La matematica retrocessione del Palermo e uno scenario già visto. Con due finali da ripetere

13



Non c’è due senza tre. Quando Fiorentina e Palermo si incrociano nelle fasi finali del campionato arrivano verdetti. Pesanti, o graditi. Ma questo dipende dalla parti in causa e dai rispettivi obiettivi. In caso di mancata vittoria, che da pronostico non dovrebbe arrivare domenica al Barbera, il Palermo retrocederà matematicamente in Serie B. E per la Fiorentina, la gara di Palermo può voler dire rilancio definitivo per la zona Europa League. Era già successo qualcosa di simile qualche anno fa, senza voler tornare troppo indietro con la memoria storica. Era il maggio 2013 e la Fiorentina di Vincenzo Montella conquistava contro il Palermo la certezza di disputare l’Europa League, con la possibilità ancora di entrare in Champions, che poi il Milan vanificò. Era quello un ritorno, dopo le vicissitudini targate Mihajlovic, Rossi, Guerini, mentre il Palermo proprio in quel pomeriggio conobbe il baratro di una nuova retrocessione matematica in cadetteria.

Lo scenario a fine partita fu questo:

Andrea Della Valle e Vincenzo Montella fradici sotto il diluvio ad esultare per il ritorno in Europa della Fiorentina. Traguardo che allora era individuato come obiettivo importante, mentre oggi altro non è che l’obiettivo minimo per la società viola. Un ritorno in Europa che portò entusiasmo, in città, nel tifo, nell’ambiente, ed anche in seno alla società viola stessa. Tanto che poi con Giuseppe Rossi e Mario Gomez i Della Valle provarono a fare il definitivo salto di qualità. Ma poi sappiamo tutti come è andata a finire. Oggi, in caso di qualificazione europea all’ultimo tuffo, sarebbero comunque in pochi a festeggiare davvero a Firenze. Una cosa è certa. Anche in caso di qualificazione last-minute all’Europa League, immaginarsi Corvino, Della Valle e Sousa festeggiare sotto la Fiesole è più una chimera che una semplice idea.

Anche perché di questo clima da guerra fredda che si è creato tra società ed allenatore, con il tecnico messo in discussione anche dal tifo, che è più che diviso anche sull’operato della società, sono in tanti a non poterne più. Tanto che la stessa Curva Fiesole si era espressa in proposito:


L’anno scorso, invece, proprio contro il Palermo la Fiorentina ottenne la matematica qualificazione in Europa League. Cosa che non accadrà al Barbera domenica, ma con una vittoria contro i rosanero potrebbe tornare nuovamente più che possibile. Il Palermo, invece, potrebbe conoscere il proprio verdetto, con la retrocessione in B. Scenari che si intrecciano, con finali speriamo simili. Anche se con sentimenti e sensazioni differenti.

13
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Lukus
Tifoso
Lukus

“…Oggi, in caso di qualificazione europea all’ultimo tuffo, sarebbero comunque in pochi a festeggiare davvero a Firenze.” Mi stupisco solo di come si continui ad oscillare tra un giudizio e l’altro senza prendere atto di una cosa che appare evidente a chiunque segua con una certa continuità i commenti postati su questo sito: Firenze e la tifoseria dei DV NON NE POSSONO PIU’!!! Se poi questo sito sia o meno davvero rappresentativo degli “umori” della piazza non saprei e non posso essere io a saperlo, ma, se immaginamo di sì, allora la realtà è questa! Quindi, a che pro continuare… Leggi altro »

attilio
Ospite
attilio

Non vedo come si possa ipotizzare al momento una realtà imprenditoriale capace, quantomeno, di far navigare la Viola a questi livelli, ancorchè non altamente competitivi.
Cambiare per cmabiare non ha senso ed il passato, con società non strutturate, ha dato risultati assolutamente negativi.

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Diciamolo il 6* posto significherebbe avere una squadra con rosa più lunga e competitiva xche si inizia a luglio. Vincendo tutte le partite ci arriviamo sesti , ma ADV investira’ o no x fare una squadra Adeguata? Il dilemma è csempre e solo questo: PRENDI BUONI GIOCATORI, ADATTI LO SCHEMA ALLE LORO POTENZIALITA’ E ALLA FINE VINCERAI QUALCHE TROFEO. Si parte sempre dai buoni giocatori che costano troppo x noi, perciò…..

andrea
Ospite
andrea

6 posto significherebbe rosa più lunga??? sogni. questi non ti comprano un bel niente. fai la doppia competizione con questi e fai la fine del sassuolo quest’anno

2-3-08
Ospite
2-3-08

Ligole pel il Milan

Domenico, Roma
Ospite
Domenico, Roma

Da notare la faccia del Fratello Scemo che vuole fare il grintoso. Ma sempre scemo rimane.

Cagliostro
Ospite
Cagliostro

È WALTER sotto mentite spoglie…

giuliano brescia
Ospite
giuliano brescia

offendere non è intelligente. anzi

frank
Ospite
frank

se si voleva fare la rima la seconda strofa doveva essere: la linea di pensiero non si e’ MOSSA, cantiam per la maglia non per chi la indossa. studiate.

Ales
Ospite
Ales

Ma in questa foto il gatto mi sembra Tarantolato.

2z2t
Ospite
2z2t

“che poi il Milan vanificò” nelle vesti degli arbitri. Quest’anno l’obiettivo è meno nobile, ma può ripetersi lo scempio nelle ultime gare qualora domenica sera i punti fossero 58 per entrambe le squadre. Purtroppo dalle strisciate o chi per loro c’è sempre da aspettarsi il peggio!

Aliush
Ospite
Aliush

Non fosse che stavolta alle due cinesi non frega nulla di arrivare sesti, anzi scombinerebbe i loro piani per il campionato prossimo.

Aramis974
Tifoso
Aramis974

Più che i piani per il prossimo campionato scombinerebbe i piani per la loro tourne estiva in Cina

Articolo precedentePerinetti: “Avevo provato a prendere Chiesa, Ilicic paga l’emotività”
Articolo successivoCairo: “Con DDV ottimo rapporto adesso dopo qualche nube”
CONDIVIDI