La nuova vita di Rossi: il ritorno al Franchi, un ex da applausi

da La Repubblica

5



Giuseppe Rossi esulta dopo gol alla Juventus 20-10-2013

E voi dove eravate il 20 ottobre del 2013? Ecco una data da ricordare, perchè ci sono partite che sono come trofei, soprattutto se i trofei li frequenti il giusto. E i ricordi restano vivi. Esempio: la faccia di Conte accartocciata nella sua disperazione. E poi: Pepito che quasi piange indicando il cielo al suo terzo gol. Rossi è uno di quelli che è rimasto tanto in infermeria e moltissimo anche nel cuore di chi ne ha amato le prodezze e i gol. Pepito fu una scommessa. Persa, possiamo dire col senno di poi. Ma in realtà certi azzardi non vengono mai rimpianti. Solo aver sognato, goduto, immaginato insieme a lui è stato un bel passaggio della vita.

E lui, Pepito, quante vite ha? Perchè dal 2011 a oggi la sua carriera è stata una lunga degenza alternata a sorrisi di ripartenza. Spagna, Italia, Spagna, Italia: già, Rossi ricomincia da Genova, versante rossoblu. Entusiasmo, voglia, l’odore dell’erba, un pallone, il sorriso di un ragazzo che non vede l’ora. E la terza vita di Pepito ricomincia così. Come era ricominciata a Firenze, e poi al Levante, e al Celta. Un attaccante al cinquanta, sessanta per cento. Anche al settanta, a tratti, prima di un altro infortunio. E Firenze che lo segue da lontano, con affetto. Ora Pepito si allena col Genoa, ma il contratto ancora non è stato firmato. Potrebbe venire al Franchi a seguire i suoi nuovi compagni e a salutare i vecchi amici.

Non c’è più Montella. E neanche Pradè, che fece di tutto per portarlo a Firenze. Ma c’è uno stadio che lo ha amato perchè ci ha provato sempre, anche contro la logica, arrivando a rompere con Prandelli che non lo portò con sè ai mondiali. Pepito si tagliò lo stipendio, per non pesare troppo sui conti della Fiorentina. La sua assenza era un problema per qualcuno, lui capì e fece la sua scelta. Se apparirà al Franchi di sicuro Pepito si prenderà i suoi applausi. Firenze non dimentica: quella partita ribaltata resterà nella storia. E Pepito, eroe.

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Purplerain73
Tifoso
purplerain73

Ti vogliamo bene Pepito!!!

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Peccato che non sei con noi ma MAI DIRE MAI… TI ASPETTO!!!!
In Bocca Al Lupo Pepito!!!!!

SATANELLO VIOLA
Ospite
SATANELLO VIOLA

PEPITO FIRENZE TI AMA……………………

francesca
Ospite
francesca

per me indimenticabile Un asso.Perchè non è stato ripreso a gettoni in prova ma ripreso ?perchè è viola!!!!!!!!!!!!!! Un dispiacere inerrabile

viola55
Ospite
viola55

Grande Pepito. non ti dimenticherò mai.

Articolo precedentePizarro: “Con Montella in viola un gioco simile a quello di Sarri. Tornerò in Italia”
Articolo successivoSimeone-Genoa, vai con la legge dell’ex. Il Franchi si aspetta un’esultanza dal Cholito
CONDIVIDI