su tutto. Poi, per carità, piacerebbe pure a me vedere giocare tutti, così da farmi un’idea, dato che io, a differenza dello staff, posso vederli solo durante le partite e non in allenamento. Comunque delle congetture su un eventuale impatto di queste promettenti seconde linee possiamo provare a farle…diks non era titolarissimo nel Feyenoord, arrivato quarto in un campionato con, di fatto, 4 squadre (e non hanno voluto rinnovare il prestito). Ceccherini è stato preso dal Crotone per fare la riserva. Laurini lo abbiamo visto, il suo lo fa ma è davvero poca roba tant’è che il… Leggi altro »

_Gab_
Tifoso
Mr.Pool

Con guardiola e Zidane forse anche un fantasmagorico sesto posto, altro che ottava posizione! 😂

Iosonviolateunloso
Ospite
Iosonviolateunloso

Ragazzi il bello del calcio è che se una persona è campione di retorica può se contraddire un’altra opinione. Es. Laurini è stato preso dall’Empoli retrocesso. Anche Borja e Gonzalo sono stati presi dal retrocesso Villarreal. Altro es. Pioli che vede tutti i giorni i giocatori se fa giocare sempre gli stessi vuol dire che gli altri fanno pena. Sarri al Napoli è stato allontanato perché non sfrutta a la rosa: ma i panchinari forse erano scarsi. Arriva Carletto e li fa giocare tutti tutti e non demeritano. Altro es. Corvino non ne azzecca una. Milenkovic Veretout Hugo e Pezzella… Leggi altro »

Frank_eno
Tifoso
Frank Eno

Dipende dal motivo per cui retrocedi. Anche l’inter ha preso Ibrahimovic da una juventus retrocessa…ma non è retrocessa né per i motivi dell’Empoli né per quelli per cui retrocedette il Villareal. L’Empoli è retrocesso perché aveva una rosa da serie B. E Laurini è uno di quelli. Tornando al tuo esempio, il valore di mercato su tranfermark al momento del loro approdo in Fiorentina era: Laurini 1.3mln, Borja 12mln, Gonzalo 7mln…non che tranfermarkt sia la bibbia, ma insomma…mai visto giocare Laurini??ti sembra forte??se sì, perché il posto da titolare glial’ha soffiato un vent’enne che di mestiere farebbe il difensore centrale?… Leggi altro »

scettico
Ospite
scettico

Fossi Pioli proverei due cose, primo inserirei Vlahovic nella prossima partita da subito al posto di Simeone, dopo adeguato allenamento e motivazione del ragazzo in queste due settimane, e vedrei come va, questo per non stravolgere il modulo; se si vedono segnali positivi, ovviamente in una partita non ci potranno essere sconvolgimenti, si potrà proseguire su questa strada, eventualmente sostituendo anche Pjaca se non si sveglia; attenzione questo presuppone di poter ‘sacrificare’ la prossima partita, cioè nessuno dovrà scandalizzarsi se si perde o si gioca male; se invece non si migliora e addirittura si fa peggio temo che l’unica strada… Leggi altro »

Matteofirenze
Tifoso
MATTEOFIRENZE

vlaovich è in nazionale e quindi non si allena col gruppo in questo periodo … perlomeno prima di scrivere informati !!!!

scettico
Ospite
scettico

Ora, che uno debba sapere questi dettagli mi pare un po’ assurdo, magari pensaci te prima di fare questo tipo di rimproveri, lo so che alcuni vivono di queste cose ma io se permetti avrei anche altro da fare……. quindi queste due settimane in cui si dovrebbero risolvere tutti i problemi del mondo a cosa serviranno????

Matteofirenze
Tifoso
MATTEOFIRENZE

lo sanno tutti che è in nazionale e non mi sembra un dettaglio da poco … di conseguenza la tua idea di motivarlo in questi 10/15 giorni per metterlo titolare casca subito … anche perché credo che vlaovich sia motivato già di suo, semmai la domanda che mi pongo è se sia relamente pronto a giocare dall’inizio !!!! non era un rimprovero il mio, ci mancherebbe altro …. era un modo per dire che spesso si chiacchiera senza sapere quel che si dice !!! le due settimane serviranno per allenarsi chi è restato nei propri club e giocare per chi… Leggi altro »

scettico
Ospite
scettico

Boh, a leggere gli articoli, non ultimo questo portale, pare che nelle prossime due settimane si salverà il mondo

Lucabilly1963
Tifoso
lucabilly1963

Anche stamattina ho sperato di poter leggere la notizia dell’esonero dell’allenatore. Anche stamattina eandata buca. Chiaramente una societa di pessima qualita, indirizzo e strategia eguale a zero, si tiene un allenatore che alla piazza non via piu'. E il solito ritornello degli ultimi anni, parecchi anni con chi tiene in mano la Fiorentina, intesa come squadra e la citta. Siamo a un passo dalla situazione dove ci trovavamo prima della tragedia DA13, se non che, questa volta, non ci sara il Capitano a prenderci in mano e far volare Vitor Hugo e il resto della squadra. E` veramente difficile.

Peppe78
Ospite
Peppe78

Abbiamo un allenatore incapace e aziendalista. Un ds scarso e incompetente che dopo averci portato quasi in B è stato persino richiamato. Abbiamo una stampa muta e asservita. Abbiamo una società assente e disinteressata. Siete certi che occorre solo cambiare qualcosa?

