La luce in fondo al tunnel: 5 mesi dopo, Bernardeschi riparte dalla ‘sua’ Primavera

    0



    Fiorentina-Sassuolo 0-0, BernardeschiAveva dato appuntamento a dopo Pasqua, Federico Bernardeschi, per il suo rientro in campo. Promessa mantenuta: cinque mesi e otto giorni dopo la frattura del malleolo, il giovane attaccante viola tornerà ad assaggiare il sapore del terreno di gioco. Lo farà oggi pomeriggio, ore 15, a Varese, con la ‘sua’ Primavera. La squadra – e l’ambiente – che lo ha cresciuto, coccolato, fino al punto da fargli spiccare il volo. Torna sui campi dei giovani dopo la doppietta con la quale aveva lasciato la squadra di Semplici, quel 24 agosto 2013, prima di approdare al Crotone, per la prima esperienza da professionista.

    E che avventura, la prima annata in Serie B, per il giovane talento di Massa Carrara. Prime settimane di duro allenamento, per abituarsi al calcio dei grandi, poi l’impatto e la personalità da grande giocatore. Dodici gol in 38 partite (solo due gare saltate per squalifica), e Crotone trascinato fino ai playoff, per quella che rimane la miglior stagione della storia della società calabrese.

    Poi il ritiro con Montella, la scorsa estate, a Moena. Obiettivo: strappare la conferma in prima squadra. Operazione compiuta, il tecnico viola rifiuta ogni offerta (tante anche dalla Serie A) per il giovane attaccante e lo aggrega in pianta stabile al parco attaccanti che si dovrà giocare campionato ed Europa League. Proprio l’Europa è il palcoscenico nel quale Berna si mette subito in mostra: due gol tra Dinamo Minsk e Guingamp, per un totale (compresa la sfida contro il PAOK) di 182′ giocati in campo europeo. Sboccia la Berna-mania, anche dopo l’assist geniale che regala a Babacar per pareggiare la sfida contro il Torino.

    pasqual bernardeschi


    Ma il 3 novembre
    , dopo anche cinque presenze (126′) in Serie A, arriva il crac: il report recita ‘frattura scomposta del malleolo esterno’, e rientro previsto intorno a marzo. Puntuale, ad inizio marzo, Bernardeschi ricomincia il proprio lavoro con il gruppo. È guarito, il talentino viola, che deve ritrovare ritmo e condizione per tornare a disposizione. Lo farà questo pomeriggio, con la Primavera di mister Guidi, a Varese. Chissà che sensazioni proverà, Federico Bernardeschi, a tornare in campo cinque mesi dopo. A riassaggiare il terreno verde, a provare movimenti e contromovimenti, magari ad esplodere il suo mancino verso la porta avversaria.

    È pronto a riprendersi tutto, Bernardeschi, cinque mesi dopo. La Fiorentina ma anche la Nazionale. Per Montella un’arma in più in un pacchetto offensivo già molto abbondante (soprattutto di mancini, con Salah, Diamanti ed Ilicic), per Di Biagio un punto fermo verso l’Europeo Under 21. Il tecnico degli azzurrini aspettava da tempo la notizia del rientro del suo gioiello, del giocatore che con le sue prodezze ha trascinato proprio l’Under 21 verso Euro 2015 (eurogol e assist nel ritorno playoff contro la Slovacchia, oltre ad un girone eliminatorio da protagonista).

    Occhi puntati su Bernardeschi, oggi pomeriggio. A Varese, contro l’ultima in classifica del campionato Primavera, occasione ideale per riassaporare le emozioni che solo il campo sa dare. Il ragazzo prodigio è pronto a riprendere il proprio cammino.