La lettera di Cavalli: “Caro Commisso, grazie per aver riportato entusiasmo a Firenze”

67



Il noto stilista fiorentino ha scritto una lettera per il patron della Fiorentina, in cui si congratula per l’entusiasmo riportato a Firenze

Riceviamo e pubblichiamo una lettera che lo stilista e imprenditore fiorentino Roberto Cavalli ha voluto indirizzare al patron viola Rocco Commisso.

“Caro Rocco, Sono Roberto Cavalli. Fiorentino, nato in via Maragliano il 15 novembre 1940, amante dell’arte e tifoso Viola da sempre. Come tutti gli altri tifosi, ero abituato a vivacchiare nel nulla, annoiato ed esasperato. Ogni domenica quasi mi addormentavo a vedere la partita e non vedevo nessuna speranza nel futuro… Ma da quando sei arrivato, hai portato una ventata di entusiasmo che mancava ormai da troppi anni qui a Firenze. Grazie!

Mi fa piacere che un italiano come te sia il nostro presidente, e mi fa ancora più piacere che tu domani sia il Grand Marshall per il Columbus Day! Mi ricordo nel 2003, quando mi chiesero di fare il Grand Marshall a New York: lo reputai un grande onore ed accettai subito. Mi ricordo il sindaco, la mia famiglia, le persone ai lati della strada che gridavano il mio nome ed applaudivano al nostro passaggio. Una grande e bellissima festa.

Ti auguro di ricevere la stessa accoglienza, te lo meriti. Anche solo per averci portato Ribery!

Un caro saluto e spero di incontrarti presto”.

67
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Masssenzio
Ospite
Masssenzio

Ragazzi, ha detto quello che pensava di Commisso, Se ogni volta che apre bocca lo infamate poi chiedetevi perchè non ha mai comprato la Fiorentina……
Siete peggio delle sòcere, sempre a lamentarvi!

Xxx
Ospite
Xxx

.,..sempre alla ricerca dell’onda perfetta !!!!… invece di affittare uno sky box, anche ai tempi in cui tutto quello che toccava diventava oro…, si polemizzava sul costo degli abbonamenti in tribuna… questo è il grande dilemma taluni vorrebbero vedere le partite gratis solo perché personaggi famosi … in questo io apprezzo Cesare Prandelli , che nonostante ne averebbe tutti i diritti , paga l’abbonamento come un tifoso qualsiasi. I personaggi più astiosi sono proprio quelli, a cui per un motivo o per un altro non vengono riconosciuti certi privilegi… e qui da noi ce ne sono diversi….

...
Ospite
...

GRAZIE CAVALLI per non aver messo NEANCHE UN EURO quando c’era bisogno.

montecatiniviola
Ospite
montecatiniviola

Non capisco tutti questi commenti astiosi verso la lettera di Cavalli.
Non si può essere al contempo tifosi viola e imprenditori in grosse difficoltà?

Che avrà mai scritto? Che è contento per l’arrivo di Commisso e dell’andata dei fratellini,
Dunque?

Non mischiamo con la Fiorentina cose extracalcio, oguno di noi ha le sue difficoltà giornaliere.

Parterre Firenze
Ospite
Parterre Firenze

Giusto commento. Per fortuna qualcuno che accende il cervello ancora c’è

Alessandro_Toscana
Tifoso
Alessandro_Toscana

Sottoscrivo in pieno!

Unus
Ospite
Unus

Temevo gli chiedesse un decino…

Sandra Balestri
Ospite
Sandra Balestri

Se era per te un si esisteva piu …

Nicola
Ospite
Nicola

Caro Cavalli meno parole e più fatti ora sei il primo a esaltare Commiso tra un paio di anni sarai sempre il primo a infamarlo .

Stecche
Ospite
Stecche

Patetico

Ginepro
Member
ginepro

un esempio di personaggio tra i tanti, cui la nuova Fiorentina è bene stia alla larga.

flog
Ospite
flog

ecco un manipolo di leccavalle che per rivalsa attaccano chi comunque ha portato una voce di dissenso verso i ciabattini…….personaggio discutibile, ma rimaniamo al punto….almeno ha avuto il coraggio di prendere posizione contro di loro…..a Firenze invece molti hanno preferito sempre difendere i marchigiani.

Sasso
Ospite
Sasso

Icche c’entra il culo con le quaranta ore?

Gino
Ospite
Gino

Ora uno che esprime un pensiero diverso è tacciato di “leccavalle”. Con questi pseudo tifosi non vinveremo mai nulla

Articolo precedenteMancini: “Castrovilli e Tonali avranno spazio in azzurro a breve”
Articolo successivoSu Tonali non solo la Fiorentina: Juve, Inter e Napoli sul talento italiano
CONDIVIDI