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Manca solo un allenatore vero!
Il VERO mercato del napoli è stato Ancelotti!!!

claudio1
Ospite
claudio1

QUANTE CHIACCHIERE. COME SE BASTASSE IL CUORE E LA GRINTA PER RISOLVERE IL NOSTRO PROBLEMA CHE E’ LA FASE OFFENSIVA. IL NOSTRO PROBLEMA NASCE NELLA INCOMPETENZA DI PIOLI CHE CONTINUA A PROPORRE UN TRIDENTE SPUNTATO. LA STATISTICA COSA DICE? CHE SIMEONE E’ UNA PUNTA DA 13 GOAL PJACA UN ESTERNO DA POCHI GOAL CHIESA UN EDTERNO DA 4, 5 GOAL ALL ANNO…. METTILI ASSIEME E IL RISULTATO E’ QUELLO. A SIMEONE SERVE UNA SPALLA UNA PUNTA VERA ACCANTO E AL MOMENTO IO VEDO SOLO THEREAU… VLAOVIC NON E’ PRONTO. CHIESA DIETRO SIMEONE E THEREAU E IL PROBLEMA E’ RISOLTO. OCCHIO… Leggi altro »

Pachanca
Ospite
Pachanca

Simeone è un giocatore da serie C

_Gab_
Tifoso
Mr.Pool

Claudio ti leggo sempre, me lo faresti un piacere? Potresti evitare di scrivere tutto in maiuscolo? È come se stessi urlando, e non serve …ti leggiamo ugualmente. Grazie

Mareviola
Tifoso
Maurizio ciolli

Pioli non ha capacità di cambiare in meglio la squadra. Da attuare un solo modulo e mette molti giocatori fuori dal proprio ruolo

Il ra
Ospite
Il ra

Il problema mentale lo ha pioli e chi ha scelto giocatori di scarsa qualita’ le grandi squadre non necessitano di furote agonistico perche’ possiedono qualita’ che la fiorentina non ha quindi un’altro campionato anonimo via pioli tanto per cominciare

Il Realista
Ospite
Il Realista

Piolo dovrebbe fare la voce grossa non solo contro i giocatori ma ai Braccini che non tirano fuori una lira e al Trippone che spreca i soldoni delle vendite in acquisti assolutamente inutili e sconclusionati.E poi ripetere 10 volte al giorno,guardandosi allo specchio”Sono un incapace e un kakasotto”

Fiorentina1969
Ospite
Fiorentina1969

Non c’e dubbio che l’alibi della gioventu esiste. Ma dicendo questo, l’allenatore viola dovrebbe imparare dal grande Carlo Ancelotti, il miglior allenatore in Serie A e uno dei migliori del mondo, il quale usa tutta la rosa a sua disposizione, mentre Pioli usa sempre gli stessi giocatori. In oltre bisogna cambiare modulo a quel classico 4-4-2 che ho proposto in precedenza. Grazie e buonanotte.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Ancora non avete capito che eravamo terzi perche’ abbiamo incontrato IN CASA squadre che lotteranno per non retrocedere.Finito quel ciclo abbiamo dimostrato il nostro vero valore, e spostare i giocatori da una parte all’altra del campo non fara’ nessuna differenza.Da cambiare e’ la proprieta’ e Corvino con in piu’ una dirigenza inutile.

MARIO
Ospite
MARIO

Ti ricordo che a Napoli,a Frosinone come a Firenze con Lazio e Cagliari abbiamo preso goal a pochi minuti dalla fine della partita. Se avessimo avuto un allenatore che sapeva leggere le partite ed avesse fatto i cambi giusti, al momento giusto, forse oggi ci ritroveremmo nelle prime posizioni della classifica e non dove siamo attualmente.
Il responsabile di tutto ciò è uno solo: il Sig. Pioli che manda la squadra in campo ed ha il compito di utilizzare tutti i giocatori della rosa (nel modo giusto)!!

Star8060
Tifoso
Antonio Tamburini

serve il coraggio di costringere la società’ ad andarsene

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Ma cosa ci vedete tutti in Pjaca, non lo so, con lui in campo si gioca sempre in dieci, ha troppa paura, venerdì ha avuto un contrasto, non ha più giocato e poco dopo ha chiesto il cambio, non lo si recupera più.

Tano
Ospite
Tano

Una cosa da cambiare sarebbe l’allenatore

IL LIBANESE
Ospite
IL LIBANESE

Caro Pecorini ma la voce grossa con chi? Con nove undicesimi della squadra dei quali non possiamo disconoscere il loro grande impegno?Oppure con due che sono casualmente capitati qua e che sanno benissimo che se ne andranno a Giugno? Le urla non portano a niente,Questa e’una squadra incompiuta e incompleta, con uno dei centrocampi più deboli e peggio costruiti della serie A e con uno schema unico (indovinate quale) frutto della pavidita’ di un bravuomo di mister.. Purtroppo a nessuno frega niente, la Proprieta’ e’ben nascosta a fregarsi le mani, il livello intermedio e’ diviso tra chi cerca scuse mettendoci… Leggi altro »

carpaccio
Ospite
carpaccio

che noia, che tedio, che noia….

gangia81
Ospite
gangia81

Cambiare, certo, ma cosa? In panchina abbiamo gente come Mirallas che è venuto a Firenze in vacanza; Edimilson Fernandes che benché giovanissimo è lento come il regionalone per il Valdarno; Dabo che si impegna ma che a parte qualche pedatone ai giocatori avversari non può fare molto di più. Io davvero proverei il 3-4-2-1 con Lafont, Milenkovic, Pezzella, Hugo, Diks, Benassi, Veretout, Biraghi, Pjaca, Chiesa, Simeone.

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI