La sfida del gol: Belotti vs Kalinic. Tra clausole milionarie e medie da top players

9



In comune non hanno solo la parola gol il gallo Belotti e Nikola Kalinic. La fiera del gol che potrebbe andare in scena lunedì al Franchi, visto le due difese decisamente ballerine, dovrebbe vedere il loro nome nel tabellino marcatori. Come accaduto già 17 volte a Belotti in questo campionato, e 11 a Kalinic. Che tuttavia hanno anche altre cose in comune oltre alla dote di bucare le reti avversarie:

1) ARRIVI LOW COST Entrambi potrebbero essere la più grande plusvalenza della storia dei due rispettivi club. Belotti arrivò al Torino per 7,5 milioni più bonus dal Palermo nell’estate del 2015. Nello stesso periodo Kalinic arrivava a Firenze per meno di 6 milioni.

2)CLAUSOLE MULTIMILIONARIE Plusvalenze, dicevamo. Kalinic ha una clausola a 50 milioni di euro. Anche se gli scenari cinesi sembrano destinati a non finire mai. Belotti ne ha una addirittura a 100, anche se valida solo per il mercato estero.

3)LA DOPPIA CIFRA Già raggiunta anche quest’anno da entrambi. Così come l’anno scorso. Belotti si fermò a 12 centri un anno fa, esattamente come Kalinic, che in tutto ne mise a segno 13 contando anche le coppe.

4)IMPRESICINDIBILI Sia per Mihajlovic, che per Sousa. 22 presenze su 25 giornate per il gallo. Due gare saltate per infortunio, ed una per squalifica.  Praticamente identico percorso di Kalinic. 2 gare saltate per infortunio, ed una per squalifica. Solo una volta tenuto a riposo, nel recupero di Marassi col Genoa in una serata in cui Sousa ci ha capito poco, ed a Salonicco in Coppa. Poi sempre presente il croato, e dall’inizio tranne che con l’Udinese o in Europa.

Molto in comune tra i due bomber, oltre al fatto di essere ormai stabilmente pedine fondamentali per le rispettive nazionali. Un dato solamente è molto differente. La carta d’identità. Belotti è un ’93, Kalinic è un ’88.

NUMERI A CONFRONTO  Ci limitiamo al campionato. Belotti: 1901 minuti giocati, 71 tiri totali, 34 nello specchio. 17 reti e 3 assist. Nikola Kalinic: 1750 minuti giocati, 56 tiri, di cui 28 nello specchio. 11 reti e 2 assist. Belotti, dunque, segna un gol ogni 111’ in Serie A. Kalinic uno ogni 159. Il gallo segna 1 gol ogni 4 conclusioni, e 1 gol ogni 2 volte che centra lo specchio. Nikola segna invece 1 gol ogni 5 tiri, ed 1 gol ogni 2,5 volte che centra lo specchio. Belotti ha segnato 10 gol di destro, 5 di sinistro e 2 di testa. Kalinic 5 di destro, 3 di testa, 3 di sinistro.

Sono sicuramente loro due gli uomini copertina della gara di lunedì. O almeno in altri tempi lo sarebbero stati. Oggi, con i due tecnici in bilico ed il clima rovente che si respira attorno alla Fiorentina, le copertine sono e saranno probabilmente per altri.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
marco mugello
Ospite
Member

Una società come la Viola i giocatori forti li deve vendere prima dei 30 anni. Dopo è gara dura! E deve comprare i giocatori forti prima dei 25 anni, dopo è gara dura! i Kalinic a 6 milioni sono occasioni rare.

andrea
Ospite
Member

al posto di kalinic prenderei nestorovski; segna quanto lui, stesso fisico, aiuta la squadra, molto volitivo e costa poco

lars larsonn
Ospite
Member

Qualcuno mi spieghi se segnare 1 gol ogni 159 minuti è da top player, poi in queste medie del cavolo, si divide semplicemente il numero dei gol per le partite giocate, senza contare che alcune volte quando si incontrano difese di burro si fanno 2/3 gol inutili mentre sarebbe preferibile segnare nelle gare che contano. Per me in tema di attaccanti, uno è top player se segna almeno 1 gol ogni 90 minuti ma soprattutto per il numero di gol decisivi per i 3 punti.
Kalinic è un buon giocatore d’attacco per una squadra che gioca a tre davanti, ma non parlatemi di top player se lo fosse non avremmo i problemi che abbiamo…Fatemi il favore, è da pazzi non venderlo e fare cassa, tra un anno non se lo fileranno nemmeno più in Croazia…

marco mugello
Ospite
Member

Però Kalinic è da vendere subito.

marco mugello
Ospite
Member

Un goal ogni 90 minuti? ma che leggi, Mandrake? Superman? L’unno immortale? Chi supera il goal ogni 150 minuti è gia un campione.

Max
Ospite
Member

Sottoscrivo tutto. Il resto sono chiacchiere, quest’anno si può tranquillamente smettere di guardare le partite e di andare allo stadio.

Gati7777
Ospite
Member

infatti per noi coi risultati “pilotati” ke ci sono stati oggi e ieri il campionato e’ finito!!!!

Luca1966
Tifoso
Active Member

complimenti alla redazione per cerxare motivi di interesse in una partita che non interessa più a nessuno.

MATTEOFIRENZE
Ospite
Member

a me interessa … metti caso che giochi hagy è motivo di interesse (solo per questo purtroppo) !!!!

wpDiscuz
Articolo precedenteMercato, per i due giovani del Partizan trattative in dirittura d’arrivo
Articolo successivoSanchez sui social esprime solidarietà all’ex compagno Zarate (FOTO)
CONDIVIDI